Trasporti aerei. In arrivo il piano industriale di Meridiana

In dirittura di arrivo la presentazione del nuovo piano industriale di Meridiana. Entro il mese di dicembre la compagnia lo renderà noto, unitamente al nominativo del nuovo amministratore delegato. In ballo ci sarebbero importanti investimenti sulla flotta, con l'intenzione di riportare il numero dei velivoli a 40 unità, con la possibilità di valutare il reintegro di gran parte del personale in esubero licenziato il 26 giugno del 2016. E' quanto si apprende da fonti sindacali, secondo cui i prossimi step dovrebbero essere la firma del nuovo contratto di settore, secondo il modello nazionale, per piloti e assistenti di volo, seguita dalla unificazione del Certificato di Operatore aeronautico (attualmente diviso fra quello di Airitaly e di Meridiana). Intanto continua la trattativa per la definizione delle nuove condizioni contrattuali. Dall'ingresso del Qatar nella compagine societaria si sono già svolti (15 e 16 novembre 2017) gli incontri con le sigle sindacali Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Anpav e Anpac, firmatarie dell'accordo quadro del 2016. Ad essere insoddisfatte le tre sigle che non avevano voluto firmare (Usb, Apm e Cobas) che invitano l'azienda "ad includere i sindacati maggiormente rappresentativi di piloti e di assistenti di volo al tavolo delle attuali trattative". Su questo fronte Meridiana esprime la sua disponibilità ad ascoltare "come ha sempre fatto, anche le voci di Usb, Apm e Cobas", nonostante le stesse non prendano parte alle riunioni con i sindacati firmatari dell'accordo.

Esenzioni per i ticket sanitari. Scoperti tre soggetti percettori di prestazioni sociali non dovute

La Guardia di Finanza di Cagliari e di Sarroch ha individuato 3 soggetti che hanno indebitamente usufruito di sovvenzioni statali nel settore sanitario. In tutte e tre le circostanze verificate, l’azione delle Fiamme Gialle è stata orientata sul controllo delle esenzioni sui ticket sanitari. In questo senso è stata verificata la corrispondenza tra quanto dichiarato con autocertificazione riguardo la consistenza reddituale dei soggetti richiedenti l’esenzione e quanto censito dalle banche dati in uso alla Guardia di Finanza. L’esito di tale verifica ha fatto emergere che i richiedenti l’agevolazione avevano falsamente attestato una situazione reddituale inferiore al reale, potendo così beneficiare degli aiuti pubblici. L’importo indebitamente percepito è stato complessivamente quantificato in 1.200 €. I percettori delle agevolazioni non dovute sono stati destinatari di una sanzione pari, nel massimo, al triplo del beneficio conseguito.

Olanda. La linea luminosa che aiuta i pedoni ad attraversare

Una linea luminosa posizionata in prossimità di un semaforo o strisce pedonali per aiutare i pedoni ad attraversare in sicurezza. E' quanto viene sperimentato a Bodegraven, cittadina dei Paesi Bassi. L'idea è nata per venire incontro alle persone "schiave" del loro smartphone anche mentre camminano. Un comportamento che inevitabilmente costringe a guardare in basso, invece che prestare attenzione a quanto succede intorno, particolarmente pericoloso soprattutto in prossimità di un semaforo o di strisce pedonali. Di fatto, in circa il 22% degli incidenti mortali rilevati all'interno della Comunità Europea, è rimasto coinvolto almeno un pedone che, guarda caso, stava attraversando. Per questo motivo sono stati implementati nel tempo diversi strumenti per aumentare la sicurezza in prossimità degli incroci. Oltre ai segnali sonori e la scansione dei tempi di attesa, a Bodegraven hanno sperimentato anche la linea luminosa. Non solo per chi è schiavo dello smartphone, ma anche per i più anziani che, costretti ad utilizzare il deambulatore, spesso hanno lo sguardo rivolto verso il basso. L'effetto psicologico sortito dalla linea luminosa è evidente: nella maggior parte dei casi i pedoni si fermano dietro la linea e attendono che si spenga prima di attraversare. Stesso risultato per chi è costretto ad utilizzare il deambulatore. Un ulteriore elemento di sicurezza è dato dall'aumento della visibilità dei pedoni, soprattutto nelle ore più buie della giornata. Mentre a Bodegraven continua la sperimentazione dell'innovativo sistema di sicurezza, già si pensa alla possibilità di sperimentarlo anche nelle grandi città, dove la viabilità e la vita dei pedoni è molto più complessa. Federico Cheri

Cagliari. Inaugurazione della piazza dedicata ad Aurelio Galleppini

Nell'anno del centenario della sua nascita, Cagliari celebra Aurelio Galleppini (in arte Galep), ideatore grafico e autore per oltre 40 anni delle tavole e delle copertine di Tex Willer, fumettista italiano di fama internazionale. Diventerà “Pratza-Piazza Aurelio Galleppini” lo spazio verde tra via Spanedda e viale Marconi, nel quartiere di Genneruxi. L'intitolazione è in programma domenica 19 novembre alle 11, alla presenza dell'assessore alla Cultura Paolo Frau. Nato in Toscana da genitori sardi, visse prima ad Iglesias e poi stabilmente a Cagliari nell'immediato dopoguerra, dove insegnò disegno al Liceo Artistico e alle scuole medie dei Salesiani: con il suo lavoro e la sua attività fu uno degli animatori della rinascita della vita culturale in una città ancora segnata dai bombardamenti subiti durante la Seconda Guerra Mondiale.

Cagliari. "STOP alla violenza sulle donne"

Il Comune di Cagliari, anche per quest'anno aderisce alla Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, in programma sabato 25 novembre. Coinvolta tutta l'Amministrazione Comunale, in particolare l'Assessorato alle Attività produttive, Turismo e Politiche delle pari opportunità, Politiche Sociali e Salute, che hanno provveduto a stilare un calendario degli eventi a sostegno della Giornata. La Giornata contro la violenza sulle donne, fu istituita dall'Assemblea Generale dell'ONU il 25 novembre 1999, e ha lo scopo di sensibilizzare ulteriormente l'opinione pubblica attraverso un impegno costante che chiama a raccolta tutte le istituzioni, le organizzazioni, le scuole e tutti coloro che desiderano portare avanti quest'attività di prevenzione. I dati rilevati per la città di Cagliari - come sottolineato dall'assessore alle Politiche Sociali, Ferdinando Sechi - purtroppo sono ancora allarmanti. Di fatto nel corso del 2016 sono stati rilevati ben 156 accessi ai centri di solidarietà di cui 121 casi presi in carico. Ed ancora 588 interventi in favore di sole donne, sia italiane che straniere, di età compresa tra i 16 e i 75 anni. “Il fattore che più allarma me e tutta l'amministrazione di Cagliari - ha evidenziato Sechi - è che questi dati sono sempre in aumento. Parlarne e agire si può fare sempre di più per cercare di arginare questa piaga. Ma sono del parere che parlarne e agire può fare sempre di più per cercare di arginare questa piaga". Dello stesso avviso le consigliere Monia Matta e Rita Polo che hanno sottolineato quanto sia importante una sensibilizzazione costante in tutti i settori, che parta proprio dalle famiglie e dalle scuole, per educare i bambini fin da piccoli al rispetto e ad una cultura della reciprocità. È inoltre di rilevante importanza che le donne non si sentano sole, per questo il sostegno che il comune si promette di fornire, è un aiuto concreto quanto per le donne che per le loro famiglie. Il primo appuntamento in calendario è previsto per sabato 18 novembre nella Sala Polifunzionale della Questura con l'evento "365 messaggi nella bottiglia". Si proseguirà al Liceo Scientifico Pacinotti venerdì 24 per "La Scuola e i giovani contro la Violenza", per poi concludere domenica 26 con un "Concerto dell'Emsemble Trame Sonore" al Teatro Lirico di Cagliari.

Cagliari. Al via il Festival Internazionale corale di musica sacra

Organizzato dal Coro del Collegium Karalitanum di Cagliari, torna in città il Festival Internazionale corale di musica sacra. L'evento, ospitato presso la Chiesa del Santo Sepolcro, si svolgerà il 19 novembre e il 2 e 9 e 16 dicembre 2017, nonostante le gravi difficoltà economiche dovute anche ai tagli alla “cultura”, specialmente quella musicale. Una situazione che sta mettendo in ginocchio tutti gli operatori culturali del settore e di conseguenza tutti i lavoratori dell'indotto. Il Festival inizia domenica 19 novembre, alle ore 20.30 con l’esibizione di uno dei più prestigiosi cori dell’Est, il “Polifonica Chamber choir” di Minsk diretto da Pavel Shepelev, premiato nel 2018 dal ministero dell’educazione della Repubblica Bielorussa per il suo lavoro artistico, patriottico, civile. La Polifonica Chamber Choir ha avuto diversi riconoscimenti, come il terzo premio durante l'International Choir Competition a Derry, nell'Irlanda del Nord. Il Coro è stato ospite d’onore e ha partecipato al Karuizawa International Choral Festival in Giappone con concerti a Sakura e a Tokyo. Quest'anno ha vinto il terzo premio e la Medaglia d'Argento alla Competizione Internazionale di Milazzo, Sicilia, sotto la supervisione del famosissimo compositore e direttore lituano Vytautas Miskinis. Questa serata è organizzata in collaborazione con il Consolato onorario Repubblica Belarus in Cagliari. La seconda serata vedrà protagonisti sabato 2 dicembre alle ore 20,30 nella chiesa del Santo Sepolcro uno dei cori più rappresentativi e blasonati del panorama corale isolano: il Coro Città di Olbia diretto da Antonio Delitala, con un programma incentrato sulla musica di Monteverdi. Il coro di Olbia ha un vastissimo repertorio che va dal canto gregoriano e dalla polifonia antica alla musica contemporanea. Insieme al proprio Gruppo strumentale e vocale realizza produzioni di opere del periodo barocco e romantico. Il direttore Delitala è oggi anche il direttore artistico della Scuola civica di musica di Olbia. Nella terza serata, sabato 9 dicembre, sempre nella chiesa del Santo Sepolcro, alle ore 20,30 si esibiranno i giovani del Coro Terra Mea diretto da Tiziana Puggioni - direttrice del Coro Giovanile sardo - in un ricco programma incentrato sulla musica popolare e la musica colta. Sempre in questa serata ci sarà una sorpresa per il pubblico di Cagliari con l’esibizione di Makika, chitarra classica preparata e un interessante esperimento di canto gutturale monodico. L'Associazione culturale Terra Mea, nata a Cagliari nel novembre 1997 dall'iniziativa di un gruppo di studenti universitari, si compone di una sezione canora e una coreutica indipendenti. Alla non marcata identità territoriale si affianca l'eterogeneità della formazione, con un afflusso dalle diverse micro-regioni dell’Isola. Makika è invece un progetto musicale di Carlo Spiga che ha intrapreso un percorso di ricerca musicale nomade tra le radici più profonde dell'esperienza musicale, come il canto gutturale, la polifonia e le strutture ritmiche circolari, alla ricerca di un minimo comune denominatore tra musiche e contesti diversi. Il repertorio di Makika abbraccia diverse tradizioni musicali che vanno dalla Sardegna al centro dell’Asia, passando per l’Africa sub sahariana, includendo repertori moderni e contemporanei, reinterpretati in composizioni acustiche ed elettroacustiche. Makika porta allo stadio primigenio della sacralità, a quella “rudimentale tecnologia del sé”, fatta di piccoli gesti reiterati e di vocalità alterate. Il Festival Internazionale corale di Musica Sacra si concluderà sabato 16 dicembre alle ore 20,30 sempre nella chiesa del Santo Sepolcro, con l’esibizione del famosissimo e prestigioso Coro di Neoneli e dei padroni di casa del Collegium Karalitanum, che in una nuova veste, diretti dal mastro Carmine dell’Orfano, proporrà un nuovo e originale repertorio del ‘900. Il Coro di Neoneli, attivo dal 1976, è la più vecchia formazione di canto a tenore, e ha portato questa specialità in tutta Italia. Ha collaborato con artisti di calibro nazionale e internazionale (Guccini Ligabue, Elio delle Storie Tese, Baccini, Branduardi, la PFM, Giovanna Marini, i Chieftains, Arild Andersen, Paolo Vinaccia, Tore Brunborg…). Vanta un repertorio che spazia dal rinascimentale al contemporaneo, dal jazz all’etnico. Ha collaborato alla realizzazione di 4 CD e preso parte a numerose e importanti Rassegne e Festival nazionali ed internazionali L’ingresso ai concerti è libero. Per informazioni: www.collegiumkaralitanum.it

Cagliari. Al via la quarta edizione del Festival Internazionale "Le Meraviglie del Possibile"

Andrà in scena a Cagliari dal 16 novembre al 17 dicembre "Le Meraviglie del Possibile", una piattaforma, organizzata da Kyberteatro, che mette insieme il sapere umanistico e quello scientifico. Si tratta di un network innovativo, unico nel suo genere a livello nazionale e internazionale, in grado di far salire sul palcoscenico il capoluogo sardo e inserirlo dentro una rete di importanti connessioni con i centri più vitali della vita culturale, grazie anche alla partecipazione di numerose compagnie artistiche provenienti da tutto il mondo. Non è un caso che le statistiche più recenti vedano la città di Cagliari, classificarsi al settimo posto in Italia, per quanto riguarda i consumi teatrali. "Questo risultato è il frutto del lavoro di tanti che, coinvolgendo sempre più giovani hanno creato un "nuovo" pubblico, grazie al quale questo Festival può essere considerato parte integrante della tradizione della vita culturale cittadina”. Questo il commento dell'Assessore alla Cultura Paolo Frau, intervenuto alla conferenza stampa, tenutasi questa mattina presso lo Spazio Eventi della Mediateca del Mediterraneo. “Ma soprattutto – ha proseguito Frau - alle capacità di esplorare tutti i territori con i quali il teatro entra in connessione, come in questo caso quello della tecnologia, fino a poco tempo fa trascurato e non trattato". Quest'anno con il sottotitolo "Intertwine" ovvero "intreccio" tocca un importante tema sociale, quello del fenomeno delle nuove migrazioni, promosso da Medici Senza Frontiere attraverso una mostra multimediale #MILIONIDIPASSI EXPERIENCE, che dal 16 al 18 novembre si terrà presso la MEM - Mediateca del Mediterraneo: il suo obbiettivo è quello di sensibilizzare i giovani e l'intera cittadinanza rispetto al tema "migrazione" e lo fa attraverso un'esperienza diretta in cui il pubblico potrà immedesimarsi, grazie all'utilizzo di visori di ultima generazione, e immergersi in quella che è la realtà del viaggio del migrante, dalla partenza fino al suo arrivo nelle nostre coste. La mostra, ad ingresso libero, ospiterà su prenotazione le scuole Medie e Superiori di Cagliari e provincia la mattina (dalle 9 alle 14), mentre dal pomeriggio (dalle 15 alle 19) l'ingresso sarà aperto a tutti. È stata Ilaria Nina Zedda, coodirettrice insieme a Marco Quondamatteo, ad illustrare il ricco programma della manifestazione dopo aver ringraziato il Comune di Cagliari e la Regione Sardegna per aver reso possibile la realizzazione di Festival di questo calibro.

Cagliari. Scoperti tre lavoratori in nero

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell’ambito di un controllo fiscale che ha coinvolto un’attività commerciale operante nel settore della ristorazione, ha scoperto 3 lavoratori in nero. Nello specifico, durante il controllo finalizzato alla verifica del corretto assolvimento degli obblighi dei sostituti d’imposta, le Fiamme Gialle hanno rilevato che, tra i dipendenti dell’attivita’ commerciale, 3 di loro prestavano la loro attivita’ lavorativa senza una regolare assunzione. Circostanza che, oltre a costituire un illecito amministrativo, non assicura ai lavoratori alcuna forma di tutela ed assistenza in caso, ad esempio, di infortunio. Il titolare dell’attività è stato sanzionato con una multa il cui importo oscilla tra i 1.500 e i 9.000 euro per ciascun lavoratore irregolarmente impiegato. Inoltre, lo stesso è stato diffidato alla regolarizzazione dei lavoratori per il periodo di lavoro prestato in nero. La sua posizione è stata segnalata alla direzione territoriale del lavoro di cagliari ed alla direzione provinciale inps di cagliari per gli ulteriori adempimenti di rispettiva competenza.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari