Atti intimidatori agli amministratori locali. Vertice in Prefettura a Nuoro

All'indomani del vile gesto compiuto contro il sindaco di Osini (qualcuno ha tagliato circa 80 piante di ciliegi del suo frutteto), a Nuoro si è svolto un incontro tra alcuni sindaci, il prefetto del centro barbaricino e i rappresentanti delle forze dell'ordine. Per il prefetto di Nuoro, Carolina Bellantoni, non ci sarebbe nessuna emergenza e l'incontro sarebbe stato organizzato per portare solidarietà al sindaco di Osini e per verificare le eventuali azioni di vigilanza e prevenzione da mettere in campo. Da parte sua il sindaco di Osini ha manifestato il disagio dei piccoli centri della Sardegna che, come quello che amministra, vivono una grande difficoltà economica, appesantita dalla mancanza di servizi. Una situazione che contribuisce ad esacerbare gli animi della comunità, fortemente bisognosa dell'aiuto da parte delle istituzioni. Intanto è atteso l'arrivo, nei prossimi giorni, del ministro dell'Interno Marco Minniti, al quale verranno consegnate le richieste degli amministratori.

Cagliari. Natale sicuro grazie alle forze dell'ordine

Feste di Natale sicure per il capoluogo sardo. E' questo l'obiettivo delle diverse forze dell'ordine che, attraverso appositi controlli di prevenzione, mirano a garantire un sereno clima di festa. In particolare, sulla base delle direttive del Ministro dell'Interno, Minniti e le indicazioni operative del Capo della Polizia Gabrielli, il Prefetto di Cagliari ha disposto appositi servizi Interforze di Controllo del Territorio finalizzati ad una incisiva attività di prevenzione che, già dall'inizio del mese di dicembre, interessano le zone di maggior affluenza di persone. In questo senso almeno un'altra trentina di uomini sono stati messi in campo per l'attività natalizia, oltre alle normali attività di controllo del territorio. Attività che dall'inizio del mese a oggi ha portato al controllo di 2.500 persone e 1.863 veicoli. A ciò si si aggiungono le 76 contravvenzioni per violazioni al codice della strada, e i 218 controlli sul rilascio degli scontrini. Accertate inoltre 47 irregolarità sul rilascio delle ricevute e sequestrati quasi 25 mila giocattoli privi di marchio Ce, oltre a 323 mila prodotti sprovvisti dello stesso marchio. Risultati ottenuti grazie alla collaborazione di tutte le forze di polizia con Carabinieri, Guardia di finanza e Polizia Municipale.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari