BANNER 300X250

Andrea Morelli. Dall'Eritrea alla musica, passando per il jazz

In evidenza Andrea Morelli. Dall'Eritrea alla musica, passando per il jazz
Andrea Morelli è diventato musicista perché affascinato dal sound di Jazz in Sardegna quando, dopo una giovinezza passata in Eritrea, ritornò a Cagliari e assistette a uno dei primi concerti, sul palco del teatro Massimo. Da adulto ha studiato in Conservatorio, presentando nel 2009 una tesi di laurea su Joe Henderson in jazz e musiche afroamericane col sax tenore. Ora suona anche il sax soprano e sopranino e perfino il flauto traverso sulle note della musica barocca. Ha pubblicato sei album di cui uno con Silvia Belfiore, pianista di musica classica, “Black Lands”, legato alle suggestioni musicali africane, e a compositori come Girma Yifrashewa (Etiopia) e Kwabena Nketia (Ghana), uno di prossima uscita tra la musica classica e il Jazz ispirato a Erik Satie e Duke Ellington, “Diffrazione”. Nei suoi ricordi da bimbo, racconta del negus, Haile Selassie, che gira in decappottabile per Asmara “lanciando monete al popolo” e delle acque vicino a Massawa, nel mar Rosso, "con squali, barracuda, indigeni, capanne dei pescatori”. Nel ’74 Morelli scappa poco prima del colpo di Stato che ha portato alla espropriazione di aziende e fabbriche, al coprifuoco e agli Italiani che "trovavano una via di fuga sulle carovane di cammelli”. “Asmara in quel momento - ricorda il musicista - era il centro radio di tutta l’Africa”. Sono moltissime le sue soddisfazioni musicali. Per citarne solo alcune: con l’orchestra di Paolo Nonnis suona con Tullio de Piscopo nel 1993, ancora autodidatta; con il sestetto Haiku Sensei riceve il premio per il miglior gruppo del seminario di Santa Anna Arresi; con “Hard Up” fa parte del gruppo-spalla di Billy Cobham nel giardino Megalitico di Pinuccio Sciola a San Sperate. A Riola Sardo si esibisce al Parco dei suoni, tre anni fa con Alessandro Garau alla batteria, Maso Spano al contrabbasso negli Hard up, con l’Orchestra Instabile della Sardegna al festival Jazz di Sant'Anna Arresi.

Korus

Ultima modifica ilLunedì, 06 Luglio 2020 19:45

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

giweather joomla module