Evasione fiscale. Individuati due evasori totali che hanno occultato al fisco quasi 760.000 euro

La Guardia di Finanza della tenenza di Sanluri e di Sarroch, nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, ha concluso due verifiche fiscali nei confronti di due ditte individuali, con sede rispettivamente in un centro del Medio Campidano ed in uno del basso Sulcis. La prima operante nel settore del commercio di veicoli a due ruote, la seconda nel settore delle case vacanze e dei bed & breakfast. L'azione delle Fiamme Gialle è stata orientata alla verifica del corretto assolvimento degli obblighi tributari vigenti, ai fini delle imposte dirette e dell’iva. Le attivita’ ispettive condotte nei confronti della ditta operante nel Medio Campidano hanno consentito di constatare, attraverso il confronto tra la contabilita’ posseduta dal titolare e le informazioni acquisite con l’utilizzo delle banche dati, nonche’ prendendo in considerazione la svalutazione delle rimanenze di magazzino, che non risultavano essere documentate, che la stessa, nel biennio controllato, non ha osservato gli obblighi dichiarativi e di versamento dei tributi, risultando, pertanto, evasore totale. L'azione dei finanziari ha consentito di appurare la sottrazione di ricavi per quasi 593.000 € ed un’evasione i.v.a. di oltre 122.000 €. Nel caso della ditta del basso Sulcis invece, i finanzieri hanno appurato che la titolare, in violazione alla normativa regionale vigente, esercitava, in modalita’ imprenditoriale, sia la regolare attivita’ di bed & breakfast che quella abusiva di gestione, ai fini turistici, di diverse case vacanza, non richiedendo alcuna iscrizione all’ufficio iva e omettendo di istituire i libri contabili obbligatori. L’attivita’ di controllo eseguita per i periodi d’imposta dal 2013 al 2016, con l’ausilio delle indagini finanziarie, ha permesso di appurare che nell’esercizio dell’attivita’ imprenditoriale la ditta ha omesso di di presentare le dichiarazioni dei redditi e dell’iva, sottraendo al fisco ricavi per oltre €. 166.000, con una evasione di iva di quasi €. 24.000, risultando, quindi, evasore totale.

Controlli sulla spesa sanitaria. Scoperti 2 soggetti che hanno indebitamente usufruito dell’esenzione del ticket

Continua l’azione della Guardia di Finanza finalizzata a tutelare la spesa pubblica. Le Fiamme Gialle del gruppo di Cagliari e quelle della tenenza di Sanluri hanno infatti individuato 2 soggetti che hanno indebitamente usufruito di sovvenzioni statali nel settore sanitario. Nello specifico, l’azione dei finanzieri e’ stata orientata alla verifica della sussistenza dei requisiti previsti per l’esenzione dal pagamento del ticket sanitario, controllando la corrispondenza tra quanto dichiarato con autocertificazione riguardo la consistenza reddituale e quanto censito dalle banche dati in uso al corpo. Le attivita’ ispettive hanno permesso così di accertare che i soggetti attenzionati versavano in una situazione economica non rientrante nei parametri per cui è prevista la concessione del beneficio pubblico. Di fatto il reddito del nucleo familiare non avrebbe reso accoglibile la loro domanda in quanto superava i limiti previsti. E così i militari del gruppo di Cagliari hanno rilevato che un soggetto residente nel capoluogo ha usufruito, indebitamente, di una esenzione dal pagamento del ticket sanitario per €. 521,15. I finanzieri della tenenza di Sanluri, invece, hanno contestato, ad un soggetto residente a Guspini, l’indebita percezione, per due distinte annualita’ sottoposte a controllo, per complessivi €. 892,59. A ciascuno dei soggetti controllati e’ stata irrogata una sanzione pari, nel massimo, al triplo del beneficio conseguito.

Sanluri. Percorso salute per i pazienti del Poliambulatorio

Inaugurato oggi il percorso salute realizzato nell'area verde del Poliambulatorio di Sanluri (lato guardia medica), donato alla Assl dal Rotary Club Sanluri Medio Campidano. Un percorso composto da dodici stazioni con attrezzi, indicazioni sugli esercizi da eseguire per fare movimento e tenersi in forma. Il tutto a disposizione dei pazienti del Poliambulatorio e dei cittadini per consolidare la socializzazione all'interno della comunità locale. A consegnare ufficialmente il percorso alla Assl è stato Luciano Manunta, presidente Rotary Club Sanluri Medio Campidano. Nell'area è possibile effettuare un workout a tappe, che prevede una serie di esercizi, da eseguire a corpo libero oppure con l'ausilio di attrezzature specifiche (sbarre, pali, panche, scalini, cavalline) collocate lungo il percorso. Ogni postazione è caratterizzata dalla presenza di un cartello che spiega dettagliatamente come eseguire correttamente l'esercizio.

Sanluri. Società evade oltre 200.000 euro e impiega 9 lavoratori in nero

E' quanto emerge dalla verifica fiscale effettuata dalla Guardia di Finanza della tenenza di Sanluri a carico di un soggetto economico del medio campidano operante nel settore sportivo. Dall'azione delle Fiamme Gialle si è potuto constatare che il soggetto ispezionato celava, sotto la veste di ente associativo – e quindi ente non lucrativo -, una vera e propria attivita’ commerciale. Di fatto, dei servizi erogati fruivano non solo dagli appartenenti all’ente, ma, per la maggior parte, anche clientela “esterna”, configurandosi cosi’ attivita’ a scopo di lucro e venendo meno al previsto scopo mutualistico. Le attivita’ ispettive, effettuate anche attraverso l’esame dei software utilizzati per la gestione degli accessi, hanno altresi’ rilevato che gli incassi per le prestazioni rese sono stati annotati, nelle relative scritture contabili, in misura inferiore a quella realmente conseguita. In sintesi, la società verificata ha svolto un’attivita’ commerciale sotto il fittizio schema di ente associativo, al fine di beneficiare delle relative agevolazioni fiscali riservate a queste categorie. La scoperta della sua reale natura ha comportato la sua riconducibilita’ alla disciplina prevista per le imprese commerciali. L’esito del controllo ha quindi permesso di constatare, per i 4 periodi di imposta presi in considerazione, la mancata dichiarazione di ricavi per complessivi 201.445 € ed un’ evasione iva per oltre 85.000 €. I controlli dei finanzieri hanno inoltre evidenziato che tutti i 9 dipendenti impiegati a vario titolo nell’attivita’, prestavano la propria attivita’ lavorativa senza una regolare assunzione. Il titolare dell’attività sottoposta a controllo è stato segnalato alla Direzione Territoriale del Lavoro di Cagliari per l’irrogazione di una maxisanzione pari a 54.000 €, con la diffida inoltre a regolarizzare i lavoratori per il periodo di lavoro prestato in nero.

Sanluri. Scoperto evasore totale per 152.000 euro e impiego di lavoratori irregolari

La Guardia di Finanza di Sanluri ha scoperto una società attiva nei servizi per enti pubblici, responsabile per un'evasione totale di 152 mila euro. La stessa azienda impiegava 4 lavoratori irregolari. Nello specifico, i controlli delle Fiamme Gialle hanno consentito di accertare che l’azienda in questione e’ risultata evasore totale per un’annualità. In aggiunta, nei periodi in cui ha presentato le dichiarazioni, ha applicato un’aliquota iva agevolata pur non avendone diritto. In particolare, i ricavi complessivi sottratti al fisco ammonterebbero a complessivi 152.000 €, mentre l’evasione i.v.a. sarebbe pari a 41.000 euro. Nel corso dell’ispezione sono stati accertati anche tre lavoratori irregolarmente assunti ed uno totalmente in nero, violazioni che hanno comportato l’applicazione di una sanzione amministrativa minima di 7.500 euro. La societa’ e’ stata diffidata alla regolarizzazione dei lavoratori per il periodo prestato in condizioni di irregolarita’ e segnalata alla direzione territoriale del lavoro di cagliari ed alla direzione provinciale inps di cagliari per gli ulteriori adempimenti di rispettiva competenza.

Sanluri. Scoperto lavoratore dipendente irregolare

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell’ambito di un controllo fiscale nei confronti di un’attività di ristorazione, ha scoperto un lavoratore in nero. Dalle verifiche effettuate è infatti emerso che il dipendente aveva prestato la propria attività lavorativa in completa assenza di una regolare posizione fiscale, contributiva e assicurativa. Per questo motivo il titolare dell’attività è stato sanzionato con una multa il cui importo oscilla tra i 1.500 a 9.000 euro. In aggiunta, lo stesso è stato diffidato alla regolarizzazione del lavoratore per il periodo di lavoro prestato in nero. La posizione del ristoratore è stata segnalata alla Direzione Territoriale del Lavoro di Cagliari ed alla Direzione Provinciale INPS di Cagliari per gli ulteriori adempimenti di rispettiva competenza.
Sottoscrivi questo feed RSS

25°C

Cagliari

Clear

Humidity: 67%

Wind: 35.40 km/h

  • 17 Jul 2018 31°C 24°C
  • 18 Jul 2018 31°C 21°C