Ottana. Gli amministratori locali a sostegno del sindaco e della giunta

Si è svolto oggi a Ottana un incontro che ha visto protagonisti numerosi amministratori locali, riuniti per testimoniare il loro supporto al sindaco, Franco Saba e la sua Giunta, a seguito delle annunciate dimissioni, quale segnale di impotenza contro la crisi occupazionale che sta mettendo in ginocchio l'intero territorio. L'ufficio di Presidenza del Consiglio delle autonomie locali (Cal), che si è riunito per l'occasione presso la casa comunale di Ottana, ha raccolto l'appello del sindaco di Ottana per cercare di sconfiggere la disoccupazione e per implementare politiche di sviluppo in grado di far rinascere l'intera zona. In questo senso tutti i sindaci presenti sono d'accordo: occorre un segnale forte alla Regione con un'apposita legge. "Come lo scorso anno hanno aiutato Alghero con 15 milioni di euro per la ricapitalizzazione dell'aeroporto, così possono aiutare Nuoro e i comuni a rischio dissesto", ha sottolineato il sindaco di Nuoro, Andrea Soddu. A rincarare la dose anche il sindaco di Padru, Antonio Satta, che messo in evidenza, se ancora ce ne fosse bisogno, come gli amministratori locali siano impegnati quotidianamente con la disperazione della gente, senza alcun mezzo per poter intervenire. E per quanto riguarda le annunciate dimissioni, il sindaco di Ottana precisa: "ho annunciato le dimissioni perché sono stanco di vedere la gente soffrire e di non avere soluzioni per loro. Il problema di Ottana è il problema delle zone interne che soffrono perché la Regione è molto distante: la programmazione territoriale dura da 3 anni e ancora non si è distribuito un euro. Ottana paga lo scotto della disoccupazione e dell'abbandono dell'industria, che non vuole bonificare l'inquinamento che ha lasciato e così l'area è in abbandono totale".

Nuoro. Il ministro Minniti incontra gli amministratori locali

"Incontro positivo che getta le basi per un intervento organico sulla sicurezza nei territori”. Così è stato sintetizzato dal presidente del Consiglio Regionale, Gianfranco Ganau, l'incontro di oggi con il ministro Minniti. Presenti a Nuoro, presso la secde della provincia, anche il presidente della Regione, Francesco Pigliaru, i presidenti del Cal e dell'Anci, Andrea Soddu e Emiliano Deiana e una delegazione dei sindaci della Sardegna. Al centro della riunione, i possibili interventi da parte del Governo per arginare il fenomeno degli atti intimidatori verso gli amministratori locali. "Anche il tema dell'accoglienza dei migranti in Sardegna – ha sottolineato il presidente Ganau – è un elemento che può produrre disagio sociale se non governato e la conferma da parte del ministro Minniti di aver riportato le quote entro il limite del 2,9%, ci conforta. Il ministro ha tra l'altro chiesto ai sindaci piena collaborazione per costruire una rete diffusa di accoglienza. Il numero esiguo di migranti accolti nei comuni della Sardegna consente una migliore integrazione, evitando situazioni di disagio e insofferenza da parte delle comunità, conseguenze scontate quando si concentrano grosse aggregazioni nei centri di accoglienza. Una proposta che mi sento di sottoscrivere – ha concluso Ganau – tra l'altro già avanzata e fatta propria dall'Anci regionale, sulla quale bisogna continuare ad operare, in stretta sinergia con il Governo».

Atti intimidatori agli amministratori locali. Vertice in Prefettura a Nuoro

All'indomani del vile gesto compiuto contro il sindaco di Osini (qualcuno ha tagliato circa 80 piante di ciliegi del suo frutteto), a Nuoro si è svolto un incontro tra alcuni sindaci, il prefetto del centro barbaricino e i rappresentanti delle forze dell'ordine. Per il prefetto di Nuoro, Carolina Bellantoni, non ci sarebbe nessuna emergenza e l'incontro sarebbe stato organizzato per portare solidarietà al sindaco di Osini e per verificare le eventuali azioni di vigilanza e prevenzione da mettere in campo. Da parte sua il sindaco di Osini ha manifestato il disagio dei piccoli centri della Sardegna che, come quello che amministra, vivono una grande difficoltà economica, appesantita dalla mancanza di servizi. Una situazione che contribuisce ad esacerbare gli animi della comunità, fortemente bisognosa dell'aiuto da parte delle istituzioni. Intanto è atteso l'arrivo, nei prossimi giorni, del ministro dell'Interno Marco Minniti, al quale verranno consegnate le richieste degli amministratori.
Sottoscrivi questo feed RSS

23°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 92%

Wind: 35.40 km/h

  • 19 Sep 2018 27°C 20°C
  • 20 Sep 2018 25°C 21°C