Contrasto alla contraffazione ed all’abusivismo commerciale sui litorali. Sequestrati oltre 350 articoli

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell'ambito dei controlli lungo i litorali, parte integrante del progetto “Spiagge Sicure”, ha effettuato diversi interventi volti al contrasto della contraffazione e dell’abusivismo commerciale. In particolare, nel comune di Villasimius, nascosti tra la vegetazione della pineta in prossimità della spiaggia di Campulongu, le Fiamme Gialle hanno rinvenuto e sequestrato due borsoni contenenti 295 articoli tra occhiali, scarpe, maglioncini, pantaloni, costumi e braccialetti. In un’altra circostanza, a Cagliari, i finanzieri hanno rinvenuto all'interno di un veicolo, alcuni capi di abbigliamento contraffatti. La successiva perquisizione presso l’abitazione del conducente dell’autovettura – un cittadino extracomunitario classe 1992 – ha consentito di rinvenire ulteriori articoli non originali. Complessivamente sono stati sequestrati 61 articoli contraffatti tra scarpe e accessori di abbigliamento riconducibili a noti brand quali Converse, Liu Jo, Nike e Louis Vuitton. Il venditore ambulante e’ stato segnalato alla locale autorita’ giudiziaria. Con le operazioni di Villasimius e Cagliari a 1.959 gli articoli contraffatti sequestrati. Tra questi, 555 supporti digitali privi del marchio Siae e 3.675 articoli non sicuri e privi del marchio “CE”.

Contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale sui litorali. Sequestrati circa 400 articoli.

La Guardia di Finanza di Cagliari, nell'ambito delle quotidiane attivita’ di controllo dei litorali, ha effettuato ulteriori interventi volti al contrasto della contraffazione e dell’abusivismo commerciale. Sul litorale di Pula, in localita’ Tuerredda, le Fiamme Gialle hanno individuato due cittadine straniere, una argentina ed una spagnola che, proponendosi come indossatrici di abiti-pareo, erano intente a vendere i loro prodotti alla numerosa clientela presente sulla spiaggia. L’intervento dei finanzieri ha consentito di appurare che le due venditrici erano sprovviste di partita iva e della necessaria autorizzazione al commercio nelle aree demaniali, circostanze che hanno condotto al sequestro dei 45 abiti in loro possesso ed all’irrogazione di una sanzione amministrativa di 1.032 €. I militari hanno individuato anche tre soggetti extracomunitari che effettuavano commercio ambulante i quali, seppur tutti titolari di partita iva, non possedevano la concessione per esercitare la vendita sui litorali. Anche per loro e’ scattata la medesima sanzione amministrativa comminata alle due indossatrici/venditrici. Sempre sulla costa occidentale, ma nel comune di Domus de Maria, in localita’ Chia, le Fiamme Gialle hanno sequestrato 52 accessori moda (cappellini, ziani, borselli, cinture) nei confronti di un soggetto extracomunitario, anch’esso privo di partita iva e sanzionato amministrativamente per mancanza di licenza per la vendita sull’arenile. Medesimo provvedimento sanzionatorio e’ stato assunto nei confronti di un altro cittadino extracomunitario, anch’egli titoloare di partita iva ma privo della concessione per la vendita in spiaggia. Ulteriori attivita’ di perlustrazione delle zone attigue, hanno altresi’ consentito di individuare e sequestrare, abbandonati all’interno di un involucro tra i cespugli, 7 borselli recanti marchi contraffatti riportanti i segni distintivi di maisons di moda quali Louis Vuitton, Gucci e Burberry. Interventi anche a Cagliari dove i baschi verdi, durante un posto di controllo, hanno rinvenuto, all’interno di un’autovettura, 52 tiralampo contraffatte, ricondicibili a noti brand di moda, come Monlcer e Colmar. Le successive attivita’ di perquisizione condotte presso l’abitazione del conducente dell’autovettura – un soggetto extracomunitario di 33 anni – hanno consentito di rinvenire ulteriori 86 articoli finemente contraffatti, tra borse, portafogli, calzature ed occhiali, riportanti marchi quali Prada, Gucci, Armani, Liu Jo e Trussardi, nonche’ 179 cd musicali privi del marchio Siae. I complessivi 317 prodotti sono stati sequestrati e il soggetto denunciato alla locale autorita’ giudiziaria.

Consumo idrico. Allacci abusivi: Abbanoa presenta 500 denunce

I controlli effettuati da Abbanoa, eseguiti sulla base delle segnalazioni pervenute, hanno portato all'emersione di diverse situazioni di allacci abusivi. A Budoni sono state scoperte due intere lottizzazioni allacciate alla rete idrica tramite un unico punto di fornitura abusivo. In Costa Smeralda una villa di lusso, intestata a una società Lussemburghese non pagava un centesimo per la grande quantità d'acqua utilizzata. Sempre al nord, scovato un camping di S.Teodoro, anch'esso allacciato abusivamente alla rete fognaria. Nel centro dell'isola un caseificio fruiva del servizio erogato da Abbanoa senza la sottoscrizione di alcun contratto mentre a Cagliari, un chioschetto del Poetto, nonostante la reiterata sospensione della fornitura, si è riallacciato alla rete pubblica. Questi i casi più eclatanti, ma in tutto le denunce presentate da Abbanoa sono quasi 500. Il trucco è sempre lo stesso, al posto dei contatori sono installati tubi flessibili che consentono di fornire l'acqua direttamente dalla rete. Frequenti anche i casi di contatori irregolari. Una situazione che va affrontata ma che, come sottolineato dallo stesso gestore unico, è rappresentativa di un'esigua minoranza di popolazione. Di fatto su 10 sardi presi ad esempio, otto pagherebbero regolarmente il servizio idrico fornito.

Consumo idrico. Allacci abusivi: Abbanoa presenta 500 denunce

Ci siamo quasi. Le procedure burocratiche per consentire l'utilizzo del nuovo stadio del Cagliari sono al giro di boa finale. Oggi si è svolta la riunione della commissione di vigilanza per il via libera all'impianto. A brevissimo si dovrebbero svolgere i primi sopralluoghi. Nei piani della società rossoblù lo stadio dovrebbe essere pronto per la partita casalinga con il Crotone, prevista per il 10 settembre. In ballo ci sono circa 8 milioni di euro, investiti dal club del capoluogo, per uno stadio provvisorio che potrà contare su 16.233 posti a sedere con 15 Sky box. Per la realizzazione dell'impianto si è fatto ricorso alle tribune del Sant'Elia e alla main stand utilizzata nello stadio di Is Arenas. Tra le particolarità, è allo studio la creazione di un percorso multimediale sulla storia del Cagliari, che troverebbe collocazione al piano terra.
Sottoscrivi questo feed RSS

16°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 93%

Wind: 24.14 km/h

  • 14 Nov 2018 20°C 16°C
  • 15 Nov 2018 19°C 13°C