Cagliari. Aperte le adesioni al concorso “Il Cimitero Monumentale e i suoi personaggi illustri”

Nell’ambito delle iniziative di promozione e diffusione della cultura storica della città, l'Amministrazione Comunale ha intrapreso un percorso di recupero e valorizzazione del Cimitero monumentale di Bonaria. In questo percorso diventano protagoniste le scuole cittadine secondarie di primo grado, con un concorso intitolato “Il Cimitero Monumentale e i suoi personaggi illustri”: un viaggio intrapreso attraverso gli elaborati dei più giovani alla scoperta delle vite e delle opere dei personaggi storici che hanno dato lustro alla città e che riposano nel Cimitero monumentale: tra gli altri, Genny e Amina Nurchis, simboli dell’emancipazione femminile, il tenore Mario De Candia, esponente mondiale della canzone lirica, Ottone Baccaredda, sindaco di Cagliari e simbolo della città del futuro, Cesare Pintus, sindaco della ricostruzione post bellica, il canonico Giovanni Spano, archeologo e studioso, Attilio Mereu, eroe della Prima Guerra Mondiale, lo storico Pietro Martini. I tre migliori elaborati saranno pubblicati sul sito istituzionale del Comune e gli istituti proponenti riceveranno un premio di 1.500, 1.000 e 500 euro da destinare ad attività didattiche. Le premiazioni si svolgeranno nel corso di una cerimonia pubblica all’interno del Cimitero monumentale. Per l’assessore agli Affari Generali, Danilo Fadda, “è un ulteriore passo di un importante progetto di valorizzazione, che anche grazie al contributo dei nostri studenti, si prefigge l’obiettivo di restituire questo immenso patrimonio ai cagliaritani per riscoprire un passato che ha caratterizzato la storia della nostra città”. Il sindaco Massimo Zedda ha sottolineato l’importanza della partecipazione degli studenti: “La scuola rappresenta il luogo del sapere e della conoscenza dove si formano le nuove generazioni. Il coinvolgimento degli studenti in questo progetto risponde all’esigenza di rendere partecipi i futuri cittadini della consapevolezza che per vivere meglio la città bisogna conoscere le sue radici e i personaggi che le hanno dato lustro”.

Cagliari. Percorsi culturali al Cimitero di Bonaria curati da Mauro Dadea

Domenica 18 novembre alle 10 al Cimitero Monumentale di Bonaria, proseguono con “A capo della città. I sindaci della città di Cagliari in due secoli” i Percorsi Culturali curati da Mauro Dadea. L'iniziativa rientra nel progetto “Coltivare il ricordo e imparare dalla storia”, promosso dall'assessorato ai Servizi demografici e finalizzato alla valorizzazione dello storico cimitero cagliaritano. Mauro Dadea, archeologo e profondo conoscitore del cimitero monumentale, accompagnerà i partecipanti negli affascinanti percorsi in quello che viene definito “il più grande museo a cielo aperto della Sardegna”.

Cagliari. Il Cimitero di Bonaria ospita il Giardino dei Ricordi

Oltre alla possibilità di disperdere le ceneri in mare, operativa già da agosto e alla quale hanno già aderito due famiglie, da oggi all'interno del Cimitero Monumentale di Bonaria è a disposizione di tutti i residenti in Sardegna il Giardino dei Ricordi. Si tratta di uno spazio di circa centocinquanta metri quadri all'interno del quale sarà possibile disperdere, in forma solenne, le ceneri dei defunti che hanno scelto la cremazione. Un'area circondata da piante e siepi per garantire il massimo raccoglimento e la discrezione, dotata al cento di una zona per la dispersione delle ceneri. Sulle pietre di porfido e granito sarà possibile spargere le ceneri che poi, grazie ad un sistema di irrigazione, verranno assorbite dal terreno. “La scelta – ha spiegato l'Assessore agli Affari Generali Danilo Fadda – è nata dall'esigenza manifestata da molti cagliaritani che si stanno sempre più orientando verso la cremazione. Ed è per questo che, oltre allo spazio all'interno del Cimitero di Bonaria, già da oggi è operativo il Registro comunale delle cremazioni”. Numeri in crescita, infatti, per le cremazioni tanto che si è passati dalle 49 richieste del 2011 alle circa mille attuali. E di pari passo sono cresciute le necessità di trovare spazi idonei per la dispersione delle stesse. Una prima opzione data dall'amministrazione è stata quella del mare, ma ora anche lo spazio all'interno del Cimitero di Bonaria sarà una alternativa per le famiglie. “Con il Registro – ha aggiunto l'Assessore Fadda nel corso della conferenza stampa convocata per illustrare i dettagli della nuova possibilità – non sarà più necessario che si facciano questo tipo di disposizioni o per testamento o iscrivendosi alle apposite Associazioni Sarà sufficiente recarsi negli Uffici dello Stato Civile e chiedere di essere inseriti nel Registro comunale delle cremazioni”. L'iniziativa, oltre che per andare incontro alle esigenze di chi in vita ha scelto la cremazione al posto della sepoltura tradizionale, servirà per rivalorizzare il Cimitero Monumentale all'interno del quale sono stati restaurati 224 colombari, che permetteranno la collocazione di un migliaio di urne cinerarie e quindi nuove sepolture a Bonaria dopo oltre cinquant'anni.
Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module