Monserrato. Atto intimidatorio contro sindaco, assessore e comandante Polizia Municipale

Tre buste contenenti proiettili. E' quanto si sono visti recapitare il primo cittadino di Monserrato, Tomaso Locci, un assessore comunale e il comandante della Polizia Municipale, Massimiliano Zurru. Ad intercettare le buste, il centro di smistamento delle Poste di Elmas. L'episodio sarebbe accaduto qualche giorno fa ma reso noto solo oggi in coincidenza della seduta del Consiglio Comunale. Quanto successo a Monserrato si inserisce nel lunghissimo filone di atti intimidatori che da tempo stanno coinvolgendo gli amministratori locali dell'isola. Ultimo in ordine di tempo, quello del 15 aprile scorso, perpetrato ai danni della casa di campagna del vicesindaco di Esporlatu. Intanto il sindaco di Monserrato, che aveva presentato le proprie dimissioni, poi ritirate, fa sapere che affida alla sua famiglia la decisione se continuare o meno il suo percorso da primo cittadino.

Galtellì. Parte colpo di fucile. Muore il figlio del sindaco

E' accaduto questo pomeriggio. Una tragedia che ha coinvolto la famiglia del sindaco di Galtellì. La vittima è il figlio 14 enne del primo cittadino, morto a causa di un colpo di fucile al capo. Ancora da chiarire la dinamica dei fatti. Gli investigatori stanno sentendo i familiari del giovane per cercare di capire cosa può essere successo. Diverse le ipotesi al vaglio. Tra queste anche quella di un gesto volontario. L'episodio ha sconvolto l'intera comunità. Il ragazzo era conosciuto e ben inserito tra i suoi coetanei.

Orgosolo. Sindaco a processo per turbativa d'asta

Turbativa d'asta e abuso d'ufficio. E' questa l'accusa per il sindaco di Orgosolo, Dionigi Deledda, sei amministratori, tra assessori ed ex assessori comunali, quattro impiegati e tre imprenditori. In tutto quattordici persone coinvolte nell'ambito del procedimento per le presunte irregolarità nell'affidamento dei lavori relativi al rifacimento del campo sportivo comunale Santa Caterina. Nello specifico gli indagati avrebbero, secondo l'accusa, turbato le due gare d'appalto per la riqualificazione degli impianti sportivi e la realizzazione del manto in erba sintetica del campo di calcio attraverso collusioni e mezzi fraudolenti. Alla base del procedimento che li vede indagati, l'affidamento diretto della fornitura e posa del manto erboso (dicembre 2012) senza nessuna gara. Un co mportamento che, se provato, avrebbe impedito la partecipazione di altre imprese, limitando di fatto la concorrenza. L'inchiesta ha avuto origine a seguito della denuncia di irregolarità nelle procedure di gara da parte della Cooperativa Edile di Orgosolo.
Sottoscrivi questo feed RSS

27°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 81%

Wind: 35.40 km/h

  • 20 Jul 2018 32°C 20°C
  • 21 Jul 2018 31°C 23°C