Cagliari. Investito Cesare Poli, eroe dello scudetto rossoblu

L'ex calciatore del Cagliari campione dì'Italia, Cesare Poli, è stato investito da un quadriciclo Ligier, condotto da un giovane che arrivava da via della Pineta e, per cause ancora da verificare, si è scontrato contro una moto condotta da un uomo di 37 anni e, con lui, un un bimbo di 7 anni. A causa dell'impatto la moto è andata a finire sul marciapiede, all'altezza della rotonda di piazzale Amsicora, dove passeggiava l'ex campione rossoblu. Trasportato all'ospedale Marino con escoriazioni e sospette fratture, le condizioni di Poli non sono gravi anche se è stato ricoverato.

Guardia di Finanza Sarroch: scoperta evasione fiscale per quasi 1.500.000 euro

Nell’ambito dell’azione a tutela delle entrate e a contrasto dell’evasione fiscale, la Guardia di Finanza, teneza di Sarroch, ha individuato una società, operante nel settore edile, che ha sottratto al fisco quasi 1,5 milioni di euro. Nello specifico l’azione delle Fiamme Gialle si è concentrata sulla società in questione a seguito di un'apposita analisi basata sull'incrocio delle informazioni derivanti dal controllo economico del territorio, con quelle risultanti dalle banche dati in uso al corpo. A seguito delle verifiche è emerso che, mentre da un lato l’azienda risultava attiva ed operante, dall’altro non risultavano trasmesse al fisco, per diverse annualita’, tutte o alcune delle dichiarazioni obbligatorie. In base alla documentazione contabile esaminata è stato possibile ricostruire analiticamente l’intero volume di affari dell'azienda e, conseguentemente, quantificare i ricavi e l’iva mai comunicata, o trasmessa in via parziale, al fisco. Per le tre annualità sottoposte a verifica, la società avrebbe sottratto a tassazione ricavi per 1.490.708 € ed evaso l’i.v.a. per 152.509 €. Il rappresentante legale della società è stato altresì segnalato alla locale autorità giudiziaria per aver superato le soglie di punibilita’ previste dalle norme vigenti in materia di reati fiscali.

Porto Cervo. Wine&Food Festival

Anna Tatangelo e Cristina Chiabotto sono le protagoniste di spicco della 10a edizione della rassegna enogastronomica Wine & Food Festival che, dal 18 al 20 maggio, apre la stagione di eventi internazionali che caratterizzeranno la stagione estiva della Costa Smeralda. Una vera e propria vetrina internazionale per numerosi produttori sardi e nazionali. Alla presenza dell'ex miss Italia, Cristina Chiabotto, madrina dell'evento, si aggiunge quella della cantante Anna Tatangelo, protagonista della cena di gala di sabato sera al Cala di Volpe, con il tradizionale concerto. La manifestazione, nella parte riguardante l'enogastronomia, si svolgerà presso il Conference center dell'hotel Cervo. Durante il Wine&Fodd Festival verranno organizzati incontri, dibattiti, presentazioni di libri, degustazioni e cooking show. Coinvolti 70 espositori, 54 del settore vitivinicolo. Tra gli appuntamenti di spicco, il 19 maggio è in programma "Il vino come elemento del marketing territoriale", dibattito con con il giornalista Antonio Paolini, Massimo Ruggero, amministratore delegato delle Cantine Siddùra; Tino Demuro, socio fondatore delle Cantine Surrau.

Carloforte. Corsi d’acqua pieni di schiuma

Perché i corsi d’acqua di Carloforte sono pieni di schiuma? A chiederselo è il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus (GrIG) che in un apposito comunicato fa sapere di aver interessato anche l'A.R.P.A.S., il Comune di Carloforte, i Carabinieri dfel N.O.E. e il Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale. Il fenomeno dei corsi d'acqua che si riempiono di schiuma biancastra non sarebbe una novità e si manifesterebbe ormai da tempo, soprattutto dopo piogge sostenute. Ad essere coinvolti il Canale del Generale, il Canale di Calalunga, il Canale del Bacciu, il Canale del Macchione, Canalfondo, il Canale della Laveria. In base a quanto sostenuto dal GrIG i suddetti canali cambierebbero aspetto ricoprendosi di schiuma di origine sconosciuta. La situazione ha destato la preoccupazione dei residenti che, allarmati, anno segnalato la cosa all'associazione ambientalista. Sulla base di tale segnalazione il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha quindi inoltrato (17 maggio 2018) una specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione di provvedimenti agli organi competenti. La preoccupazione è quella di un’eventuale alterazione dell’equilibrio chimico-fisico delle acque ed ecologico degli habitat. Per questo motivo, grazie alle richieste di analisi formulate all’A.R.P.A.S., l'associazione ambientalista confida di poter giungere alla soluzione definitiva "di un problema ambientale che potrebbe solo aggravarsi, se trascurato".

Cagliari. Individuato evasore fiscale nel settore del commercio di ricambi per autoveicoli

Avrebbe occultato oltre 102.000 euro al fisco, il commerciante di autoricambi individuato dalla Guardia di Finanza di Cagliari nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale. Grazie all’ausilio delle banche dati a disposizione, le Fiamme Gialle hanno potuto constatare che l’attività, pur operando abitualmente e con continuità, non aveva adempiuto all’obbligo della presentazione delle dichiarazioni fiscali per l’annualità sottoposta a controllo. Dopo aver proceduto ad una minuziosa ricostruzione della capacità contributiva dell’evasore, attraverso il conteggio delle fatture che lo stesso ha emesso ma non annotato in contabilità, i militari hanno rilevato che la ditta ha operato senza osservare la normativa fiscale, disattendendo agli obblighi contabili, dichiarativi e di versamento dei tributi. Situazione che caratterizza il contibuente verificato quale evasore totale a seguito della sottrazione di ricavi per complessivi 102.664 euro.

Portovesme. Rifiuti industriali pericolosi in un terreno dell'Enel

Rifiuti industriali pericolosi, quali oli sintetici, miscele bituminose contenenti catrame, scorie di cemento, fusti corrosi e lana di roccia/vetro. Tutti sotterrati in un terreno di proprietà dell'Enel a circa tre metri di profondità. In totale 45 mila tonnellate di rifiuti pericolosi, interrati in un'area di 23 mila metri quadrati, ora posta sotto sequestro su richiesta della Procura. La scoperta è stata fatta dalla Guardia di Finanza, Reparto Operativo Aeronavale di Cagliari. In particolare le indagini, partite diverso tempo fa, hanno comportato diversi carotaggi all'interno dell'area interessata, finalizzate a verificare possibili contaminazioni del terreno dovuti allo smaltimento irregolare di scarti di lavorazione e altre sostanze nocive. L'attività congiunta di Fiamme Gialle, Procura, Arpas e consulenti tecnici, ha consentito l'individuazione dei rifiuti pericolosi e il sequestro dell'area per violazione dell'articolo 256 del decreto legislativo 152/2006 (Codice Ambientale). Intanto l'Enel fa sapere di aver prestato la propria collaborazione per la buona riuscita delle indagini.

Cagliari. Fratelli arrestati per maltrattamenti in famiglia ed estorsione

Due fratelli, di 52 e 54 anni, sono stati arrestati per maltrattamenti in famiglia ed estorsione. Per mesi avrebbero minacciato e aggredito gli anziani genitori (81 e 72 anni), al fine di sottrargli i soldi per l'acquisto di droga o alcol. Le vessazioni e le pressioni psicologiche, sono state interrotte dall'intervento della Squadra Mobile di Cagliari che ha eseguito il provvedimento di arresto richiesto dal Gip del Tribunale di Cagliari. Scoprire quanto accaduto non è stato facile. I due genitori infatti mantenevano un atteggiamento chiuso e sottomesso e solo dopo che gli specialisti della Mobile li hanno messi a loro agio, sono emerse le minacce e le aggressioni perpetrate dai figli della coppia. La situazione psicologica dei due anziani, dovuta ai maltrattamenti, era talmente critica da causare problemi di salute. In particolare la madre dei due aveva subito un ricovero ospedaliero dovuto ad una crisi cardiaca.

Calcio. Il Cagliari vince a Firenze e spera

Non ci siamo ancora ma il risultato di oggi sul campo della Fiorentina fa ben sperare, nonostante i risultati delle dirette concorrenti impegnate nella lotta per restare in serie A. Tre punti importantissimi che consentono ai rossoblù di giocarsi il tutto per tutto nell'ultima partita di campionato. Il goal arriva nel primo tempo grazie a una punizione battuta da Lykogiannis, sulla quale si è avventato Pavoletti che insaccava di testa. La gara, soprattutto nella ripresa, non è stato un bello spettacolo, complici i brutti falli e le continue perdite di tempo che hanno esagitato gli animi in campo. A farne le spese il mister della Fiorentina, Pioli, espulso nel recupero per proteste. A seguire Veretout, responsabile per una brutta entrata ai danni di Joao Pedro, in campo dopo due mesi di sospensione per l'accusa di doping. E per finire, la rissa finale, davanti ai genitori del compianto Astori e ai due presidenti delle squadre.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari