Immobiliare. La Sardegna al 14° posto in Italia per erogazione mutui

In base ai dati elaborati dalle agenzie di mediazione creditizia Kìron ed Epicas e dall'Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa, i finanziamenti erogati alle famiglie sarde per l'acquisto della casa hanno raggiunto, nell'ultimo trimestre del 2018, la significativa cifra di 261,1 milioni di euro. Un importo che assegna all'isola il 14° posto su scala nazionale per totale erogato in Italia. Il dato rivela quindi una incidenza sul totale erogato in Italia dell'1,86%. Confrontando il periodo in questione con lo stesso trimestre dell'anno 2017, emerge una variazione delle erogazioni pari a -17,5%, per un controvalore di -55,4 milioni di euro. Positivo invece il dato relativo all'intero 2018, con una variazione positiva pari a +5,7% (+55,6 milioni). Durante il 2018 sono stati erogati 1.023 milioni di euro, volumi che rappresentano il 2,02% del totale nazionale. E per quanto riguarda gli importi, è stato rilevato un lieve aumento, da 104 mila euro nel 2017 a 111 mila euro nel 2018.

Mercato immobiliare. Cresce in Sardegna il mercato dei mutui

In base ai dati diffusi dall'osservatorio congiunto Facile.it - Mutui.it, realizzato su un campione di oltre 1.200 richieste di finanziamento, in Sardegna cresono le domande di mutuo per l'acquisto della casa. In particolare, durante il primo semestre 2018, l'importo medio richiesto si è attestato su 108.958 euro. Il dato rappresenta un aumento del 2,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno prima. La crescita ha riguardato non solo gli importi richiesti agli istituti di credito, ma anche il cosiddetto "Loan To Value", ovvero la percentuale di valore dell'immobile che si intende finanziare tramite il mutuo. Nello specifico, durante i primi sei mesi del 2018 è aumentato al 66,9%, contro il 62,2% del primo semestre 2017. Aumentano i richiedenti mutui a tasso fisso (8 richieste su 10), complici i bassi tassi di interesse. Aumenta anche l'entità degli importi. Le favorevoli condizioni di mercato hanno stimolato le richieste di mutui anche da parte dei più giovani. In questo senso la percentuale di giovani sotto i 35 anni che hanno richiesto un mutuo è passata dal 18,9% del primo semestre 2017 al 22% dei primi sei mesi del 2018. A Nuoro richieste di importi più sostanziosi (119.478 euro), seguita da Sassari con 111.410 euro. A distanza Oristano, con una richiesta media pari a 100.315 euro. In coda il capoluogo regionale con una richiesta media di 109.669 euro.

Mutui Sardegna. Nell'isola la rata più contenuta

In base alla mappa del credito italiano, realizzata da Crif e relativa al 2017, la rata media mensile del mutuo pagato dai sardi ammonta a 299 euro. Un importo sicuramente modesto che colloca all'ultimo posto della graduatoria italiana nella mappa del credito. Su base provinciale, la rata mensile più bassa si registra nel Medio Campidano (275 euro). Un primato anche su scala nazionale. E mentre nel capoluogo la rata media mensile si attesta sui 301 euro, a Olbia-Tempio si registra l'importo medio più elevato (327 euro). Per quanto riguarda l'indebitamento residuo per estinguere i finanziamenti attivi, l'isola si colloca al 18° posto su base nazionale con 25.884 euro. Cagliari risulta essere la provincia con il debito residuo più elevato (31.114 euro), piazzandosi al 66° posto nella classifica nazionale con in testa Milano (52.595 euro). Dati decisamente migliori per il Medio Campidano dove l'esposizione media raggiunge i 22.329 euro (105°posto in Italia). L'incidenza dei mutui all'interno del portafoglio delle famiglie sarde risulta pari al 15,7%, consegnando all'isola il penultimo posto della graduatoria nazionale, seguita solamente dalla Calabria. La maggior parte dei finanziamenti che costituiscono il portafoglio delle famiglie sarde è rappresentato dai prestiti finalizzati all'acquisto di beni e servizi (47,1%).

Mercato immobiliare. In ripresa Cagliari e provincia

In base ai dati diffusi da Tecnocasa il mercato immobiliare nel capoluogo isolano inizia a mostrare segnali di ripresa. Durante i primi sei mesi del 2017 in città sono state registrate 759 transazioni, pari ad un aumento 5,2%. Ancora meglio nella provincia dove, nello stesso periodo, sono state effettuate duemila operazioni di compravendita (+9,4%). In particolare, a Cagliari le quotazioni immobiliari fanno segnare ancora un segno negativo (- 0,8%) che tuttavia rappresenta un netto miglioramento rispetto al -9,7% del 2013. Tra le tipologie immobiliari più richieste quella del trivano (46%). In merito ai prezzi, il budget disponibile si attesta tra i 120 e 249 mila euro. In miglioramento anche gli importi erogati dalle banche sotto forma di mutuo per la casa. Di fatto nel primo trimestre 2017 sono stati erogati finanziamenti per 249,2 milioni di euro che proiettano la Sardegna al 13° posto in Italia (+27,6% con un controvalore di oltre 53,9 milioni). L'importo medio erogato nel semestre si è attestato a circa 108.500 euro per una durata media di 26,3 anni.

Mutui e prestiti. In Sardegna aumentano mutui, surroghe e prestiti finalizzati

Secondo il Barometro Crif sulle richieste di mutui e prestiti da parte delle famiglie sarde, nel corso del 1° semestre 2017 il numero di richieste di nuovi mutui e surroghe ha fatto registrare una crescita del +4,1% rispetto allo stesso periodo del 2016. Il dato risulta essere in controtendenza rispetto a quello nazionale che ha fatto registrare un calo del 5,7%. L'aumento di richieste più significativi si è manifestato nelle province dell'Ogliastra (+27,3%), Medio campidano (+8,1%) e Olbia-Tempio (+6,2%). Più moderato l'incremento nel capoluogo di regione (+5,5%). A Nuoro le richieste sono invece calate (-5,7%). Per quanto riguarda gli importi medi richiesti (inferiore alla media nazionale), la provincia di Cagliari si piazza la primo posto con 112.212. Al secondo posto Olbia-Tempio (110.116 euro). Il Medio Campidano è invece il territorio che ha fatto registrare i valori più contenuti (82.871 euro). In crescita anche le richieste di prestiti finalizzati all'acquisto di beni/servizi (auto, moto, arredo, elettronica ed elettrodomestici, ma anche viaggi, spese mediche, palestre ecc.). Durante il 1° semestre 2017 in Sardegna si è assistito ad una crescita pari allo 0,6% rispetto allo stesso periodo del 2016. Gli aumenti di richieste più significativi sono stati quelli di Ogliastra (+5,6%) e Cagliari (+4,2%).
Sottoscrivi questo feed RSS
giweather joomla module