Budoni. Maltrattata dal marito, scappa di casa con i figli

E' accaduto a Budoni. Una donna marocchina si è presentata durante la notte presso i Carabinieri, insieme ai suoi tre bambini. La donna ha chiesto l'aiuto dei militari in quanto maltrattata dal marito, suo connazionale. Grazie all'interessamento dei Carabinieri la donna e i suoi bambini sono stati ospitati a casa di una famiglia di vicini, in attesa che i servizi sociali del Comune si attivino per trovare una soluzione strutturale. L'episodio risale a tre giorni fa. A quanto pare da tempo la donna viveva una situazione familiare molto difficile, caratterizzata da frequenti litigi e discussioni. L'ennesimo episodio di violenza ha convinto la donna a raccontare tutto ai Carabinieri, dopo l'abbandono dell'abitazione. Nonostante tutto, al momento non è stata sporta alcuna denuncia nei confronti del marito.

Ollolai. Finisce in carcere per maltrattamenti a moglie e figli

E' quanto accaduto ad un 49 enne di Ollolai, arrestato dalla Polizia di Nuoro, su ordine del Gip del Tribunale barbaricino, a seguito dei ripetuti maltrattamenti perpetrati nei confronti dei familiari. In base alle indagini, l'uomo si trovava spesso in stato di ubriachezza, condizione che lo spingeva a prendersela soprattutto con la moglie, di cui era molto geloso, pedinata anche sul luogo di lavoro per costringerla a rientrare con lui. Oltre alla consorte le minacce colpivano anche gli altri familiari, costringendoli ad un continuo stato di sudditanza psicologica. Gli episodi di violenza sono arrivati al punto tale da bruciare i vestiti dei congiunti. A ciò si aggiungono le incursioni notturne nella camera da letto dove dormivano la moglie e la figlia minore per svegliarle e rovesciare su di loro acqua e sapone per i piatti. Una situzione che ha reso necessaria l'emanazione di un'ordinanza di custodia presso il carcere di Badu 'e Carros.

Olbia. Si scaglia con un coltello contro la madre: arrestato

La madre e il suo compagno erano contrari alla decisione di tenere un cane in casa. Una situzione inaccettabile per il giovane olbiese che si è avventato contro i due, armato di coltello. Allertati dalla donna, i Carabinieri sono giunti presso l'abitazione, hanno bloccato e tratto in arresto il giovane che aveva già aggredito il compagno della madre. Quest'ultimo ha riportato lesioni guaribili in trenta giorni. L'episodio conferma il comportamento violento del ragazzo, non nuovo a episodi simili. Ora si trova nel carcere di Nuchis. Per lui l'accusa di maltrattamenti in famiglia, minacce e lesioni personali gravi.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari