Cagliari. Scoperta evasione fiscale per oltre 1,5 milioni di euro

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, ha concluso una verifica fiscale nei confronti di una società del capoluogo che fornisce servizi al comparto delle costruzioni edili. L’attività ispettiva, riguardante gli anni 2013, 2015 e 2016, è stata avviata sulla scorta di un target segnalato ed elaborato a livello centrale a seguito di un’analisi effettuata su una platea di contribuenti, la cui posizione, censita nelle diverse banche dati del Corpo, presentava indici di anomalia per quel che riguarda la presentazione delle previste dichiarazioni dei redditi e I.V.A. In particolare, i controlli si sono sviluppati attraverso la disamina della documentazione contabile presentata dal contribuente, la quale è risultata corrispondente solamente ad una parte del reale volume d’affari. Di fatto, a seguito di approfondite analisi ed all’incrocio delle informazioni ricostruite durante l’ispezione, sono emerse, accanto ad operazioni commerciali totalmente in nero, attività che, seppur corredate da regolare documentazione fiscale, non avevano trovato riscontro nella contabilità ufficiale. L’azione delle Fiamme Gialle ha consentito, pertanto, di accertare che la società in oggetto ha occultato al Fisco ricavi per complessivi 1.556.255 € e dichiarato un’IVA inferiore a quella reale per quasi 82.000 €, configurandosi come “evasore totale”, in virtù dell’omessa presentazione delle dichiarazioni dei redditi e dell’IVA. Sulla base delle irregolarità riscontrate, l’impresa è stata segnalata all’Agenzia delle Entrate di Cagliari al fine di sottoporre a sequestro cautelativo i beni aziendali, a titolo di garanzia dei debiti verso l’Erario.

Cagliari. Scoperta evasione fiscale per oltre 500 mila euro nel commercio di autoveicoli

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, ha concluso un’attività di verifica nei confronti di una ditta cagliaritana operante nel settore del commercio di autoveicoli. L’azione delle Fiamme Gialle è stata orientata alla verifica del corretto assolvimento degli obblighi delle disposizioni tributarie vigenti in materia di II.DD., di I.V.A. e IRAP, ed ha interessato il periodo compreso tra il 2012 ed il 2018. Le operazioni di controllo, scaturite da una preliminare attività di “intelligence e analisi”, sono state avviate a seguito dell’esame delle diverse banche dati in uso al Corpo: da questa analisi è emerso che la ditta controllata, a fronte di una dichiarata attività di “commercio al dettaglio di prodotti via internet”, di fatto esercitava un’attività di “commercio di autovetture". Gli elementi raccolti nel corso di una preliminare attività investigativa hanno consentito di dimostrare come il soggetto economico, in qualità di amministratore di fatto dell’impresa verificata, utilizzava una piattaforma di e-commerce per la compravendita degli autoveicoli, effettuando cessioni di mezzi usati e prestazioni di servizi riguardanti tali beni nei confronti di diversi clienti a livello nazionale, attraverso lo schermo giuridico di un’impresa solo formalmente intestata ad un familiare. All’esito dell’attività ispettiva è risultato che il soggetto verificato aveva omesso la presentazione delle prescritte dichiarazioni annuali per il periodo d’imposta dal 2012 al 2016, qualificandosi come “evasore totale”, nonché sottratto al Fisco introiti per complessivi 501.608 €, con una conseguente evasione I.V.A. di 33.923 €. A seguito di ciò i militari hanno inoltre avanzato agli Uffici Finanziari la proposta per l’eventuale adozione delle misure cautelari previste dalla normativa fiscale a titolo di garanzia dei debiti verso l’Erario.

Sanluri. Scoperta evasione fiscale per 155 mila euro

La Guardia di Finanza di Sanluri, nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, hanno individuato una società operante nel settore del giardinaggio, responsabile per un'evasione fiscale pari a 155 mila euro. In particolare l'azione delle Fiamme Gialle si è concentrata sulla verifica del corretto assolvimento degli obblighi delle disposizioni tributarie vigenti. Il controllo è stato avviato a seguito dell’esame delle diverse banche dati in uso al Corpo che hanno fatto emrgere incongruenze tra i dati censiti e le informazioni contenute nel cosiddetto spesometro. Pur avendo regolarmente fatturato le prestazioni dei servizi prestati, la società sottoposta a controllo non le aveva annotate in contabilità, peraltro non istituita. Per questo motivo il verificato è stato indicizzato quale evasore totale, avendo omesso di presentare le previste dichiarazioni per 4 anni di imposta. Di fatto gli introiti sottratti al fisco ammonterebbero a complessivi 155 mila euro, con una evasione I.V.A. superiore a 22 mila euro.

Cagliari. Individuato evasore totale che ha complessivamente occultato al fisco oltre 3,5 milioni di euro

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell’ambito delle iniziative a tutela delle entrate e a contrasto dell’evasione fiscale, ha concluso un intervento ispettivo nei confronti di una azienda dell’hinterland cagliaritano operante nel settore dell’e-commerce. Nello specifico, l’azione delle Fiamme Gialle è stata orientata alla verifica del corretto adempimento delle disposizioni tributarie vigenti ai fini dell’i.v.a. e delle imposte dirette. Le attività ispettive sono state avviate a seguito di una segnalazione elaborata a livello centrale dalle unità del corpo specializzate nell’analisi delle transazioni economiche sul web. L’azienda in questione effettuava on line acquisti di diverse tipologie di prodotti, in particolare materiale informatico e telefonico (tablet, cellulari), per il quale riceveva apposita fattura da parte del venditore. A sua volta, l’azienda controllata vendeva - con corredo di regolare documentazione fiscale – i prodotti ai propri clienti, operando un prezzo altamente concorrenziale: tale circostanza era resa possibile dal fatto che, a fronte della formale emissione di fattura e quindi di un operazione che in apparenza risultava formalmente regolare, la vendita, sostanzialmente, risultava in nero, perché non trovava annotazione nelle scritture contabili, peraltro non istituite. L’attività di verifica ha comportato l’analisi di oltre 6.500 fatture di vendita, emesse dalla società verificata durante tre annualità nei confronti di acquirenti – tutti privati cittadini - dislocati sull’intero territorio nazionale. Al termine delle operazioni, il contribuente, indicizzato come evasore totale avendo omesso di presentare le dovute dichiarazioni, è risultato avere sottratto al fisco introiti per 3.552.279 euro con una conseguente evasione i.v.a. per 598.161 euro. Il titolare dell’attività, alla luce del superamento delle soglie normativamente previste, è stato segnalato all’autorità giudiziaria per il reato di omessa dichiarazione.

Nuoro. Scoperta maxi evasione fiscale per oltre 48 milioni di euro

Sarebbero sette i responsabili dei reati fiscali, scoperti dalla Guardia di Finanza di Siniscola, che hanno portato ad una evasione fiscale per oltre 48 milioni di euro. Nello specifico, l'operazione delle Fiamme Gialle, denominata "Effetto domino", ha consentito l'individuazione della frode, basato sostanzialmente sulla creazione di numerose società e cooperative, sparse in diverse regioni d'Italia, con lo scopo di generare un risparmio di imposta alle società capogruppo che invece operano in Sardegna. Attraverso questo sistema si rendevano possibili violazioni all'obbligo Iva per oltre 10 mln, oltre all'emissione di fatture per operazioni inesistenti per circa 15 mln. In particolare le società satellite, utilizzate per creare un significativo risparmio di imposta alle società capogruppo operanti sul territorio sardo, rimanevano operative per un massimo di tre anni per poi sparire.

Cagliari. Scoperta evasione fiscale per oltre 1,8 milioni di euro

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell’ambito delle iniziative finalizzate al contrasto dell’evasione fiscale, ha concluso due interventi ispettivi nei confronti di altrettante realtà commerciali del capoluogo, operanti una nel settore dei trasporti, l’altra nel settore del commercio all’ingrosso di abbigliamento. In entrambi i casi l’azione delle Fiamme Gialle si é concentrata sulla verifica del corretto adempimento delle disposizioni tributarie vigenti ai fini dell’I.V.A. e delle Imposte Dirette. In particolare, nel primo caso l’attività di verifica ha permesso di constatare che, per due annualità, la società aveva inserito nelle previste dichiarazioni alcuni costi in realtà non deducibili, abbassando così la base imponibile per pagare di conseguenza tasse più basse. Il raffronto, quindi, tra la documentazione contabile esaminata e le dichiarazioni prese a riscontro ha evidenziato un indebito inserimento di costi per € 429.360 con una conseguente evasione I.V.A. per quasi 94.500 €. Nel secondo caso, invece, i finanzieri, esaminando l’intero impianto contabile della società per due anni di imposta e raffrontandolo con la documentazione rinvenuta durante la verifica, hanno constatato che l’azienda aveva omesso di inserire in bilancio alcune operazioni commerciali, non dichiarandone così i relativi ricavi. Al termine delle operazioni, i militari hanno constatato una sottrazione al fisco di ricavi per oltre 1.371.000 € ed un’evasione I.V.A. di oltre 416.000 €.

Evasione Fiscale. Guardia di Finanza scopre evasione per oltre 20 milioni di euro

Nel primo caso, i ricavi non dichiarati supererebbero i 4,7 milioni di euro; nel secondo caso sarebbero stati inseriti in dichiarazione dei costi non deducibili per mezzo milione di euro e nel terzo caso i ricavi sottratti al fisco ammonterebbero a oltre 14 milioni di euro. In totale una evasione pari a 20.067.138 euro con conseguenti violazioni i.v.a. per un totale di 3.491.084 euro. E' il bilancio di quattro distinte operazioni condotte dalla Guardia di Finanza di Cagliari, nell'ambito delle attività finalizzate al contrasto dell'evasione e dell’elusione fiscale. In particolare, gli operatori economici sottoposti a verifica apparterrebbero a diversi settori, da quello edile a quello dell'intrattenimento. Dall'inizio dell'anno l’attivita’ delle Fiamme Gialle ha portato all’individuazione di 30 evasori totali e alla scoperta di ulteriori 24 posizioni connotate da indici di irregolarita’ contributiva.

Evasione fiscale. Individuati due evasori totali che hanno occultato al fisco quasi 760.000 euro

La Guardia di Finanza della tenenza di Sanluri e di Sarroch, nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, ha concluso due verifiche fiscali nei confronti di due ditte individuali, con sede rispettivamente in un centro del Medio Campidano ed in uno del basso Sulcis. La prima operante nel settore del commercio di veicoli a due ruote, la seconda nel settore delle case vacanze e dei bed & breakfast. L'azione delle Fiamme Gialle è stata orientata alla verifica del corretto assolvimento degli obblighi tributari vigenti, ai fini delle imposte dirette e dell’iva. Le attivita’ ispettive condotte nei confronti della ditta operante nel Medio Campidano hanno consentito di constatare, attraverso il confronto tra la contabilita’ posseduta dal titolare e le informazioni acquisite con l’utilizzo delle banche dati, nonche’ prendendo in considerazione la svalutazione delle rimanenze di magazzino, che non risultavano essere documentate, che la stessa, nel biennio controllato, non ha osservato gli obblighi dichiarativi e di versamento dei tributi, risultando, pertanto, evasore totale. L'azione dei finanziari ha consentito di appurare la sottrazione di ricavi per quasi 593.000 € ed un’evasione i.v.a. di oltre 122.000 €. Nel caso della ditta del basso Sulcis invece, i finanzieri hanno appurato che la titolare, in violazione alla normativa regionale vigente, esercitava, in modalita’ imprenditoriale, sia la regolare attivita’ di bed & breakfast che quella abusiva di gestione, ai fini turistici, di diverse case vacanza, non richiedendo alcuna iscrizione all’ufficio iva e omettendo di istituire i libri contabili obbligatori. L’attivita’ di controllo eseguita per i periodi d’imposta dal 2013 al 2016, con l’ausilio delle indagini finanziarie, ha permesso di appurare che nell’esercizio dell’attivita’ imprenditoriale la ditta ha omesso di di presentare le dichiarazioni dei redditi e dell’iva, sottraendo al fisco ricavi per oltre €. 166.000, con una evasione di iva di quasi €. 24.000, risultando, quindi, evasore totale.
Sottoscrivi questo feed RSS

14°C

Cagliari

Cloudy

Humidity: 93%

Wind: 6.44 km/h

  • 13 Dec 2018 14°C 7°C
  • 14 Dec 2018 15°C 11°C