Sassari. Danni provocati dalle raffiche di vento

Pomeriggio caratterizzato da una vera e propria bufera di vento. In diverse zone della città sono stati abbattuti diversi alberi. In particolare in via Paganini, via Nesta, via Buonarotti, via Besta, nella zona industriale di Predda Niedda e in viale San Pietro, di fronte alle cliniche universitarie. A Monte Ore, l'impianto di sollevamento di Abbanoa è stato messo fuori uso. Intorno alle 17 la linea elettrica, gestita dalla società che eroga i servizi idrici in Sardegna, è stata bloccata da un guasto. Immediato l'intervento dei tecnici che hanno proceduto alla riparazione e al riavvio dell'impianto. Le forti raffiche di vento hanno procurato diverso lavoro ai Vigili del Fuoco che sono intervenuti per rimuovere i fusti e i rami dalle strade e per ripristinare le condizioni di sicurezza, anche se l'allarme non è ancora cessato. Anche Oristano ha fatto i conti con il forte vento, responsabile per diversi disagi che hanno comportato l'abbattimento di diversi alberi.

Sassari. Campagna contro l'azzardopatia

Parte da Sassari la campagna contro l'azzardopatia promossa dall'associazione Crew e finanziata dall'assessorato regionale della Pubblica istruzione. Alla presentazione del progetto “Azzardopatia – Scomettiamo su di te”, finalizzato alla sensibilizzazione sui rischi derivanti dal gioco d'azzardo patologico, erano presenti la consigliera regionale Daniela Forma, prima firmataria di una proposta di legge regionale per contrastare il gioco d'azzardo patologico, insieme al consigliere regionale Raimondo Caciotto e al presidente del Consiglio Regionale, Gianfranco Ganau. Proprio lo stesso Ganau ha sottolineato che "quello che serve è una sensibilizzazione contro i rischi per combattere la ludopatia, che sia strutturata in maniera capillare per contrastare un fenomeno che oggi coinvolge soprattutto i giovani. Manca indubbiamente un quadro normativo regionale che metta a sistema le attività di prevenzione e informazione. Per questo a fine maggio è stata depositata una proposta di legge, prima firmataria la consigliera regionale Daniela Forma insieme al consigliere regionale Raimondo Caciotto, oggi qui presente insieme a me per ringraziare l'associazione Crew e i comuni coinvolti in un progetto importante per il quale il Consiglio regionale è pronto a fare la propria parte. "La proposta - ha continuato il Presidente del Consiglio Regionale - prevede un intervento organico da parte della Regione Sardegna, attraverso la definizione di un piano biennale che stabilisce le attività in ordine alla prevenzione, alla cura e riabilitazione dei soggetti problematici e patologici. Le azioni sono mirate a sensibilizzare sui rischi del fenomeno, i minori, i più deboli e le persone economicamente disagiate, quelli più esposti a questo tipo di patologia che oggi è stata riconosciuta anche livello nazionale tra i livelli essenziali di assistenza. La proposta è al momento ferma in sesta commissione – ha chiarito il presidente del Consiglio – il mio impegno sarà quello di sollecitare la discussione affinché il testo possa arrivare il più rapidamente possibile in Aula per un'approvazione definitiva della legge e avere così dei chiari riferimenti normativi anche nella nostra Regione». All'incontro con la stampa erano presenti Lisa Benvenuto dell'associazione Crew, capofila del progetto, l'assessora alle Politiche sociali del comune di Sassari, Monica Spanedda, il sindaco e la consigliera comunale di Alghero, Mario Bruno e Giusy Piccone e Marco Ladu dell'associazione Mondo X. Il progetto di sensibilizzazione, sostenuto anche dai comuni di Sassari e Alghero prevede la promozione di trenta incontri pubblici in tutta l'isola, il coinvolgimento di venti istituti scolastici, eventi teatrali, attività di animazione, comunicazione e informazione e anche la realizzazione di due concorsi per la creazione di un videospot. Lunedì 16 luglio sarà il comune di Alghero ad ospitare il primo degli incontri nei territori, mentre il comune di Sassari accoglierà la manifestazione conclusiva di tutto il progetto prevista a novembre.

Mercato immobiliare. In Sardegna nuova spinta sulle compravendite

In base al rapporto pubblicato dal Sole 24 Ore, elaborato su dati Omi, Istat, in Sardegna emerge un certo dinamismo del mercato immobiliare. In particolare, aumentano le compravendite, anche se questo non si riperquote ancora sul rialzo dei prezzi delle abitazioni. Nello specifico, il territorio provinciale più vivace è quello di Sassari che fa registrare 100 transazioni ogni 100 mila abitanti, con un incremento, tra il 2017 e il 2018, del 3,7%. Quale base di partenza è stato assunto il dato delle compravendite del 2017 (4.911). Il Capoluogo pur evidenziando un aumento percentuale delle transazioni (+8,7% rispetto al 2017) con 88 ogni 100 mila abitanti, si piazza al secondo posto. A seguire Oristano e Nuoro, rispettivamente con un +5,7% e un +3,4%. nel 2017. Nel primo caso le compravendite erano state 901 (56 per 100mila abitanti), mentre nel secondo caso 866, ovvero 59 per 100 mila abitanti.

Sassari. Picchiata davanti al bancomat

È quanto accaduto oggi ad una ragazza nigeriana davanti al bancomat dell'ufficio postale di via Bogino, nel quartiere Monte Rosello. Ad aggredirla un giovane che le ha strappato di mano il bancomat, spezzandolo in due, per poi prenderle il cellulare al fine di scagliarlo al suolo. "Ci sono prima io, tornatene nel tuo Paese". Sono queste le frasi proferite dal ragazzo. Nonostante il fare minaccioso del ragazzo la giovane nigeriana ha provato a far valere le proprie ragioni. A questo punto il ragazzo l'ha tirata per i capelli e l'ha fatta cadere sul marciapiede, poi è scappato. Il tutto davanti a diverse persone che solo dopo la fuga dell'aggressore hanno trovato il coraggio di agire e chiamare le forze dell'ordine. Una volta sul posto, gli agenti della squadra mobile della Questura di Sassari hanno allertato il 118. Trasportata al pronto soccorso, la giovane straniera è stata curata. Le sue condizioni non destano preoccupazione.

Sassari. Aggredisce l'ex cognato con un paio di forbici

Lo ha ferito alla schiena e all'addome, durante una lite in via Gramsci. Quando i Carabinieri sono arrivati sul posto hanno trovato un giovane a terra, sanguinante, con ferite alla schiena e alla pancia che ha riferito di essere stato aggredito dal suo ex cognato. Ad essere arrestato un 39 enne sassarese. Per lui l'accusa di tentato omicidio. Intanto il giovane ferito è stato sottoposto a un intervento chirurgico per una perforazione di un polmone, causata da uno dei colpi di forbici.

Sassari. Conferenza stampa su insularità e infrastrutture

Si è svolta oggi, presso la stazione ferroviaria una conferenza stampa convocata dal presidente del Comitato Insularità in Costituzione, Roberto Frongia, per presentare il dossier sulle infrastrutture della Sardegna e la situazione delle ferrovie sarde. Una situazione che evidenzia il gravissimo gap esistente tra l'isola e le altre regioni d'Italia. Presente alla conferenza anche il presidente del Consiglio Regionale, Gianfranco Ganau, che ha sottolineato: “il nostro essere isola condiziona lo sviluppo del trasporto su rotaia per merci e persone. Siamo qui alla stazione ferroviaria di Sassari come gesto simbolico per rappresentare quelle che sono le difficoltà e i disagi che i sardi affrontano quotidianamente e che rappresentano la nostra arretratezza nei trasporti, dovuta proprio alla condizione di insularità. La nostra condizione – ha aggiunto Ganau - comporta l'esclusione dalle reti dell' alta velocità, siamo fuori dalle reti autostradali e siamo fuori dalle reti energetiche nazionali ed internazionali. Questo implica per i sardi un aumento notevole dei costi, stimati in un miliardo e mezzo di euro all'anno per trasporti ed energia». Il presidente del Consiglio Regionale ha poi ricordato che la Sardegna, prendendo cento come indice infrastrutturale per le ferrovie in Italia, si attesta appena al 15 per cento. «Questo evidenza – ha aggiunto - una difficoltà grossissima a sviluppare un trasporto su rotaia per le merci e le persone. Per questo la battaglia per l'insularità e il riconoscimento pieno della nostra condizione in Costituzione è l'unico modo per avere attenzione da parte del Governo e fare in modo che la Sardegna possa finalmente colmare questo gap che ha nei confronti dell'Italia e dell'Europa. Questa è una battaglia che sta coinvolgendo sempre di più i sardi - ha concluso – che porterà al riconoscimento di un diritto già riconosciuto per chi abita nella Penisola». Alla conferenza stampa sono intervenuti per il Comitato, il presidente Roberto Frongia, Pietrino Fois, Matteo Rocca, Luca Montresori, Luigi Satta, Cecilia Cherchi e il giurista Vanni Lobrano, animatore del comitato scientifico.

Sassari. Al via la 69 a edizione della Cavalcata Sarda

Saranno 65 i gruppi folk che animeranno la 69 a edizione della Cavalcata Sarda. A questi si aggiungono 2.500 figuranti e 270 cavalieri, provenienti da tutta l'isola. Sono i numeri principali dell'evento che tradizionalmente attira in città tantissimi turisti. Ad aprire il corteo i motociclisti della Polizia Municipale, bande musicali e i Carabinieri a cavallo in alta uniforme. E poi il gonfalone della Città di Sassari, il Gremio dei Massai e la banda musicale della Brigata Sassari. A seguire i 65 gruppi folk che partiranno alle 9 da corso Francesco Cossiga per poi proseguire verso via Asproni, via Roma, piazza d'Italia, portici Bargone e Crispo, via Cagliari, via Brigata Sassari, emiciclo Garibaldi, viale Italia, per terminare in viale Mancini all'angolo con viale Berlinguer. Piatto forte della manifestazione lo spettacolo delle pariglie dei cavalieri. Nove gruppi che si esibiranno presso l'ippodromo Pinna. Oltre al programma principale, l'evento sarà condito da diverse manifestazioni collaterali, a cominciare da giovedì 17 maggio.

Sassari. Medici e infermieri licenziati per assenteismo

Con la conclusione della seconda fase delle indagini avviate a seguito dell'inchiesta voluta dalla Procura di Sassari, che coinvolge undici dipendenti accusati di assenteismo, l'Ufficio Procedimenti Disciplinari dell'Ats ha emesso un provvedimento di di licenziamento per altre sei persone, tra medici e infermieri. Anche loro si sarebbero assentati senza giustificazione dal posto di lavoro, attestando la propria presenza con il badge personale. Ai sei licenziati si aggiungono i quattro licenziamenti della scorsa settimana. L'indagine, finalizzata alla verifica dello standard nell'offerta sanitaria pubblica, risale al mese di novembre 2017 e si è protratta per alcuni mesi. Oltre all'accusa di assenteismo, in alcuni casi i Carabinieri del Nas hanno accertato l'uso di autovetture di servizio per finalità non connesse alle esigenze lavorative.
Sottoscrivi questo feed RSS

28°C

Cagliari

Sunny

Humidity: 76%

Wind: 35.40 km/h

  • 20 Jul 2018 32°C 20°C
  • 21 Jul 2018 31°C 23°C