Viabilità regionale. Collegamento tra Oristano e Tortolì. Lettera di Frongia all'Anas

Progettare il tratto della Trasversale Sarda che collegherà Oristano a Tortolì e rivedere i tracciati di alcune importanti arterie della Sardegna. È il contenuto della lettera inviata dall’Assessore dei Lavori Pubblici Roberto Frongia all’indirizzo dell’Amministratore delegato di Anas Massimo Simonini, attraverso cui l’esponente della Giunta esorta Anas ad attivare – oltre a una serie di interventi per la messa in sicurezza di 6 Strade Statali - la progettazione della Trasversale Sarda che collegherebbe le coste Ovest ed Est della Sardegna. L’obiettivo è quello di creare una connessione veloce e sicura tra Oristano e Tortolì mettendo direttamente in comunicazione la SS 131 alla SS 125 senza necessariamente passare, come avviene oggi, da Nuoro o da Cagliari. La Trasversale sarda inciderebbe positivamente sui tempi di percorrenza, rappresenterebbe il massimo della sicurezza stradale e garantirebbe il miglioramento delle connessioni del versante Sud del Gennargentu. L’Assessore Frongia ha anche chiesto ad Anas di avviare una intensa attività di progettazione per interventi di adeguamento, razionalizzazione, implementazione della rete viaria e in particolare di alcune strade statali che mantengono ancora il loro impianto originario, in alcuni casi addirittura Ottocentesco, risultando inadeguate per livelli di sicurezza, geometria e tracciato alle esigenze attuali. Si tratta delle Strade Statali 126 tra Iglesias e Sant’Antioco; 129 bis e 129 nel tratto tra Bosa e la Strada Statale 131 Dcn; 128 bis tra Mores e Iscra; 292 tra Oristano e Alghero; 389 tra Nuoro e Monti e la prosecuzione fino alla nuova Strada Statale Sassari-Olbia; 130 nel tratto tra Decimomannu e Iglesias.

“Ci siamo dati come obiettivo quello di completare e adeguare la rete stradale della Sardegna garantendo una viabilità adeguata, efficiente, sicura e capillare – spiega l’Assessore Frongia - Fino a ora le risorse stanziate sulle Strade Statali sono state indirizzate prevalentemente all’efficientamento della rete portante del sistema viario della Sardegna che collega i capoluoghi di provincia alle porte di accesso dell’Isola. È tuttavia necessario – continua l’esponente della Giunta - programmare interventi di adeguamento e di sviluppo di itinerari ritenuti di collegamento delle aree intere o periferiche con le direttrici principali Consideriamo lo sviluppo di questi itinerari – conclude Frongia - fondamentale per il superamento delle condizioni di deficit infrastrutturale e per ottenere efficienza, fruibilità e sicurezza della rete viaria, condizione irrinunciabile per garantire un equo e distribuito sviluppo economico della Sardegna”.

In particolare, l’Assessorato dei Lavori Pubblici metterà a disposizione di Anas gli studi di fattibilità sviluppati nel corso degli anni sugli itinerari oggetto della lettera.

Oristano. Incidente stradale, un morto

E' accaduto in prossimità di una curva della Statale 292, all'altezza della pineta di Is Arenas. La Peugeot 105, guidata da un uomo di 87 anni e con a bordo la moglie, si è scontrata frontalmente con una Ford Fiesta sulla quale viaggiavano quattro giovani. Ad avere la peggio l'anziano di 87 anni che purtroppo é deceduto. La moglie è invece rimasta ferita gravemente ed é stata trasportata all'Ospedale San Francesco di Nuoro con un elicottero del 118. I quattro giovani che viaggiavano a bordo della Fiesta sono stati accompagnati all'Ospedale San Martino di Oristano per accertamenti. Avviate le indagini dei Carabinieri per i rilievi del caso. In loco anche i Vigili del Fuoco. A causa dell'incidente, causato probabilmente da una invasione di corsia, il traffico sulla Statale ha subito disagi per per alcune ore.

Digitale terrestre. In arrivo a Oristano e Sassari la seconda generazione TV 4.0

Inizia dalle province di Oristano e Sassari la transizione della televisione verso il digitale terrestre di seconda generazione (TV 4.0). In particolare, la migrazione interesserà i programmi trasmessi dai MUX 1 e 4 di Mediaset. Una transizione che implicherà per i cittadini la risintonizzazione del proprio televisore, per continuare ad accedere a tutta l'offerta televisiva del digitale terrestre. Operazione non necessaria se si dispone di apparecchi televisivi di ultima generazione, grazie ai quali la risintonizzazione dovrebbe avvenire in maniera automatica. Il completamento del processo di transizione alla TV 4.0, richiesto dalle necessità di banda del 5G e coordinata a livello europeo - dovrebbe concludersi entro il mese di giugno 2022. In questo senso Confindustria Radio Tv - tramite il suo presidente, Franco Siddi, ha già annunciato che si attiverà per richiedere "contributi congrui a favorire la transizione e l'incentivazione alla rottamazione dei ricevitori in un'ottica green".

Oristano. Maltrattamenti in famiglia, fermato un 56 enne

La vicenda vede protagonisti un uomo di 56 anni, la compagna e la figlia minorenne. Pare infatti che le due donne venissero tenute prigioniere in casa con delle catene e con tanto di portone d'ingresso chiuso. Una storia che andava avanti da almeno 10 anni. Un lunghissimo periodo di tempo caratterizzato da diversi soprusi e dalla privazione della libertà di movimento per entrambe le donne. A ciò si aggiungono anche le botte alla compagna, spesso in presenza della figlia, che in più occasioni hanno portato a delle lesioni per la vittima. Tutto questo è finalmente cessato grazie alle indagini della Seconda Sezione della Squadra Mobile che, su disposizione della Procura, ha fermato il 56 enne, ora accusato di maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona e allontanato dalla casa e dal paese. Quanto accaduto va ad incrementare la lunga lista dei casi di violenza ai danni delle donne affrontati dalla Questura di Oristano. Nel solo 2019 siamo già giunti al 59° caso con sedici uomini sottoposti a misure cautelari o allontanati da casa.

Oristano. Gli alunni del "Bellini" scrivono a Babbo Natale dall'ufficio postale

La lettera a Babbo Natale rappresenta uno dei momenti più belli delle festività natalizie e anche quest’anno Poste Italiane vuole rinnovare questa tradizione per custodire e tramandare il valore della parola scritta. Per questo Poste Italiane ha organizzato un evento presso l’Ufficio Postale di Oristano Centro coinvolgendo 63 alunni delle classi III primaria della Scuola Primaria di Via Bellini. Durante l’incontro i bambini hanno letto le loro letterine imbucandole poi nella cassetta postale “natalizia” da dove sono state raccolte dai “postini di Babbo Natale” per consegnarle direttamente al loro speciale e generoso destinatario che risponderà personalmente a ciascun bambino. Ogni anno sono migliaia le missive indirizzate al vecchio panciuto con la barba bianca, alla Befana, a Gesù Bambino e ad altre destinazioni care a tutti i bambini e che i “postini di Babbo Natale” intercettano nel circuito postale e alle quali Babbo Natale fa pervenire una risposta personalizzata con un piccolo dono. Anche in questa occasione, non solo i bambini che hanno partecipato all’evento, ma tutti i bambini della provincia di Oristano potranno dunque ricevere la risposta di Babbo Natale semplicemente imbucando la letterina, che non ha bisogno di affrancatura e che può essere spedita utilizzando una qualsiasi delle classiche cassette di impostazione, ricordandosi di riportare il proprio indirizzo. Oltre che alle parole di Babbo Natale, le lettere di risposta conterranno anche l’invito per tutti i bimbi che spediranno la cartolina a partecipare a una vera e propria “missione”: il villaggio di Santa Klaus è stato messo a soqquadro e solo con l’aiuto dei bimbi gli elfi saranno in grado di sistemarlo. Questo sarà possibile scaricando l’app “I piccoli aiutanti del villaggio” (disponibile a breve su Google Play e Apple Store), attraverso la quale i più piccoli potranno divertirsi contribuendo al raggiungimento di questo obiettivo. Quest’anno Babbo Natale vuole sensibilizzare tutti i bambini sull’importanza del riciclo e del rispetto dell’ambiente facendoli allo stesso tempo divertire. La risposta di Babbo Natale può essere richiesta anche online compilando con i dati del bambino e quelli di uno dei genitori, il form online presente sul sito:www.lapostadibabbonatale.posteitaliane.it. Dal sito è possibile anche scaricare uno speciale foglio natalizio su cui scrivere la letterina. La capacità di esprimere idee ed emozioni scegliendo con cura le parole più adatte rappresenta una risorsa utile e preziosa anche nell’era del digitale. Scrivere una lettera con carta e penna aiuta a sviluppare e migliorare la creatività, la fantasia e l’efficacia espressiva. L’iniziativa di Poste Italiane rivolta ai “nativi digitali” rappresenta quindi anche un contributo al loro percorso formativo ricordando loro la bellezza della scrittura.

Poste Italiane. Con Bidonì e Soddì, salgono a sette gli Atm Postamat dei piccoli Comuni oristanesi

Presentati oggi a Bidonì e Soddì due nuovi Atm Postamat. Dopo Baradili, Tinnura, Pompu, Sennariolo e Siapiccia il programma di installazione degli sportelli automatici per il prelievo di contanti dedicato alle località senza ufficio postale arriva dunque nel Barigadu. Alle piccole cerimonie di inaugurazione degli ATM Postamat hanno preso parte, oltre ai rappresentanti di Poste Italiane, la Sindaca di Bidonì Ilaria Sedda e la Sindaca di Soddì Greta Pes. “Quando a gennaio sono stata contattata da Poste Italiane per l’installazione di uno sportello ATM nel mio comune – dichiara la Sindaca Sedda - il mio primo pensiero è stato: ma noi che ce ne facciamo? Abbiamo a due passi diversi uffici postali! Valutando bene la loro proposta però, mi sono resa conto che, effettivamente, avere uno sportello ATM non era poi una cattiva opportunità. Si è vero, l’ufficio postale è vicino, ti interfacci con un operatore e sicuramente questo agli anziani da maggior sicurezza, ma devi comunque recarti in orari e giorni prestabiliti, e magari non riesci a concludere per mancanza di tempo. Con l’ATM invece non hai vincoli e ognuno può recarsi a prelevare o a svolgere altre operazioni quando più gli vien bene. A nome mio, di tutta l’Amministrazione e di tutta la Popolazione ringrazio la Società di Poste Italiane per aver tenuto fede al programma dei “Dieci Impegni” che è stato presentato a Roma lo scorso novembre.” “Vorrei ringraziare Poste Italiane a nome dell’Amministrazione e dei cittadini di Soddì – dichiara la Sindaca Pes - per aver messo in pratica anche nella nostra piccola comunità, il programma dei “dieci impegni” per i piccoli Comuni, promosso lo scorso 26 Novembre a Roma. Siamo un piccolo paese di circa 120 abitanti che non aveva a disposizione, prima di questo intervento, nessun bancomat e nessuno sportello postale. Per questo la richiesta dell’installazione dell’ATM Postamat, è stata accolta con grande soddisfazione dall’Amministrazione. Finalmente, anche i nostri cittadini, avranno la possibilità di usufruire di diversi servizi senza doversi spostare nei paesi vicini.” Oltre al prelievo di contanti, con l’ATM Postamat i cittadini potranno effettuare in automatico il pagamento delle principali utenze, le ricariche dei cellulari e consultare il saldo e la lista dei movimenti del proprio conto corrente. Presentato oggi anche il “portalettere a domicilio”, il postino abilitato ad effettuare, su richiesta e presso il cliente, il pagamento dei bollettini, la ricarica delle sim telefoniche e delle Postepay, l’invio delle raccomandate ed il ritiro della corrispondenza preaffrancata.

Sanità. Blitz della Guardia di Finanza: ai domiciliari un ex consigliere regionale e il sindaco di Macomer

Blitz della Guardia di Finanza questa mattina nel territorio delle province di Oristano, Cagliari, Sassari e Nuoro. L'inchiesta, denominata "Ippocrate" e avviata nel 2017 a seguito dell'emrsione di una sorta di raket delle assunzioni che ha comportato diverse perquisizioni negli uffici della Assl di Oristano e dell'Ospedale San Martino, è sfociata nell'arresto di alcune persone. Tra queste anche l'ex consigliere regionale Augusto Cherchi, primario dell'unità operativa di Anestesia e Rianimazione del San Martino, e il sindaco di Macomer Antonio Succu, già primario del reparto di Ginecologia dello stesso ospedale e ora a capo del medesimo reparto a Nuoro. Per entrambi, sono scattati gli arresti domiciliari. Analogo provvedimento a carico di un infermiere originario di Silanus.

Oristano. Cittadinanza onoraria a Gavino Sanna

"Elevati meriti nella pubblicità e nella comunicazione" e il suo "decisivo contributo al successo di respiro nazionale della campagna Oristano città della Ceramica contro la violenza sulle donne". Sono queste le motivazioni sottostanti il conferimento della cittadinanza onoraria a Gavino Sanna. In una sala consiliare piena di studenti del liceo Classico e di quello Artistico, il pubblicitario e imprenditore, ha ringraziato a modo suo, indossando una maglietta con la scritta "Grazie Oristano", eseguita con i colori bianco e rosso della città. Durante la cerimonia Sanna si è rivolto agli studenti invitandoli ad impegnarsi "a cambiare tutto quello che non va bene" e ad "essere i veri protagonisti del domani".
Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module