Cagliari Scoperta centrale di spaccio a Sant'Elia

I Baschi Verdi della 2a Compagnia della Guardia di Finanza di Cagliari e i Carabinieri della Stazione Carabinieri di San Bartolomeo, con l’ausilio delle unità cinofile della Guardia di Finanza hanno effettuato ieri un servizio di perlustrazione del quartiere Sant’Elia. All’altezza di Via Schiavazzi, i militari hanno concentrato la loro attenzione su un palazzo nelle cui adiacenze notavano un via vai di persone, alcune delle quali note alle Forze dell’Ordine per specifici precedenti in materia di sostanze stupefacenti, ma soprattutto, sulle scale esterne del primo e del secondo piano, alcuni soggetti con atteggiamenti guardinghi e sospetti, tipici delle “vedette”. Finanzieri e Carabinieri hanno quindi fatto scattare il blitz: salendo da ambedue le scale laterali del palazzo – con un classico “intervento a tenaglia” – sono dapprima riusciti a immobilizzare le vedette e successivamente a raggiungere gli spacciatori prima che questi potessero rifugiarsi all’interno degli appartamenti. Le perquisizioni – dapprima effettuate nell’appartamento e nel vano ascensore adibiti a vero e proprio market della droga e successivamente nelle abitazioni dei 3 soggetti trovati intenti alle attività di spaccio – hanno portato al rinvenimento di un ingente quantitativo di stupefacente: 1.486 dosi di eroina (per un totale di 239,15 grammi), 845 dosi di cocaina (per complessivi 140,35 grammi), 56,51 grammi di hashish e 30,37 grammi di marijuana. Finanzieri e Carabinieri hanno inoltre rinvenuto e sottoposto a sequestro strumentazione necessaria a gestire la “piazza di spaccio”: una macchina conta banconote, bilancini di precisione, coltelli per tagliare lo stupefacente, bustine monodose per il confezionamento delle dosi, oltre che 7.050 euro in contanti, già provento della precedente attività di spaccio. Sono stati altresì trovate due pistole a piombini ed un fucile ad aria compressa, armi cui sono stati asportati i segni distintivi (tappino rosso) che contraddistinguono un’arma “giocattolo” rendendola del tutto identica ad una reale. Sono così stati tratti in arresto quattro soggetti per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti e resistenza a Pubblico Ufficiale cui si aggiunge, per uno, il reato di evasione in quanto già sottoposto agli arresti domiciliari e per un altro la violazione della misura della sorveglianza speciale. Per un quinto soggetto è scattata la denuncia per concorso in spaccio di sostanze stupefacenti. I quattro soggetti arrestati sono stati tradotti nella Casa Circondariale di Uta.

Ogliastra. Droga e munizioni: nove persone denunciate

Blitz antidroga dei Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Lanusei. L'operazione, disposta dalla Procura di Lanusei ed effettuata tra Tortolì e Tertenia, ha visto la collaborazione dei militari della Compagnia di Jerzu e dallo Squadrone Cacciatori Sardegna. A conclusione dell'intervento, che ha visto l'effettuazione di apposite perquisizioni, è scattata la denuncia per nove persone. Spaccio di droga, detenzione abusiva di sostanze stupefacenti e munizioni, queste le accuse che pendono sulla testa dei nove denunciati. In particolare, durante le perquisizioni i militari hanno trovato e sequestrato 30 munizioni calibro 12 per fucile; 11 dosi di marijuana e alcune delle dosi di ecstasy; un bilancino di precisione e un trincia erba.Avviate anche le indagini sulle minacce indirizzate al comandante della Compagnia di Lanusei e a quello della Stazione di Arzana.

Golfo Aranci. Sbarca dal traghetto con compagna e figlia al seguito e 6 chili di cocaina

Un albanese di 43 anni, con figlia di cinque anni e compagna al seguito, è sbarcato al porto di Golfo Aranci con 6 chili di cocaina a bordo dell'auto. Proveniente da Livorno, l'uomo aveva nascosto la droga nel cruscotto del mezzo. Durante un controllo dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del reparto territoriale di Olbia, la scoperta. Ad insospettire i militari, il comportamento nervoso dell'uomo. Da qui l'ispezione puntigliosa dell'auto, dove sono stati rinvenuti i 6 kg di cocaina. Un bottino che avrebbe potuto fruttare sul mercato 1 milione e mezzo di euro. Tratto in arresto dai Carabinieri, il 43 enne è stato trasferito nel carcere di Bancali, a Sassari. Per la compagna, una romena di 38 anni, è scattata una denuncia.

Sant'Antioco. Ennesimo sbarco di migranti

Il Sulcis Iglesiente si conferma meta preferita per i migranti irregolari che decidono di introdursi all'interno dei confini nazionali. Oggi si è assistito all'ennesimo episodio di un fenomeno che vede il Sud Sardegna incapace di controllare le proprie coste. Questa volta il numero di algerini sbarcati, rintracciati dai Carabinieri mentre si spostavano a piedi verso il centro abitato, è pari a otto unità, tutti di sesso maschile e maggiorenni. Provenivano dalla località "Turri", dove hanno abbandonato il barchino che li ha trasportati. Una volta effettuate le visite mediche e le operazioni di identificazione, sono stati tutti trasferiti nel centro di prima accoglienza di Monastir.

Palau. Atto intimidatorio contro il sindaco

Non sembra affievolirsi il triste fenomeno degli atti intimidatori, perpetrati contro gli amministratori locali. A pochi giorni di distanza dallo sfregio che alcuni ignoti hanno arrecato al terreno del sindaco di Lotzorai, questa volta è toccato al sindaco di Palau. Infatti, un ordigno rudimentale, a basso potenziale, è stato fatto esplodere durante la notte davanti all'ingresso dell'agenzia immobiliare di sua proprietà, nel centro del paese. A parte il danneggiamento di un gradino dell'ingresso, Fortunatamente non sono stati riscontrati altri danni. I Carabinieri del Reparto territoriale di Olbia hanno avviato le indagini per cercare di risalire ai responsabili del gesto.

Muravera. Sottoposta a sequestro una parte del villaggio turistico "Tiliguerta Camping Village"

Cinque le persone denunciate per aver eseguito opere in assenza del titolo abilitativo valido, per aver cambiato la destinazione d'uso del terreno e per abuso d'ufficio, 52 le case mobili sottoposte a sequestro, comprese tutte le infrastrutture collegate e l'intera area della struttura ricettiva localizzata sulla spiaggia di Costa Rey. E' il bilancio dell'operazione effettuata dai Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Cagliari e dai colleghi del Comando Provinciale, su disposizione del GIP. Gli immobili e le strutture sottoposte a sequestro valgono oltre 2,5 milioni di euro. In base a quanto riferito dai militari, "l'area era stata destinata ad un uso diverso rispetto a quello originariamente segnalato di 'verde privato'. Nel tempo, inoltre, non era stata chiesta alcuna autorizzazione paesaggistica per queste importanti opere infrastrutturali".

Monserrato. Carabinieri e Guardia di Finanza sequestrano due officine illegali

I Carabinieri della Compagnia di Quartu S. Elena e i Baschi Verdi della 2a Compagnia della Guardia di Finanza di Cagliari hanno eseguito ieri dei controlli congiunti presso due officine meccaniche nel comune di Monserrato. Durante le verifiche i militari hanno constatato che in entrambi i luoghi l’attività lavorativa era svolta in maniera completamente abusiva, senza che i titolari avessero richiesto le necessarie autorizzazioni. Sono pertanto scattate sanzioni per oltre 5 mila euro e il sequestro, finalizzato alla confisca, dei luoghi e delle attrezzature utilizzate dai meccanici abusivi. Considerando la natura abusiva dell’attività esercitata, i Carabinieri e i Finanzieri hanno ispezionato a fondo le due officine, controllando tutte le autovetture presenti e i pezzi di ricambio al fine di riscontrare la loro lecita provenienza. Tale attività sarà comunque funzionale all’analitica ricostruzione del volume d’affari delle due attività commerciali al fine di consentire il recupero a tassazione dei ricavi sottratti al Fisco. Le operazioni di controllo, operate anche con l’ausilio delle Unità Cinofile della Guardia di Finanza, hanno portato inoltre al rinvenimento, in una delle due officine, di tre grammi di marijuana, circostanza che ha condotto alla segnalazione alla locale Prefettura del titolare dell’attività. Nel medesimo locale, inoltre, è stata constatata la presenza di un soggetto intento a prestare la propria attività di meccanico senza una regolare copertura contrattuale, circostanza che ha comportato la segnalazione del titolare all’Ispettorato Territoriale del Lavoro per l’irrogazione della relativa sanzione, pari, nel massimo, fino a 10.000 euro. Nell’altra officina, invece, è emerso, anche grazie all’ausilio di tecnici specializzati, che il titolare di una delle officine controllate ha manomesso il proprio contatore dell’energia elettrica, allacciandosi abusivamente alla rete pubblica: il medesimo è stato pertanto denunciato a piede libero alla locale Autorità Giudiziaria per il reato di furto aggravato.

Cagliari. Operazione antidroga dei Carabinieri: sequestrati oltre 100 chili di hascisc

I Carabinieri della Stazione di San Bartolomeo e della Compagnia di Cagliari, nel corso di un blitz in una palazzina di via Schiavazzi, hanno tratto in arresto due giovani e denunciato una donna. All'interno dell'abitazione sono stati rinvenuti oltre 100 chili di hascisc, confezionati in mille panetti, bilancini di precisione, materiale per confezionare le dosi e una ventina di grammi di marijuana. L'operazione dei Carabinieri giunge al termine di una serie di attività di controllo del quartiere in cui è stato effettuato il blitz. Ora si tratta di stabilire la provenienza della droga. In questo senso sono state avviate le relative indagini.
Sottoscrivi questo feed RSS

3°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 77%

Wind: 14.48 km/h

  • 03 Jan 2019 13°C 1°C
  • 04 Jan 2019 12°C 1°C