Gonnosfanadiga. Presunto inquinamento. Sequestrata parte di un frantoio

Il Corpo Forestale di Villacidro ha sequestrato una parte del frantoio "Il Conte" in quanto sospettato di aver scaricato, in un piccolo corso d'acqua, i reflui provenienti dalla lavorazione delle olive. Il frantoio in questione, che ha preso posto dell'ex cooperativa Olearia Santa Barbara, è stato oggetto di alcune segnalazioni per presunti episodi di inquinamento. Le indagini degli uomini del Corpo Forestale, durate alcuni mesi, hanno portato al sequestro preventivo di alcune macchine per la molitura, i depositi delle acque reflue, alcuni macchinari e un trattore che si trovava in una parte esterna all'edificio.

Consiglio Regionale. Piano casa prorogato fino a giugno 2019

Il Consiglio Regionale, con 30 voti favorevoli su 31 votanti, ha approvato la legge che proroga al 30 giugno 2019 il Piano casa. Tra le motivazioni principali, quella di consentire alle imprese edili di proseguire la loro attività con un minimo di pianificazione, anche in considerazione della prossima discussione del ddl sull'urbanistica. Presentato anche un emendamento del capogruppo dei Riformatori, Attilio Dedoni, finalizzato a rendere possibili incrementi volumetrici nei centri storici. Purtroppo però la proposta non è passata. Sulle ragioni della bocciatura l'assessore regionale all'Urbanistica, Cristiamo Erriu, ha dichiarato che "nei centri storici sardi si è visto di tutto, dalle serrande al muralismo come anche i media ormai ci fanno notare. Ma non è possibile applicare il Piano casa, come chiedete, in assenza di un piano particolareggiato o di piani di riqualificazione da parte dei Comuni".

Carloforte. Morì venti giorni dopo essere stato dimesso. Chiesta la riesumazione del corpo

Un 83 enne che, dopo un incidente stradale era stato dimesso in quanto in buone condizioni di salute, muore dopo circa venti giorni. L'episodio risale al 10 settembre scorso a Carloforte. Ora il pubblico ministero del tribunale di Cagliari ha ora chiesto la riesumazione del corpo. La salma, tumulata ormai da tre mesi, è stata riesumata per consentire le indagini sull'ipotesi di omicidio colposo a carico del conducente dell'auto che aveva travolto la bicicletta su cui procedeva l'anziano pensionato. Dopo l'incidente e il ricovero all'ospedale Sirai di Carbonia, l'anziano era stato trasferito al Brotzu di Cagliari, dal quale in seguito era stato dimesso. Circa venti giorni dopo è avvenuto il decesso. La Procura vuole vederci chiaro e cercherà di accertare se esistano relazioni tra la morte e l'incidente stradale.

Meteo. Condizioni metereologiche avverse fino a lunedì 11

La Protezione Civile Regionale ha diramato un avviso di condizioni meteorologiche avverse fino alla giornata di lunedì 11 dicembre. In particolare si prevedono venti forti da Sud-Ovest sulle coste occidentali e settentrionali della Sardegna. La ventilazione sarà fino a burrasca da Sud-Ovest sulle coste Nord-occidentali e sulla Nurra. La Protezione Civile invita i cittadini a prestare la massima cautela negli spostamenti e a mettere in sicurezza vasi e fioriere.

Oristano. Arrestato 75 enne per reati di truffa agli anziani

Truffa e sostituzione di persona. Sono queste le pesanti accuse a carico di un uomo di 75 anni, denunciato dalla Polizia in quanto si spacciava per un noto imprenditore locale che, presentandosi nelle case di persone anziane, cercava di vendere capi di corredo e biancheria per la casa, facendo credere che l'azienda di famiglia si trovava difficoltà tali da rendere necessaria la vendita a domicilio. I problemi sono iniziati ad emergere quando il vero imprenditore ha deciso di denunciare la truffa, a seguito delle lamentele ricevute sulla merce acquistata dalle persone truffate. In base alle indagini non è la prima volta che il 75 enne viene beccato con le mani nella marmellata. Di fatto lo stesso era già stato denunciato per reati simili a Oliena e per furto in abitazione.

Cagliari. Ladri in azione all'Esperia

Intorno alle 10 di questa mattina si è verificata un'intrusione all'interno degli uffici della società sportiva cagliaritana. Sfondata la porta di una veranda esterna e dopo aver forzato alcune porte i delinquenti hanno rubato un televisore e numerosi palloni da basket. Gli autori del furto, prima di fuggire, hanno appiccato un rogo all'interno degli uffici, con fiamme che hanno distrutto alcuni registri della società. I Vigili del Fuoco, intervenuti sul posto, sono riusciti a domare l'incendio senza particolari difficoltà, limitando al minimo i danni. Intanto i Carabinieri hanno avviato le indagini per cercare di risalire ai responsabili.

Evasione fiscale. Società di onoranze funebri evasore totale

La Guardia di Finanza di Cagliari nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, ha individuato una società operante nel settore delle onoranze funebri che ha occultato al fisco ricavi complessivi per 286 mila euro. La verifica delle Fiamme Gialle, finalizzata ad accertare il corretto assolvimento degli obblighi derivanti dalle disposizioni tributarie vigenti in materia di imposte dirette, I.v.a. e I.r.a.p., ha fatto emergere l'inosservanza dell'azienda della normativa civilistico – fiscale, contabile e dichiarativa, con mancato versamento dei tributi per due annualità. Situazione, questa, che fa dell'azienda verificata un evasore totale.

Cagliari. Concorso Reporters of the night: primo premio per l'Istituto Azuni

“Homo Sapiens”, il video girato da Alessandro Favarolo e Marco Mereu (Istituto Azuni, Cagliari) si aggiudica il primo premio di 400 euro messo in palio dal concorso Reporters of the night. Seconda piazza per “PigaScienze” e il filmato “Scienza è…unione!” di Jaime Curreli, Alessandro Caputo, Irene Galizia e Rebecca Pisanu (liceo classico Villacidro). Per loro un premio di 150 euro. Al terzo posto, con un premio di 150 euro, il team “Fbi” del Convitto nazionale di Cagliari, formato da Benedetta Podda, Irene Muscas e Francesco Puddu con “Perché la ricerca”. Menzione speciale per “Alì Babà” di Marco Usala e Francesca Pisano, sempre del Convitto, con il video “Un salto nella scienza”. Presenti alla premiazione artisti-autori, applauditi dai compagni di classe, dai propri docenti, dalla giuria, dal rettore Maria Del Zompo e dal pro rettore Micaela Morelli. Il concorso, rilanciato dall’ateneo di Cagliari, ha visto protagonisti oltre cento ragazzi in rappresentanza di una ventina di istituti e licei di Cagliari e provincia. “Siate curiosi, inseguite le vostre passioni, credete sempre in quel che fate. E soprattutto, non mollate mai”, con queste parole il rettore Maria Del Zompo si è rivolta ai ragazzi che hanno preso parte all'evento. A giudicare i lavori presentati una commissione composta da Antioco Floris (presidente), Elisabetta Gola (segretario) e la giornalista Susy Ronchi.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari