Yukon Artic Ultra. La determinazione di Roberto Zanda

Ancora ricoverato presso l'ospedale canadese di Whitehorse e con il rischio di pedere parte degli arti inferiori e superiori, l'irorman sardo non si abbatte e conferma la sua intenzione di continuare a fare le ultramaratone. A sottolinearlo è lo stesso Zanda nel corso di una intervista rilasciata ad una tv canadese che lo ha raggiunto in ospedale. Nel corso dell'intervista "Massicione" ripercorre i tragici momenti del suo abbandono della Yukon Artic Ultra, non senza accusare l'organizzazione della competizione per la poca cura nel controllare la pista. Intanto, per proseguire i controlli sul suo stato di salute, Zanda potrebbe tornare presto in Italia per essere ricoverato in Valle d'Aosta, in un centro specializzato nel trattamento di casi analoghi al suo.

Maratona Yukon Artic Ultra. Ancora preoccupanti le condizioni di Roberto Zanda

Rischia l'amputazione dei piedi dopo aver già perso, almeno così si apprende, una falange dal dito. L'ironman sardo, ancora ricoverato presso l'ospedale di Whitehorse a causa del congelamento di braccia, gambe e mani, è stato raggiunto dalla compagna. Insieme attendono i risultati degli accertamenti medici per capire se il rischio amputazione dei piedi potrà essere evitato. L'atleta sardo aveva abbandonato la maratona in solitaria "Yukon Artic Ultra" in seguito al congelamento di terzo grado agli arti, con ferite sanguinanti.

Yukon Artic Ultra. Preoccupazione per l'ironman sardo Roberto Zanda

E' inutile nasconderlo. Le condizioni di salute di Roberto Zanda iniziano a destare qualche preoccupazione. L'ironman sardo, che due giorni fa è stato costretto ad abbandonare la maratona solitaria Ykon Artic Ultra, ora è ricoverato presso l'ospedale canadese di Whitehorse a causa del congelamento di braccia, gambe e mani. Molto preoccupato anche il fratello di Roberto che confida nella forza di Roberto per superare questo delicato momento. Intanto la compagna di "Massiccione" dovrebbe raggiungere l'atleta sardo in ospedale per saperne di più.Di fatto, in base a quanto riferito, Zanda avrebbe manifestato segni di congelamento di terzo grado agli arti. I medici canadesi sono intervenuti utilizzando farmaci specifici di ultima generazione per rendere più fluido il sangue dell'atleta e consentire una rapida guarigione. Il rientro di Zanda nell'isola non potrà comunque avvenire a brevissimo termine in quanto i medici si sono presi del tempo per analizzare meglio il caso.
Sottoscrivi questo feed RSS

22°C

Cagliari

Mostly Clear

Humidity: 85%

Wind: 11.27 km/h

  • 21 Aug 2018 30°C 21°C
  • 22 Aug 2018 30°C 21°C