Torre dei Corsari. Muore 22 enne di Pabillonis

Un ragazzo di 22 anni di Pabillonis é morto questa mattina a Torre dei Corsari mentre si apprestava ad immergersi per una battuta di pesca. Mentre si preparava ha accusato un malore e si é accasciato a terra. Immediato l'allarme dell'amico che lo accompagnava. Nonostante l'intervento del 118 e la richiesta di supporto da parte dell'elisoccorso, per il giovane sub non c'é stato niente da fare. Carabinieri e Capitaneria di Porto di Oristano sono intervenuti sul posto per gli accertamenti di rito.

Arbus. A Piscinas una delle più grandi spiagge naturiste d'Europa

Dopo Porto Ferro (Sassari) Piscinas potrà avere il suo spazio dedicato ai naturisti. La decisione arriva dall'Amministrazione Comunale di Arbus che ha scelto di concedere una significativa parte della spiaggia di Piscinas (800 metri di litorale a sud degli stabilimenti balneari e dell'hotel "Le Dune d'Ingurtosu"), agli appassionati del genere. Una decisione non difficile visto che la zona già dagli anni ottanta è meta di turisti usi a praticare il naturismo. Soddisfazione da parte dell'associazione Sardegna Naturista che, come nel caso di Sassari e Porto Ferro ha collaborato con il Comune di Arbus per giungere alla decisione di destinare parte del litorale al turismo naturista. Una nicchia che potrebbe contribuire ad arricchire l'offerta turistica della Sardegna, attirando anche altre tipologie di visitatori, soprattutto dal Nord Europa, dove il turismo naturista è una realtà consolidata.

Arbus. Catamarano fantasma affonda tra gli scogli di Torre dei Corsari

La Guardia Costiera non ha ricevuto alcuna richiesta di aiuto. I resti del catamarano, modello "Star Twins", sono stati avvistati tra gli scogli di Torre dei Corsari. Il primo ad avvisare la Capitaneria di Porto di Oristano è stato un bagnino, che ha recuperato in spiaggia alcuni detriti. Immediato l'intervento dei mezzi della Capitaneria di Porto, assistiti da un elicottero della Guardia Costiera e della Polizia e dai sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Cagliari, impegnati nell'ispezionare il fondale. Allo stato attuale non sono stati individuati superstiti il che farebbe pensare ad un naufragio avvenuto altrove. In questo senso sono state avviate le verifiche del caso con le autorità di altri Paesi, Francia in particolare.

Arbus. Rivolta dei detenuti nel carcere di Is Arenas

E' successo ieri sera. Quattro detenuti hanno cominciato a inveire contro il personale di Polizia Penitenziaria in servizio e, successivamente, hanno iniziato a perquotere violentemente i blindati delle camere di pernottamento. Dopo faticose trattative gli agenti sono riusciti a riportare l'ordine, nonostante il gruppetto manifestasse intenzioni molto minacciose. "Quel che è accaduto è gravissimo, anche in relazione all'atteggiamento assunto da molti detenuti" - ha dichiarato il coordinatore regionale di Fp Cgil Polizia penitenziaria Sandro Atzeni, che parla di un "qualcosa di organizzato". L'episodio ha convinto la Fp Cgil Penitenziaria a sollecitare "urgenti provvedimenti a tutela dei poliziotti penitenziari che lavorano nella Casa di Reclusione di Is Arenas e della stessa vivibilità nella struttura detentiva". Di fatto, il sistema di vigilanza dinamica - che permette ai detenuti di girare liberi per buona parte del giorno, con livelli minimi di sicurezza - alimenta atteggiamenti provocatori con una tensione che si taglia a fette. Da qui la richiesta di Cgil Polizia di richiedere l'allontanamento dei promontori della rivolta.

Arbus. Cafoni a Capo Pecora

A denunciare la cosa è l'associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus (GrIG) che ha provveduto a fare un'apposita segnalazione al Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale, ai Carabinieri del N.O.E. e al Comune di Arbus, sulla presenza (25 settembre) di un camper sull’arenile sabbioso di Capo Pecora. Pur essendo presenti cartelli di divieto di campeggio ed essendo vietato per tutto l'anno dall'ordinanza balneare regionale 2017, la sosta di camper sulla spiaggia di Capo Pecora sembrerebbe un fatto consueto. Una situazione che in assenza di controlli incentiva i cafoni, spesso stranieri, ad adottare comportamenti che sicuramente non si permetterebbero di adottare in casa loro. Per questo motivo il GrIG auspica un maggior controllo dell'area con accessi soggetti a vigilanza periodica e sanzioni per i cafoni maleducati.
Sottoscrivi questo feed RSS

14°C

Cagliari

Breezy

Humidity: 60%

Wind: 49.89 km/h

  • 10 Dec 2018 15°C 12°C
  • 11 Dec 2018 15°C 10°C