Abusivismo commerciale. Controlli sui litorali: sequestrati 1.421 articoli

La Guardia di Finanza di Cagliari nell'ambito delle attività di controllo sui litorali della provincia a contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione, ha effettuato nei giorni scorsi diversi sequestri di prodotti ed articoli contraffatti o per la cui vendita non era stata concessa alcuna autorizzazione. Sul litorale di Pula, durante una perlustrazione dell’arenile, le Fiamme Gialle hanno rinvenuto, occultati tra la vegetazione a ridosso di uno stabilimento balneare, alcuni bustoni di plastica ed uno zaino abbandonati da venditori abusivi, che si erano precedentemente allontanati alla vista degli uomini in divisa. Al loro interno, bracciali, borselli bigiotteria varia, per un totale di 1.394 articoli, tutti sottoposti a sequestro. Sul versante orientale, lungo il litorale di Muravera, i baschi verdi hanno intercettato un venditore ambulante il quale proponeva l’acquisto di capi di abbigliamento e pelletteria contraffatti. Il materiale rinvenuto, riconducibile a brand di lusso e sportivi, e’ apparso subito di ottima fattura, ma ad un esame piu’ approfondito, manchevole di alcuni particolari o elementi distintivi che distinguono un prodotto originale da uno contraffatto. Complessivamente, i finanzieri hanno sequestrato 27 articoli, tra borse, portafogli, cinture, magliette sportive e cappellini, e per il venditore – un soggetto extracomunitario - e’ scattata la denuncia all’autorita’ giudiziaria.

Cagliari. Individuato evasore totale nel settore della ristorazione

La Guardia di Finanza di Cagliari ha individuato un evasore totale che ha occultato al fisco ricavi per oltre 137 mila euro. L’azione delle Fiamme Gialle, originata da un approfondimento investigativo a seguito di un controllo sulla corretta emissione dello scontrino fiscale, conclusosi con esito irregolare, si è concentrata sul corretto assolvimento degli obblighi imposti dalle disposizioni tributarie vigenti ai fini delle imposte dirette, dell’iva e dell’irap. A seguito delle attivita’ ispettive è emerso che il contribuente, per due annualita’ su quattro sottoposte a verifica, non avrebbe presentato le dovute dichiarazioni. I finanzieri hanno quindi proceduto ad una ricostruzione del volume d’affari della societa’ sulla base delle fatture di acquisto che non erano state annotate in contabilita’. Tali operazioni hanno consentito di individuare la societa’ quale evasore totale, evidenziando ricavi sottratti a tassazione per 137 mila euro e un’evasione i.v.a. Per oltre 14 mila euro.

Cagliari. Individuato un evasore totale operante nel settore della ristorazione

In base alle risultanze della verifica effettuata dalla Guardia di Finanza di Cagliari, la società in questione, operante nel settore della ristorazione, avrebbe occultato al fisco un importo globale di oltre 173 mila euro. In particolare, il controllo delle Fiamme Gialle si è concentrato sul corretto assolvimento degli obblighi delle disposizioni tributarie vigenti ai fini delle imposte dirette, dell’iva e dell’irap, per i periodi d’imposta 2014 e 2015. Attraverso l’esame delle fatture passive, dei registri dei corrispettivi e dei dati rilevati dalle banche dati in uso alla Guardia di Finanza, è emerso che l’azienda oggetto di verifica avrebbe operato non osservando la normativa fiscale, disattendendo agli obblighi dichiarativi e di versamento dei tributi, risultando, per le annualita’ sottoposte a controllo, evasore totale. Nello specifico, le operazioni di verifica hanno consentito di constatare la sottrazione di ricavi per complessivi 173.194 euro ed un’evasione i.v.a. per 20.570 euro.

Controlli in materia di sicurezza prodotti. Sequestrati oltre 950 articoli dalla Guardia di Finanza

Nel corso di attivita’ a contrasto della commercializzazione di prodotti non sicuri le Fiamme Gialle del gruppo di Cagliari, tenenza di Muravera e Iglesias hanno eseguito, nell’ultimo periodo, alcuni interventi nel territorio della provincia. Nel corso di un primo controllo, effettuato presso un’attivita’ commerciale di una cittadina del sarrabus, gli uomini della tenenza di Muravera hanno riscontrato che la merce veniva venduta in violazione della direttiva comunitaria che disciplina la sicurezza dei prodotti. In questo caso sono stati rinvenuti 263 articoli (telecamere, lampadine, calcolatrici, sveglie ecc….) mancanti o con la irregolare apposizione della marcatura “CE”, dell’indicazione degli estremi identificativi del produttore e delle avvertenze e istruzioni in lingua italiana. In tre attivita’ commerciali di distinte localita’ del sulcis, i finanzieri di Iglesias hanno invece rinvenuto, rispettivamente, 191, 140 e 165 articoli concernenti materiale elettrico che i titolari mettevano in commercio privi della marcatura “CE” o apposta irregolarmente e dell’ indicazione degli estremi identificativi del produttore come anche delle avvertenze e istruzioni in lingua italiana. A Quartu Sant’Elena, presso un’attivita’ commerciale, le Fiamme Gialle del gruppo di Cagliari hanno rinvenuto 192 articoli (vassoi in cartone per alimenti e copridivano) privi delle indicazioni cogenti, concernenti materiale elettrico che il titolare metteva in commercio privi della marcatura “CE” o dell’ indicazione degli estremi identificativi del produttore e delle avvertenze e istruzioni in lingua italiana. I prodotti rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro ed a ciascun responsabile delle attivita’ commerciali e’ stata irrogata una sanzione pecuniaria fino ad un massimo di 5.000 euro. Dall’inizio dell’anno, a seguito dei numerosi interventi effettuati nello specifico settore, le fiamme gialle hanno sequestrato, sull’intero territorio della provincia, oltre 425.000 prodotti “non sicuri” e sanzionato 26 operatori commerciali.

Cagliari. Individuato un evasore totale che ha occultato oltre 135.000 al fisco

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, ha individuato una società del capoluogo, operante nel campo dell’edilizia, che ha occultato al fisco oltre 135 mila euro. L'attività ispettiva, finalizzata alla verifica del corretto assolvimento degli obblighi delle disposizioni tributarie vigenti ai fini delle imposte dirette e dell’iva, ha fatto emergere l'inosservanza della normativa civilistico – fiscale. Di fatto venivano disattesi agli obblighi contabili, dichiarativi e di versamento dei tributi. Un comportamento che faceva della società in questione e per il periodo sottoposto a controllo, un evasore totale per complessivi 135.048 euro. A oltre 4.000 euro ammonta invece l'iva evasa.

Cagliari. Scoperta evasione fiscale per quasi 674.000 euro

La Guardia di Finanza di Cagliari, nucleo di Polizia Economico-Finanziaria, hanno portato a termine una verifica fiscale nei confronti di una societa’ di Cagliari operante nel settore dei trasporti. L’azione delle Fiamme Gialle, orientata alla verifica del corretto assolvimento degli obblighi delle disposizioni tributarie vigenti ai fini delle imposte dirette, dell’i.v.a. e dell’i.r.a.p., ha consentito l'emersione di un reddito non dichiarato per un importo complessivo pari a euro 673.919. In particolare dall'analisi della documentazione sottoposta a verifica i finanzieri hanno rilevato che un ingente contributo pubblico erogato in favore dell’azienda che trovava corrispondenza in contabilita’. Circostanza che indica una situazione reddituale inferiore al reale.

Truffe on line. Arrestato pluripregiudicato

Il nucleo di Polizia Economico-Finanziaria Cagliari della Guardia di Finanza ha eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.i.p. presso il locale tribunale, a carico di un soggetto responsabile dei reati di truffa aggravata, falso in atto pubblico e violazione degli obblighi inerenti alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale. La misura cautelare personale scaturisce dalle indagini, dirette dalla Procura della Repubblica cagliaritana, avviate a seguito di numerosissime denunce presentate, in Sardegna e in altre località della penisola, da persone raggirate in occasione di acquisti su internet. Il modus operandi adottato era sostanzialmente il seguente: dopo avere individuato nei siti di annunci gratuiti on line l’inserzione di ricerca di un particolare bene da parte di un soggetto, l’arrestato contattava via telefono o via mail la potenziale vittima e, fingendo di avere la disponibilità del pezzo cercato (in genere, si trattava di ricambi per auto o prodotti tecnologici), concordava le modalità di consegna e di pagamento, richiedendo il versamento anticipato del prezzo pattuito su carte Postepay a lui intestate. In questo modo, induceva quindi in errore l’ignaro acquirente circa la serietà della proposta di vendita ma poi, a pagamento effettuato, alla vittima non veniva spedito alcunchè. Le indagini hanno portato ad individuare il responsabile delle truffe, un pluripregiudicato già noto alle forze dell’ordine e sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, ed al quale sono stati contestati 47 casi di truffa. Lo stesso, inoltre, si è reso responsabile del reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico, per aver presentato una denuncia, dichiarando falsamente lo smarrimento di una carta prepagata postepay, che in realtà gli era stata sequestrata il giorno prima, al fine di ottenere il rimborso del relativo saldo. La misura cautelare in carcere è in linea con un recente orientamento giurisprudenziale, che qualifica tale tipologia di raggiri on line come una forma aggravata di truffa, a motivo della condizione di “minorata difesa” in cui si trova il potenziale acquirente il quale, in ragione del luogo di commissione del reato (internet), si trova in posizione di svantaggio rispetto ai truffatori.

Monserrato. Individuato evasole totale per oltre 176 mila euro

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell'ambito delle attività volte a contrastare l'evasione fiscale, ha individuato un evasore totale che ha complessivamente occultato oltre 176.000 di euro al fisco. La verifica fiscale delle Fiamme Gialle ha coinvolto un professionista operante nel settore medico. Nello specifico, il professionista avrebbe operato senza osservare la normativa civilistico – fiscale, disattendendo agli obblighi contabili, dichiarativi e di versamento dei tributi e risultando, per le quattro annualità sottoposte a controllo, evasore totale per complessivi 176.259 euro.
Sottoscrivi questo feed RSS

22°C

Cagliari

Mostly Clear

Humidity: 85%

Wind: 11.27 km/h

  • 21 Aug 2018 30°C 21°C
  • 22 Aug 2018 30°C 21°C