Tortolì. Finiscono in ospedale per un parcheggio conteso

L'episodio è avvenuto nell'area di sosta nei pressi di una spiaggia tra Orrì e Cea. Due automobilisti sono finiti in ospedale dopo una violenta rissa per un parcheggio conteso. Per una mancata precedenza sono scattate le minacce, seguite immediatamente dalle botte. In particolare, uno dei due automobilisti è sceso dalla macchina e con fare minaccioso ha impugnato un'arma tradizionale orientale, cercando di colpire l'altro automobilista. Quest'ultimo non si è fatto intimorire e ha colpito al volto il contendente, rimasto ferito con varie contusioni al viso e diversi denti rotti. La fine della rissa è arrivata con l'intervento dei Carabinieri della Compagnia di Lanusei. I due, trasportati all'ospedale di Lanusei per le cure del caso, devono rispondere di lesioni, mentre il proprietario dell'arma orientale è stato anche denunciato per porto abusivo di armi e minaccia aggravata.

Osini. Bimbo di 4 anni azzannato da un cane

Camminava per le vie di Osini insieme alla nonna quando veniva azzannato da un cane meticcio, riportando ferite di lieve entità al polpaccio. Dopo aver avviato le indagini, i Carabinieri di Osini sono riusciti a risalire al proprietario del cane, denunciato per omessa custodia dell'animale. In aggiunta, è stata comminata una sanzione di 220 euro per la violazione per "malgoverno di animali" e poiché l'animale era sprovvisto di microchip obbligatorio, come prescritto dalla legge regionale contro il randagismo e l'abbandono.

Luras. Ragazzo di 22 anni ferito da un colpo di arma da fuoco

Ancora tutta da chiarire la dinamica del ferimento di un 22 enne di Luras. Il giovane, ritrovato ferito, questa mattina, nelle campagne vicine al paese, versa in condizioni gravi. Parrebbe che il suo ferimento sarebbe stato causato da un colpo di arma da fuoco. Diverse le ipotesi al vaglio dei Carabinieri, che hanno avviato le indagini. I militari, della stazione di Luras e della compagnia di Tempio sono intervenuti a seguito dell'allarme lanciato ieri sera dai parenti del ragazzo.

Cagliari. Picchia a sangue l'ex fidanzata: arrestato dai Carabinieri

L'ennesimo episodio di violenza contro una donna si è verificato a danno di una donna di 47 anni. La vittima è stata pestata dal suo ex, dopo l'ennesima discussione. L'uomo, che probabilmente non accettava la fine del rapporto, ha provocato alla sua ex un trama cranico e la frattura del setto nasale. Dopo aver aggredito la donna è fuggito. Avvertiti dalla vittima, i Carabinieri hanno subito avviato le indagini per rintracciarlo e alla fine lo hanno arrestato, denunciandolo per stalking e lesioni personali. Era da aprile che l'uomo, un 55 enne di Cagliari, minacciava e perseguitava la sua vittima.

Cagliari. Giovane pestato nei parcheggi vicino allo stabilimento Il Lido

Fratture craniche, mandibolari e del setto nasale, con una prognosi di 40 giorni. Sono le conseguenze del pestaggio che ha avuto come protagonista, suo malgrado, un giovane di 21 anni. Aggredito e picchiato selvaggiamente da un gruppo di circa 10 ragazzi, il giovane è ricoverato all'ospedale Santissima Trinità. L'episodio sarebbe avvenuto all'alba di domenica nei pressi dei parcheggi vicino al supermercato di fronte allo stabilimento balneare Il Lido. La vittima, dopo aver trascorso la notte in un locale del Poetto, si è fatto accompagnare da alcuni amici a prendere l'auto. Mentre si trovava da solo è stato avvicinato dal branco che avrebbe iniziato a insultarlo. Per aver reagito il giovane è stato aggredito e colpito ripetutamente. Gli aggressori sono poi fuggiti. Una volta giunto in ospedale ferito, i medici hanno richiesto l'intervento dei Carabinieri che stanno cercando di rintracciare i responsabili e ricostruire tutta la vicenda.

Ogliastra. Sequestrati tremila litri di latte

I Carabinieri della Compagnia di Jerzu e i militari del Nas hanno sequestrato tremila litri di latte presso un centro di raccolta abusivo ricavato all'interno di un immobile privo delle specifiche autorizzazioni di legge. Il latte era destinato ad una cooperativa del Sarcidano. Oltre al sequestro del latte i militari hanno sanzionato il presidente del consiglio di amministrazione della cooperativa a cui era destinato il latte per un importo di 10 mila euro. Sanzione dovuta per il fatto che il centro di raccolta e stoccaggio non era attrezzato per accogliere il latte e non era in grado quindi di rispettare le norme igieniche previste in questi casi.

Budoni. Maltrattata dal marito, scappa di casa con i figli

E' accaduto a Budoni. Una donna marocchina si è presentata durante la notte presso i Carabinieri, insieme ai suoi tre bambini. La donna ha chiesto l'aiuto dei militari in quanto maltrattata dal marito, suo connazionale. Grazie all'interessamento dei Carabinieri la donna e i suoi bambini sono stati ospitati a casa di una famiglia di vicini, in attesa che i servizi sociali del Comune si attivino per trovare una soluzione strutturale. L'episodio risale a tre giorni fa. A quanto pare da tempo la donna viveva una situazione familiare molto difficile, caratterizzata da frequenti litigi e discussioni. L'ennesimo episodio di violenza ha convinto la donna a raccontare tutto ai Carabinieri, dopo l'abbandono dell'abitazione. Nonostante tutto, al momento non è stata sporta alcuna denuncia nei confronti del marito.

Cagliari. Minaccia le operatrici della comunità terapeutica: arrestata

E' quanto accaduto ieri sera presso la struttura "Franca Ongaro Busaglia". Una donna, armata di coltello, si è fatta consegnare 100 euro dalle operatrici, minacciandole. Una volta in possesso del bottino, la donna è scappata. Rintracciata dai Carabinieri la donna, nonostante si sia scagliata anche contro i militari, è stata arrestata con le accuse di rapina e resistenza a pubblico ufficiale.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari