Cagliari. Arrestati tre giovani stranieri per spaccio di droga

La Squadra Mobile della Questura di Cagliari ha arrestato tre giovani stranieri per spaccio di droga nel quartiere "Marina". I tre, due gambiani e un rumeno, tutti senza fissa dimora, avevano come punto di riferimento piazza Sant'Eulalia. Lo spaccio, ripreso da diversi video avveniva nella gradinata, frequentata da "clienti" di passaggio. Le operazioni di perquisizione personale, condotte dalla Polizia, hanno interessato anche il nascondiglio utilizzato dagli spacciatori dove sono stati ritrovati circa 50 grammi di droga di vario tipo, in prevalenza hashish e marijuana.

Cagliari. Tamponano auto della Polizia durante un'inseguimento

E' accaduto questa mattina in via Is Mirrionis. Durante un'inseguimento una Smart condotta da malviventi è piombata su una "pantera" della Polizia, per poi ribaltarsi e tamponare un'altro mezzo. Uno dei malviventi sarebbe rimasto ferito gravemente durante il ribaltamento della Smart. A causa dell'incidente il tratto di strada da via Cadello a piazza d'Armi, è stata interdetto al traffico. Agenti della squadra volante, Polizia Municipale e 118 sono intervenuti sul luogo dell'accaduto.

Cagliari. Sgominata banda di nomadi "caminanti"

Erano dediti a raggiri ai danni di anziani e persone sole, truffe degli specchietti retrovisori con i falsi incidenti stradali e furti in genere. La Polizia di Cagliari ha sgominato una banda di nomadi "caminanti", gruppo originario di Sicilia e Calabria, da tempo accampato lungo la bretella che collega la Provinciale 387 con la zona industriale di Settimo San Pietro. Il blitz, effettuato dall'Ufficio Prevenzione della Divisione Anticrimine della Questura, è la conseguenza delle numerose segnalazioni provenienti da vari comuni dell'isola. Una volta raggiunto il campo nomadi, le forze dell'ordine hanno identificato 14 adulti e 9 minorenni. Nel campo erano presenti 3 autocaravan, 5 caravan, alcuni anche di lusso, e 8 auto. Ad una donna è stato notificato un foglio di via obbligatorio e due decreti di rimpatrio nel comune di residenza in provincia di Catania emessi il 24 e 28 giugno 2017 dal Questore di Sassari. Altri due nomadi, una donna e un uomo, sono stati denunciati per inottemperanza ai provvedimenti di rimpatrio. Un altro foglio di via non è stato notificato perché uno dei componenti del gruppo si è reso irreperibile. Precedenti anche per altre persone appartenenti alla banda.

Cagliari. Sgominata banda di nomadi "caminanti"

La crisi del commercio si fa sentire anche in Sardegna dove la riduzione del comparto ha fatto registrare un - 17,7% negli ultimi dieci anni. Peggio hanno fatto la Valle d'Aosta (-21%), la Sicilia (-20,8) e il Piemonte (-18,6). Alla scomparsa dei negozi si contrappone la crescita sul fronte della ristorazione e della ricettività turistica. In base alla Confesercenti, che ha confezionato i dati, l'eccesso dell'offerta e la contrazione della domanda a causa della crisi, avrebbe accelerato il processo di selezione naturale delle attività commerciali, in particolare i negozi. Di fatto - come sottolineato da Confesercenti - la gente va più facilmente al ristorante che ad acquistare abbigliamento, alla ricerca di maggiore "socialità". Una ulteriore causa di crisi delle attività commerciali sarebbe inoltre ascrivibile all'imperante fenomeno della contraffazione e la crescita della grande distribuzione. Chi invece sorride sono gli operatori attivi nel comparto delle vacanze. Qui la crescita è costante, in particolare per le strutture extralberghiere.

Sicurezza e presidio del territorio. In arrivo il "Moving Lab" della Polizia

La Polizia intensifica le attività istituzionali finalizzate alla sensibilizzazione e al maggior coinvolgimento della cittadinanza attraverso l'attivazione del "Moving Lab", operativo dai prossimi giorni a Cagliari e provincia. Si tratta di un mezzo mobile dove i cittadini possono ricevere tutte le informazioni e delucidazioni sulle diverse tipologie di intervento e di servizio effettuate dalla Polizia di Stato. Oltre alle finalità divulgative e di sensilbilizzazione, l'iniziativa rappresenta un'ulteriore possibilità per poter presidiare meglio il territorio, dove possono essere svolte attività di Polizia Scientifica come le fotosegnalazioni, i sopralluogo, il rilevamento di impronte. DSicurezza. In arrivo il "Moving Lab" della Poliziai fatto, gtrazie al Moving Lab sarà possibile verificare nell'immediatezza le generalità di persone controllate su strada tramite il rilevamento delle impronte, verificare l'autenticità dei documenti e l'analisi, tramite drop-test, delle sostanze stupefacenti. Il Si comincia il 17 agosto in via Roma a Cagliari per poi proseguire il 18 agosto nella centrale Piazza Sella ad Iglesias, il 19 agosto a Villasimius e Pula. Previste anche attività ludiche e laboratoriali, soprattutto per i più piccoli.

Sicurezza e presidio del territorio. In arrivo il "Moving Lab" della Polizia

E' stato un infarto a stroncare la vita di un chirurgo cagliaritano di 69 anni. Ieri pomeriggio, mentre si trovava in spiaggia con la sua famiglia, l'uomo ha accusato un malore che ha richiesto l'intervento dei medici del 118. Nonostante gli sforzi profusi dai soccorritori, purtroppo per il medico non c'è stato niente da fare. Si chiamava Carlo Pettograsso, chirurgo maxillofacciale con studio in viale Merello a Cagliari.

Nuoro. Sette arresti per tratta di esseri umani

La Squadra Mobile di Nuoro, nell'ambito di un'operazione finalizzata al contrasto della tratta di esseri umani, dell'immigrazione clandestina e dello sfruttamento della prostituzione, ha arrestato sette persone. L'attività illecita, che coinvolge diversi Paesi, aveva il suo centro nevralgico a Torino. A coordinare la tratta di esseri umani le due sorelle "Precious" e "Juliet" residenti nel capoluogo piemontese e responsabili dei rapporti con i trafficanti localizzati in Libia, Nigeria, Italia e altri Paesi europei come l'Austria, la Francia, il Belgio, la Bulgaria, la Germania, l'Inghilterra. In base alle indagini della Polizia, prima di essere trasportate in Italia con la falsa promessa di un lavoro, diverse giovani nigeriane venivano rinchiuse in "campi profughi" libici, gestiti da trafficanti locali. Dopo un soggiorno forzato, in qualche caso di alcuni mesi, venivano imbarcate per l'Italia, costrette in condizioni di schiavitù per poi essere avviate alla prostituzione.

Nuoro. Sette arresti per tratta di esseri umani

E' accaduto ieri notte intorno alle 2.30. I 64 ospiti e i due operatori che si trovavano nella struttura in località "Su babbu Mannu" sono stati svegliati di soprassalto dal fragore dell'ordigno. Oltre al danneggiamento di una porta l'esplosione ha provocato ingenti danni a un'ala della struttura. Lievi contusioni alle gambe per due nigeriani di 23 anni. In base ai rilievi effettuati dagli artificieri, accorsi sul luogo, unitamente ai Carabinieri della Compagnia di Siniscola e della stazione di Dorgali, l'ordigno era stato costruito artigianalmente con una buona quantità di esplosivo da cava. Avviate le indagini per risalire ai responsabili del gesto, sicuramente non prevedibile, anche perchè non sono mai emerse criticità di sorta o tensioni con la popolazione locale.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari