Cagliari. Is Mirrionis: operazione sgombero appartamenti occupati abusivamente

Questa mattina i Carabinieri della Compagnia di Cagliari, coordinati dal tenente Stefano Martorana, si sono attivati per lo sgombero di tre appartamenti occupati abusivamente. Il blitz, cui hanno partecipato anche i Vigili Urbani, ha riguardato tre alloggi occupati da persone già coinvolte in un'operazione dei militari risalente al maggio scorso per la quale erano scattati tre provvedimenti, uno di detenzione e due di arresti domiciliari. I tre appartamenti, occupati senza alcun titolo, verranno restituiti al Comune che poi li affiderà agli aventi diritto. Il blitz di questa mattina sdi inserisce nell'ambito delle attività di riqualificazione di tutta la zona di Is Mirrionis, ed in particolare l'area della case parcheggio in via Timavo, con l'obiettivo di riconsegnarla alla collettività.

Cagliari. Arrestati due fratelli per spaccio di droga

Avevano trasformato la loro abitazione in un vero e proprio fortino, protetto da un sistema di videosorveglianza. All'interno custodivano la droga per lo spaccio. L'intervento della Polizia di Cagliari, che ha effettuato una perquisizione presso la casa dei due, in via Bosco Cappuccio, ha consentito il sequestro di 815 euro, probabilmente derivanti dallo spaccio della droga e 20 panetti di hascisc. Sequestrato anche l'occorrente per tagliare e confezionare la droga. E così, dopo l'arresto del padre, avvenuto a settembre dello scorso, anno, anche per i due fratelli sono scattate le manette e ora si trovano nel carcere di Uta. Al blitz della Polizia di via Bosco Cappuccio, che si inserisce all'interno delle attività finalizzate a frenare lo spaccio di droga nei quartieri di San Michele e Is Mirrionis è seguito un'altro intervento nel quartiere Marina, dove è stato bloccato un 17 enne algerino sorpreso a spacciare hascisc.

Cagliari. Operazioni antidroga della Polizia. Arrestate 15 persone

Nell'ambito del progetto sul recupero e risanamento delle aree cittadine a rischio, come San Michele e Is Mirrionis, la Squadra Mobile di Cagliari ha effettuato negli ultimi tre mesi 15 arresti per spaccio di droga. La sostanza stupefacente serviva a rifornire il quartiere della Marina che, proprio per questo ha dato il nome alle varie operazioni condotte dalla Polizia ("Marina Express"). L'ultimo arresto in ordine di tempo è quello di un 40 enne di Is Mirrionis, Cristian Viola, ritenuto uno degli organizzatori, responsabile per la commercializzazione della droga che veniva consegnata ad alcuni corrieri per la vendita in centro città. Le operazioni della Polizia hanno consentito, complessivamente, il sequestro di 2,2 chili di hascisc, 1.684 grammi di marijuana e 709 grammi di cocaina.

Cagliari. Tamponano auto della Polizia durante un'inseguimento

E' accaduto questa mattina in via Is Mirrionis. Durante un'inseguimento una Smart condotta da malviventi è piombata su una "pantera" della Polizia, per poi ribaltarsi e tamponare un'altro mezzo. Uno dei malviventi sarebbe rimasto ferito gravemente durante il ribaltamento della Smart. A causa dell'incidente il tratto di strada da via Cadello a piazza d'Armi, è stata interdetto al traffico. Agenti della squadra volante, Polizia Municipale e 118 sono intervenuti sul luogo dell'accaduto.

Cagliari. Reading finale della “Scuola Popolare di Poesia di Is Mirrionis”, diretta dal poeta Gianni Mascia

"Tra le pieghe del Karma" ai “Giardini pubblici”, il 29 luglio 2017. Tra le pieghe del karma è il titolo del reading che chiuderà il laboratorio annuale della Scuola popolare di poesia di Is Mirrionis. Interverranno il poeta Gianni Mascia, direttore e fondatore, il giornaista Maurizio Ciotola e gli allievi della Scuola Popolare di Poesia di Is Mirrionis che invitano gli interessati a condividere emozioni, sabato 29 Luglio 2017 ai Giardini Pubblici. Il reading chiude il laboratorio di scrittura poetica, quest' anno dedicato ai grandissimi Eugenio Montale, VladímirVladímirovic Majakóvskij,Alda Merini, Fabrizio De André, Sylvia Plath, Allen Ginsbeg, Lawrence Ferlinghetti, Jack Kerouac Francesco Cicito Masala, Bob Dylan, Pablo Pascal, Aldo Nove, Alejandro Jodorowsky e Umberto saba. Accompagnamento musicale di Michele Giuseppe Rovelli. L' evento è libero e gratuito.

Cagliari. Reading finale della “Scuola Popolare di Poesia di Is Mirrionis”, diretta dal poeta Gianni Mascia

Presentata questa mattina a Nuoro la 21a edizione di "Autunno in Barbagia": 32 appuntamenti che metteranno in vetrina i centri del Nuorese all'insegna della riscoperta delle tradizioni, profumi, saperi e prodotti locali. Per dare più enfasi a questi aspetti caratterizzanti della manifestazione il tema di quest'anno è riassunto dalla rappresentazione di un dolce tipico a forma di cuore. Nell'arco della sua esistenza "Autunno in Barbagia" ha visto coinvolti 55 Comuni barbaricini. Rispetto al passato, l'edizione 2017 potrà contare anche sull'adesione di Ottana, Ortueri, Oniferi e Orotelli. L'obiettivo degli organizzatori è chiaro: replicare le 500 mila presenze dell'anno scorso, unitamente al coinvolgimento del numero maggiore di imprese locali (nel 2016 erano 1.600). L'evento rappresenta una vera e propria boccata d'ossigeno per le comunità coinvolte, basti pensare che a fronte di un costo organizzativo di circa 400 mila euro, si genera un fatturato complessivo di 9 milioni di euro".

Cagliari. Is Mirrionis e la sua biblioteca futura, forse. Di Maurizio Ciotola

Ieri sera a Cagliari in via Montevecchio, nella ex Circoscrizione di Is Mirrionis, è stata presentata al pubblico la nuova biblioteca di quartiere. Oltre ad una folta presenza di associazioni e cittadini, hanno partecipato gli assessori Secchi, Frau e Fadda, i quali, ognuno per la propria parte, hanno reso possibile questa offerta culturale e sociale in un quartiere in forte fibrillazione. La dott.ssa Dolores Melis, direttrice della M.E.M. e del settore specifico per l’area Metropolitana di Cagliari, ci ha consentito di comprendere che, l’iniziativa, ancorché luogo di elaborazione ulteriore per un modello esportabile di biblioteca di quartiere, usufruirà della meritoria esperienza di successo sviluppatasi nella gestione della M.E.M. Il direttore, dott. Costa, ha subito fatto quadrato intorno a questa iniziativa sperimentale, per cui la biblioteca di via Montevecchio, i suoi spazi, le sale, non saranno di nessuno, ma di tutti, con una gestione diretta del comune. La presenza delle tante associazioni culturali di Is Mirrionis, l’intervento dei loro rappresentanti chiamati ad esprimersi con una sintetica parola su questa iniziativa, hanno espresso significative realtà di quartiere per cui la biblioteca e i suoi spazi potrebbero divenire crocevia e luogo di incontro. Ieri sono cadute anche le nostre perplessità sulle parole espresse in altre sedi, apparentemente sbrigative del sindaco Massimo Zedda, circa la necessità di una rete condivisa tra le associazioni culturali, ovvero la necessità di far sistema in funzione di un sostegno efficace da parte dell’amministrazione comunale. I molteplici interventi, quasi tutti di rappresentanti di associazioni con sede nel quartiere, ci hanno fatto comprendere la vitalità, la ricchezza e la potenzialità presente ad Is Mirrionis. Queste stesse associazioni da anni cercano di far sistema, ma alcune, poche per fortuna, ricadono in una sorta di isolamento culturale, che rimarca una involuzione delle attività, in alcuni casi fine a se stesse. L’assessore Frau scommette su questa iniziativa e il supporto di una oculata gestione, che nasce da una visione avanzata, cui la dott.ssa Melis garantisce l’apporto esperienziale, non può che correre verso il successo di questa iniziativa. Via Montevecchio potrebbe divenire il “router” per le associazioni e le singole iniziative di Is Mirrionis, il laboratorio per avviare ad una concreta “connessione” il loro portato culturale ed esperienziale per approdare a quel progetto, ancor più ambizioso costituito dal cosiddetto “Hangar”, vero e proprio “hub” per una connessione realistica delle associazioni. La biblioteca si apre alle persone e le persone in essa devono riuscire a ritrovare un habitat consono, dialogante, aperto ed inclusivo. Tutti sono pronti a sfidarsi per riuscirvi. Le volontà sono state da tutti dichiarate, l’impegno degli assessori e della direzione di settore sembra esplicito ed incontrovertibile, l’entusiasmo è evidente. Ma, perché esiste un “ma”, che sembra rigettare i propositi appena enunciati e di cui siamo stati testimoni, una simile biblioteca come sarà resa fruibile nei suoi servizi a cittadini? Perché, ahinoi, in chiusura dell’incontro è arrivata la doccia fredda, con cui si è demolito o congelato quanto è emerso dal proficuo dialogo tra cittadini, associazioni e amministrazione comunale, ossia gli orari e i giorni in cui questa struttura potrà essere resa disponibile. Ci dicono che le risorse sono appena sufficienti a garantire l’apertura in due giorni infrasettimanali e per poche ore, la cui fascia oraria sarà decisa sulla base della compilazione di quesiti proposti ai cittadini in merito alla gestione della biblioteca. Una vera e propria mannaia con cui si compie una ulteriore demolizione di quella già sfilacciata fiducia tra i cittadini del quartiere di Is Mirrionis e l’amministrazione comunale, che invece dovrebbe saper dare concretezza agli annunci, non lasciarli solo propositi. Maurizio Ciotola
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari