Abusivismo commerciale e contrasto alla contraffazione. Sequestrati oltre 1.400 prodotti non sicuri

Prosegue, senza sosta, l’attività della Guardia di Finanza di Cagliari a contrasto della commercializzazione di prodotti non sicuri e contraffatti e all’abusivismo commerciale. Proprio in questo periodo dell’anno, in cui il territorio della provincia cagliaritana è interessato dall’afflusso di un notevole numero di turisti, l’attività delle Fiamme Gialle oltre a concentrarsi sui litorali, viene costantemente orientata anche verso altre attività commerciali insistenti nelle parti interne del territorio. In particolare, l’attività operativa viene eseguita attraverso mirate ispezioni che puntano a verificare il rispetto delle già citate disposizioni in materia di originalità e sicurezza dei prodotti posti in vendita. In questo contesto, si inserisce l’attività dei militari della Tenenza di Sanluri che nei giorni scorsi, nell’ambito di specifiche attività operative, all’interno di un esercizio commerciale di Sanluri, hanno verificato la merce posta a disposizione della clientela, contestando al titolare la presenza di 1.431 articoli, di diversa tipologia, quali fermacapelli, accessori per telefoni cellulari, penne colorate, orecchini ed altro, senza le previste indicazioni previste dalla legge. Il titolare dell’attività commerciale è stato sanzionato ai sensi della normativa del “Codice del Consumo” e deferito alle autorità competenti. Sotto il profilo del contrasto alla commercializzazione di prodotti contraffatti, “non sicuri” o venduti in assenza delle previste autorizzazioni, le Fiamme Gialle cagliaritane, durante l’anno in corso, hanno già sottoposto a sequestro 1.021.316 prodotti di vario genere, segnalando alla Procura della Repubblica 48 persone (di cui 3 in stato di arresto) per reati connessi alla contraffazione e alla frode in commercio e sanzionando amministrativamente 53 commercianti per violazione al Codice del Consumo e all’abusivismo commerciale.

Cagliari. Vendita di prodotti falsi e lesioni, arrestato un senegalese

La Guardia di Finanza, 2a Compagnia di Cagliari, nella serata di ieri ha arrestato un cittadino senegalese, clandestino sul territorio nazionale, intento a vendere merce contraffatta. L’extracomunitario si trovava in via Principe Amedeo, quando, alla vista dei Finanzieri, ha rapidamente abbandonato la merce esposta in vendita dandosi alla fuga. Veniva però immediatamente raggiunto e fermato dai Baschi Verdi, ai quali, tuttavia, cercava di opporre decisa resistenza, tanto da ferire lievemente un militare che, a seguito della rapida colluttazione, ha riportato escoriazioni guaribili in 6 giorni. A seguito del fermo i Finanzieri hanno eseguito anche una perquisizione domiciliare presso l'abitazione del venditore ambulante a seguito della quale sono stati rinvenuti ulteriori prodotti con marchi contraffatti. La merce, per un totale complessivo di 66 borse e portafogli, 39 occhiali da sole e 41 custodie - riportanti i più noti marchi di alta moda - è stata sottoposta a sequestro. Nel corso della perquisizione sono state altresì rinvenute e sequestrate etichette metalliche del marchio Michael Kors, pronte per essere apposte su borse “neutre”. Arrestato per i reati di ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato, vendita di prodotti con marchi mendaci, resistenza e lesioni aggravate, l'uomo è stato trattenuto in custodia ed è stato disposto l’obbligo quotidiano della presentazione alla polizia giudiziaria. E' stata inoltre fissata la data del processo al prossimo 23 luglio. L’attività svolta dalle Fiamme Gialle si inserisce nella quotidiana e costante azione di controllo economico del territorio in un’ottica di contrasto ai traffici illeciti a tutela della sicurezza dei cittadini e della corretta concorrenza nel mercato. Tale attività ha condotto, dall'inizio dell'anno, al sequestro di oltre 802.000 articoli contraffatti o non sicuri, all’irrogazione di sanzioni ammnistrative nei confronti di 45 soggetti ed alla denuncia all’Autorità Giudiziaria di 43 individui, di cui 3 tratti in arresto.

Cagliari. Sequestrati 295 articoli contraffatti e 15.910 etichette. Arrestati 2 soggetti, 1 denunciato

I Baschi Verdi della 2a Compagnia di Cagliari, nel corso di una perlustrazione sotto i portici della centrale via Roma, hanno individuato un gruppo di soggetti extracomunitari intenti alla vendita di articoli contraffatti che, alla vista dei militari, cercavano di darsi alla fuga, portandosi al seguito la merce. I Finanzieri si adoperavano per inseguire gli ambulanti, i quali, raggiunti, opponevano resistenza fisica alle operazioni di identificazione ed al sequestro degli articoli falsi. Durante l'intervento è nata una veloce colluttazione che ha portato 2 dei 3 soggetti fermati all'arresto per i reati di resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali (2 dei militari operanti hanno riportato vari traumi contusivi e lievi escoriazioni, guaribili rispettivamente in 7 e 8 giorni). Uno degli arrestati, inoltre, si è reso responsabile del reato di danneggiamento per avere distrutto alcuni beni di proprietà di un ristorante ubicato nelle vicinanze, nel concitato tentativo di fuga. Per tutti e 3 sono scattate le denunce per gli specifici reati di commercio di articoli contraffatti rinvenuti tra quelli posti in vendita. L'intervento delle Fiamme Gialle è andato oltre, fino all'esecuzione di apposite perquisizioni domiciliari presso le abitazioni dei soggetti, tutti residenti a Cagliari. All’interno di uno degli appartamenti ispezionati, sono stati individuati e sottoposti a sequestro penale ulteriori capi di abbigliamento e accessori contraffatti, nonché numerosissime etichette realizzate con materiali vari (stoffa, metallo, pelle e adesive) pronte per essere assemblate agli articoli cosiddetti neutri (privi di marchi), una macchina per cucire e altri strumenti e beni di consumo da cucito. Complessivamente sono stati sottoposti a sequestro penale 295 articoli tra accessori e capi di abbigliamento riconducibili a note case produttrici (Nike, Hogan, Colmar, Moncler e Gucci) e 15.910 etichette pronte per essere assemblate.

Contrasto alla contraffazione e commercializzazione di prodotti non sicuri: sequestrati oltre 15 mila articoli

I Baschi Verdi della 2a Compagnia della Guardia di Finanza di Cagliari nei giorni scorsi hanno sottoposto a sequestro, complessivamente, 15.593 articoli. Il provvedimento, scaturito nell’ambito di specifiche iniziative operative finalizzate al contrasto della commercializzazione di prodotti contraffatti e non sicuri, ha riguardato diverse attività operanti sull’intero territorio della provincia cagliaritana. In particolare, presso lo scalo aeroportuale del capoluogo i Finanzieri hanno individuato due cittadini stranieri, provenienti dall’aeroporto di Roma-Fiumicino, in possesso di 46 tra capi di abbigliamento ed accessori moda contraffatti riportanti marchi appartenenti a brand di prestigio quali Calvin Kleyn, Guess, Tommy Hilfiger, Saucony, Gucci. Nel centro di Cagliari invece, i Baschi Verdi hanno sequestrato, a carico di ignoti venditori che alla vista delle pattuglie si sono rapidamente allontanati, 7 articoli contraffatti (pelletteria e scarpe), anch’essi riconducibili a brand di lusso. A Capoterra, i militari della Tenenza di Sarroch hanno sottoposto a sequestro articoli di cancelleria, prodotti per la casa e la scuola, accessori vari per un totale complessivo di 319 articoli, che erano messi in vendita privi di qualsiasi avvertenza e delle indicazioni in lingua italiana, nonché di quelle relative al produttore, all’importatore e al paese di origine. Ad Arbus, le Fiamme Gialle della Tenenza di Sanluri hanno sequestrato 928 articoli (tra cover per cellulari, portachiavi e bigiotteria) privi della certificazione CE e della documentazione attestante e comprovante i canoni di qualità e sicurezza dei prodotti. Intervento anche a Carbonia dove i militari della Tenenza di Iglesias hanno sequestrato 58 prodotti elettrici, privi della marcatura “CE” e delle relative avvertenze, in violazione delle norme stabilite dal Codice del Consumo. Ad Assemini, i Baschi Verdi hanno sequestrato 14.095 articoli vari (bigiotteria, elastici per capelli e pinze) in relazione all’assenza delle certificazioni di qualità previste dalla normativa comunitaria, nonché 102 calzature per mancanza di etichettatura di conformità agli standard qualitativi previsti. Nel medesimo contesto, sono stati ritirati dalla vendita 38 articoli (lampade, laser, asciugacapelli) con marcatura CE non conforme alla normativa vigente e 75 prodotti (zaini, cappellini, orologi da parete) riproducenti marchi contraffatti. I commercianti trovati in possesso di merce non conforme agli standard di sicurezza sono stati segnalati alla Camera di Commercio di Cagliari e destinatari di una sanzione amministrativa, mentre per chi metteva in vendita prodotti contraffatti o con marcatura CE non conforme, è scattata la segnalazione alla locale Autorità Giudiziaria.

Contrasto alla contraffazione e commercializzazione di prodotti insicuri. Sequestrati oltre 6.650 articoli

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell'ambito delle attività a contrasto della commercializzazione di prodotti non sicuri e contraffatti, nei giorni scorsi ha sottoposto a sequestro, complessivamente, 6.652 articoli. Le operazioni di servizio hanno interessano diverse attività commerciali, operanti sia nel capoluogo che nell’hinterland. In particolare, nel centro di Cagliari, i Baschi Verdi hanno sequestrato, a carico di ignoti venditori che alla vista delle pattuglie si sono rapidamente allontanati, 38 articoli contraffatti (pelletteria e scarpe) riconducibili a brand di lusso. A Decimomannu, i Finanzieri hanno sequestrato 184 articoli elettrici ed accessori riportanti la marcatura CE contraffatta, 35 accessori di abbigliamento con marchi di moda falsificati e 3.170 prodotti (tra utensili e apparecchiature elettriche e cover) privi delle obbligatorie indicazioni di conformità stabilite dal Codice del Consumo. A Serramanna, i militari della Tenenza di Sanluri hanno sottoposto a sequestro cover per cellulari, bigiotteria, portachiavi, pinze fasce ed elastici per capelli, per un totale complessivo di 2.190 articoli, che erano messi in vendita privi di qualsiasi avvertenza e delle indicazioni in lingua italiana, nonché di quelle relative al produttore, all’importatore e al paese di origine. A Muravera, i Finanzieri hanno sequestrato 608 articoli (tra prodotti elettrici ed accessori per smartphone con la marcatura CE non conforme alla normativa vigente. A Sant’Antioco, invece, le Fiamme Gialle hanno sequestrato 427 giocattoli privi della certificazione CE e della documentazione attestante e comprovante i canoni di qualità e sicurezza dei prodotti. Per i venditori, trovati in possesso di prodotti contraffatti e con il marchio CE non conforme, è scattata la denuncia alla locale Procura della Repubblica, per essi è scattata inoltre la segnalazione alla Camera di Commercio di Cagliari, e l’applicazione delle sanzioni amministrative per un totale complessivo di 9.180 euro. Sotto il profilo del contrasto alla commercializzazione di prodotti contraffatti e non sicuri, le Fiamme Gialle cagliaritane, durante l’anno in corso, hanno già sottoposto a sequestro 753.372 prodotti di vario genere, segnalando alla Procura della Repubblica 17 persone per reati connessi alla contraffazione e alla frode in commercio e sanzionando amministrativamente 32 commercianti per violazione al Codice del Consumo.

Cagliari. Sequestrati gadget e accessori contraffatti, denunciato un soggetto

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell'ambito delle attività finalizzate al contrasto della contraffazione e alla tutela della sicurezza dei prodotti, hanno sottoposto a sequestro diversi articoli contraffatti (sciarpe) destinati alla minuta vendita. In particolare, in occasione del tour della cantante Alessandra Amoroso, nei pressi dei parcheggi della fiera campionaria, le Fiamme Gialle hanno predisposto uno specifico servizio di controllo che ha portato all'individuazione di diverse bancarelle improvvisate gestite da alcuni soggetti extracomunitari e non, intenti a vendere i loro articoli. Alla vista dei militari diversi di loro si sono dati alla fuga ma uno di essi, un cittadino italiano classe 1984, veniva bloccato in prossimità della propria bancarella e identificato attraverso gli accertamenti di rito. Tutta la merce rinvenuta sul posto veniva ritirata dai finanzieri. I prodotti, circa una trentina in tutto, sono risultati essere di buona fattura, ma ad un esame più approfondito, erano manchevoli di alcuni particolari o elementi distintivi che distinguono un prodotto originale da uno contraffatto. Il venditore abusivo e’ stato denunciato alla locale autorità giudiziaria e la merce rinvenuta sottoposta a sequestro.

Cagliari. Blitz mercato S. Elia: sequestro di ulteriore materiale contraffatto

Il bliz della Guardia di Finanza di Cagliari, effettuato durante il mercato domenicale di Sant’Elia, ha prodotto ulteriori sviluppi. Di fatto i finanzieri hanno ampliato lo spettro delle investigazioni e si sono recati presso l’abitazione dei due venditori, colti in fallo, nel Comune di Quartu Sant'Elena. Al suo interno, in prima battuta, i Baschi Verdi hanno rinvenuto scatole e bustoni contenenti ulteriore materiale contraffatto – non dissimile per tipologia e marchi riportati da quelli sequestrati su strada – pronti per essere commercializzati. Ma la scoperta più interessante è stata quella relativa al rinvenimento di un ingente quantitativo di etichette adesive ed in stoffa, riprodotte, per forma e dimensioni, in modo da essere applicate su scarpe, maglieria ed accessori “neutri” e trasformarli, almeno ad un primo sguardo, in prodotti del tutto simili agli originali. Infatti, prendendo ad esempio una scarpa, la stessa sembrava identica all’originale, ma, ad una osservazione più approfondita, i marchi apposti risultavano posticci e non perfettamente allineati, nonché, la suola non riportava i loghi del brand di appartenenza. L’abitazione dei due venditori è risultata così essere un luogo di vero e proprio assemblaggio dei prodotti illeciti, operazione che avveniva semplicemente con l’applicazione delle etichette grazie a colla e ferro da stiro, strumenti trovati in loco. Complessivamente, sono stati rinvenuti e quindi posti sotto sequestro, tra magliette felpe, pantaloni, scarpe ed occhiali, 849 prodotti nonché 6.617 etichette riportanti i marchi Fila, Converse, Nike, Colmar, Saucony Adidas e Timberland.

Cagliari. Sequestrati 290 articoli contraffatti a Sant'Elia

I Baschi Verdi della Guardia di Finanza, durante un controllo nel quartiere di Sant’Elia, sede di mercatino domenicale, hanno individuato una “bancarella” abusiva con esposte numerose paia di scarpe e articoli di maglieria. Alla vista dei Finanzieri, i due venditori hanno tentato di raccogliere velocemente la loro mercanzia, ma senza esito: i militari li hanno tempestivamente intercettati ed hanno iniziato le operazioni di identificazione dei soggetti e di riscontro della merce venduta. Attività di riscontro che hanno coinvolto anche l'autovettura dei due venditori, parcheggiata nei pressi della bancarella e utilizzata come magazzino per ulteriore merce da vendere. Complessivamente, sono stati rinvenuti 290 articoli non originali tra scarpe, capi d’abbigliamento e accessori, recanti marchi riconducibili a note case di moda, quali Nike, Adidas, Liu-Jo, Hogan, All-Star, Colmar, Saucony, Fred Perry, Fila, D&G, Armani, Gucci. Tutti gli articoli, a prima vista non dissimili dagli originali, presentavano un grado di contraffazione elevato, distinguendosi da quelli venduti tramite i canali ufficiali, per pochi e accurati dettagli, difficili da riprodurre senza i macchinari propri delle “case madri”. La merce è stata sottoposta a sequestro ed i venditori, 2 soggetti extracomunitari con regolare permesso di soggiorno, sono stati segnalati alla locale Autorità Giudiziaria per il reato di contraffazione. Dall’inizio dell’anno, complessivamente sono stati sequestrati 138.617 articoli contraffatti e segnali all’Autorità Giudiziaria 15 soggetti. Sono tutt’ora in corso approfondimenti investigativi volti a verificare i canali di approvvigionamento di prodotti contraffatti.
Sottoscrivi questo feed RSS
giweather joomla module