Arbus. Rivolta dei detenuti nel carcere di Is Arenas

E' successo ieri sera. Quattro detenuti hanno cominciato a inveire contro il personale di Polizia Penitenziaria in servizio e, successivamente, hanno iniziato a perquotere violentemente i blindati delle camere di pernottamento. Dopo faticose trattative gli agenti sono riusciti a riportare l'ordine, nonostante il gruppetto manifestasse intenzioni molto minacciose. "Quel che è accaduto è gravissimo, anche in relazione all'atteggiamento assunto da molti detenuti" - ha dichiarato il coordinatore regionale di Fp Cgil Polizia penitenziaria Sandro Atzeni, che parla di un "qualcosa di organizzato". L'episodio ha convinto la Fp Cgil Penitenziaria a sollecitare "urgenti provvedimenti a tutela dei poliziotti penitenziari che lavorano nella Casa di Reclusione di Is Arenas e della stessa vivibilità nella struttura detentiva". Di fatto, il sistema di vigilanza dinamica - che permette ai detenuti di girare liberi per buona parte del giorno, con livelli minimi di sicurezza - alimenta atteggiamenti provocatori con una tensione che si taglia a fette. Da qui la richiesta di Cgil Polizia di richiedere l'allontanamento dei promontori della rivolta.

Imprese Sardegna. Più investimenti ma crescita ancora lenta

Le piccole e medie imprese sarde investono di più rispetto al periodo della crisi ma in termini di crescita l'isola rimane indietro rispetto a quanto registrato in altre regioni del Sud Italia. Di fatto, nel periodo 2015 - 2016 la Sardegna ha evidenziato un tasso di crescita che è passato dal 4,3% al 6,6%. Un miglioramento molto contenuto rispetto alla Puglia che, nello stesso periodo, è passata dal 6,6% al 10,4%. Migliore anche la performance della Basilicata, che ha fatto registrare un miglioramento dal 6,6% al 9,1%. Prendendo in considerazione il solo settore industriale, la Sardegna fa anche peggio (dal 4,0 al 4,4%), non riuscendo a compensare il calo registrato tra il 2014 e il 2015. A fronte del modesto miglioramento, l'isola si distingue tra le altre regioni meridionali per la quota più alta di Pmi affidabili sotto il profilo della solvibilità. Tra i segnali positivi, la creazione di nuove imprese di capitali, spinta probabilmente dall'introduzione delle Srl semplificate. Per quanto riguarda i fatturati l'isola, insieme a Calabria, Molise, Sicilia e Abruzzo, ha fatto registrare valori della produzione al di sotto dei livelli pre-crisi. Così così il costo del lavoro per unità di prodotto (Clup), importante indicatore per misurare la competitività delle imprese. Tra il 2015 e il 2016 il costo del lavoro nelle Pmi meridionali è cresciuto più del valore aggiunto, portando il Clup da 68,2% a 69,1%, con valori particolarmente elevati in Sardegna (74,6%) e Molise (73,3%). I dati sono contenuti all'interno della quarta edizione del Rapporto Pmi Mezzogiorno, realizzato da Confindustria e Cerved, con la collaborazione di Studi e Ricerche per il Mezzogiorno. Ad essere analizzato un campione di Pmi di capitali tra 10 e 250 addetti, rappresentativo del tessuto imprenditoriale meridionale.

Insularità. Proposta legislativa al vaglio della Corte di Cassazione per inserimento in costituzione

Il presidente del Consiglio Regionale, Gianfranco Ganau sarà a Roma il 5 aprile per depositare in Corte di Cassazione il testo della proposta legislativa per chiedere l’inserimento del principio di insularità nell’articolo 119 della Costituzione. Ganau sostiene la formula scelta dal Comitato promotore del Referendum che vede nella legge di iniziativa popolare un efficace strumento per vincere la battaglia sul principio di insularità, oggi sostenuta non solo dalla Sardegna ma anche dalla Sicilia e dalle isole minori. «Partecipo con piacere a quest’atto formale dal grande valore simbolico – ha sottolineato il presidente del Consiglio Regionale – perché occorre esserci e condividere tutti i passaggi essenziali di questo lungo ma necessario percorso. Ho scelto di aderire sin dall’inizio al Comitato promotore perché ottenere il riconoscimento di una condizione che è oggettiva è una battaglia essenziale per la Sardegna. Sarò impegnato personalmente nella raccolta delle firme per la presentazione della proposta di legge nazionale che dal 7 aprile partirà in contemporanea in tutti i capoluoghi italiani. Lunedì 9 aprile a Sassari – ha aggiunto Ganau – abbiamo già programmato un’iniziativa pubblica per coinvolgere sindaci, amministratori locali e semplici cittadini. Siamo tutti consapevoli del fatto che l’essere un’isola ci penalizza e che occorrono maggiori risorse e nuove regole per assicurare alle nostre comunità anche i servizi più essenziali. La Sardegna, proprio a causa di questo, è esclusa da tutti i sistemi di rete nazionali ed europei con gravissime conseguenze e penalizzazioni. Ecco perché questa è diventata una battaglia trasversale che coinvolge tutte le forze politiche, vitale per il futuro della nostra isola».

Elezioni amministrative. Il 10 giugno 43 comuni sardi al voto

E' stata fissata dalla Giunta Regionale la data delle prossime elezioni amministrative. L'appuntamento è per domenica 10 giugno (dalle ore 7 alle 23). Alle urne gli elettori che devono eleggere i sindaci e i Consigli comunali di 43 Comuni sardi. L'eventuale turno di ballottaggio per l'elezione diretta dei sindaci - previsto ad Assemini e Iglesias, unici centri con oltre 15 mila abitanti - si terrà domenica 24 giugno. L'atto formale di fissazione della data di svolgimento delle consultazioni elettorali verrà disposto dal presidente della Giunta Regionale, Francesco Pigliaru, per essere successivamente trasmesso ai prefetti della Sardegna per gli adempimenti del caso.

Stazione spaziale Tiangong-1. Pericolo scampato per la Sardegna: cade nell'Oceano Pacifico

Grande come un bus di linea, la stazione spaziale cinese Tiangong - 1, alle 02.15 di questa notte, è rientrata nell'atmosfera terrestre. Esplodendo, si è incendiata quasi completamente, bruciando i suoi componenti, prima di cadere nell' Oceano Pacifico, tra Australia e Sud America. In base a quanto dichiarato dalle autorità cinesi, potrebbero ancora cadere sulla terra alcuni pezzi, ma di piccole dimensioni. Per quanto riguarda la Sardegna, dopo le prime notizie riguardanti un possibile impatto con la nostra isola, ora finalmente il pericolo può dirsi scampato. Chi aveva manifestato qualche perplessità, ora può tranquillamente affrontare la gita fuori porta di Pasquetta, senza dover temere di essere colpito dai frammenti della stazione spaziale cinese. Lanciata nello spazio nel 2011 e utilizzata per missioni senza e con personale a bordo, nel 2016 il "Palazzo del Cielo - 1" - come veniva chiamato - è sfuggito al controllo dei cinesi, iniziando a vagare nello spazio.

Meteo. Prosegue il maltempo con venti forti e mareggiate

Il maltempo che ha caratterizzato l'ultima parte della giornata di sabato 31 marzo proseguirà con venti forti e mareggiate, localmente sino a burrasca sulla Sardegna Occidentale e Orientale. In base all'avviso di condizioni meteorologiche avverse, diramato dalla Protezione Civile Regionale, si avrà un'attenuazione della ventilazione nel corso della mattinata di domenica 1 aprile 2018 (Pasqua). Rimane sino alla mezzanotte di sabato 31 marzo 2018 l'avviso di Allerta Gialla, per rischio idrogeologico e idraulico, su Campidano, Iglesiente, Montevecchio, Tirso e Logudoro.

Vacanze di Pasqua. Barumini tra le "top destination" per i camperisti

Ad evidenziarlo è l'Apc, l'Associazione Produttori Caravan e Camper che sottolinea come la Sardegna figuri tra le mete suggerite ai 600 mila camperisti italiani che utilizzeranno il loro mezzo per le vacanze pasquali. A sorprendere, ma neanche tanto, è il fatto che il fascino delle spiagge sarde sia stato soppiantato dai paesaggi dell'interno. In particolare, è il paese di Barumini a raccogliere il maggior numero di consensi. Il piccolo comune, famoso per il complesso nuragico Su Nuraxi, risulta essere molto attraente sotto il profilo storico e anche per la ricchezza artigianale legata al tessile e all'arte orafa. Il settore camperistico italiano rappresenta di fatto un importante bacino d'utenza anche per la nostra isola. Basti pensare alla crescita dei veicoli immatricolati nel corso del 2017, in aumento del 19,5%. In base alle stime dell'Apc l'utenza tipo che trascorrerà a bordo di un camper le prossime vacanze pasquali è costituita prevalentemente da famiglie di 4 persone (32%), di età compresa tra i 30 e i 50 anni, con 1 o 2 figli, che trovano questo genere di vacanza estremamente conciliante per costi, sicurezza, tranquillità e comodità. A seguire le coppie di età compresa tra i 46 ed i 65 anni (26%), che prediligono i camper per l'opportunità che questa soluzione offre di sentirsi sempre e ovunque come se si fosse "a casa propria". In terza posizione (17%) si collocano infine piccoli gruppi di amici, tre o quattro persone, che sposano questa vacanza come il modo migliore per condividere un'esperienza di viaggio con un occhio al portafoglio.

Meteo. In arrivo vento e mareggiate

A partire da sabato 31 e sino alle 15 di domenica di Pasqua sono previsti vento e mareggiate. In base a quanto previsto dalla Protezione Civile Regionale, che ha emesso un'allerta meteo per vento e mareggiate, i venti soffieranno forti dai quadranti occidentali con raffiche fino a burrasca e mareggiate lungo le coste esposte. Il fenomeno dovrebbe attenuarsi a partire dalla giornata di Pasquetta. Un codice giallo (criticità ordinaria) è stato invece diramato dalla stessa Protezione Civile per la giornata di sabato, riguardante il possibile rischio idrogeologico e idraulico nelle zone dell'Iglesiente, Campidano, Montevecchio-Pischilappiu, Tirso e Logudoro.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari