Sassari. America's Cup 2021: “Occasione unica per la Sardegna"

Lo sostiene il presidente del Consiglio Regionale, Gianfranco Ganau che oggi, presso gli uffici della Regione a Sassari, ha incontrato i rappresentanti della Fondazione “Adelasia di Torres”, il presidente Renato Azara e il direttore Salvo Manca. La Fondazione, per la quale Ganau auspica il supporto delle istituzioni, è già da tempo impegnata nell'idea di progettare e costruire in Sardegna la barca che parteciperà alla trentaseiesima edizione dell' America's Cup, in programma nel 2021 ad Auckland in Nuova Zelanda. Un progetto ambizioso che mette al centro la Sardegna, la sua storia, le sue bellezze, i suoi valori e le sue naturali vocazioni. "Il nostro è un progetto ben articolato che parte dalla costruzione in Sardegna della barca che parteciperà al trofeo più antico del mondo – hanno detto i rappresentanti della Fondazione – per il quale vogliamo coinvolgere tutti i sardi, un'occasione unica per mettere in vetrina la nostra isola che avrebbe un enorme ritorno di immagine. Stiamo lavorando per interventi strutturati volti a valorizzare la Sardegna dal punto di vista economico, culturale, turistico e sociale, offrendo anche rilevanti opportunità di lavoro». Da parte sua il presidente del Consiglio Regionale ha sottolineato: "siamo di fronte ad una grande occasione che la Sardegna deve cogliere sino in fondo, ecco perché credo possa essere utile l'istituzione di un tavolo regionale interassessoriale che da qui e sino al 2021 possa supportare l'iniziativa, seguendo tutti i passaggi».

Cagliari. Allenamenti di Luna Rossa in vista dell'America's Cup

Luna Rossa torna a Cagliari. In vista dell'America's Cup, il team inizierà ad allenarsi nelle acque sarde tra gennaio e febbraio 2018. E mentre una parte della squadra è già arrivata in città, entro dicembre verranno presentati i progetti per la realizzazione del quartier generale che troverà sede al porto. In base alle prime indiscrezioni in ballo ci sarebbero due opzioni: la conferma della sede presso il molo Sabaudo o la scelta del molo Ichnusa. A renderlo noto è lo skipper del team, Max Sirena, presente alla conferenza stampa di presentazione del progetto Ajò a Tokyo, propedeutico alle Olimpiadi del 2020, che vede protagonisti i campioni di windsurf isolani, Marta Maggetti e Carlo Ciabatti. Sirena, che risiede in Sardegna con la sua famiglia dal 2015, ha sottolineato come Cagliari, soprarttutto per il suo carattere internazionale, rappresenti l'ambiente ideale per il ritorno di Luna Rossa.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari