Cagliari. Aggiudicato appalto per l'avvio della raccolta differenziata

Il nuovo servizio di di igiene urbana è stato aggiudicato definitivamente al Raggruppamento Temporaneo composto da DeVizia Transfert spa, Coop L.A.T. e Econord. Un appalto che costerà alle casse comunali circa 29.000.000 di euro all'anno per sette anni e che, a partire dalla metà di aprile, introdurrà una vera e propria rivoluzione: il sistema di raccolta "porta a porta" e l'addio definitivo ai cassonetti. Un cambiamento significativo che verrà sostenuto da una fase di comunicazione che accompagnerà la consegna dei contenitori per le varie frazioni di rifiuti e che fornirà agli utenti le fondamentali istruzioni per fruire al meglio del nuovo servizio. Per agevolare i cittadini, prossimamente saranno operativi appositi punti informativi in diverse zone della città, unitamente ad una serie di iniziative per sensibilizzare sul tema dei rifiuti con la distribuzione di materiale rivolto a residenti, esercenti, turisti, lavoratori e studenti non residenti.

Guatemala. Centinaia di dispersi tra i rifiuti

Dispersi in mezzo alla spazzatura. E' quanto accaduto a Città del Guatemala dopo che una montagna di rifiuti, nella principale discarica cittadina, è sprofondata all'improvviso. Oltre ai dispersi, la valanga di rifiuti ha fatto registrare la morte di quattro persone, mentre una quindicina hanno riportato delle ferite. Ogni giorno vengono scaricati nel sito 500 camion carichi di rifiuti attirando centinaia di persone alla ricerca di oggetti ancora utilizzabili per la vendita.

Cagliari. Controlli sul conferimento dei rifiuti

La Polizia Municipale è intervenuta ieri per bloccare lo smaltimento illegale di rifiuti da parte di un autocarro intento a scaricare nel cassonetto paraurti ammaccati, filtri dell’olio motore e altri scarti da officina meccanica o carrozzeria. Una volta fatto rimuovere i pezzi già scaricati e sequestrato il mezzo l'autista è stato segnalato alla Procura della Repubblica per smaltimento illegale di rifiuti speciali pericolosi. I controlli degli agenti hanno portato nelle ultime settimane alla comminazione di diciotto sanzioni, dovute in prevalenza allo smaltimento di rifiuti da parte di soggetti non residenti in città. Rilevanti anche i casi rilevati di operatori commerciali che usano i cassonetti stradali invece dei circuiti speciali che sono dedicati alle loro attività. In questi casi l'importo della sanzione è di 167 euro, senza riduzioni o dilazioni. Un progetto speciale, che associa il Servizio Igiene del Suolo alla Polizia Municipale, ha introdotto recentemente un nuovo sistema informatico, progettato e realizzato in collaborazione con il CED del Comune di Cagliari. Il sistema consente tempi di intervento più rapidi e lavoro più efficace. Dopo essere stato sperimentato nel quartiere di Marina, il modello è destinato a estendersi in tutte le aree della città. A ciò si aggiungono Vigili in borghese e auto senza insegne che saranno impegnati in appostamenti e controlli a chiamata, sfruttando quando occorre la connessione telematica con gli ispettori dotati di tablet per documentare le situazioni fuori norma.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari