BANNER 300X250

Cagliari. Lo Chef stellato Alessandro Breda alle "Notti Stellate" di Palazzo Doglio

In evidenza Cagliari. Lo Chef stellato Alessandro Breda alle "Notti Stellate" di Palazzo Doglio
Questa volta è il turno di Alessandro Breda, 1 stella Michelin e tra le personalità più acclamate nel panorama culinario italiano. Lunedì 27 luglio sarà lui il protagonista del secondo appuntamento delle “Notti Stellate”, lanciato da Palazzo Doglio e l’Osteria del Forte. Il format è quello delle Cene a 4 mani, in cui l’Executive Chef dell’Osteria del Forte, Alessandro Cocco, giovane promessa della cucina italiana cresciuto al Forte Village nella scuola di Gordon Ramsay e del tristellato Heinz Beck, dialogherà con celebri colleghi di fama internazionale per offrire al pubblico esperienze innovative di arte culinaria, nella suggestiva cornice della meravigliosa Corte di Palazzo Doglio, palazzo aristocratico degli anni venti riportato all’originale splendore grazie al recente intervento di restauro e recupero dell’area. Classe 1968, alla guida della brigata Gellius, con cui mescola sapientemente storia, innovazione e tradizione regionale, Alessandro Breda, a soli 19 anni, entra nella brigata del Maestro della cucina italiana Gualtiero Marchesi che tra i suoi allievi ha avuto anche un altro importante chef stellato, star della tv, Carlo Cracco. All’esperienza triennale con Marchesi si sommano anche quella presso il ristorante Tantris di Monaco di Baviera con lo chef Hein Winter e quella all’Enoteca Pinchiorri di Firenze. Dopo un anno al Four Season di Londra, Alessandro Breda apre il ristorante Al Capitello, a Corbanese di Tarzo, che gestisce per sei anni, prima di approdare al suggestivo Gellius di Oderzo, in provincia di Treviso, dove conquista una stella Michelin. Quella di Breda è una cucina contemporanea fatta di studio e ricerca che si traduce in piatti capaci di omaggiare il territorio della provincia trevigiana e la tradizione gastronomica italiana senza rinunciare al valore dell’innovazione che si esprime in abbinamenti ricercati, capaci di esaltare le materie prime. Il rispetto della stagionalità, la ricerca di equilibrio tra i diversi ingredienti e lo studio delle tecniche di cottura sono gli elementi che guidano la cucina di Breda accanto allo studio del gusto, “..cerco di concentrarmi molto sull’essenza del gusto, sulla ricerca delle materie prime e sulla stagionalità dei prodotti. Credo sia un patrimonio da salvaguardare, al pari delle ricette tipiche di un territorio.”
Ultima modifica ilDomenica, 26 Luglio 2020 18:40

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

giweather joomla module