Sant'Antioco. Si aggiudicano 5.000 euro i vincitori dell'Isola del Tesoro

Tre squadre sono salite domenica sera sul palco in piazza Ferralasco, a Sant’Antioco, per provare ad accaparrarsi il forziere con le 15 chiavi recuperate attraverso le prove di gioco, ma solo una – quella che le ha risolte in meno tempo - le possedeva tutte corrette. Così il forziere lo ha aperto la squadra Boro Boro composta da Luciano Ibba, Ludovico Siddi, Davide Deidda, Andrea Congiu e Luca Pinna: per loro 5000 euro in gift card da spendere fra tutte le attività del centro commerciale naturale Sulki – Welcome to Sant’Antioco, associazione organizzatrice dell’evento in collaborazione col Comune di Sant’Antioco, assessorato Sport, Turismo e Spettacolo. Seconda classificata i Sirbonatazz e, terzi, i Giganti di Monte Urpinu, che hanno ricevuto delle confezioni di vino pregiato offerte dalla cantina sociale Sardus Pater di Sant’Antioco. Stessi premi anche per la squadra più originale, The Gruttas Girls, e per la squadra più lontana, la sassarese Abarabà. La consegna dei premi è stata affidata a Max di Franco, antiochense d’adozione, ex giocatore professionista di pallavolo e autore del premiato libro “Il bambino che sogna”. La caccia al tesoro è iniziata sabato sera e si è sviluppata per tutta la giornata di ieri, coinvolgendo 26 squadre da tutto l’hinterland sulcitano e dal Cagliaritano, spingendosi fino, appunto, alla città di Sassari. La cerimonia di presentazione si è svolta ieri sera con la presentazione del duo comico Cossu e Zara, che hanno animato il palco anche sabato sera. "La vittoria più grande per Sant'Antioco – afferma l’assessore Roberta Serrenti - è la coesione di un gruppo che dal continuo confronto realizza meravigliosi momenti per tutta la città". Dello stesso avviso il presidente di Sulki Gianni Esu "L'Isola del Tesoro è Sant'Antioco: tutto il paese in campo con la parte migliore di sé, quella della valorizzazione del territorio attraverso il divertimento". Coinvolta anche l’agenzia 37Comunicazione che ha seguito e supportato l'evento dal punto di vista mediatico.

Sant'Antioco. Ritorna l'Isola del Tesoro

Dopo il grande successo della scorsa edizione, torna a Sant’Antioco L’Isola del Tesoro, l’avvincente caccia al tesoro a squadre il cui obiettivo è superare tutte le prove e conquistare il bottino di 5 mila euro in gift card. L’appuntamento è per sabato 7 settembre, dalle ore 21 per la presentazione del gioco e delle squadre, più una serie di 5 giochi da svolgere in massimo 60 minuti, e per domenica 8 settembre, dalle ore 9 alle ore 19 per il gioco vero e proprio – 15 prove di prestanza fisica, cultura, strategia e intuito - e dalle ore 21 per le premiazioni e lo spettacolo finale. L’evento ludico-culturale, organizzato anche quest’anno dal centro commerciale naturale Sulki - welcome to Sant'Antioco in collaborazione col Comune di Sant’Antioco, coinvolgerà partecipanti da tutta la Sardegna e non solo, in una due giorni di divertimento in cui sarà protagonista tutto il territorio. L’organizzazione e la promozione dell’evento “L’Isola del Tesoro” coinvolge anche quest’anno l’intera popolazione antiochense, stimolando in loro la coesione e il senso di appartenenza alla comunità e all’isola. Gli esercenti, le associazioni, gli oratori, le società sportive, la banda musicale, la rete dei musei ma anche tantissimi privati cittadini stanno infatti lavorando da mesi all’organizzazione di cui l’evento necessita, dall’ideazione dei giochi all’allestimento di strade e vetrine a tema, dalla promozione all’intrattenimento. Inoltre, quest’anno la macchina organizzativa dell’evento ha visto protagonisti anche i quattro giovanissimi volontari del Servizio Civile Nazionale selezionati per il progetto L’Isola del Tesoro, presso l’Ufficio Cultura e Turismo del Comune di Sant’Antioco. I ragazzi hanno collaborato nella realizzazione degli spot promozionali e saranno impegnati durante le giornate dell’evento nell’organizzazione e realizzazione di materiale video e fotografico. Per informazioni e iscrizioni è possibile consultare il sito www.isoladeltesorosulki.it.

Sant'Anna Arresi. Spiaggia di Porto Pino "Animal Friendly" occupata abusivamente

Sarebbe questo il punto di vista della Guardia costiera di Sant'Antioco che ha provveduto al sequestro del tratto di spiaggia interessato, in attesa che la Procura di Cagliari si pronunci. In base agli accertamenti degli uomini della Capitaneria sul tratto di spiaggia "Animal Friendly" sarebbero stati posizionati anche ombrelloni, sedie a sdraio e un chiosco. Insomma l'area sembrerebbe più simile ad uno stabilimento balneare, senza tuttavia le necessarie autorizzazioni del caso. Il blitz della Capitaneria ha fatto infuriare i padroni degli amici a quattro zampe, abituati a fruire dei servizi della spiaggia. Rammarico è stato espresso anche da parte di un consigliere comunale della Lega che ha già dichiarato un impegno del suo gruppo consiliare per "monitorare la vicenda e farla emergere in ambito regionale".

Emergenza migranti. Continuano gli sbarchi nel Sulcis

Ancora sbarchi sulle coste del Sulcis che vede nella spiaggia di Porto Pino la meta prediletta dei migranti. Il primo sbarco è infatti avvenuto domenica 2 giugno lungo la spiaggia di Porto Pino. Qui i Carabinieri hanno bloccato 16 migranti intenti ad allontanarsi verso l'interno. Tutti di origine algerina, i migranti sono stati trasferiti nel centro di accoglienza di Monastir dopo le visite mediche e le operazioni di identificazione. Un secondo sbarco è avvenuto questa nella zona di Sant'Antioco. Una motovedetta dei Carabinieri ha individuato un barchino con a bordo altri cinque algerini. Anche loro, sono stati trasferiti nel centro d'accoglienza.

Sant'Antioco. Spiagge off limits per i fumatori

Consentire ai bagnanti non fumatori di respirare esclusivamente l'aria del mare e non il fumo passivo; contenere l'abbandono di mozziconi in spiaggia. Sono queste le motivazioni che hanno spinto l'Amministrazione Comunale ad assumere un provvedimento che impone il divieto di fumo nelle spiagge. In base a quanto prescritto nell'apposita ordinanza sindacale, i fumatori dovranno allontanarsi dalla battigia, pena l'applicazione di sanzioni da 25 a 500 euro. Già allertati Polizia Municipale, Carabinieri e tutte le forze dell'ordine impegnate nei controlli. L'iniziativa segue quanto già fatto in passato, purtroppo senza molti risultati (consegna gratuita di posacenere), per impedire l'abbandono di cicche nell'arenile.

Sant'Antioco. Ennesimo sbarco di migranti

Il Sulcis Iglesiente si conferma meta preferita per i migranti irregolari che decidono di introdursi all'interno dei confini nazionali. Oggi si è assistito all'ennesimo episodio di un fenomeno che vede il Sud Sardegna incapace di controllare le proprie coste. Questa volta il numero di algerini sbarcati, rintracciati dai Carabinieri mentre si spostavano a piedi verso il centro abitato, è pari a otto unità, tutti di sesso maschile e maggiorenni. Provenivano dalla località "Turri", dove hanno abbandonato il barchino che li ha trasportati. Una volta effettuate le visite mediche e le operazioni di identificazione, sono stati tutti trasferiti nel centro di prima accoglienza di Monastir.

Sant'Antioco. Manifesti abusivi con richiamo al periodo fascista

E' quanto rinvenuto oggi sui tabelloni utilizzati per i manifesti elettorali in via Grazia Deledda. Affissi abusivamente, i manifesti riportano un chiaro richiamo al periodo fascista con la scritta "100 anni di giovinezza - 23 marzo 1919-23 marzo 2019". Qualche passante ha provveduto a stracciare alcuni manifesti, ma la gran parte è rimasta affissa. Quanto accaduto a Sant'Antioco si è verificato anche in altre città della penisola.

Uta. Si toglie la vita in carcere

E' accaduto durante la notte tra martedì e mercoledì. L'uomo, di Sant'Antioco, in carcere da luglio 2018 per aver tentato di uccidere la moglie a colpi di roncola, si è impiccato con quanto è riuscito a reperire dentro la cella. Il suo arresto aveva suscitato scalpore nella cittadina del Sulcis proprio per la violenza usata contro la moglie, in un luogo pubblico, a seguito della decisione della donna di avviare le procedure di separazione.
Sottoscrivi questo feed RSS
giweather joomla module