Cagliari. Totem telematici per trovare la tomba del caro estinto

Trovare la collocazione della sepoltura del caro estinto nei cimiteri di San Michele, Pirri e Bonaria, sarà molto più semplice. Di fatto, l'installazione di alcuni totem telematici consentirà a parenti e amici di individuare l'esatta ubicazione delle tombe, grazie al ricorso delle nuove tecnologie. L'iniziativa, molto utile nel caso dei cimiteri in questione, dove le tombe sono in totale circa 85 mila, è stata presentata questa mattina presso il cimitero di San Michele, il più esteso con 65 mila tombe. Le apparecchiature che verranno posizionate all'ingresso del cimitero di San Michele consentiranno la visualizzazione di una planimetria con un cerchio luminoso che indicherà l'esatta ubicazione della sepoltura. La stessa mappa si potrà visualizzare anche dal computer di casa o da qualunque dispositivo con una connessione internet. Per lo stesso cimitero, il più esteso del capoluogo, è stata completamente rivisitata la toponomastica interna. In questo senso è previsto il posizionamento di settantuno targhe per migliorare l'orientamento interno.

Cagliari. Sequestrati 80 panetti di hascisc esposti nella libreria di casa

Durante una perquisizione presso l'abitazione di un pregiudicato che si trovava agli arresti domiciliari per detenzione e spaccio di droga nel quartiere di San Michele, gli agenti della Squadra Mobile hanno sequestrato 4 kg e 178 grammi di hascisc ordinatamente esposti nella libreria della camera da letto dell'uomo. Oltre alla droga, le forze dell'ordine hanno sequestrato anche altre attrezzature utilizzate per confezionare le varie dosi e un quaderno in cui venivano annotati i quantitativi di droga, il tipo di stupefacente e numerosi nomi riconducibili probabilmente a precedenti acquisti.

Cagliari. I controlli a San Michele e Is Mirrionis

Novanta controlli, 752 persone identificate (di cui 350 pregiudicati), 685 i veicoli controllati, 14 quelli sequestrati, 21 le persone arrestate, 5 i denunciati, 11 le persone sottoposte a misure di prevenzione. E' questo il bilancio dell'attività delle forze dell'ordine, effettuata nei quartieri di San Michele e Is Mirrionis da maggio a oggi. Alla base degli interventi, la volontà di "portare la vivibilità nei quartieri periferici", così come dichiarato dal Questore di Cagliari, Danilo Gagliardi. In campo, la Squadra mobile, gli agenti della Squadra volante, le unità cinofile, gli uomini del reparto prevenzione crimine e gli agenti della Divisione amministrativa. In azione anche un elicottero.

Cagliari. Riapre il Castello di San Michele

Il Castello di San Michele riapre al pubblico dopo i lavori di riqualificazione che hanno comportato lo smontaggio e la sostituzione delle coperture, necessari per eliminare gli effetti negativi delle infiltrazioni, unitamente alla pulizia e il trattamento antiruggine delle strutture metalliche di sostegno. Sostituite anche tutte le grondaie e i pluviali mentre nella copertura della torre di sud-est è stato demolito il massetto e realizzata la nuova protezione impermeabile. impermeabilizzati anche tutti i prospetti e le creste dopo la ripulitura dalle erbe infestanti e dalle muffe. Oggetto della riqualificazione anche l'interno della struttura, in particolare le sue pavimentazioni. Quest'ultimo intervento consentirà l'utilizzo dei locali come spazio museale a disposizione dei cittadini e dei turisti. L'inaugurazione è pianificata per venerdì 29 aprile con una mostra del fotografo naturalista Simone Sbaraglia a cura del Consorzio Camù.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari