Sassari. Al via la 69 a edizione della Cavalcata Sarda

Saranno 65 i gruppi folk che animeranno la 69 a edizione della Cavalcata Sarda. A questi si aggiungono 2.500 figuranti e 270 cavalieri, provenienti da tutta l'isola. Sono i numeri principali dell'evento che tradizionalmente attira in città tantissimi turisti. Ad aprire il corteo i motociclisti della Polizia Municipale, bande musicali e i Carabinieri a cavallo in alta uniforme. E poi il gonfalone della Città di Sassari, il Gremio dei Massai e la banda musicale della Brigata Sassari. A seguire i 65 gruppi folk che partiranno alle 9 da corso Francesco Cossiga per poi proseguire verso via Asproni, via Roma, piazza d'Italia, portici Bargone e Crispo, via Cagliari, via Brigata Sassari, emiciclo Garibaldi, viale Italia, per terminare in viale Mancini all'angolo con viale Berlinguer. Piatto forte della manifestazione lo spettacolo delle pariglie dei cavalieri. Nove gruppi che si esibiranno presso l'ippodromo Pinna. Oltre al programma principale, l'evento sarà condito da diverse manifestazioni collaterali, a cominciare da giovedì 17 maggio.

Sassari. Medici e infermieri licenziati per assenteismo

Con la conclusione della seconda fase delle indagini avviate a seguito dell'inchiesta voluta dalla Procura di Sassari, che coinvolge undici dipendenti accusati di assenteismo, l'Ufficio Procedimenti Disciplinari dell'Ats ha emesso un provvedimento di di licenziamento per altre sei persone, tra medici e infermieri. Anche loro si sarebbero assentati senza giustificazione dal posto di lavoro, attestando la propria presenza con il badge personale. Ai sei licenziati si aggiungono i quattro licenziamenti della scorsa settimana. L'indagine, finalizzata alla verifica dello standard nell'offerta sanitaria pubblica, risale al mese di novembre 2017 e si è protratta per alcuni mesi. Oltre all'accusa di assenteismo, in alcuni casi i Carabinieri del Nas hanno accertato l'uso di autovetture di servizio per finalità non connesse alle esigenze lavorative.

Sassari. Arriva Beppe Grillo con il suo nuovo spettacolo

Mentre i rappresentanti del movimento da lui creato discutono animatamente per cercare di trovare una soluzione politica per l'Italia, Beppe Grillo decide di tornare in Sardegna con il suo nuovo spettacolo dal nome "Insomnia". Uno spettacolo che rappresenta un viaggio nella vita del comico, che dal mondo dell'informazione auspica un ritorno a un sistema più percettivo, primordiale, istintivo. In questo senso Grillo si racconta in uno spettacolo intimo e autentico, prendendo in contropiede ancora una volta tutti quelli che lo vogliono dipingere diverso da quello che è. Immancabile il riferimento agli eventi dell'attualità più recente filtrati dalla sua pungente ironia. Inserito all'interno del suo tour in giro per l'Italia, la data scelta per Sassari è quella del 13 luglio, nello spazio Arena Concerti allestito in Piazzale Segni. L'organizzazione dell'evento, la cooperativa Le Ragazze Terribili, fa sapere che probabilmente ci sarà anche un secondo appuntamento, al momento ancora da definire. I biglietti saranno disponibili in prevendita a partire da mercoledì 9 maggio, presso via Tempio 65 a Sassari. Per quanto riguarda i prezzi, 30 euro per la poltronissima, 27 per poltrona, 23 per secondi posti. Per informazioni e prenotazioni è attiva l'infoline 079/278275.

Anniversario della liberazione. Oltre duemila persone in corteo a Cagliari

A Cagliari i festeggiamenti per il 25 aprile hanno visto protagonista un corteo, organizzato dall'Associazione nazionale partigiani, che ha richiamato oltre duemila partecipanti. Partenza da via Alghero per poi proseguire in via Sonnino sino al parco delle Rimembranze e al monumento ai Caduti. Dopo la tradizionale deposizione delle corone di alloro, la marcia è proseguita sino a piazza del Carmine. Tra i rappresentanti istituzionali anche il primo cittadino, Massimo Zedda. La manifestazione è stata arricchita da striscioni antifascisti, diverse bandiere e cori. Il 73° anniversario della Liberazione è stato festeggiato anche a Sassari, presso la sede del Comune, in collaborazione con l'Anpi, l'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia. Presente anche il presidente del Consiglio Regionale, Gianfranco Ganau, che ha citato la celebre frase di Piero Calamandrei, giurista, scrittore politico e padre costituente "la libertà è come l'aria...ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare....", pronunciata nel 1955 nel suo discorso agli studenti milanesi. Parole importanti che, come sottolineato dallo stesso Ganau "andrebbero lette ogni giorno per ricordarci che la nostra democrazia va continuamente alimentata, attraverso battaglie in difesa della solidarietà, della giustizia sociale e del rispetto della persona umana".

Sassari. L'esempio degli alunni dell'Istituto comprensivo Monte Rosello

Mentre spopola sui social il video di quanto accaduto presso l'istituto scolastico di Lucca, che mette in evidenza la decadenza del sistema educativo italiano, finalmente una buona notizia arriva dall'Istituto comprensivo Monte Rosello di Sassari, protagonista di un'iniziativa lodevole, grazie all'impegno dei bambini delle scuole elementari. Questa mattina infatti, armati di buona volontà e aiutati dagli "ecovolontari", i piccoli studenti dell'istituto hanno ripulito l'arenile di Platamona. Grazie anche al coordinamento dell'assessorato all'Ambiente del Comune di Sassari, l'aiuto di decine di associazioni e semplici cittadini, sono stati rimossi diversi rifiuti. Non solo quelli portati dalla marea, ma anche quelli abbandonati sulla sabbia dagli incivili. L'iniziativa denominata "My planet in my Home - Il mio Pianeta è la mia Casa" si inserisce tra le varie attività che l'istituto scolastico da tempo organizza per sensibilizzare la collettività sul rispetto dell'ambiente e l'impegno civico.

Sassari. Tentato furto con camion che si schianta sul portone di un palazzo

E' accaduto questo pomeriggio nel centro cittadino. Due ladri hanno cercato di rubare delle attrezzature da un camion, profittando dell'assenza temporanea degli operai impegnati nella posa della fibra ottica. Una volta scoperti hanno reagito con violenza contro gli operai e, per agevolare la propria fuga, hanno tolto il freno mano del camion. Purtroppo però, la strada era ripida e in discesa e il mezzo è finito contro il portone di un palazzo. Per fortuna l'episodio si è concluso senza alcun ferito. Sul posto è arrivata la Polizia, con Vigili Urbani e Carabinieri che sono riusciti a catturare uni dei due ladri.

Sassari. Iniziativa pubblica promossa dal Comitato Insularità in Costituzione

Si è svolto questo pomeriggio un evento pubblico promosso dal Comitato Insularità in Costituzione che ha visto la partecipazione dei consiglieri comunali Efreem Carta e Giuseppe Mascia, il coordinatore provinciale del Comitato promotore Michele Solinas e l'avvocato Luigi Satta. Presente anche il presidente del Consiglio Regionale, Gianfranco Ganau. Ed è proprio Ganau che sottolinea l'importanza dell'iniziativa per tutta la Sardegna: "è una battaglia politica che deve coinvolgere e convincere tutti i sardi - ha infatti dichiarato il presidente del Consiglio Regionale. Sbaglia chi minimizza il significato di questa battaglia, questa è un battaglia identitaria che deve diventare una battaglia di popolo per coinvolgere e convincere tutti i sardi, ecco perché è diventata trasversale. Ci sono ancora troppe remore nei partiti e in alcuni settori della società civile rispetto a questo percorso – ha continuato Ganau – credo sia un errore non cogliere sino in fondo il significato politico di questa battaglia. Il tema non è se il referendum che hanno sottoscritto oltre 90 mila sardi avesse portato poi ad un risultato automatico, ma era semplicemente l'esigenza di tenere alta la tensione per arrivare a far esprimere i sardi su quello che altro non è che il riconoscimento di un diritto. Oggi proponiamo un nuovo percorso, una legge di riforma costituzionale di iniziativa popolare che non a caso abbiamo scelto di portare avanti anche a livello nazionale, nonostante servano soltanto 50 mila firme che saremo stati in grado di raccogliere tranquillamente solo in Sardegna, perché l'obiettivo è quello di ottenere un diritto egualitario che l'Italia deve riconoscere alla Sardegna e alle isole minori. Dovremo continuare tutti ad impegnarci con forza per ottenere il massimo risultato dalla raccolta delle firme – ha concluso il presidente - perché la battaglia non deve concludersi con la consegna delle firme alla Commissione Affari costituzionali, ma deve proseguire con il riconoscimento pieno della condizione di insularità da parte del Governo prima e dalla Comunità europea successivamente".

Sassari. Campagna di adozione a distanza per gli amici a quattro zampe

Gli amanti del migliore amico dell'uomo potranno prendersi cura di un cane e garantirgli tutte le cure di cui necessita, pur lasciandolo al canile comunale. E' la formula studiata dal Comune di Sassari, in collaborazione con l'associazione "Qua la zampa" che hanno lanciato la campagna di adozione a distanza per gli ospiti del canile comunale di Funtana sa figu, lungo la strada per Osilo, che accoglie circa duecento animali. Una soluzione ideale per chi ama i cani ma non può occuparsene per ragioni di spazio. Tre le modalità di adozione: semplicemente donando un importo, oppure combinando alla donazione una giornata periodica di visita, o ancora, se il cane lo consente, portarlo a passeggio in zone prestabilite. Non sono esclusi, per i cani più grandi, i versamenti, le visite e brevi passeggiate. Le quote mensili partono da 10 euro fino a 20 euro. E per chi decide di aderire alla lodevole iniziativa è prevista l'assegnazione del certificato di adozione a distanza con la foto del cane prescelto.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari