Assemini. Sequestrati oltre 2 milioni di articoli non sicuri e contraffatti

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell’ambito delle azioni finalizzate al contrasto della contraffazione e commercializzazione di prodotti non sicuri, hanno individuato nelle campagne di Assemini, in località Troncu Is Follas, un capannone di circa 600 mq, nella disponibilità di una società di Cagliari operante nel settore del commercio all’ingrosso, contenente oltre 2 milioni di articoli contraffatti e non sicuri. La scoperta trae le sue origini dall’analisi delle informazioni acquisite a seguito dei numerosi sequestri effettuati negli ultimi mesi, grazie ai quali si è potuto risalire ai canali di approvvigionamento di prodotti non originali e non conformi agli standard di sicurezza previsti, oggetto di commercializzazione in tutta la provincia.

Cagliari. Individuato evasore totale che ha complessivamente occultato al fisco oltre 3,5 milioni di euro

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell’ambito delle iniziative a tutela delle entrate e a contrasto dell’evasione fiscale, ha concluso un intervento ispettivo nei confronti di una azienda dell’hinterland cagliaritano operante nel settore dell’e-commerce. Nello specifico, l’azione delle Fiamme Gialle è stata orientata alla verifica del corretto adempimento delle disposizioni tributarie vigenti ai fini dell’i.v.a. e delle imposte dirette. Le attività ispettive sono state avviate a seguito di una segnalazione elaborata a livello centrale dalle unità del corpo specializzate nell’analisi delle transazioni economiche sul web. L’azienda in questione effettuava on line acquisti di diverse tipologie di prodotti, in particolare materiale informatico e telefonico (tablet, cellulari), per il quale riceveva apposita fattura da parte del venditore. A sua volta, l’azienda controllata vendeva - con corredo di regolare documentazione fiscale – i prodotti ai propri clienti, operando un prezzo altamente concorrenziale: tale circostanza era resa possibile dal fatto che, a fronte della formale emissione di fattura e quindi di un operazione che in apparenza risultava formalmente regolare, la vendita, sostanzialmente, risultava in nero, perché non trovava annotazione nelle scritture contabili, peraltro non istituite. L’attività di verifica ha comportato l’analisi di oltre 6.500 fatture di vendita, emesse dalla società verificata durante tre annualità nei confronti di acquirenti – tutti privati cittadini - dislocati sull’intero territorio nazionale. Al termine delle operazioni, il contribuente, indicizzato come evasore totale avendo omesso di presentare le dovute dichiarazioni, è risultato avere sottratto al fisco introiti per 3.552.279 euro con una conseguente evasione i.v.a. per 598.161 euro. Il titolare dell’attività, alla luce del superamento delle soglie normativamente previste, è stato segnalato all’autorità giudiziaria per il reato di omessa dichiarazione.

Quartu Sant'Elena. Sequestrati oltre 16.000 articoli di bigiotteria

Nel corso di un intervento a contrasto della commercializzazione di prodotti non sicuri, la Guardia di Finanza di Cagliari hanno eseguito un intervento presso un’attivita’ commerciale operante nel settore del commercio al dettaglio di casalinghi. Nel corso del controllo le Fiamme Gialle hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro 16.154 articoli utilizzati per la fabbricazione di collane e bracciali, venduti come prodotti di bigiotteria, in violazione del codice del consumo in quanto privi di qualsiasi indicazione relativa al produttore, all’ importatore ed al paese di origine. Al responsabile dell’esercizio commerciale e’ stata irrogata una sanzione pecuniaria fino ad un massimo di 25.823 euro. Con quest’ultimo intervento, salgono a 445.772 i prodotti non sicuri sequestrati dall’inizio dell’anno dalla Guardia di Finanza di Cagliari.

Cagliari. Scoperta evasione fiscale per oltre 1,8 milioni di euro

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell’ambito delle iniziative finalizzate al contrasto dell’evasione fiscale, ha concluso due interventi ispettivi nei confronti di altrettante realtà commerciali del capoluogo, operanti una nel settore dei trasporti, l’altra nel settore del commercio all’ingrosso di abbigliamento. In entrambi i casi l’azione delle Fiamme Gialle si é concentrata sulla verifica del corretto adempimento delle disposizioni tributarie vigenti ai fini dell’I.V.A. e delle Imposte Dirette. In particolare, nel primo caso l’attività di verifica ha permesso di constatare che, per due annualità, la società aveva inserito nelle previste dichiarazioni alcuni costi in realtà non deducibili, abbassando così la base imponibile per pagare di conseguenza tasse più basse. Il raffronto, quindi, tra la documentazione contabile esaminata e le dichiarazioni prese a riscontro ha evidenziato un indebito inserimento di costi per € 429.360 con una conseguente evasione I.V.A. per quasi 94.500 €. Nel secondo caso, invece, i finanzieri, esaminando l’intero impianto contabile della società per due anni di imposta e raffrontandolo con la documentazione rinvenuta durante la verifica, hanno constatato che l’azienda aveva omesso di inserire in bilancio alcune operazioni commerciali, non dichiarandone così i relativi ricavi. Al termine delle operazioni, i militari hanno constatato una sottrazione al fisco di ricavi per oltre 1.371.000 € ed un’evasione I.V.A. di oltre 416.000 €.

Contrasto alla contraffazione ed all’abusivismo commerciale sui litorali. Sequestrati oltre 350 articoli

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell'ambito dei controlli lungo i litorali, parte integrante del progetto “Spiagge Sicure”, ha effettuato diversi interventi volti al contrasto della contraffazione e dell’abusivismo commerciale. In particolare, nel comune di Villasimius, nascosti tra la vegetazione della pineta in prossimità della spiaggia di Campulongu, le Fiamme Gialle hanno rinvenuto e sequestrato due borsoni contenenti 295 articoli tra occhiali, scarpe, maglioncini, pantaloni, costumi e braccialetti. In un’altra circostanza, a Cagliari, i finanzieri hanno rinvenuto all'interno di un veicolo, alcuni capi di abbigliamento contraffatti. La successiva perquisizione presso l’abitazione del conducente dell’autovettura – un cittadino extracomunitario classe 1992 – ha consentito di rinvenire ulteriori articoli non originali. Complessivamente sono stati sequestrati 61 articoli contraffatti tra scarpe e accessori di abbigliamento riconducibili a noti brand quali Converse, Liu Jo, Nike e Louis Vuitton. Il venditore ambulante e’ stato segnalato alla locale autorita’ giudiziaria. Con le operazioni di Villasimius e Cagliari a 1.959 gli articoli contraffatti sequestrati. Tra questi, 555 supporti digitali privi del marchio Siae e 3.675 articoli non sicuri e privi del marchio “CE”.

Contrasto alla contraffazione ed all’abusivismo commerciale. Sequestrati 101 articoli tra accessori e capi di abbigliamento

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell'ambito delle quotidiane attività di controllo lungo i litorali, inserite nel progetto “Spiagge Sicure”, hanno effettuato un intervento volto al contrasto della contraffazione e dell’abusivismo commerciale, presso la spiaggia di Simius, a Villasimius. Le Fiamme Gialle hanno notato la presenza di uno zaino ed un espositore, occultati tra la vegetazione a ridosso dell’arenile. All’interno dello zaino e nell’espositore sono stati rinvenuti 100 paia di occhiali e un jeans, tutti finemente contraffatti. Tutta la merce è riconducibile a marchi di grande richiamo come Louis Vuitton, Ray Ban, Hogan, Oakley, Gucci. La merce e’ stata posta sotto sequestro. Dall’inizio della stagopne estiva le attività a contrasto della contraffazione e dell’abusivismo commerciale hanno portato al sequestro di 1.898 articoli contraffatti, 555 supporti digitali privi del marchio Siae e 3.380 articoli non sicuri e privi del marchio “CE”. Sono tutt’ora in corso approfondimenti investigativi volti a verificare i canali di approvvigionamento di prodotti contraffatti e non sicuri.

Contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale sui litorali. Sequestrati circa 400 articoli.

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell'ambito delle quotidiane attivita’ di controllo dei litorali, ha effettuato ulteriori interventi volti al contrasto della contraffazione e dell’abusivismo commerciale. Sul litorale di Pula, in localita’ Tuerredda, le Fiamme Gialle hanno individuato due cittadine straniere, una argentina ed una spagnola che, proponendosi come indossatrici di abiti-pareo, erano intente a vendere i loro prodotti alla numerosa clientela presente sulla spiaggia. L’intervento dei finanzieri ha consentito di appurare che le due venditrici erano sprovviste di partita iva e della necessaria autorizzazione al commercio nelle aree demaniali, circostanze che hanno condotto al sequestro dei 45 abiti in loro possesso ed all’irrogazione di una sanzione amministrativa di 1.032 €. I militari hanno individuato anche tre soggetti extracomunitari che effettuavano commercio ambulante i quali, seppur tutti titolari di partita iva, non possedevano la concessione per esercitare la vendita sui litorali. Anche per loro e’ scattata la medesima sanzione amministrativa comminata alle due indossatrici/venditrici. Sempre sulla costa occidentale, ma nel comune di Domus de Maria, in localita’ Chia, le Fiamme Gialle hanno sequestrato 52 accessori moda (cappellini, ziani, borselli, cinture) nei confronti di un soggetto extracomunitario, anch’esso privo di partita iva e sanzionato amministrativamente per mancanza di licenza per la vendita sull’arenile. Medesimo provvedimento sanzionatorio e’ stato assunto nei confronti di un altro cittadino extracomunitario, anch’egli titoloare di partita iva ma privo della concessione per la vendita in spiaggia. Ulteriori attivita’ di perlustrazione delle zone attigue, hanno altresi’ consentito di individuare e sequestrare, abbandonati all’interno di un involucro tra i cespugli, 7 borselli recanti marchi contraffatti riportanti i segni distintivi di maisons di moda quali Louis Vuitton, Gucci e Burberry. Interventi anche a Cagliari dove i baschi verdi, durante un posto di controllo, hanno rinvenuto, all’interno di un’autovettura, 52 tiralampo contraffatte, ricondicibili a noti brand di moda, come Monlcer e Colmar. Le successive attivita’ di perquisizione condotte presso l’abitazione del conducente dell’autovettura – un soggetto extracomunitario di 33 anni – hanno consentito di rinvenire ulteriori 86 articoli finemente contraffatti, tra borse, portafogli, calzature ed occhiali, riportanti marchi quali Prada, Gucci, Armani, Liu Jo e Trussardi, nonche’ 179 cd musicali privi del marchio Siae. I complessivi 317 prodotti sono stati sequestrati e il soggetto denunciato alla locale autorita’ giudiziaria.

Villasimius. Sequestrati articoli di abbigliamento contraffatti e denuncia per lavoro minorile

Nell'ambito delle attività di controllo inserite nel piano "Spiagge Sicure", la Guardia di Finanza di Cagliari e della tenenza di Muravera ha sequestrato oltre 40 articoli di abbigliamento contraffatti. Denunciato inoltre un soggetto per l’impiego di una minorenne in attività lavorativa. L'operazione si è svolta sul litorale di Villasimius, in località Campulongu dove le Fiamme Gialle hanno rinvenuto due bustoni di plastica abbandonati da venditori ambulanti, che si erano precedentemente allontanati alla vista degli uomini in divisa. All'interno delle buste 41 capi di abbigliamento tra scarpe, polo, camicie e jeans: tutti prodotti finemente contraffatti e riconducibili a noti brand di moda. Sempre a Campulongu i finanzieri hanno individuato, presso una bancarella, una ragazzina di 14 anni impiegata in attività di vendita. Il padre della minore, titolare dell’attività di commercio, e’ stato denunciato alla locale autorità giudiziaria per violazione delle norme in materia di lavoro minorile.
Sottoscrivi questo feed RSS

20°C

Cagliari

Cloudy

Humidity: 83%

Wind: 11.27 km/h

  • 16 Oct 2018 22°C 17°C
  • 17 Oct 2018 21°C 18°C