Macomer. Al via la Mostra Regionale del Libro

Al via nel centro del Marghine la 18a edizione della Mostra Regionale del Libro in Sardegna. Quattro giorni di presentazioni e dibattiti con un tema centrale : "Il colore delle emozioni e il valore dei sentimenti". La manifestazione, che avrà inizio il 17 ottobre, prevede oltre 50 eventi con la partecipazione di nomi importanti della narrativa quali Mariolina Venezia, Premio Campiello; Massimo Valerio Manfredi, scrittore da 12 milioni di copie vendute in tutto il mondo; gli autori sardi Cristina Caboni e Gesuino Némus e l'attrice Francesca Reggiani. Presenti anche giornalisti di fama nazionale come Marino Bartoletti e Alessandro Cecchi Paone. Spazio anche alla letteratura per ragazzi, grazie ai laboratori creativi e la presenza di diversi autori. Ma non solo, la 18 a edizione dell'evento vedrà protagonisti anche lo scienziato gavoese Marco Buttu, l'atleta di sport estremi Roberto Zanda, il giornalista e scrittore Vindice Lecis, lo speaker radiofonico Rosario Pellecchia, l'autrice di thriller Barbara Baraldi, il poeta Claudio Moica, e gli scrittori Sergio Onnis e Pier Luigi Cherchi con le loro storie di Sardegna. Una quattro giorni ricchissima di appuntamenti con diverse mostre e un occhio di riguardo al cinema. Unica nota dolente, l'assenza dell' Associazione degli Editori Sardi "totalmente esclusi e ignorati dal Comune di Macomer e della Regione", come avevano denunciato lo scorso settembre, quando avevano annunciato la loro assenza.

Cagliari. Giornata del Contemporaneo: percorsi guidati e laboratori per bambini

Sabato 12 ottobre i Musei Civici di Cagliari (Galleria Comunale d'Arte, Palazzo di Città e Museo d'arte siamese Stefano Cardu) aderiscono aprendo gratuitamente dalle 10 alle 18, alla Giornata del Contemporaneo, il grande evento promosso da AMACI (Associazione dei Musei d'Arte Contemporanea Italiani) dedicato all’arte contemporanea e al suo pubblico. Una giornata ricca di iniziative con percorsi guidati, laboratori per bambini l’apertura di una nuova sezione di Arte Povera dalla collezione d’arte contemporanea dei Musei Civici che andrà ad arricchire la mostra "Arte Povera: From the Olnick Spanu collection" nelle sale del Palazzo di Città fino all'8 dicembre 2019. Proprio a Palazzo di Città durante la giornata sono in programma due visite guidate gratuite – alle 11 e alle 12 – all’esposizione di “Arte Povera: From the Olnick Spanu collection” e Marco Anelli: Building Magazzino in cui gli appassionati d’arte contemporanea, gli studenti d’arte, i docenti e i semplici visitatori potranno godere di un percorso dedicato dove oltre alle opere provenienti da Magazzino Italian Art di Cold Spring – New York saranno presentati i Canestri di Ugo Nespolo del 1968, Greto di torrente di Gilardi, realizzato per la collezione cagliaritana nel 1969 a cui si aggiunge Come Daphne l’opera/ istallazione di Maria Lai realizzata nel Capodanno del 2000 in comodato d’uso. Il pomeriggio sarà invece tutto dedicato ai più piccoli che potranno partecipare, previa prenotazione, ai laboratori creativi al costo di 4 euro progettati dai Servizi Educativi del museo. Titolo del laboratorio è Igloo: da casa a metafora del Mondo e i bambini durante lo svolgimento del laboratorio creativo realizzeranno un igloo che possa essere un momento di condivisione, così come quello ideato dallo stesso Mario Merz ed esposto nell’ultima sala al 2° piano di Palazzo di Città. L'idea a cui Merz fece riferimento è la tenda delle popolazioni nomadi primitive, metafora dell'identità nomade dell'artista stesso; il passaggio successivo è stato quello di trasportare l'igloo all'interno dei musei e gallerie e, spogliato del significato etnologico, è diventato un concetto spaziale del tutto indipendente. Alla Galleria Comunale d’Arte sono invece previste ben 4 visite guidate gratuite all'esposizione di Arte Contemporanea: alle ore 10:30, 11:30, 15:30 e 16:30. Per info e prenotazioni: Galleria Comunale d'Arte 070 6776454 | Palazzo di Città 070 6776482 mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cagliari. Giornata nazionale delle persone con sindrome di Down

Domenica 13 ottobre si celebra in tutta Italia la Giornata nazionale con sindrome di Down. Il Centro Down di Cagliari sarà presente, come ogni anno, al Parco di Monte Claro, presso la zona adibita ai giochi, vicino ai parcheggi degli impianti sportivi con ingresso in via Cadello. L'associazione cagliaritana incontrerà tutte le persone interessate per parlargli della sindrome di Down, con lo scopo di contribuire ad abbattere i pregiudizi e i luoghi comuni. ancora molto diffusi. Spazio anche all'illustrazione delle varie attività svolte dal Centro Down di Cagliari per i ragazzi con sindrome di Down. E come ogni edizione non mancherà il consueto messaggio di cioccolato, simbolo della giornata, in cambio di un piccolo contributo che potrà aiutare l'associazione a finanziare le sue attività.

Poste Italiane. Con Bidonì e Soddì, salgono a sette gli Atm Postamat dei piccoli Comuni oristanesi

Presentati oggi a Bidonì e Soddì due nuovi Atm Postamat. Dopo Baradili, Tinnura, Pompu, Sennariolo e Siapiccia il programma di installazione degli sportelli automatici per il prelievo di contanti dedicato alle località senza ufficio postale arriva dunque nel Barigadu. Alle piccole cerimonie di inaugurazione degli ATM Postamat hanno preso parte, oltre ai rappresentanti di Poste Italiane, la Sindaca di Bidonì Ilaria Sedda e la Sindaca di Soddì Greta Pes. “Quando a gennaio sono stata contattata da Poste Italiane per l’installazione di uno sportello ATM nel mio comune – dichiara la Sindaca Sedda - il mio primo pensiero è stato: ma noi che ce ne facciamo? Abbiamo a due passi diversi uffici postali! Valutando bene la loro proposta però, mi sono resa conto che, effettivamente, avere uno sportello ATM non era poi una cattiva opportunità. Si è vero, l’ufficio postale è vicino, ti interfacci con un operatore e sicuramente questo agli anziani da maggior sicurezza, ma devi comunque recarti in orari e giorni prestabiliti, e magari non riesci a concludere per mancanza di tempo. Con l’ATM invece non hai vincoli e ognuno può recarsi a prelevare o a svolgere altre operazioni quando più gli vien bene. A nome mio, di tutta l’Amministrazione e di tutta la Popolazione ringrazio la Società di Poste Italiane per aver tenuto fede al programma dei “Dieci Impegni” che è stato presentato a Roma lo scorso novembre.” “Vorrei ringraziare Poste Italiane a nome dell’Amministrazione e dei cittadini di Soddì – dichiara la Sindaca Pes - per aver messo in pratica anche nella nostra piccola comunità, il programma dei “dieci impegni” per i piccoli Comuni, promosso lo scorso 26 Novembre a Roma. Siamo un piccolo paese di circa 120 abitanti che non aveva a disposizione, prima di questo intervento, nessun bancomat e nessuno sportello postale. Per questo la richiesta dell’installazione dell’ATM Postamat, è stata accolta con grande soddisfazione dall’Amministrazione. Finalmente, anche i nostri cittadini, avranno la possibilità di usufruire di diversi servizi senza doversi spostare nei paesi vicini.” Oltre al prelievo di contanti, con l’ATM Postamat i cittadini potranno effettuare in automatico il pagamento delle principali utenze, le ricariche dei cellulari e consultare il saldo e la lista dei movimenti del proprio conto corrente. Presentato oggi anche il “portalettere a domicilio”, il postino abilitato ad effettuare, su richiesta e presso il cliente, il pagamento dei bollettini, la ricarica delle sim telefoniche e delle Postepay, l’invio delle raccomandate ed il ritiro della corrispondenza preaffrancata.

Cagliari. Due giorni dedicati alle stelle con “Inspiring Stars”

Farà tappa a Cagliari venerdì 11 e sabato 12 ottobre “Inspiring Stars”, la mostra itinerante dell'Unione Astronomica Internazionale che sarà allestita nei locali della MEM – Mediateca del Mediterraneo in Via Mameli 164, in occasione della conferenza internazionale ospitata dall'INAF – Osservatorio Astronomico di Cagliari. La mostra, che verrà inaugurata venerdì 11 alle 17, nasce nell'ambito dell'omonimo progetto Inspiring Stars (“stelle ispiratrici”) dell'Unione Astronomica Internazionale (IAU – International Astronomical Union), il massimo organismo a livello mondiale di regolamentazione e categorizzazione del cielo. In occasione dei festeggiamenti per i 100 anni dalla fondazione, la IAU si è concentrata sullo studio di nuove forme di comunicazione volte ad una sempre maggiore inclusività ed apertura dei contenuti astronomici a favore dei non vedenti e di altre categorie di pubblico svantaggiate. Così è nata la mostra "Inspiring Stars". "Inspiring Stars - spiega Silvia Casu, curatrice dell’esposizione per Cagliari – è una mostra itinerante di attività astronomiche inclusive, fruibili da ogni tipo di pubblico, compreso quello della disabilità, permettendo la “visione” del cielo anche a coloro che non possono vederlo, per ragioni diverse. La presenza a Cagliari della mostra Inspiring Stars è particolarmente importante anche nell’ottica di creare un momento di ispirazione per nuove iniziative locali di inclusione, per abbattere le barriere e favorire il riconoscimento delle diversità come valore e arricchimento”. L’inaugurazione è prevista per le ore 17 di venerdì 11 ottobre con una presentazione del Direttore dell’INAF-OAC, Emilio Molinari, seguita, fino alle ore 20, da una visita guidata introdotta dalla stessa curatrice Silvia Casu per far comprendere al meglio ai visitatori il significato dei pannelli e l’utilizzo dei vari exhibit presenti. Sabato 12 ottobre la mostra sarà visitabile sia al mattino, dalle 10 alle 13, che al pomeriggio, sempre dalle 17 alle 20. In questi orari di apertura avranno luogo anche altri tre “eventi nell'evento”. Alle 10.30 Ciriaco Goddi – l’astrofisico famoso per aver condotto il progetto “Black Hole Cam” che ha portato alla prima immagine mai ottenuta di un buco nero – racconterà la sua esperienza di vita e lavoro agli studenti di due licei scientifici (“Euclide” di Cagliari e “Pitagora” di Selargius), in un incontro intitolato “Da Orune ai Buchi Neri, storia di un astrofisico sardo”. Nel pomeriggio Silvia Casu condurrà “W la Risoluzione”, un coinvolgente laboratorio didattico per bambini dai 7 ai 10 anni che, attraverso l’uso dei chiodini Quercetti, si propone di introdurre il concetto di risoluzione delle immagini digitali. La partecipazione è soggetta a prenotazione obbligatoria tramite email all'indirizzo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Alle 18.30 sarà il turno dell’astrofisico Leonardo Testi, ALMA European Operations Manager e associato INAF, che parlerà della ricerca della vita tramite i telescopi dell’ESO (European Southern Observatory) e in particolare del telescopio ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array), nel seminario divulgativo “Le nostre origini cosmiche: alla ricerca dei mattoni della vita con ALMA”. Ed è proprio grazie al telescopio ALMA, situato in Cile, che la mostra Inspiring Stars è potuta approdare in Sardegna. “ALMA2019 Scientific Results and Cross-Facility Synergies” è infatti il titolo della conferenza internazionale - riservata agli addetti ai lavori, ben 250 ricercatori da tutto il mondo - che l’INAF ospiterà a Cagliari dal 14 al 18 ottobre prossimi e che ha consentito, col finanziamento garantito dal progetto INAF i-ALMA e grazie ad un lavoro non indifferente dello staff INAF, la mobilitazione della mostra fino alla Sardegna e la sua installazione alla Mediateca del Mediterraneo. “Portare in Sardegna una mostra come “Inspiring Stars” – sottolinea il Direttore INAF-OAC Emilio Molinari – dimostra la centralità dell’INAF in ambito internazionale e la sua capacità di coinvolgimento e di ispirazione delle nuove generazioni tramite esempi concreti e virtuosi”.

Birori. Progetto "Kent’Erbas", i ricercatori dell’Università con ventisette aziende del Marghine

Presentazione a Birori del progetto Kent’erbas. Un’aggregazione di tre anni guidata da Sebastiano Banni (Dipartimento di scienze biomediche- Università di Cagliari), con la partecipazione dell’Agenzia regionale Agris e di ventisette aziende pastorali del Marghine che allevano ovini e bovini da latte e da carne nei comuni di Birori, Bolotana, Borore, Bortigali, Dualchi, Lei, Macomer, Noragugume, Silanus e Sindia. Il professor Banni vanta una produzione scientifica consiste di oltre cento pubblicazioni a stampa su riviste indicizzate e con impact factor, con un H-index di 36 (Scopus), è stato nel direttivo dell’International Society for the Study of Fatty Acids and Lipids (ISSFAL). Dal 2013 è Membro permanente del comitato “Health and Nutrition” dell’International Dairy Federation, fa parte dell’editorial board di Frontiers in Physiology  ed è referee delle riviste scientifiche J Nutr;  Lipids; Brit J Nutr; Eur J Clin Nutr.; Biochim Biophys Acta; J Lipid Res; Eur J Lipid Sci Technol; J Chrom; Pharmacol Res. “Kent’Erbas - Qualità aromatica e nutrizionale di latte, formaggio e carne del Marghine e loro influenza sulla salute umana” è il tema coordinato da Sebastiano Banni. “Definiamo un modello che relazioni la qualità delle produzioni zootecniche, intesa come valore nutrizionale (contenuto in Cla, Omega3, vitamine, polifenoli), con la qualità dell’ambiente di origine, la biodiversità dei pascoli e il sistema di conduzione estensivo basato sul pascolamento naturale. Verifichiamo - spiega il professor Banni - se le caratteristiche organolettiche (gusto, aroma, profumi) di queste produzioni risultino peculiari rispetto ad analoghi prodotti, prevalenti nel mercato, ottenuti con tecniche di allevamento intensivo”. Ma non è tutto. Gli studi mirano a “rilevare nell’uomo la presenza di biomarcatori al fine di ottenere dati obiettivi sulle proprietà nutrizionali delle carni bovine e dei formaggi ovini ottenuti da animali alimentati al pascolo nel Marghine il cui effetto sulla salute dei consumatori sarà valutato con uno studio clinico. La ricerca dimostra che la qualità delle produzioni zootecniche dipende, soprattutto, dall’alimentazione dell’animale, da tecnica di produzione, stagionatura per i formaggi e frollatura per le carni. Diverse molecole aromatiche e nutrizionali, che ritroviamo nel latte e nella carne, derivano dalle erbe che gli animali mangiano. Ogni erba apporta un contributo diverso di terpeni, polifenoli, flavonoidi, alcoli, chetoni, omega 3, vitamine e precursori del Cla (acido linoleico coniugato). Quindi - aggiunge Sebastiano Banni - più erba mangia l’animale, e soprattutto più erbe sono contenute nella razione, più queste produzioni presentano una complessità aromatica e nutrizionale importante”. Lo sviluppo del Marghine passa per la valorizzazione della qualità delle produzioni di latte, formaggi e carni ottenute da animali alimentati prevalentemente al pascolo naturale. La rete - creata nell’ambito del bando “Cercare i parametri di qualità dei prodotti zootecnici” del Piano di Azione del Gal Marghine 2014/2020 con la collaborazione dell’agenzia Laore - punta a valorizzare e accrescere la qualità dei prodotti locali anche attraverso la ricerca scientifica. In breve, va scardinato l’automatismo per cui i consumatori acquistano i prodotti in base al prezzo più basso senza fare attenzione a qualità e gusto. “Il Marghine è ricco di pascoli naturali, con tante essenze pabulari, come altre zone della Sardegna. Ed è in grado di ottenere produzioni zootecniche di alta qualità a partire da animali alimentati al pascolo naturale” sottolinea Sergio Sulas, presidente del Gal Marghine. I risultati ottenuti saranno divulgati e messi a disposizione degli allevatori del Marghine. I dati consentiranno di progettare la qualità desiderata, di valorizzare i prodotti e di conseguenza aumentare i loro prezzi di vendita. Mentre i consumatori potranno orientare con più strumenti e maggiore consapevolezza i propri acquisti.

Cagliari. Al via la due giorni di Sinnova, Salone dell’innovazione in Sardegna

Un’inaugurazione soleggiata. Sotto il cielo terso di una Cagliari d’inizio autunno, la temperatura sfiora i 25 gradi aspettando il taglio del nastro. Tanti i giornalisti intervenuti all’ex Manifattura Tabacchi di viale Regina Margherita. In ossequio a “uno degli appuntamenti più attesi in città: Sinnova”. A scandirlo il sindaco Paolo Truzzu. “Cagliari – ha precisato il primo cittadino - ha una lunga storia di tradizione e di innovazione. Cagliari è la città di tanti professionisti creatività, della sperimentazione e della tecnologia la loro ragione di vita. E grazie a questa sua vocazione uno dei prossimi passi dell’Amministrazione sarà quello di dotare gli edifici comunali di sistemi per lo sfruttamento delle energie rinnovabili per l’autoconsumo, ma anche per alimentare altri impianti”. “Cagliari è sempre più smart - sottolinea Truzzu - tanti sono, per esempio, i dati che il Comune mettere a disposizione di cittadini, studiosi e istituzioni, i cosiddetti open data, sul settore della mobilità, dei trasporti, dell’istruzione, della viabilità, dell’economia. Sino a quelli riguardanti l’ambiente e che possono servire a sviluppare tecnologia utile soprattutto ai cittadini. Come quella per la prevenzione dell’abbandono dei rifiuti o per migliorare la sicurezza pubblica e stradale su cui l’Amministrazione sta giù lavorando. Ma Sinnova è importante anche perché mescola assieme tante componenti della società, settori produttivi e della ricerca diversi, discipline differenti. Esperienza, preparazione e creatività giovanile che possono contribuire a realizzare una città a misura di cittadino con più servizi e minore spesa”. Un applauso composto ha accompagnato la cerimonia di apertura dell’edizione 2019 del Salone dell’innovazione in Sardegna, quest’anno officiata dal presidente della Giunta Regionale, Christian Solinas, e dal sindaco di Cagliari Paolo Truzzu. E a sette anni dalla sua prima volta, nelle due giornate di oggi, giovedì 3, e domani, venerdì 4 settembre, ospiterà oltre 90 imprese espositrici isolane che presenteranno i loro prodotti e servizi innovativi nei settori Ict, turismo, cultura e ambiente, biomedicina, agrifoof, aerospazio: tra queste 30 start up e 13 imprese femminili. Presenti enti e istituzioni tra cui le Università di Cagliari e Sassari, la Regione, il CRS4, Porto Conte Ricerche e Fondazione IMC. Luogo di incontro e discussione, come primo appuntamento in programma, Sinnova affronterà il tema del cambiamento, e della consapevolezza di doverlo indirizzare verso un futuro sostenibile: ospite d’eccezione Federico Faggin, l’inventore del microporocessore. TSpazio anche alla “presentazione dei risultati dei 35 progetti realizzati e che ha coinvolto oltre 200 imprese, con ben 11 milioni di euro di investimento”, ha anticipato Valter Songini di Sardegna Ricerche. “Il miglior modo per prevedere il futuro è inventarlo”, ha chiosato il sindaco Truzzu citando Alan Kay, ingegnere capo Apple.

Sassari. Cinquecento euro di multa per aver abbandonato sul marciapiede i vecchi mobili

Due cassettiere, un mobile guardaroba completo di specchiera, un letto con materasso, un frigorifero, una libreria e vari accessori. Tutto abbandonato sul marciapiede in via Cervi. Il responsabile è un uomo che recentemente ha svuotato la sua abitazione di tutto il vecchio arredamento. Avvisati dai residenti del quartiere, gli agenti della Polizia Locale sono intervenuti e, dopo l'identificazione del responsabile, hanno comminato una sanzione pari a 500 euro. Ma non è tutto. Infatti l'uomo dovrà liberare il marciapiede al più presto, conferendo a sue spese i rifiuti all'ecocentro comunale, per evitare che oltre alla sanzione pecuniaria non arrivi anche una denuncia penale.
Sottoscrivi questo feed RSS
giweather joomla module