Cagliari. Gestione coordinata delle spiagge: firmato l’accordo tra Cagliari, Quartu e Università

Cagliari e Quartu Sant'Elena, i due Comuni che si affacciano contigui sul Golfo degli Angeli, hanno firmato a Palazzo Bacaredda un accordo per la gestione, il monitoraggio e la salvaguardia delle spiagge, considerando il “litorale un interesse diffuso e omogeneo”, come sottolineato dal sindaco Massimo Zedda. E per ottimizzare interventi che risulterebbero fortemente limitati da azioni singole e non coordinate, a sottoscrivere il protocollo anche l'Università cittadina che ha elaborato il progetto Neptune2. “Il protocollo rappresenta un utile e ulteriore importante strumento per la valorizzazione la gestione unitaria dei problemi relativi alla fascia costiera quali sono l’erosione, la tutela della biodiversità e lo sviluppo delle attività legate al mare“, ha aggiunto il sindaco Massimo Zedda, ricordando il Pul (Piano di utilizzo dei litorali) recentemente adottato dal Comune. Ma anche i lavori di riqualificazione del Lungomare che, con oltre 13,5 milioni di euro di investimento, sono state tra l’altro realizzate le pedane di accesso e gli eco-filtri a protezione dell’arenile. Il documento, presentato oggi (giovedì 21 marzo 2019) al Palazzo Civico di via Roma, inaugura quindi “un modello – ha detto l’assessora alla Pianificazione strategica e territoriale, Francesca Ghirra – che supera i confini amministrativi fra i Comuni per affrontare le politiche del mare con una visione strategica e complessiva con evidenti vantaggi per l’intera costa”. Con lo stesso approccio anche il professor Sandro DeMuro, coordinatore del progetto di ricerca internazionale. “Neptune2 – ha spiegato - contribuirà alla valorizzazione naturalistico-ambientale e alla completa fruizione turistico-didattica del Poetto e più in generale del compendio ambientale marino costiero e delle aree fronte mare”. Le attività di ricerca del progetto saranno infatti utili per migliorare il governo delle zone dunali, di spiaggia emersa, dell’evoluzione della dinamica dei fondali della spiaggia sottomarina, della sedimentologia e dell’idrodinamica. Obiettivo primario: “la conservazione dell’intero, complesso e vivo sistema litorale, l'individuazione e la sperimentazione di buone pratiche gestionali con la loro successiva attuazione”. Da oggi il MedCoastLab (Mediterranean Geomorphological Coastal and Marine Laboratory), laboratorio innovativo specializzato in geomorfologia costiera dell'Università di Cagliari, situato nella via Riva di Ponente nei locali messi a disposizione dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna, fornirà quindi regolarmente dati scientifici (ondametrici, idrodinamici, sedimentologici e geomorfologic provenienti anche da centraline di video-monitoraggio costiero) a Cagliari e Quartu Sant’Elena. MedCoastLa sarà anche la sede della banca dati dei sedimenti delle spiagge del golfo di Cagliari e della Sardegna meridionale.

Quartu Sant'Elena. Al via il Car Sharing

Il Consiglio Comunale di Quartu ha votato all'unanimità l'adesione al programma adottato dalla Città Metropolitana di Cagliari per una gestione più sostenibile del traffico nei territori di competenza. Il provvedimento si inserisce nell'ambito della strategia dell'Amministrazione Comunale, finalizzata alla mobilità sostenibile, anche attraverso il decongestionamento del traffico. In attesa di approvare lo schema di convenzione tra il Comune e la Città Metropolitana, sono già state individuate le zone di sosta dei veicoli riservati al servizio. Nello specifico, 12 saranno localizzate tra il centro e il Poetto, ciascuna con due posti auto abbinati. Ulteriori 4 verranno ricavate nel litorale costiero. Le auto in dotazione, saranno tutte di ultima generazione, consentendo un risparmio per i cittadini e un maggior rispetto dell'ambiente.

Quartu Sant'Elena. Arrestati 2 spacciatori e sequestrato oltre 1 KG di sostanza stupefacente

La Guardia di Finanza di Cagliari, in un'operazione condotta nella serata di sabato 2 febbraio, ha tratto in arresto due fratelli di 37 e 33 anni residenti a Quartu Sant’Elena, accusati di spaccio di stupefacenti. L'azione delle Fiamme Gialle è scaturita nell'ambito dell'attività di controllo economico del territorio a contrasto dei traffici illeciti. In questo contesto i Baschi Verdi, appostati nei pressi della piazza Sacro Cuore di Quartu Sant’Elena, hanno notato un movimento sospetto di persone che, avvicinandosi a piedi ad un soggetto che stazionava nella piazza, ricevevano un involucro ed in cambio consegnavano una banconota. I Finanzieri, sospettando un’attività di spaccio, confermavano i loro dubbi quando, a seguito di un controllo eseguito nei confronti di un ragazzo che si era appena allontanato dal luogo dello scambio dopo essersi intrattenuto con il presunto spacciatore, lo stesso veniva trovato in possesso di 5 grammi di hashish. Avuto pertanto un’ulteriore indizio dell’attività illecita, i Baschi Verdi, unitamente alle unità cinofile, decidevano di controllare il soggetto che stazionava nella piazza, trovandolo in possesso di 79,8 grammi di hashish, 11,9 grammi di marijuana e € 465,00 ragionevolmente provento dello spaccio. Le Fiamme Gialle, quindi, estendevano l’attività di indagine presso l’abitazione dello stesso spacciatore che dava esito negativo, ma, essendo giunto sul posto il fratello del perquisito, il medesimo veniva sottoposto a controllo e trovato in possesso di 7 grammi di marijuana. La successiva perquisizione effettuata sulla sua autovettura permetteva di rinvenire 1 kg di marijuana, 42,3 gr di cocaina, 148 semi di marijuana e 2 bilancini di precisione. Al termine delle attività, tutta la sostanza stupefacente rinvenuta, il veicolo e 2 telefoni cellulari sono stati sottoposti a sequestro, gli spacciatori sono stati tratti in arresto e verranno processati, con rito direttissimo, nella giornata di lunedì. Il soggetto acquirente dei 5 grammi di hashish, un cittadino italiano classe 1970, è stato invece segnalato alla Prefettura di Cagliari.

Quartu Sant'Elena. Berlusconi arriva in città

Silvio Berlusconi arriva a Quartu per presentare la candidata Daniela Noli ed è subito show. Nella prima tappa della sua due giorni in Sardegna il leader di Forza Italia ha evidenziato il particolare ruolo della Sardegna che "molto spesso, anche in passato ha anticipato situazioni che poi si sono verificate a livello nazionale". Durante il comizio Berlusconi attacca i grillini, auspicando che i sardi inizino a capire chi sono realmente. E tra le priorità per la Sardegna, indicate dall'ex premier, la continuità territoriale, la zona franca, le infrastrutture e i trasporti".

Quartu Sant'Elena. Cade dal balcone e muore

E' accaduto questa mattina in via Porcu. Un uomo di 62 anni, mentre fumava una sigaretta in balcone, avrebbe perso l'equilibrio, precipitando nel vuoto. Per lui niente da fare. E' morto è morto sul colpo dopo un volo di circa dieci metri, terminato su un'auto in sosta. Inutili i soccorsi del 118 e dei Carabinieri.

Quartu Sant'Elena. Casa disabitata crolla a causa del maltempo

Per fortuna era disabitata la casa che, a causa del maltempo degli ultimi giorni, si è letteralmente sgretolata. Ad essere danneggiate solamente le auto in sosta nei pressi dell'abitazione, colpite dai detriti. Polizia Municipale, Vigili del Fuoco e Carabinieri sono giunti sul posto per verificare se ci fossero dei feriti. Un'altro crollo ha invece interessato la tettoia di una casa, anche questa in stato di abbandono.

Quartu Sant'Elena. In attesa di chiamata occupano l'aula consiliare del Municipio

I protagonisti della particolare forma di protesta sono i 30 lavoratori che si occupano della cura del verde pubblico cittadino. Infatti, nonostante le assicurazioni ricevute, sono ancora inoccupati e senza stipendio. Per il momento il servizio è assicurato da circa dieci operatori. Il Comune, da parte sua, ha già comunicato ai manifestanti che la situazione dovrebbe sbloccarsi a breve. La questione si trascina dalla scorsa estate, in coincidenza con la conclusione del precedente appalto. Nonostante il Comune avesse trovato dei fondi per consentire la ripresa delle attività già dallo scorso 1° ottobre, tra un rinvio e l'altro, si è giunti ad oggi, ancora senza fatti concreti.

Quartu Sant'Elena. Sequestrati oltre 16.000 articoli di bigiotteria

Nel corso di un intervento a contrasto della commercializzazione di prodotti non sicuri, la Guardia di Finanza di Cagliari hanno eseguito un intervento presso un’attivita’ commerciale operante nel settore del commercio al dettaglio di casalinghi. Nel corso del controllo le Fiamme Gialle hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro 16.154 articoli utilizzati per la fabbricazione di collane e bracciali, venduti come prodotti di bigiotteria, in violazione del codice del consumo in quanto privi di qualsiasi indicazione relativa al produttore, all’ importatore ed al paese di origine. Al responsabile dell’esercizio commerciale e’ stata irrogata una sanzione pecuniaria fino ad un massimo di 25.823 euro. Con quest’ultimo intervento, salgono a 445.772 i prodotti non sicuri sequestrati dall’inizio dell’anno dalla Guardia di Finanza di Cagliari.
Sottoscrivi questo feed RSS

3°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 77%

Wind: 14.48 km/h

  • 03 Jan 2019 13°C 1°C
  • 04 Jan 2019 12°C 1°C