Trenino verde. Riprendono le corse

Dopo le vicissitudini burocratiche che hanno pesato sull'operatività del caratteristico trenino, amato da numerosi turisti, ora è certo, le sue corse riprenderanno in occasione del ponte del Primo maggio. La conferma arriva da Chicco Porcu, amministratore unico di Arst, durante il tavolo convocato in assessorato ai Trasporti sulla metropolitana leggera di Cagliari. In particolare, una legge del 9 agosto 2017, che punta a salvaguardare le ferrovie come patrimonio storico, nello stesso tempo fissa requisiti di sicurezza molto elevati che riguardano tutta la rete del trasporto pubblico, soprattutto per le ferrovie turistiche. A sbloccare la situazione il fatto che questa legge - come sottolineato da Porcu - non è applicabile perché mancano i decreti attuativi. In questo senso l'Arst si baserà sulle norme precedenti e il Primo maggio - come confermato dall'Amministratore di Arst - il Tenino Verde ripartirà.

Cagliari. Scoperta evasione fiscale per quasi 674.000 euro

La Guardia di Finanza di Cagliari, nucleo di Polizia Economico-Finanziaria, hanno portato a termine una verifica fiscale nei confronti di una societa’ di Cagliari operante nel settore dei trasporti. L’azione delle Fiamme Gialle, orientata alla verifica del corretto assolvimento degli obblighi delle disposizioni tributarie vigenti ai fini delle imposte dirette, dell’i.v.a. e dell’i.r.a.p., ha consentito l'emersione di un reddito non dichiarato per un importo complessivo pari a euro 673.919. In particolare dall'analisi della documentazione sottoposta a verifica i finanzieri hanno rilevato che un ingente contributo pubblico erogato in favore dell’azienda che trovava corrispondenza in contabilita’. Circostanza che indica una situazione reddituale inferiore al reale.

Trasporti. Con le festività cresce il traffico negli aeroporti sardi

Con l'arrivo delle festività gli aeroporti sardi fanno registrare il tutto esaurito. Molto frequentati gli hotel cittadini, soprattutto quelli che offrono il cenone di Capodanno. Nei paesi più interni agriturismo e Bed & Breakfast offrono diverse formule di soggiorno, mentre gli alberghi costieri, salvo poche eccezioni, rimangono chiusi. In particolare, solo il 25% delle strutture sarde rimane aperto per le feste di Natale e Capodanno. E mentre gli arrivi congestionano gli scali isolani, il 90% dei sardi preferiscono stare all'interno dei confini regionali. Cagliari, Olbia, Alghero e Castelsardo tra le mete preferite per la notte di San Silvestro, grazie alle star ingaggiate dalle amministrazioni comunali. Nel periodo che va dal 22 dicembre al 7 gennaio per lo scalo olbiese sono previsti cinquantacinquemila passeggeri, con un traffico superiore al 2017 e con un incremento del 20% di viaggiatori rispetto al ponte natalizio dello scorso anno. Aumento dei passeggeri anche per lo scalo cagliaritano dove si dovrebbe registrare un incremento tra le 7.622 e le 9.622 unità in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Trasporti. Estensione della tariffazione integrata e agevolazioni tariffarie

La tariffazione integrata, applicata dall'Arst per il trasporto urbano, si estende anche alle città di Alghero, Macomer, Carbonia e Iglesias. Come già successo per Cagliari, Sassari, Nuoro e Oristano, a partire dal 1° gennaio 2018 gli utenti potranno acquistare un unico biglietto o abbonamento che integra i servizi di mobilità automobilistici urbani, extraurbani e ferroviari. In questo senso, chi dovrà recarsi ad Alghero da Sassari con il treno Arst e poi proseguire con un mezzo di trasporto in città, potrà avvalersi di un unico titolo di viaggio con un risparmio anche del 35% per gli abbonamenti mensili impersonali. In aggiunta, oltre alla previsione di agevolazioni tariffarie per i collegamenti con le isole minori, sono stati stanziati dalla Giunta Regionale 600 mila euro per rimborsare gli studenti minorenni che hanno acquistato abbonamenti annuali o mensili. Grazie al provvedimento della tariffazione integrata il biglietto unico costerà complessivamente 1,70 euro, rappresentando di fatto un risparmio del 26% sul totale di 2,30 euro per due biglietti. Agevolazioni tariffarie anche a favore delle categorie svantaggiate che fruiscono dei servizi marittimi in continuità territoriale con le isole di San Pietro e La Maddalena. Per poter usufruire delle agevolazioni dovrà essere dimostrata una invalidità tra il 50e il 79% e un reddito Isee inferiore a 18 mila euro. I reduci di guerra avranno diritto a un ticket pari al 10% del costo totale. Chi ha invece una invalidità tra l'80 e il 100% e un reddito Isee inferiore a 25.500 euro, pagherà un biglietto scontato del 5%.

Cagliari. Sciopero dei dipendenti CTM

Neanche il tempo di apprezzare la riapertura della centrale via Roma (prevista per il 17 settembre), che i lavoratori di CTM pensano bene di organizzare uno sciopero di 4 ore (dalle 10 alle 14) per lunedì 18 settembre. Infatti, suppoertati dalle sigle sinfacali Fit-Cisl, Otsa Autoferro Tpl, Faisa/Cisal, Fts/Css e Rsa Usb/Ctm-Spa ex Rdb, l'astensione dal lavoro, prevede anche una manifestazione con corteo a Cagliari sino al Municipio di via Roma. Alla base dell'iniziativa la protesta contro la decisione dell'assemblea dei soci dell'azienda di trasporto pubblico di destinare parte degli utili di bilancio 2016 agli enti locali per finanziare infrastrutture a supporto del Tpl. Le sigle sindacali non gradiscono infatti che dei 12.000.000 di utili del Ctm ne vengano presi 5.000.000 per essere gestiti dagli enti locali. Soggetti che secondo i sindacati "dovrebbero già loro fare investimenti con propri fondi per migliorare viabilità e infrastrutture che agevolino il Tpl nell'area vasta cagliaritana".

Alghero. Stop ai collegamenti aerei con Bergamo e Pisa

La compagnia irlandese low cost ha annunciato per venerdì la cancellazione delle tratte Alghero-Bergamo delle 7:05, Bergamo-Alghero delle 10:15, Alghero-Pisa delle 10:40 e Pisa-Alghero delle 13:20. Anche se alla base della decisione ci sarebbero asseriti "motivi operativi", la preoccupazione resta alta viste le precedenti scelte di Ryanair rispetto alla propria presenza nello scalo algherese. In attesa di notizie rassicuranti in merito agli altri voli e alla regolarità dei collegamenti con Bergamo e Pisa per i giorni successivi, si spera che la sospensione di venerdì non sia il preludio di un'ulteriore riduzione dell'operatività, con le conseguenze del caso.

Collegamenti da e per la Sardegna. Siamo ancora in alto mare. Di Antonello Lai

Se la tattica di mamma Regione e' quella del non vedo, non sento, non parlo, allora ci sta tutto il ragionamento espresso in questo periodo bollente per i trasporti da e per la Sardegna. A dirlo e' l'opposizione in Consiglio Regionale che, per voce di Ugo Cappellacci, accusa la Giunta Pigliaru di immobilismo, se non addirittura di menefreghismo. Le lamentele del neo assessore ai trasporti Careddu contro i clamorosi ritardi non sortiranno alcun effetto, afferma l'azzurro, anche perché si e' trattato di una protesta blanda che lascia tutti con l'amaro in bocca. Idem come sopra anche per la continuità via mare. Le tariffe non sono certo quelle annunciate alla Leopolda dal duo Renzi - Onorato. Basta guardare le tariffe e ci si rende conto che i prezzi per i turisti e non solo loro, sono davvero spropositati. Per gli stessi importi si arriva fino a New York e ritorno. Ma tant'è: la Sardegna tira e quindi la vacca va munta fino a quando c'e' il latte. Solo che questo ipotetico latte va a rifornire le casse dell'armatore e nell'isola mancano quote di turismo che non si possono permettere trasferte di tali portata economica. O se fanno economia per il viaggio spendono meno in terra sarda. Sono leggi lapalissiane di buon senso, piu' che da mercato. Da quando non c'e' più Deiana niente e' cambiato: tutto procede come da copione contorto. Ci sono i voli Cagliari - Milano delle 6 e 40 con appena 40 passeggeri e il ritorno serale addirittura con due sole persone a bordo. Strano: controllate e scoprirete una verità inedita. In tre anni, in effetti non si sono viste nuove rotte nella continuità. Ne' nuove rotte sugli aeroporti. Anzi non ci sono più Cagliari - Napoli, Cagliari - Bologna e viceversa, come la precedente. Spariti Olbia - Bologna e Bologna - Olbia e il collegamento dal Costa Smeralda per Verona e ritorno. Si attende ora anche una risposta per i ritardi di questi giorni. Va bene il maltempo. Vanno bene i controlli....ma francamente dieci ore di ritardo sui voli nazionali sono uno sgarbo a chi spende per venire a farsi le vacanze e un irrimediabile sberleffo a chi organizza con fatica il futuro turistico della nostra isola. Antonello Lai

Collegamenti da e per la Sardegna. Siamo ancora in alto mare. Di Antonello Lai

In occasione dell'inaugurazione dell'anno accademico 2017-2018 dell'Ateneo cagliaritano la città si appresta a ricevere il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La data è quella del 2 ottobre. Il programma dovrebbe prevedere la permanenza del presidente in città, durante tutta la mattinata. Prevista la visita in Prefettura e ai Musei Civici. Il pomeriggio Mattarella si trasferirà a Ghilarza in occasione delle celebrazioni dell'Anno Gramsciano. Intanto fervono i preparativi per l'arrivo dell'illustre ospite. In questo senso oggi si è svolta una prima riunione in Prefettura per la verifica delle sedi che ospiteranno il capo dello Stato. All'incontro hanno preso parte il Questore, i comandanti di Carabinieri, Guardia di Finanza e Capitaneria di porto, i rappresentati delle istituzioni cittadine e dell'Università.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari