Pula. Nuovo sbarco di algerini

Ci risiamo. dopo qualche tempo di assenza dalle cronache, le coste del Sulcis tornano nuovamente alla ribalta per un nuovo sbarco di migranti. Un barchino con a bordo nove algerini è infatti arrivato indisturbato sulla spiaggia di Pula. Da qui l'equipaggio si è messo in cammino sulla Statale 195, in direzione Pula per poi dirigersi verso Cagliari. Intercettati dalle forze dell'ordine, sono stati sottoposti a visite mediche e identificazione per poi essere trasferiti al centro di accoglienza di Monastir.

Capoterra e Pula. Sequestrati 5 videopoker irregolari. Gestori multati con sanzione da € 11.660

La Guardia di Finanza di Sarroch, nell’ambito di un’attivita’ di servizio a tutela del monopolio statale del gioco, hanno sequestrato, presso due bar siti nel Comune di Capoterra e Pula, 5 videopoker irregolari. I controlli delle Fiamme Gialle si sono incentrati sulla rispondenza dei congegni da intrattenimento alle previste norme che disciplinano la specifica materia. L’esito delle ispezioni ha consentito di appurare che gli apparecchi installati all’interno dei suddetti esercizi commerciali erano privi dei previsti titoli autorizzativi rilasciati da parte dell’amministrazione dei monopoli dello stato. Per i titolari degli esercizi commerciali sono scattate sanzioni amministrative per un totale di 11.660 €; sono state inoltre sottoposte a sequestro le somme di denaro rinvenute all’interno dei congegni elettronici.

Pula. Individuato un evasore totale che ha occultato 49.000 € al fisco

La Guardia di Finanza della tenenza di Sarroch, durante un controllo nei confronti di un privato cittadino residente a Pula, ha constatato l’omissione della dichiarazione dei canoni di locazione commerciale per un importo complessivo di € 49.200. In base alle risultanze della verifica effettuate dalle Fiamme Gialle, finalizzata ad accertare la regolare dichiarazione di canoni di locazione percepiti per l’affitto di due immobili, l'evasione sarebbe stata perpetrata per due annualita’. Una condotta che configura il locatore quale evasore totale.

Pula. Noto medico cagliaritano muore per un malore a Calaverde

E' stato un infarto a stroncare la vita di un chirurgo cagliaritano di 69 anni. Ieri pomeriggio, mentre si trovava in spiaggia con la sua famiglia, l'uomo ha accusato un malore che ha richiesto l'intervento dei medici del 118. Nonostante gli sforzi profusi dai soccorritori, purtroppo per il medico non c'è stato niente da fare. Si chiamava Carlo Pettograsso, chirurgo maxillofacciale con studio in viale Merello a Cagliari.

Pula. Noto medico cagliaritano muore per un malore a Calaverde

Con 200 menhir ed il rosone più grande della Sardegna, quello della chiesa di San Mauro, che guarda verso di loro, Sorgono potrebbe essere il centro del mondo. Almeno è quanto sostiene Sergio Frau, scrittore e giornalista che da sempre sostiene che la Sardegna è la sommersa Atlantide. Con la presentazione, proprio a Sorgono, del suo ultimo libro "Omphalos, il primo centro del mondo" lo scrittore, attraverso elementi e ricerche aggiuntive, insiste su questa ipotesi, basata su dati concreti, supportati dalle foto dei droni. Ad anticipare il contenuto del volume di Frau, la stessa copertina che raffigura due circonferenze uguali e un punto di intersezione che cade proprio in Sardegna. Una terra antica che ha visto svilupparsi la grande civiltà dei nuragici, poi scomparsa, forse sommersa dall'acqua.

Pula. E' arrivato Sant'Efisio

Seguito dal consueto stuolo di fedeli, Sant'Efisio è arrivato a Pula, proveniente da Sarroch. Il programma delle celebrazioni prevede una Messa presso la chiesa Parrocchiale di San Giovanni Battista. A seguire il Santo raggiungerà la chiesetta di S. Raimondo a Nora e Stazione della Marina Militare. Le celebrazioni proseguiranno domani a Nora con la tradizionale processione, seguita dalla fiaccolata. Giovedì nuova messa a Pula, presso la Chiesa Parrocchiale di S. Giovanni Battista (ore 7), preludio al viaggio di ritorno nel capoluogo. Circa tremila le persone che hanno accompagnato il viaggio di S. Efisio, iniziato ieri dopo le 12 dalla Chiesa di Sant'Efisio. Tantissimi i turisti ai bordi delle strade.

Pula. Domeniche aperte del 10lab di Sardegna Ricerche

Un ricchissimo programma di attività originali e divertenti per avvicinarsi alla scienza, alla tecnologia e all’innovazione. E' quanto promette l'iniziativa "Inventori in Famiglia", che si terrà presso il Parco tecnologico di Pula, località Piscinamanna. Si comincia il 26 marzo, con la prima delle tre aperture domenicali del centro visite di Sardegna Ricerche (ingresso gratuito dalle 10.00 alle 18). Tra le attività che coinvolgeranno il pubblico di ogni età, la costruzione di buffe macchine che scrivono, oggetti volanti dalle forme più varie da provare nel cilindro del vento, estrarre il proprio DNA per capire come è fatto davvero o sperimentare con la chimica degli alimenti. Una serie di laboratori scientifici e didattici, che arricchiranno l'evento, durante il quale sarà possibile vivere anche gli spazi attorno al centro, nella bellissima riserva naturale di Pula, dove saranno organizzate le cosiddette “gare delle uova” per costruire la torre più alta usando solo le cannucce o il ponte più solido con gli spaghetti, oppure foderare un uovo crudo in modo riuscire a gettarlo dall’alto senza romperlo. Il 10lab è gestito da Sardegna Ricerche in collaborazione con SISSA Medialab, società di proprietà della Scuola Internazionale di Studi Superiori Avanzati di Trieste. Lo staff del 10lab è composto da professionisti nel campo della comunicazione della scienza e della museologia con una vasta esperienza internazionale. Quattordici giovani laureandi e neolaureati sardi sono stati formati da esperti internazionali per facilitare i laboratori didattici e le attività tinkering. Le altre due aperture domenicali sono previste per il 9 e 23 aprile.

Pula. Attacco sessista contro il sindaco, Carla Medau

Contro un muro con le mani alzate. E' questa l'immagine che ritrare il primo cittadino di Pula, apparsa su un blog e poi rimossa. Il gesto, pare riconducibile all'opposizione, ha sollevato una marea di reazioni indignate ed è stato bollato immediatamente come un "attacco sessista", un'ulteriore segnale della violenza contro una donna, oltre ad essere un'offesa per chi rappresenta le istituzioni. L'interessata, attraverso Facebook, ha definito l'accaduto "una vicenda grottesca", che si aggiungerebbe ad altre "bassezze" che hanno costellato i due anni di mandato, "senza alcun rispetto personale o del ruolo ricoperto". Nell'auspicare che i responsabili vengano individuati, il sindaco ha ringraziato tutte le persone e colleghi che hanno manifestato la propria solidarietà e vicinanza. Tra questi anche il presidente del Consiglio regionale, Gianfranco Ganau che in merito ha dichiarato: "ritengo vergognoso quanto accaduto, il dissenso politico e le divergenze di opinione anche su scelte amministrative non condivise non possono in alcun modo giustificare reazioni e azioni di questo tipo. Siamo uomini delle istituzioni e sta a noi garantire per primi la cultura del rispetto".
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari