Olbia. Operazione antidroga dei Carabinieri

I Carabinieri del Comando Provinciale di Sassari, in collaborazione con i mezzi aerei dei Cacciatori di Sardegna, hanno concluso un'importante operazione antidroga, scovando una piantagione nelle colline fra Berchideddu e Loiri. Circa 5.000 piante di canapa indiana. Una quantità tale da poter ipotizzare potenziali proventi per 3 milioni di euro. A finire in manette un 40 enne di Olbia e un 30 enne di Onanì. Per entrambi l'accusa di coltivazione illecita di sostanza stupefacente. Oltre alle piante è finito sotto sequestro tutto l'occorrente per irrigare e far crescere le piante: circa otto chilometri di tubi, centinaia di raccordi professionali, due pozzi con pompe sommerse, una cisterna, quattro gruppi elettrogeni, fertilizzante e trappole.

Olbia. Operazione antidroga dei Carabinieri

E' quanto accertato dai risultati del Piano straordinario di controllo attivato dalla Regione Sardegna a seguito delle indicazioni provenienti del Ministero della Salute. A condurre le analisi l'Istituto Zooprofilattico sperimentale di Sassari che conferma l'assenza di Fipronil in tutti gli esami da laboratorio. Sulla base dei risultati ottenuti, la Regione esclude che l'insetticida possa essere stato utilizzato negli allevamenti o che siano state commercializzate uova contaminate sul territorio regionale.

Olbia. Sequestrata cocaina nera

I Carabinieri di Olbia hanno effettuato, per la prima volta in Sardegna, una partita di cocaina nera. L'operazione ha avuto luogo presso il porto dell'Isola Bianca durante lo sbarco di una nave proveniente da Livorno. , hanno fermato Stefano Pinna, un cuoco ventisettenne di Monti, con precedenti penali. Quattro i pacchi di cocaina, per un peso totale di oltre due chili, accuratamente sigillati e contenuti all'interno di uno zainetto di un giovane originario di Monti, con precedenti penali. Con la collaborazione della Guardia di Finanza di Olbia i militari sono riusciti a individuare il principio attivo della droga nera. La cocaina, chiamata "nera", si ottiene mescolando particelle magnetiche nere di ferro e potassio tiocianato, un procedimento che permette alla sostanza di cambiare colore e odore e la rende non rintracciabile al fiuto dei cani e, tantomeno, con l'utilizzo dei narcotest di vecchia generazione.

Olbia. Sequestrata cocaina nera

Considerata come uno dei principali meeting di turismo cooperativo giovanile del Mediterraneo, la XX edizione dell'International Summer Week animerà il capoluogo della Sardegna dal 4 all'11 agosto. Questa mattina i circa 200 giovani coinvolti, provenienti da 38 paesi d'Europa, Africa, Asia e Sud America, sono stati ricevuti dal presidente del Consiglio Comunale e dall'assessore allo Sport, istruzione e politiche giovanili che hanno voluto estendere il loro benvenuto alla comitiva. L'evento, ideato e realizzato da Tdm 2000, nasce con l'obiettivo di avvicinare la Sardegna al resto del mondo e al contempo promuovere la cultura sarda e il territorio regionale, anche in chiave turistica. In questo senso, dal 1998 ad oggi, degli oltre cinquemila i giovani che hanno partecipato all'evento molti hanno fatto ritorno nell'Isola da turisti e con le proprie famiglie.

Olbia. Riapre il ponte sul rio Siligheddu, emblema dell'alluvione 2013

Crollato nel 2013, ricostruito e demolito nel 2015, finalmente dopo due anni e tanta rabbia da parte dei cittadini residenti nel quartiere Isticadeddu, il ponte è stato nuovamente aperto al traffico. I lavori, che hanno subito numerosi stop, causando non pochi disagi ai residenti nel quartiere, sono costati oltre un milione e 200 mila euro e prevedono anche la realizzazione dei sottoservizi, la rete Telecom, la predisposizione dell'illuminazione pubblica, marciapiedi e pista ciclabile. Interventi che che dovranno essere realizzati nelle prossime settimane.

Olbia. Riapre il ponte sul rio Siligheddu, emblema dell'alluvione 2013

Solo l'8% dei turisti sceglie la nostra isola per le sue bellezze artistiche, culturali e archeologiche, mentre il 74% la sceglie per il sole e per il mare. Quanto emerge dalla ricerca "Economia e Turismo" della CNA, sarebbe riconducibile ad un'offerta digitale della Sardegna turistica quasi esclusivamente incentrata "sullo stereotipo della vacanza balneare". I dati elaborati da CNA lo confermerebbero, visto che il 62% delle pagine web in lingua inglese dedicate alla nostra regione sono esclusivamente focalizzate sul mare, le coste, il cibo e il vino. Storia e cultura vengono trascurate, tanto che soltanto il 9% dei siti web di matrice anglosassone ne parla. Una criticità che penalizza il patrimonio culturale locale, potenziale attrattore di un'altra fetta importante di turismo internazionale. Nessun problema invece per quanto riguarda il settore enogastronomico, ampiamente pubblicizzato sul web.

Olbia. Si scaglia con un coltello contro la madre: arrestato

La madre e il suo compagno erano contrari alla decisione di tenere un cane in casa. Una situzione inaccettabile per il giovane olbiese che si è avventato contro i due, armato di coltello. Allertati dalla donna, i Carabinieri sono giunti presso l'abitazione, hanno bloccato e tratto in arresto il giovane che aveva già aggredito il compagno della madre. Quest'ultimo ha riportato lesioni guaribili in trenta giorni. L'episodio conferma il comportamento violento del ragazzo, non nuovo a episodi simili. Ora si trova nel carcere di Nuchis. Per lui l'accusa di maltrattamenti in famiglia, minacce e lesioni personali gravi.

Golfo Aranci. Sequestrata merce non conforme alle normative europee

La Guardia di Finanza di Olbia ha effettuato il sequestro di diversi articoli non conformi alle normative europee presso un esercizio commerciale di Golfo Aranci. Tra la merce sequestrata, giocattoli, articoli da mare, souvenir e prodotti elettrici. Perquisita anche l'abitazione della titolare del negozio, dove le Fiamme Gialle ha trovato e sequestrato 2.500 giocattoli privi dei requisiti di sicurezza, oltre a 90 mila articoli di vario genere senza le indicazioni obbligatorie previste dal codice del consumo. L'operazione anti contraffazione ha portato alla denuncia della titolare dell'attività commerciale in questione, di nazionalità cinese, oltre alle sanzioni di tipo economico pari a 25 mila euro.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari