Collegamento Sassari - Alghero. Sindaci in presidio permanente

Mario Bruno e Nicola Sanna, rispettivamente sindaci di Alghero e Sassari, hanno inscenato un sit-in lungo il tratto di strada della quattro corsie che collega Sassari e Alghero. Insieme a loro una delegazione di assessori e consiglieri comunali della città catalana. A rendere più eclatante la protesta, la sistemazione di un container sistemato in un punto preciso della bretella, che diventerà la sede del sindaco algherese. L'obiettivo è quello di richiamare l'attenzione dell'opinione pubblica a seguito delle resistenze espresse dagli uffici ministeriali per il completamento del primo lotto progettuale, ovvero l'ultimo da realizzare. Pare infatti che per i tecnici del Governo, la quattro corsie da Rudas ad Alghero e la bretella per l'aeroporto sono incompatibili con le previsioni del Piano paesaggistico regionale. IN questo senso l'orientamento della commissione sulla Valutazione dell'Impatto Ambientale sarebbe quello di autorizzare solo una strada a due corsie. Un'ipotesi evidentemente non gradita ai sindaci del territorio che potrebbero indire un referendum consultivo per fine gennaio.

Fondi per le periferie. I sindaci non abbassano la guardia

In attesa che il premier Conte sblocchi i fondi per le periferie, attarverso un decreto che dovrebbe concretizzarsi entro una settimana, i sindaci non mollano e ribadiscono di essere pronti a "consegnare le fasce al presidente della Repubblica Mattarella" qualora non si arrivasse ad una conclusione della vicenda. Si tratta infatti di risorse fondamentali che, per alcune città sarde, riguardano la realizzazione di importanti progetti. Nel caso di Sassari i milioni previsti dal bando periferie sono complessivamente 22, di cui 14 già operativi. Risorse che serviranno per l'adeguamento di strade e marciapiedi, la conversione di due strutture scolastiche attualmente occupate da abusivi in case popolari, la mobilità sostenibile e la creazione di orti urbani. Anche Nuoro attende con ansia che la volontà politica del Governo si trasformi in atti concreti. In particolare i milioni a disposizione per il capolugo barbaricino sarebbero 18. Fondi a rischio se l'accordo del Governo con l'Anci non verrà rispettato.

Sicurezza dei territori e atti intimidatori. Sindaci in attesa di Minniti

Assemblea di Anci Sardegna oggi ad Abbasanta. Sindaci riuniti per discutere degli atti intimidatori, soprattutto quelli che hanno "battezzato" il nuovo anno (fino ad ore sono tre). Obiettivo dell'incontro: stilare un documento da sottoporre all'attenzione del ministro dell'interno Marco Minniti, in arrivo giovedì 18 a Nuoro. Per l'occasione verranno affrontati temi di grandissima attualità quali la sicurezza degli amministratori locali, appunto, unitamente all'accoglienza dei migranti. Intanto all'assemblea di Abbasanta erano presenti anche alcuni primi cittadini, direttamente coinvolti in atti intimidatori, che si sono espressi sulla possibilità di adottare alcune proposte operative che riguardano anche regole finanziarie meno stringenti in grado di alleviare il malessere dei territori.
Sottoscrivi questo feed RSS

3°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 77%

Wind: 14.48 km/h

  • 03 Jan 2019 13°C 1°C
  • 04 Jan 2019 12°C 1°C