Elmas. Arrestato per aver pestato la moglie e la figlia

E' quanto accaduto ad un uomo di 40 anni residente ad Elmas. L'arresto arriva a seguito di diverse violenze perpetrate nei confronti della moglie e della figlia minorenne. Il culmine di tali vessazioni questa mattina intorno alle 3, quando i Carabinieri sono stati allertati dal grido di aiuto proveniente dalla donna, pestata dal marito in preda ai fumi dell'alcol. I militari, giunti sul posto hanno faticato a bloccare l'uomo, armato di coltello e fuori di sé. Alla fine sono riusciti a fermarlo e lo hanno portato in caserma, dove ha anche cercato di fuggire. Per lui l'arresto dovuto a a maltrattamenti, lesioni personali, porto di armi e resistenza a pubblico ufficiale.

Tissi. Rapina al Banco di Sardegna

La filiale locale del Banco di Sardegna ha subito una rapina nella notte tra lunedì e martedì. La porta d'ingresso della banca è stata forzata consentendo l'ingresso dei malviventi che sono riusciti a staccare la cassaforte della cassa continua e sono fuggiti a bordo di un'auto col bottino, ancora da quantificare. In base ai primi rilievi la banda avrebbe agito in pochi minuti, riuscendo ad evitare l'arrivo dei vigilantes e dei Carabinieri, allertati dall'allarme dell'istituto di credito. Sulla base delle immagini registrate dalle telecamere della videosorveglianza, i Carabinieri hanno avviato le indagini per cercare di risalire all'identità dei responsabili.

Emergenza migranti. Continuano gli sbarchi nel Sulcis

Ancora sbarchi sulle coste del Sulcis che vede nella spiaggia di Porto Pino la meta prediletta dei migranti. Il primo sbarco è infatti avvenuto domenica 2 giugno lungo la spiaggia di Porto Pino. Qui i Carabinieri hanno bloccato 16 migranti intenti ad allontanarsi verso l'interno. Tutti di origine algerina, i migranti sono stati trasferiti nel centro di accoglienza di Monastir dopo le visite mediche e le operazioni di identificazione. Un secondo sbarco è avvenuto questa nella zona di Sant'Antioco. Una motovedetta dei Carabinieri ha individuato un barchino con a bordo altri cinque algerini. Anche loro, sono stati trasferiti nel centro d'accoglienza.

Isili. Avviso di garanzia per lo striscione contro Salvini

"Salvini e Meloni il vostro odio è cacca sterile". E' questo il testo dello striscione che, sequestrato dai Carabinieri, ha portato all'apertura di un procedimento penale a carico dell'attrice sarda di teatro, Paola Atzeni, e del suo compagno Bruno Pisci. L'accusa è vilipendio della Repubblica. I due avrebbero esposto lo striscione in una casa al centro del paese, notato dai militari proprio alla vigilia del voto per le europee. I due rischiano una multa sino a cinquemila euro.

Dolianova. Fisioterapista arrestato per esercizio abusivo della professione e per abusi sessuali

Tutto era partito dalle indagini dei Carabinieri della Compagnia di Dolianova e del Nas di Cagliari, avviate a febbraio, a seguito della denuncia di una minorenne. In base alle accuse - confermate anche da altre due vittime, un fisioterapista olandese con studio a Dolianova, avrebbe abusato delle clienti sostenendo di praticare massaggi innovativi. Accuse che hanno trovato riscontro grazie alle telecamere nascoste all'interno del centro ad opera dei militari. A quanto pare il fisioterapista, con titolo riconosciuto in Italia, avrebbe praticato l'attività senza seguire le prescrizioni mediche, introducendo terapie innovative, risultate poi essere finalizzate agli abusi sessuali. Il professionista è stato arrestato per esercizio abusivo della professione al fine di commettere violenza sessuale.

Orune. Arsenale in casa: arrestato un giovane

Il Nucleo Investigativo di Nuoro, con il supporto dei militari della stazione di Orune e dell'unità cinofila dello squadrone Eliportato Cacciatori di Sardegna ha tratto in arresto un giovane del centro barbaricino che custodiva nella sua abitazione un vero e proprio arsenale. I militari hanno infatti trovato un fucile d'assalto Ak-47 "Kalashinikov", una carabina M1 Underwood calibro 30, un fucile mitragliatore M3al, una pistola Beretta cal. 22, sette caricatori e circa 160 cartucce per i diversi tipi di armi. Sulla testa del giovane pende ora l'accusa di detenzione illegale di armi da guerra e comuni e di munizionamento. Intanto i Carabinieri hanno avviato le indagini per capire se armi e munizioni siano state utilizzate in qualche assalto. In particolare il Kalashnikov - come precisato dai militari - è un'arma utilizzata in tutti gli assalti ai furgoni portavalori, proprio per la sua capacità di superare la blindatura.

Nuovo sbarco di migranti sulle coste del Sulcis

Intercettati dalle unità navali e dagli elicotteri del Reparto operativo aeronavale al largo di Capo Teulada, 46 migranti hanno cercato di raggiungere le coste del Sulcis a bordo di quattro barchini. Tra di loro due minorenni e una donna. I migranti, probabilmente di origine algerina, sono stati condotti al porto di Cagliari dalla Guardia di Finanza e dalla Capitaneria di Porto. Qui sono stati visitati e identificati per poi essere trasportati preso il centro di prima accoglienza di Monastir. Intanto nella notte tra martedì e mercoledì i Carabinieri hanno bloccato altri cinque algerini che girovagavano a Porto Pino.

Villacidro. I Carbinieri scoprono una scuola dell'infanzia abusiva

Lo strano movimento intorno allo stabile, dove mattina e pomeriggio si vedevano diverse auto dalle quali scendevano adulti e bambini, ha attirato l'attenzione dei Carabinieri che circa due mesi fa hanno avviato apposite indagini. A ciò si è aggiunta una segnalazione anonima sulla presenza di una scuola abusiva a Villacidro, pervenuta ai NAS. E così, sugli sviluppi delle indagini, i militari hanno effettuato un blitz presso la struttura scoprendo che all'interno della stessa venivano accolti dieci bambini. Una vera e propria scuola dell'infanzia senza alcuna autorizzazione, gestita da un uomo di 38 anni e una donna di 54. Per entrambi è scattata la segnalazione all'autorità amministrativa, mentre il sindaco di Villacidro ha emesso un'ordinanza di chiusura immediata.
Sottoscrivi questo feed RSS
giweather joomla module