Maltempo. Neve nel nuorese, regna l'abbandono

Le prime nevicate, cadute nel nuorese, mettono ancora una volta a nudo le inefficienze delle istituzioni. Questa volta ad essere chiamata in causa è la Provincia di Nuoro che, come denunciato dal sindaco di Desulo, è arrivata tardi a liberare le strade. In particolare il primo cittadino si lamenta del fatto che le strade avrebbero dovuto essere liberate durante la prima mattinata, proprio quando gli studenti e i lavoratori partono per raggiungere le sedi di studio e di lavoro. In effetti, la denuncia sembra trovare conferme dalla testimonianza di chi, come chi scrive questo articolo, è transitato nei tratti di strada in questione ben più tardi. Intorno alle 13.15 nel tratto di strada da Desulo a Fonni si è abbattuta una vera e propria bufera di neve che, nel giro di pochi istanti, ha continuato a rendere quasi impraticabile il fondo stradale. Una situazione surreale. Nessun mezzo della Provincia all'orizzonte, il cellulare che non prende e il senso di abbandono che inizia farsi largo, anche per chi, come il sottoscritto, non è più un giovanotto. Immaginatevi cosa hanno pensato gli studenti provenienti da Desulo bloccati su un pullman, impossibilitato a proseguire per Nuoro a causa della neve. Speriamo che i disagi patiti possano stimolare chi di competenza ad implementare adeguate e strutturali azioni correttive, soprattutto in vista della stagione invernale, ormai già iniziata. Federico Cheri

Desulo. Sei ore di viaggio per poter partorire in sicurezza

E' quanto accaduto ad una donna con gravidanza a termine, che ha dovuto raggiungere l'ospedale San Francesco di Nuoro per poter partorire in sicurezza. Arrivare a Nuoro è stata una vera impresa a causa delle condizioni meteo avverse, complice anche la neve che, nella Strada Provinciale 7 ha superato il mezzo metro. La situazione ha scatenato lo sfogo del sindaco di Desulo, Gigi Litarru che, contestando la scelta di chiudere il vicino ospedale di Sorgono, ha attaccato la politica regionale dichiarando: "secondo voi può una partoriente fare un viaggio di sei ore per raggiungere l'ospedale di Nuoro? In Sardegna, a Desulo accade anche questo. Mi tengo per me le maledizioni di rito. Siamo governati da incapaci, che puntualmente non capiscono o non vogliono capire. Qui non stiamo chiedendo la luna ma solo mezzi per permetterci di vivere in questo territorio. Quando siamo venuti a conoscenza del viaggio della donna abbiamo allertato la Protezione Civile e tutto è andato bene. Ma non si può vivere in queste condizioni. La Regione deve sapere che anche nei piccoli paesi dimenticati dal mondo c'è bisogno della presenza dello Stato".

Desulo. Arrestati perchè in possesso di materiale esplosivo

In una operazione dei Carabinieri, sono stati arreststati ieri notte due persone che trasportavano nella loro auto un potente ordigno artigianale. Circa 200 grammi di polvere detenuti illegalmente. I due sono stati trasferiti presso la casa circondariale di Massama a disposizione dell'autorità giudiziaria. Intanto sono in corso le indagini per cercare di scoprire per quale uso era destinato l'esplosivo.

Incendi. Desulo, Pula e Segariu i centri più colpiti

Non bastava l'incendio, probabilmente di natura dolosa, che ha devastato nella notte di sabato l'Area Marina Protetta di Capo Caccia ad Alghero. Le forti raffiche di Maestrale hanno alimentato diversi roghi anche in altre parti dell'isola. Nella giornata di domenica sono stati colpiti i Comuni di segariu, di Pula e di Desulo. In tutti i casi si é reso necessario l'interventodi diversi mezzi di soccorso, aerei e terreni.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari