Sassari. Non paga la prestazione sessuale e viene accoltellato

E' accaduto ad un cliente di un transessuale colombiano di 33 anni, finito in carcere con l'accusa di tentato omicidio. L'episodio si è svolto nella zona industriale di Predda Niedda. Gli agenti della Polizia hanno notato un'auto in sosta, coi fari accesi, senza nessuno a bordo. Vicino al mezzo i due che si pestavano a vicenda, con il cliente che evidenziava diverse ferite da tagli sul corpo. In base ai primi rilievi si asarebbero appartati per una prestazione sessuale a pagamento che alla fine del rapporto ha fatto emergere una discussione sul prezzo pattuito. Il cliente ferito, soccorso dal 118, é stato accompagnato all'ospedale Santissima Annunziata, mentre il colombiano si trova "ospitato" nel carcere di Bancali.

Cagliari. Ex ispettore di Polizia aggredisce carabiniere

Un 64 enne ex ispettore superiore di Polizia ha aggredito un carabiniere che ha cercato di fermarlo in quanto responsabile di guida pericolosa. E' accaduto sull'Asse Mediano dove l'ex ispettore di Polizia si rendeva protagonista di una folle corsa, a bordo della sua Mercedes. Avendo notato le manovre spericolate dell'uomo, un carabiniere non in servizio si è affiancato alla Mercedes all'altezza del semaforo di Viale Colombo e, esibendo il tesserino, ha cercato di contestare al 64 enne la guida pericolosa. Dopo avere insultato il militare, l'uomo ha ripreso la sua corsa. Il carabiniere lo ha inseguito, riuscendo a bloccarlo in viale del Cimitero. Qui è scattata l'aggressione dell'automobilista indisciplinato che ha preso dal portabagagli un bastone e ha iniziato a percuotere il rappresentante dell'Arma. Grazie all'aiuto dei colleghi del 112, giunti sul posto, il 64 enne è stato arrestato, finendo ai domiciliari.

Cagliari. Il bilancio 2018 della Questura

Come ogni anno la Questura di Cagliari traccia un bilancio delle principali attività svolte nel 2018. In base ai dati che sono stati diffusi le chiamate gestite dal 113 nel 2018 sono state oltre 66 mila, mentre gli interventi eseguiti dalla squadra volante hanno raggiunto quota 1.600 con 88 persone arrestate e 250 arrestate. Tra gli altri interventi, il sequestrato di 66 chili di droga e 144 mila euro guadagnati attraverso lo spaccio. Nel corso del 2018 sono stati gestiti 266 servizi di ordine pubblico, tra i quali 55 per manifestazioni in strada, 25 allo stadio e 27 per eventi sportivi. A ciò si aggiunge l'attività svolta dalla sezione amministrativa della polizia che in 12 mesi ha ispezionato 143 attività commerciali tra compro oro, bar e locali: 23 le persone denunciate 60 le contestazioni. Interventi anche sul fronte immigrazione: 84 gli sbarchi diretti nel sud ovest dell'Isola con l'arrivo di 1.012 migranti. Quasi tutti algerini. Rilasciati anche 7.400 permessi di soggiorno. Grande impegno anche per la Polstrada con la rilevazione di 232 incidenti di cui 11 mortali, con 229 feriti. La Polizia Postale ha invece arrestato tre persone, di cui due per reati legati alla pedopornografia, mentre 139 sono stati i denunciati anche per truffe telematiche e furti di identità, 850 le denunce ricevute.

Sassari. Anziana di 80 anni investita sulle strisce pedonali

E' accaduto oggi in via Napoli. L'anziana donna, mentre attraversava sulle strisce pedonali è stata investita da un motociclista che prima si è fermato per controllare le condizioni della donna, ma poi è fuggito. La Polizia, grazie alle immagini registrate da una telecamera puntata sulla strada e alle testimonianze raccolte, ora cerca di identificare il motociclista. Intanto la donna è stata ricoverata in ospedale per la frattura di una costola e della clavicola.

Alla scoperta del “Taser”. Pro e ..... pro del suo utilizzo. Di Alessandro Taras

Il 5 settembre 2018 è la data che ha sancito, seppur in via sperimentale, l’utilizzo del taser in 12 città italiane. Tale strumento è attualmente in dotazione ad organi preposti come Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza. Ma proviamo ad illustrare meglio di cosa si tratta esattamente. Con la parola “Taser” si fa riferimento ad una pistola che emette impulsi elettrici a basso dosaggio della durata di alcuni secondi. Ciò permette di avere una momentanea paralisi dell’individuo su cui è indirizzato. Il suo impiego è già adoperato in numerose parti del mondo tra cui Stati Uniti, Canada, Finlandia, Francia e Gran Bretagna. Il tema merita la giusta attenzione in quanto divide l’opinione pubblica, tante sono le proteste sul suo utilizzo, in modo particolare sui suoi metodi definiti “ruvidi” e pericolosi, se adoperati su persone con determinate patologie. Ma a leggere tra le righe di tali disapprovazioni si evince una leggera nota di ingiustificato buonismo nei confronti di chi trasgredisce consapevolmente le regole della nostra società, mentre si propende all’essere egoisti sull’operato delle forze dell’ordine che quotidianamente pongono la loro vita a rischio per proteggere noi, tutti noi, anche i cosiddetti “buonisti”, che troppo spesso dispensano consigli e giudizi sulla pelle altrui. L’impiego di questo importante strumento arriva in Italia dopo anni di confronti e con la circolare firmata dal nostro ministro dell’interno, Matteo Salvini, risalente allo scorso 4 Luglio se ne ratifica l’utilizzo nelle 12 città scelte, per un numero di 70 agenti autorizzati all’uso. Le modalità di utilizzo del dissuasore elettrico sono state ben definite con precise linee guida già dallo scorso Febbraio e impartite agli agenti incaricati mediante appositi addestramenti che, in un primo momento, dovranno emettere un segnale verbale nei confronti del soggetto criminale. In seconda battuta, qualora lo stato di pericolo non accenni a diminuire, verrà palesato lo strumento che, essendo appositamente di colore giallo, sarà sufficientemente visibile. Solo alla fine, se il malfattore, dopo reiterati avvisi, non recepisce il segnale si passa all’ultima fase, ovvero l’immobilizzazione. Spingendoci ad azzardare delle conclusioni si può ritenere che l’argomento non possa trovare ancora una comune visione da parte dei cittadini, né tanto meno da parte dei numerosi partiti di politici, abili più che mai nel cogliere l’occasione per sindacare sull’operato dell’attuale governo. E non sorprendiamoci se poi viviamo nello “strano” Paese in cui si parla di razzismo o di accanimento di genere se avviene lo sgombero di un campo rom abusivo, mentre se avviene lo sfratto di una anziana nonnina terremotata a causa di formalismi burocratici in pochi se ne interessano. È difficile, si sa, cercare di difendere i diritti di comuni cittadini italiani. Non porta visibilità e riscontri economici a proprio favore. A priori, saranno i fatti a scrivere la storia, solo in seguito potranno arrivare i nostri umili verdetti che, troppo spesso, si accaniscono su chi finalmente dopo anni di promesse cerca di tenere fede, nonostante le malelingue agli impegni presi, con NOI elettori. Alessandro Taras

Cagliari. Operazione della Polizia nel quartiere Sant'Elia

Nell'ambito del piano "Estate Sicura 2018", predisposta dalla Questura di Cagliari, la Polizia ha effettuato una consistente operazione di controllo nel quartiere Sant'Elia dove, sono state elevate diverse sanzioni a circoli privati, per la presenza di slot-machine irregolari o per mancanza di autorizzazioni. Nella stessa operazione é stata arrestata una donna per detenzione e spaccio di droga. Il blitz, che risponde all'esigenza di un maggior controllo territoriale, anche a seguito dell'aumento degli episodi di microcriminalità, ha interessato in particolare tre circoli. In uno, localizzato in via Schiavazzi, sono state sequestrate due slot-machine irregolari e comminate sanzioni per quasi 5 mila euro. In un secondo circolo privato al titolare è stata contestata la violazione dell'orario di accensione e spegnimento delle slot. Mancanza di autorizzazione comunale per la somministrazione di alimenti e bevande, in quanto mai richiesta, per il terzo circolo verificato. In questo caso sono state inoltre sequestrate cinque slot-machine fuori legge e comminate contravvenzioni per oltre 16 mila euro. Per la buona riuscita del piano "Estate Sicura 2018", sono stati messi in campo gli agenti della Squadra Mobile "Gruppo Falchi", della Squadra Volante e della Polizia amministrativa coadiuvati anche dal personale del Reparto Prevenzione Crimine Sardegna, della Squadra Cinofili, e della Polizia Scientifica.

Alghero. "Sono un deputato, fatemi passare davanti saltando la fila"

E' quanto avrebbe detto un 45 enne torinese stanco per l'attesa presso il Pronto Soccorso della cittadina catalana. Purtroppo per lui il personale medico non si è fatto impressionare e l'uomo ha ricevuto le attenzioni adeguate codice a lui assegnato. Una situazione che ha mandato su tutte le furie il piemontese che ha chiamato più volte il 113 asserendo di essere un deputato e per questo avente diritto a saltare la fila. A questo punto gli agenti Commissariato di Alghero hanno voluto verificare l'identità dell'uomo e hanno scoperto che il 45 enne, tutt'altro che deputato, aveva a suo carico dei precedenti per reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti. In passato era stato arrestato dalla Squadra Mobile di Varese per estorsione.

Olbia. Furti di sabbia dalle spiagge

Continuano i furti di sabbia dalle spiagge della Sardegna. Questa volta ad essere beccati sono stati due turisti romani mentre si imbarcavano dal porto di Isola Bianca per Livorno. Gli agenti della Security dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna, hanno infatti constatato che i due avevano con loro tre bottiglie piene e tre bustine di conchiglie. Un bottino di circa quattro chili che è stato sequestrato. L'episodio non è certo circoscritto visto che a poca distanza di tempo è stata fermata un'altra auto con a bordo delle pietre, mentre il Corpo Forestale di Dorgali ha individuato un turista che aveva appena prelevato quattro sacchetti di sabbia dalla spiaggia di Osala, per un totale di tredici chili. Il furto di sabbia, sassi o conchiglie è punibile con salatissime sanzioni che arrivano fino a mille euro.
Sottoscrivi questo feed RSS

3°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 77%

Wind: 14.48 km/h

  • 03 Jan 2019 13°C 1°C
  • 04 Jan 2019 12°C 1°C