Meteo Sardegna. Allerta per nevicate e gelate

Il brusco abbassamento delle temperature delle ultime ore ha sortito i primi effetti. Già da questa mattina alcuni paesi come Fonni, Desulo e Gavoi hanno visto nuovamente i fiocchi di neve. Una fugace comparsa della neve anche nella zona circostante Tempio Pausania. In base alle previsioni della Protezione Civile a partire dalle ore 18 di oggi e sino alle 15 del 14 sono possibili delle nevicate al di sopra dei 700 metri. Ad essere maggiormente interessata, la parte centro-settentrionale dell'isola, soprattutto nella prima parte della giornata di domani. Prevista un'attenuazione del fenomeno a partire dal pomeriggio. Segnalazioni di pericolo per la viabilità che lungo la statale 389 e sull'altopiano di Campeda, sulla 131, si presenta difficoltosda, anche se i mezzi Anas sono impegnati nello spargimento di sale. Anche i tecnici dell'Ufficio Meteo dell'Aeronautica Militare di Decimomannu confermano che durante la giornata di San Valentino si potrebbero registrare nevicate a 6-700 metri nella parte centro orientale dell'isola e sull'altopiano di Campeda. Condizioni più miti nelle zone pianeggiati e costiere dove le temperature massime raggiungeranno gli 8, massimo 10 (contro i 2 e 4 gradi delle zone interne). Condizioni meteo in miglioramento a partire da giovedì.

Meteo. Raffiche di vento fino ai 100 chilometri orari

Il forte vento delle ultime ore che sta sferzando tutta l'isola sta creando disagi enormi nei collegamenti marittimi tra la Sardegna e la penisola. Sospese le tratte da Santa Teresa di Gallura alla Corsica e ritardi consistenti dei traghetti provenienti dalla Penisola. In base alle previsioni il forte vento di Mestrale dovrebbe continuare fino alla notte di domenica. Per lunedì è prevista un'attenuazione con raffiche di vento che non dovrebbero superare i 70 km/h, 90 nel basso Campidano. Mareggiate lungo le coste esposte, con onde alte 4-5 metri. Intanto a Cagliari i Vigili del Fuoco sono dovuti intervenire in numerosi casi di alberi caduti, cornicioni, pali, cartelloni e rami pericolanti, recinzioni divelte. L'Amministrazione Comunale ha chiuso, in via precauzionale, i parchi, giardini recintati e cimiteri pubblici. Disagi anche in provincia. A Villacidro hanno preso il volo i pannelli in lamiera di una recinzione, finendo contro un'auto in via Nazionale.

Meteo. Venti e mareggiate da sabato 20 gennaio

Non sembrano migliorare le condizioni climatiche che hanno interessato la Sardegna negli ultimi giorni. Infatti, a partire dal pomeriggio di sabato 20 gennaio si assisterà ad un progressivo rinforzo dei venti che interesserà inizialmente la parte più settentrionale della Sardegna ma che si estenderà al resto dell’isola nel corso della notte. Dal pomeriggio/sera di sabato i venti soffieranno forti da ovest, localmente fino a burrasca mentre domenica 21 soffieranno forti o di burrasca sulla costa ovest, sulla costa nord o nelle zone di montagna. A partire dalla tarda serata di sabato il mare di Sardegna e le bocche di Bonifacio saranno agitati, con onde fino a 4 metri, causando mareggiate lungo la costa ovest e nord dell’isola.

Meteo. Disagi nei collegamenti marittimi

I collegamenti marittimi con la penisola hanno sofferto diversi disagi a causa del forte vento che, in alcuni casi, ha raggiunto anche i 100 chilometri orari. Ritardo di due ore per la nave proveniente da Civitavecchia con destinazione Olbia. Stessi disagi anche per il traghetto che collega Genova per a Porto Torres, che raggiungerà la sua destinazione nel tardo pomeriggio (al posto di ieri sera). Ritardi anche per i collegamenti in partenza da Golfo Aranci, mentre sono stati interrotti i collegamenti da Santa Teresa di Gallura con Bonifacio, in Corsica. In base ai dati dell'Ufficio Meteo dell'Aeronautica Militare di Decimomannu le raffiche di vento hanno superato i 70 km orari a Capo Caccia (Alghero), mentre a Capo Carbonara il vento ha soffiato con velocità pari a 80 km orari. L'attuale situazione metereologica durerà ancora e il vento potrà superare i 100 chilometri l'ora.

Meteo. Vento forte e mareggiate

Condizioni metereologiche avverse fino alle ore 22 di mercoledì 17 gennaio. A renderlo noto è la Protezione Civile attraverso un apposito avviso. In particolare, dalla serata di martedì 16 gennaio e per le successive 24 ore sono previsti venti di forte intensità da Ovest sulle coste settentrionali; in successiva rotazione da Nord-Ovest e in progressiva estensione a quelle occidentali dalla mattinata di mercoledì. Inoltre, sulle Bocche di Bonifacio, sulla fascia costiera della Sardegna Nord-Orientale e sull’Arcipelago Della Maddalena, il fenomeno potrà assumere carattere di burrasca da Ovest Nord-Ovest. Possibili anche le mareggiate fino alle ore 22 di giovedì 17 gennaio. Tutti i cittadini vengono pertanto invitati a prestare la massima cautela negli spostamenti e a mettere in sicurezza vasi e fioriere.

Meteo. Miglioramento per la Befana

Per la ricorrenza della Befana previste temperature miti e cielo sereno in tutta la Sardegna. Ci sarà un calo del vento da nord-ovest che verrà sostituito da correnti provenienti da Sud che, oltre a riparare l'Isola da eventuali perturbazioni, assicureranno temperature leggermente superiori alla media stagionale fino al giorno dell'Epifania. Qualche annuvolamento con pioggia potrebbe manifestarsi solo tra il 7 e l'8 gennaio. La temperatura massima per il giorno della Befana è di 23 gradi, prevista ad Alghero. A Cagliari non dovrebbe superare i 17 gradi, mentre a Sassari si attesterà sui 19 gradi. Minime anche sotto i 5 gradi nel nuorese.

Meteo. Maestrale e mareggiate

Dalla serata di lunedì 1° gennaio e per le successive 30 ore sono previsti venti di ponente o di maestrale fino a burrasca sulle coste settentrionali e occidentali dell’isola. Saranno inoltre possibili mareggiate sulle coste esposte. La ventilazione subirà un’attenuazione dal pomeriggio di martedì 2 gennaio a partire dai settori occidentali della Sardegna, con l’eccezione delle coste settentrionali della Gallura. In base alle previsioni fornite dall'Ufficio Meteo dell'Aeronautica Militare di Decimomannu i prossimi due giorni saranno caratterizzati da una significativa variabilità che porterà piogge e temporali già in serata. Un miglioramento è previsto nella giornata di domani, anche se ancora qualche fenomeno si potrà registrare durante la notte sui settori occidentali dell'isola. Il maestrale dovrebbe avere una velocità media di 60 chilometri orari con picchi fino a 80 chilometri orari che potrebbero causare mareggiate nelle coste occidentali e settentrionali. Il 3 mattina il vento tenderà ad attenuarsi, ruotando giovedì da libeccio con l'arrivo anche di un lieve innalzamento delle temperature.

Previsioni meteo per Capodanno

Anche per Capodanno l'isola sarà sferzata da forti raffiche di vento. Previsto un attenuamento per la notte di San Silvestro, ma poi il vento di maestrale continuerà a soffiare con punte meno significative rispetto ai giorni scorsi ma comunque sostenute anche se con temperature previste in rialzo. Secondo gli esperti dell'Ufficio Meteo dell'Aeronautica Militare di Decimomannu, non dovrebbero esserci precipitazioni di rilievo mentre per quanto riguarda il freddo, le temperature, a partire dal primo dell'anno, saranno 5-6 gradi superiori rispetto a quelle registrate in questi ultimi giorni.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari