Giornata Mondiale delle zone umide. Gli eventi della Fondazione Medsea

In occasione della Giornata Mondiale delle zone umide la Fondazione Medsea organizza in Sardegna un articolato calendario di eventi in collaborazione con diverse amministrazioni comunali, enti ed associazioni. Tra le zone interessate, il territorio del Golfo di Oristano e della Penisola del Sinis, lungo i 7.705 ettari di zone umide Ramsar di importanza internazionale, che rappresentano il 60% dell'intero patrimonio della Sardegna. A livello nazionale gli eventi ufficiali sono 43, organizzati per il World Wetlands Day. In Sardegna sono previsti 13 eventi, otto nella zona di Oristano. Tra questi il seminario scientifico promosso da Medsea dal titolo "Quali priorità per la conservazione dell'avifauna nel territorio del progetto Maristanis?". Organizzato dalla Lipu, l'incontro - confronto si svolgerà al Lido Restaurant di Oristano, dalle 10 alle 12.30. Al centro del dibattito la minaccia di estinzione di alcune specie come l'allodola, la tortora selvatica, il moriglione e la pavoncella. Nella stessa giornata a Terralba si svolgerà il convegno "Le zone umide alleate dell'uomo nella lotta ai cambiamenti climatici". L'appuntamento è per le ore 15.00 presso il Museo del Mare di Marceddì. In occasione dell'evento, durante il quale verrà presentato anche il progetto Maristanis, anche il concerto "In te unde de Faber", sulle rotte di Fabrizio De André da Carloforte a Genova passando per i Monti di Mola (dalle 19 alle 20.30). Le attività si concluderanno domenica 3 febbraio, sempre al Museo del Mare di Marceddì, con la premiazione dei vincitori del contest fotografico riservato agli studenti.

Oristano. Gregge di pecore investito da un treno

E' accaduto questo pomeriggio sulla linea Macomer-Cagliari. Un gregge di pecore, che attraversava i binari, è stato travolto dal treno che in quell'istante sopraggiungeva. Disagi per il traffico ferroviario che è sospeso tra Oristano e Sant' Anna per la rimozione delle carcasse degli animali investiti. Fortunatamente non ci sono stati feriti tra i passeggeri o danni al materiale. Avviate le indagini della la Polizia Ferroviaria e dei tecnici del Gruppo Ferrovie dello Stato.

Oristano. Aeroporto di Fenosu base per la formazione di piloti?

E' quanto auspica Aeronike, socio unico della società che controlla la Sogeaor, società di gestione dell'aeroporto di Oristano - Fenosu. Di fatto l'intenzione della società è quella di creare un forte partenariato industriale in grado di supportare una serie di iniziative aeronautiche, ma non solo, finalizzate a creazione "un villaggio dedicato alla formazione aeronautica, allo sviluppo di tecnologie aerospaziali innovative e di un polo dedicato al trasporto merci". Tale strategia dsi basa, da un lato sulla richiesta di nuovi piloti da parte del mercato e, dall'altro sulla carenza di infrastrutture dedicate alla formazione, unitamente alle condizioni meteorologiche non sempre favorevoli, soprattutto nel nord Europa. In questo senso l'aeroporto oristanese offrirebbe delle condizioni di favore rispetto a tanti altri siti in cui sono basate le più importanti accademie di volo. Per questo motivo - come dichiarato dal suo amministratore unico, Riccardo Faticoni - Aeronike si sta adoperando affinché le accademie di volo possano dislocare una parte dei loro cadetti a Fenosu. Compito della società di gestione dell'aeroporto sarà quindi quello di predisporre tutte le infrastrutture necessarie ad ospitare i piloti del futuro.

Oristano. Incidente stradale, morti due motociclisti

E' accaduto questa sera intorno alle 19. In base alle prime ricostruzioni, due motociclisti, in sella alla stessa moto, sarebbero scontrati in curva con un'auto proveniente dal senso opposto. Un impatto violentissimo che non ha dato scampo ai due centauri. Sul posto, un tratto di strada tra Fordongianus e Villanova Truschedu, sono arrivati i Carabinieri per i rilievi del caso.

Vaccini. Continuano i controlli del Nas sulla documentazione

Coordinati dal maggiore Davide Colajanni, i controlli del Nas nelle scuole delle province di Cagliari e Oristano continueranno fino al 14 settembre. Obiettivo, quello di verificare la veridicità delle dichiarazioni prodotte dei genitori, attraverso il confronto con le certificazioni prodotte dalla Asl. Al netto degli errori commessi in buona fede dai genitori, i controlli dei Carabinieri si concentrano sulla documentazione totalmente o parzialmente fasulla e sulla verifica dei vaccini effettuati in diverse Asl. Una situazione complessa che richiede molta attenzione e che, in alcuni casi, ha fatto emergere la completa corrispondenza delle certificazioni Asl alle dichierazioni dei genitori. Tuttavia in alcune scuole il dato che è emerso ha evidenziato una discrepanza tra certificazioni Asl e autocertificazioni nell'ordine, rispettivamente, del 60% - 40%. Insomma, dai controlli effettuati fino ad ora si registrano situazioni differenti, che cambiano radicalmente da istituto a istituto.

Oristano. Rilevati due casi di Febbre del Nilo Occidentale

Il primo caso riguarda un residente in un paese dell'oristanese, ricoverato all'ospedale San Martino con dei sintomi ascrivibili alla Febbre del Nilo Occidentale. Il secondo caso, che coinvolge una persona non residente in Sardegna, è praticamente analogo. Per entrambi i pazienti la conferma della diagnosi è arrivata a seguito delle analisi effettuate dal policlinico di Monserrato, riferimento regionale per i test di laboratorio sulla malattia. In base all'indagine epidemiologica condotta dai medici del Servizio di Igiene Pubblica della Assl di Oristano, i due avrebbero contratto il virus attraverso la puntura di zanzara, insetto vettore, capace cioè di trasmettere la malattia da animali infetti (uccelli migratori o stanziali) all'uomo. Ai comuni di residenza dei due pazienti sono state trasmesse le misure di prevenzione e il controllo della malattia da parte della Assl di Oristano.

Oristano. Arriva il Gas Naturale Liquefatto

La società Edison Spa ha ottenuto il rilascio della concessione demaniale marittima - della durata di 50 anni - per una superficie a terra di 11.140,24 mq e relativo specchio acqueo di 7.857,46 mq. per la realizzazione di un banchinamento a supporto dell'approdo di navi gasiere, a servizio di un deposito costiero di Gnl (Gas Naturale Liquefatto) e di unità navali che intenderanno utilizzare Oristano come hub mediterraneo per l'approvvigionamento di carburante. L'area interessata è quella portuale di Oristano, lungo il canale navigabile sud del porto industriale. Oltre al via libera per la concessione demaniale, il Comitato di Gestione dell'AdSP del Mare di Sardegna ha espresso parere favorevole anche l'iter procedurale per la creazione di un ulteriore impianto a Porto Torres.

Oristano. In bicicletta verso Capo Nord

Circa 7.500 chilometri attraverso tutta l'Europa. E' questa la sfida del giovane oristanese Mauro Abate che, abbandonato il lavoro di Milano, rientra nella sua città da dove è partito in sella alla sua bicicletta. L'iniziativa, che si configura come un triathlon a lungo raggio, prevede circa seimila chilometri in bicicletta, 220 a nuoto nelle acque gelide del mare della Norvegia e 1.400 di corsa fino al Circolo Polare Artico. Questa mattina è partito, salutato dal primo cittadino, Andrea Lutzu e un gruppetto di ciclisti che lo ha accompagnato fino all'uscita sud della città. Prima tappa, Cagliari, da dove si imbarcherà alla volta della Sicilia. Da qui risalirà lo stivale in direzione Nord Europa. Per cercare di entrare nel Guinness dei primati, Abbate punta a completare il percorso in meno di 100 giorni. Alla base della singolare iniiativa, la volontà di sensibilizzare l'opinione pubblica per un maggiore utilizzo della bicicletta, più salutare per l'ambiente.
Sottoscrivi questo feed RSS

3°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 77%

Wind: 14.48 km/h

  • 03 Jan 2019 13°C 1°C
  • 04 Jan 2019 12°C 1°C