Oristano. Cittadinanza onoraria a Gavino Sanna

"Elevati meriti nella pubblicità e nella comunicazione" e il suo "decisivo contributo al successo di respiro nazionale della campagna Oristano città della Ceramica contro la violenza sulle donne". Sono queste le motivazioni sottostanti il conferimento della cittadinanza onoraria a Gavino Sanna. In una sala consiliare piena di studenti del liceo Classico e di quello Artistico, il pubblicitario e imprenditore, ha ringraziato a modo suo, indossando una maglietta con la scritta "Grazie Oristano", eseguita con i colori bianco e rosso della città. Durante la cerimonia Sanna si è rivolto agli studenti invitandoli ad impegnarsi "a cambiare tutto quello che non va bene" e ad "essere i veri protagonisti del domani".

Operazione antidroga della Polizia: 32 persone coinvolte

Con un'operazione scattata alle prime luci dell'alba, La Polizia di Stato ha sventato un'articolata organizzazione dedita allo spaccio e commercializzazione di droga. La droga, destinata alle piazze di Cagliari, Oristano e Nuoro, veniva trasportata attraverso l'utilizzo dei pullman di linea. In tutto le persone indagate sono 32. Di queste, 23 sono state sottoposte a misure cautelari firmate dal gip di Nuoro. Il blitz, denominato operazione "Proserpina", che ha visto il coinvolgimento della questura di Nuoro, delle Squadre mobili di Cagliari, Oristano e Sassari, del Reparto prevenzione crimine e unità cinofile, ha portato all'arresto di due grossi spacciatori di Cagliari e otto persone di Nuoro, due dei quali titolari di pensione di invalidità. Per loro l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. Tra le sostanze spacciate, cocaina, eroina, marijuana e metadone. Al centro dell'organizzazione due grossisti - spacciatori di fama operativi nei quartieri cagliaritani di Sant'Elia e Is Mirrionis. Da qui la merce veniva smistata verso le destinazioni finali viaggiando soprattutto su pullman di linea, ma anche in treno e in auto, poi entravano in gioco i piccoli spacciatori locali.

Oristano. Denunciata perchè picchiava il marito e i figli

Una donna di 42 anni è stata denunciata per maltrattamenti nei confronti del marito e dei quattro figli, tre dei quali minorenni, e di calunnia nei confronti del marito. La donna infatti picchiava il marito, anche davanti ai figli. Ma la cosa singolare era che poi denunciava in coniuge alla Polizia per maltrattamenti. Dopo una serie di indagini, gli investigatori della Squadra Mobile di Oristano hanno invece scoperto cosa veramente accadeva. Le aggressioni della donna erano, in certi casi, anche molto violente con calci, schiaffi a graffi. Vittime dei maltrattamenti anche i figli. Il marito, succube della moglie, non ha mai sporto denuncia in quanto sperava in un cambiamento della donna, di cui era innamorato. Ora per la moglie è stato imposto il divieto di rientrare nell'abitazione familiare, pena l'arresto e la custodia cautelare in carcere.

Oristano. Al via il progetto Riabilitazione-Sport finanziato dal Comitato italiano paralimpico nazionale

Voluto dai dirigenti del Centro di Riabilitazione Santa Maria Bambina di Oristano e del Cip Sardegna, prende forma il progetto Riabilitazione-Sport finanziato dal Comitato italiano paralimpico nazionale. L'iniziativa consentirà ai pazienti del Centro di scegliere la pratica sportiva a loro più congeniale tra tiro a segno, scherma, tiro con l'arco, pesistica e tennistavolo. L'obiettivo è quello di trasformare il Santa Maria Bambina in un punto di riferimento per tutta la Sardegna, integrando quanto già in essere per le attività di recupero motorio. Il via entro il mese di aprile. Gli allievi verranno seguiti settimanalmente da istruttori specializzati, provenienti dalle cinque federazioni coinvolte e utilizzeranno le attrezzature sportive messe a disposizione dal Comitato.

Messa in sicurezza incroci a raso SS131. Avviati i lavori preliminari

Avviati gli interventi preliminari per l'eliminazione degli incroci a raso sulla statale 131. I lavori che interessano il tratto di strada in provincia di Oristano, all'interno del territorio comunale di Bauladu, comporteranno delle limitazioni al traffico nella carreggiata in direzione Cagliari. Nello specifico, fino al 31 maggio, per tratti non superiori ai 300 metri, rimarrà chiusa al traffico la corsia di marcia tra il km 108,000 e il km 110,000, nella fascia oraria compresa tra le 7 e le 18 (esclusi i giorni festivi). La circolazione verrà deviata nella corsia di sorpasso libera dai lavori.

Oristano. Arresti domiciliari per tentata corruzione

Per un imprenditore di 59 anni, originario di Tonara, sono scattati gli arresti domiciliari per aver tentato di corrompere il dirigente dell'ufficio tecnico del Comune di Oristano. A fronte di una bottiglia di vino, una confezione di torrone e 4.250 euro in contanti, l'imprenditore avrebbe cercato di convincere il dirigente pubblico ad autorizzare una grossa lottizzazione commerciale nell'area dell'ex Caldersarda all'ingresso sud della città. Il provvedimento di custodia cautelare è scattato a seguito della denuncia effettuata dal dipendente pubblico.

Cagliari. Manifestazione dei docenti precari

Diversi i docenti precari che si sono radunati questo pomeriggio nel capoluogo per rivendicare la loro stabilizzazione. La manifestazione di protesta segue quelle di Nuoro, Sassari, Oristano e Olbia, svoltesi in mattinata. Il problema della precarietà riguarda in Sardegna circa 5.500 insegnanti, oltre ai circa 600 lavoratori Ata. Tra le richieste dei manifestanti una programmazione seria e lo sblocco dei concorsi. Presenti anche le sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil che hanno messo in evidenza un'altro problema: quello connesso alla carenza di docenti specializzati nel sostegno, al quale si fa fronte con assegnazioni in deroga al possesso del titolo. Un gap che le università stanno cercando di colmare attraverso i bandi per l'accesso ai nuovi corsi di specializzazione, purtroppo in numero di molto inferiore dalle reali necessità dell'isola. Organici bloccati anche per il pesonale ATA. Un problema che determina - come sottolineato dai sindacati - l'impossibilità di avere, all'inizio dell'anno scolastico, un numero congruo di collaboratori scolastici indispensabile a garantire la vigilanza e la sicurezza nelle scuole.

Maltempo. Disagi per le forti raffiche di vento

Diversi gli interventi effettuati dai Vigili del Fuoco a causa delle forti raffiche di grecale che sta sferzando l'isola. I disagi maggiori si sono registrati nell'Oristanese e nel Cagliaritano. Nel primo caso, gli interventi hanno riguardato i paesi di Abbasanta, Ghilarza e Norbello, Terralba, oltre allo stesso centro cittadino di Oristano. Alberi caduti, pali dell'illuminazione e cornicioni pericolanti in tutti i centri coinvolti. Anche nel capoluogo i Vigili del Fuoco sono stati impegnati in una decina di interventi per insegne e cartelloni pubblicitari divelti dal vento.
Sottoscrivi questo feed RSS
giweather joomla module