Emergenza migranti. Continuano gli sbarchi nel Sud Sardegna

Le favorevoli condizioni climatiche e la quasi totale assenza di controlli hanno consentito l'arrivo di nuovi migranti nelle coste del Sud Sardegna. In particolare, nelle ultime 24 ore sono sbarcati nell'isola 88 algerini, tra i quali una donna. Mete privilegiate per gli sbarchi, la spiaggia di Porto Pino, nel comune di S.Anna Arresi, il litorale di Domus De Maria e le spiagge ricadenti nel Comune di Teulada. Tutti i migranti, una volta intercettati dalle forze dell'ordine, sono stati trasferiti nel centro di prima accoglienza di Monastir dove il personale dell'Ufficio stranieri della Questura si è occupato delle operazioni di identificazione. Una situazione che ha sollevato le accuse di diversi parlamentari del Centrodestra regionale, tutti concordi nell'attaccare il Governo per l'assenza di controlli e dei blocchi degli sbarchi. Tra i più critici, il capogruppo di Fratelli d'Italia in Commissione Difesa, Salvatore Deidda, che nei giorni scorsi, presso l'Aula della Camera, ha chiesto l'informativa urgente del Ministro degli Interni sulla situazione sbarchi. Anche il deputato e coordinatore regionale di Forza Italia, Ugo Cappellacci, non fa mancare il suo contributo, definendo gli sbarchi di migranti provenienti dall'Algeria un pericolo per la sicurezza e la salute.

Nuovo sbarco di migranti nel sud Sardegna

Continuano gli sbarchi di migranti nelle coste del Sud dell'isola. L'ultimo in ordine di tempo è quello di venerdì sera che ha visto protagonisti cinque soggetti di nazionalità algerina. In particolare, due di loro sono stati fermati dai Carabinieri mentre si aggiravano dentro il territorio del poligono di Capo Teulada. I restanti tre sono stati bloccati mentre si allontanavano dalla spiaggia di Porto Pino, nel Comune dei Sant'Anna Arresi. Oltre ai Carabinieri, sul posto sono intervenuti anche gli agenti del Commissariato di Carbonia, dell'Ufficio immigrazione. Tutti e cinque i migranti, di sesso maschile, sono stati trasferiti nel centro di prima accoglienza di Monastir, dove rimarranno in quarantena.

Emergenza migranti. Le coste del Sulcis si confermano la meta preferita per gli sbarchi degli algerini

Ancora uno sbarco nelle coste del Sulcis. E' l'ennesima volta che un barchino, con a bordo migranti di origine algerina, raggiunge la spiaggia di Porto Pino, nel Comune di Sant'Anna Arresi. Questa volta le persone bloccate dai Carabinieri sono otto, tutti uomini. Una volta sbarcati si sono diretti verso il centro abitato dove sono stati notati da alcune persone che hanno allertato i Carabinieri. Visitati e identificati, i migranti sono stati trasferiti nel centro di accoglienza di Monastir.

Sant'Anna Arresi. Spiaggia di Porto Pino "Animal Friendly" occupata abusivamente

Sarebbe questo il punto di vista della Guardia costiera di Sant'Antioco che ha provveduto al sequestro del tratto di spiaggia interessato, in attesa che la Procura di Cagliari si pronunci. In base agli accertamenti degli uomini della Capitaneria sul tratto di spiaggia "Animal Friendly" sarebbero stati posizionati anche ombrelloni, sedie a sdraio e un chiosco. Insomma l'area sembrerebbe più simile ad uno stabilimento balneare, senza tuttavia le necessarie autorizzazioni del caso. Il blitz della Capitaneria ha fatto infuriare i padroni degli amici a quattro zampe, abituati a fruire dei servizi della spiaggia. Rammarico è stato espresso anche da parte di un consigliere comunale della Lega che ha già dichiarato un impegno del suo gruppo consiliare per "monitorare la vicenda e farla emergere in ambito regionale".

Sant'Anna Arresi. Nuovo sbarco di migranti

Mentre in tutto il territorio regionale si rileva un evidente calo degli arrivi turistici, dovuto agli elevati costi di trasporto per raggiungere l'isola, un'altro tipo di arrivi non accenna a diminuire. E' quello degli sbarchi di migranti che hanno individuato nelle coste sulcitane la loro meta privilegiata. Ad ulteriore conferma di ciò, il nuovo approdo, sulla spiaggia di Porto Pinetto, di un barchino proveniente dall'Algeria. A bordo dieci uomini e una donna che dopo essere sbarcati indisturbati, sono stati notati da alcune persone mentre si allontanavano dalla spiaggia. A quel punto sono intervenuti i Carabinieri con la Polizia che hanno fermato il gruppetto, hanno avviato le fasi di identificazione e dopo le visite mediche di rito, lo hanno accompagnato nel centro di accoglienza di Monastir.

Emergenza migranti. Continuano gli sbarchi nel Sulcis

Ancora sbarchi sulle coste del Sulcis che vede nella spiaggia di Porto Pino la meta prediletta dei migranti. Il primo sbarco è infatti avvenuto domenica 2 giugno lungo la spiaggia di Porto Pino. Qui i Carabinieri hanno bloccato 16 migranti intenti ad allontanarsi verso l'interno. Tutti di origine algerina, i migranti sono stati trasferiti nel centro di accoglienza di Monastir dopo le visite mediche e le operazioni di identificazione. Un secondo sbarco è avvenuto questa nella zona di Sant'Antioco. Una motovedetta dei Carabinieri ha individuato un barchino con a bordo altri cinque algerini. Anche loro, sono stati trasferiti nel centro d'accoglienza.

Sant'Anna Arresi. Nuovo sbarco di migranti

Il bel tempo, quasi primaverile, ha spinto dodici migranti ad imbarcarsi su un barchino per raggiungere le coste del Sud Sardegna. L'ennesimo sbarco nelle coste del Sulcis si è verificato questa mattina sulla spiaggia di Porto Pino. I migranti, tutti uomini, sono stati intercettati in località Is Pillonis dai Carabinieri di Giba e Calasetta.

Sant'Anna Arresi. Sbarcano altri 25 algerini

Le coste del Sulcis si confermano meta prediletta dei migranti algerini. Nella notte tra lunedì e martedì, verso le 4 del mattino, i Carabinieri di San Giovanni Suergiu hanno individuato 15 stranieri, tra questi anche una donna, che si aggiravano in località spiaggia dei Francesi a Sant'Anna Arresi. Successivamente, verso le 6, le forze dell'ordine di Narcao hanno rintracciato altri 10 migranti nel centro di Sant'Anna arresi. Ritrovato nei pressi di Porto Pino l'imbarcazione utilizzata per raggiungere le coste della Sardegna. Tutti i 25 algerini verranno trasferiti nel centro di accoglienza di Monastir.
Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module