Cagliari. Scoperta evasione fiscale per oltre 1,8 milioni di euro

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell’ambito delle iniziative finalizzate al contrasto dell’evasione fiscale, ha concluso due interventi ispettivi nei confronti di altrettante realtà commerciali del capoluogo, operanti una nel settore dei trasporti, l’altra nel settore del commercio all’ingrosso di abbigliamento. In entrambi i casi l’azione delle Fiamme Gialle si é concentrata sulla verifica del corretto adempimento delle disposizioni tributarie vigenti ai fini dell’I.V.A. e delle Imposte Dirette. In particolare, nel primo caso l’attività di verifica ha permesso di constatare che, per due annualità, la società aveva inserito nelle previste dichiarazioni alcuni costi in realtà non deducibili, abbassando così la base imponibile per pagare di conseguenza tasse più basse. Il raffronto, quindi, tra la documentazione contabile esaminata e le dichiarazioni prese a riscontro ha evidenziato un indebito inserimento di costi per € 429.360 con una conseguente evasione I.V.A. per quasi 94.500 €. Nel secondo caso, invece, i finanzieri, esaminando l’intero impianto contabile della società per due anni di imposta e raffrontandolo con la documentazione rinvenuta durante la verifica, hanno constatato che l’azienda aveva omesso di inserire in bilancio alcune operazioni commerciali, non dichiarandone così i relativi ricavi. Al termine delle operazioni, i militari hanno constatato una sottrazione al fisco di ricavi per oltre 1.371.000 € ed un’evasione I.V.A. di oltre 416.000 €.

Evasione Fiscale. Guardia di Finanza scopre evasione per oltre 20 milioni di euro

Nel primo caso, i ricavi non dichiarati supererebbero i 4,7 milioni di euro; nel secondo caso sarebbero stati inseriti in dichiarazione dei costi non deducibili per mezzo milione di euro e nel terzo caso i ricavi sottratti al fisco ammonterebbero a oltre 14 milioni di euro. In totale una evasione pari a 20.067.138 euro con conseguenti violazioni i.v.a. per un totale di 3.491.084 euro. E' il bilancio di quattro distinte operazioni condotte dalla Guardia di Finanza di Cagliari, nell'ambito delle attività finalizzate al contrasto dell'evasione e dell’elusione fiscale. In particolare, gli operatori economici sottoposti a verifica apparterrebbero a diversi settori, da quello edile a quello dell'intrattenimento. Dall'inizio dell'anno l’attivita’ delle Fiamme Gialle ha portato all’individuazione di 30 evasori totali e alla scoperta di ulteriori 24 posizioni connotate da indici di irregolarita’ contributiva.

Evasione fiscale. Individuati due evasori totali che hanno occultato al fisco quasi 760.000 euro

La Guardia di Finanza della tenenza di Sanluri e di Sarroch, nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, ha concluso due verifiche fiscali nei confronti di due ditte individuali, con sede rispettivamente in un centro del Medio Campidano ed in uno del basso Sulcis. La prima operante nel settore del commercio di veicoli a due ruote, la seconda nel settore delle case vacanze e dei bed & breakfast. L'azione delle Fiamme Gialle è stata orientata alla verifica del corretto assolvimento degli obblighi tributari vigenti, ai fini delle imposte dirette e dell’iva. Le attivita’ ispettive condotte nei confronti della ditta operante nel Medio Campidano hanno consentito di constatare, attraverso il confronto tra la contabilita’ posseduta dal titolare e le informazioni acquisite con l’utilizzo delle banche dati, nonche’ prendendo in considerazione la svalutazione delle rimanenze di magazzino, che non risultavano essere documentate, che la stessa, nel biennio controllato, non ha osservato gli obblighi dichiarativi e di versamento dei tributi, risultando, pertanto, evasore totale. L'azione dei finanziari ha consentito di appurare la sottrazione di ricavi per quasi 593.000 € ed un’evasione i.v.a. di oltre 122.000 €. Nel caso della ditta del basso Sulcis invece, i finanzieri hanno appurato che la titolare, in violazione alla normativa regionale vigente, esercitava, in modalita’ imprenditoriale, sia la regolare attivita’ di bed & breakfast che quella abusiva di gestione, ai fini turistici, di diverse case vacanza, non richiedendo alcuna iscrizione all’ufficio iva e omettendo di istituire i libri contabili obbligatori. L’attivita’ di controllo eseguita per i periodi d’imposta dal 2013 al 2016, con l’ausilio delle indagini finanziarie, ha permesso di appurare che nell’esercizio dell’attivita’ imprenditoriale la ditta ha omesso di di presentare le dichiarazioni dei redditi e dell’iva, sottraendo al fisco ricavi per oltre €. 166.000, con una evasione di iva di quasi €. 24.000, risultando, quindi, evasore totale.

Guardia di Finanza Sarroch: scoperta evasione fiscale per quasi 1.500.000 euro

Nell’ambito dell’azione a tutela delle entrate e a contrasto dell’evasione fiscale, la Guardia di Finanza, teneza di Sarroch, ha individuato una società, operante nel settore edile, che ha sottratto al fisco quasi 1,5 milioni di euro. Nello specifico l’azione delle Fiamme Gialle si è concentrata sulla società in questione a seguito di un'apposita analisi basata sull'incrocio delle informazioni derivanti dal controllo economico del territorio, con quelle risultanti dalle banche dati in uso al corpo. A seguito delle verifiche è emerso che, mentre da un lato l’azienda risultava attiva ed operante, dall’altro non risultavano trasmesse al fisco, per diverse annualita’, tutte o alcune delle dichiarazioni obbligatorie. In base alla documentazione contabile esaminata è stato possibile ricostruire analiticamente l’intero volume di affari dell'azienda e, conseguentemente, quantificare i ricavi e l’iva mai comunicata, o trasmessa in via parziale, al fisco. Per le tre annualità sottoposte a verifica, la società avrebbe sottratto a tassazione ricavi per 1.490.708 € ed evaso l’i.v.a. per 152.509 €. Il rappresentante legale della società è stato altresì segnalato alla locale autorità giudiziaria per aver superato le soglie di punibilita’ previste dalle norme vigenti in materia di reati fiscali.

Cagliari. Scoperta evasione fiscale per quasi 674.000 euro

La Guardia di Finanza di Cagliari, nucleo di Polizia Economico-Finanziaria, hanno portato a termine una verifica fiscale nei confronti di una societa’ di Cagliari operante nel settore dei trasporti. L’azione delle Fiamme Gialle, orientata alla verifica del corretto assolvimento degli obblighi delle disposizioni tributarie vigenti ai fini delle imposte dirette, dell’i.v.a. e dell’i.r.a.p., ha consentito l'emersione di un reddito non dichiarato per un importo complessivo pari a euro 673.919. In particolare dall'analisi della documentazione sottoposta a verifica i finanzieri hanno rilevato che un ingente contributo pubblico erogato in favore dell’azienda che trovava corrispondenza in contabilita’. Circostanza che indica una situazione reddituale inferiore al reale.

Quartu Sant'Elena. Non dichiara il "fringe benfit": evasione fiscale

La Guardia di Finanza di Cagliari, attraverso il nucleo di polizia economico-finanziaria, ha scoperto un nuovo caso di evasione fiscale. Questa volta a finere nell'occhio del ciclone è il socio di una societa’ di Quartu S. Elena operante nel settore della ristorazione. L’azione delle Fiamme Gialle segue a precedenti attivita’ di verifica condotte nei confronti della societa’ di cui il soggetto controllato era socio. Le verifiche hanno fatto emergere ricavi sottratti a tassazione per 260.000 € e un'evasione dell’i.v.a. per 135.000 €. A ciò si aggiunge l'omissione di ritenute previdenziali per 250.000 €. Nello specifico, il soggetto in questione aveva percepito fringe benefits consistenti nell’utilizzo a titolo personale di un bene della societa’ – un natante da diporto di rilevanti dimensioni - concesso a titolo gratuito. Una circostanza che viene comunque considerata un reddito, in questo caso non dichiarato. In aggiunta, alla luce della composizione a ristretta base azionaria della societa’, gli utili non dichiarati dalla impresa sono stati considerati occultamente distribuiti tra i soci. Per il soggetto controllato e’ stata quindi constatata la mancata dichiarazione di € 397.544, ricavi derivanti, per € 371.710, da fringe benefits e per i restanti € 25.834 dalla partecipazione all’impresa.

Nuoro. Scoperta maxi evasione fiscale

Importante operazione della Guardia di Finanza di Nuoro che ha portato alla luce una maxi-evasione fiscale di circa 6 milioni di euro. Ad essere beccata con le mani nella marmellata sarebbe una società del capoluogo barbaricino, operante nel settore del commercio al dettaglio di alimenti e alcolici, risultata sconosciuta al fisco. L'evasione si sarebbe perpetrata in quasi sei anni di attività. L'operazione delle Fiamme Gialle, denominata "Last Drink", ha accertato che l'amministratore dell'azienda ha operato negli anni "omettendo i più elementari obblighi contabili, dichiarativi e di versamento, risultando evasore totale". A ciò si aggiunge un'evasione dell'Iva per quasi 1,5 milioni di euro. Per l'amministratore della società è stato emesso un provvedimento di segnalazione alla Procura della Repubblica di Nuoro per aver omesso di presentare la dichiarazioni dei redditi.

Cagliari. Scoperta evasione fiscale per 121 mila euro

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell’ambito dellle iniziative finalizzate al contrasto dell’evasione fiscale, ha scoperto un'evasione fiscale per 121 mila euro, commessa da due societa,’ con sede a cagliari, operanti rispettivamente nel settore della distribuzione alimentare e dei medicinali. L’azione delle Fiamme Gialle, orientata alla verifica del corretto adempimento delle disposizioni tributarie vigenti ai fini i.v.a. e imposte dirette, ha permesso di constatare, per entrambe le societa’, l'imputazione di alcuni costi in realta’ non deducibili. Con tale artificio veniva di fatto abbassata la base imponibile, consentendo il pagamento di tasse piu’ basse. Nello specifico, i finanzieri hanno individuato, rispettivamente, 55.000 € e 66.000 € riportati indebitamente nelle dichiarazioni dei redditi.
Sottoscrivi questo feed RSS

23°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 92%

Wind: 35.40 km/h

  • 19 Sep 2018 27°C 20°C
  • 20 Sep 2018 25°C 21°C