Ogliastra. Arrestate quattro persone per traffico d'armi

In base alle prime indiscrezioni sarebbero tutti di Arzana i quattro soggetti arrestati nell'ambito di un'operazione congiunta che ha visto coinvolti i Carabinieri della Compagnia e degli uomini del Commissariato di Lanusei, il Nipaf e l'ispettorato forestale. Il blitz delle forze dell'ordine è scattato alle prime luci dell'alba. Per i quattro arrestati l'accusa è quella di associazione per delinquere finalizzata al traffico di armi clandestine e alterate e di esplosivo militare.

Ogliastra. Al via il progetto "Ogliastra, Percorsi di lunga vita"

In arrivo 22,8 milioni per la realizzazione del progetto denominato "Ogliastra, Percorsi di lunga vita". Con la firma della convenzione attuativa del progetto, parte cos' la prima tranche degli interventi cui saranno destinati 14 milioni e mezzo di euro. L'importo residuo dovrebbe essere messo a disposizione entro i primi mesi del nuovo anno. Previsti anche i bandi territoriali per le imprese che verranno pubblicati a metà gennaio. Frutto di una programmazione territoriale, il progetto aggrega diverse comunità, tutte unite per favorire lo sviluppo del territorio e per creare occasioni di lavoro. In questo senso l'Accordo di Programma, sottoscritto il 5 gennaio scorso, prevedeva un'aggregazione di 22 comuni: Cardedu; Gairo; Jerzu; Osini; Perdasdefogu; Tertenia; Ulassai; Ussassai ; Arzana; Bari Sardo; Elini; Ilbono; Lanusei; Loceri; Baunei; Girasole; Lotzorai; Talana; Tortolì; Triei; Villagrande Strisaili; Urzulei) e ben 3 Unioni di Comuni (Valle del Pardu-Tacchi Ogliastra Meridionale; Nord Ogliastra e Ogliastra. In particolare, dei 22,8 milioni di euro messi a disposizione dalla Regione, 15,8 verranno riservati a interventi pubblici dedicati al potenziamento della rete dei percorsi naturalistico-culturali di turismo attivo in Ogliastra e al potenziamento dei servizi in ambito turistico e delle produzioni locali.

Ogliastra. Rapina al portavalori: bottino da 25 mila euro

Rapina al portavalori nel tratto di strada tra Lotzorai e Talana. E' accaduto questa mattina ad un mezzo della ditta Metropol di Tortolì, attaccato da tre banditi armati e con il viso coperto. I tre hanno bloccato la strada e, dopo la rapina, sono fuggiti con un bottino di 25 mila euro, destinati all'Ufficio postale di Talana, a bordo dello stesso mezzo dell'istituto di vigilanza. Immediato l'intervento dei Carabinieri, coadiuvati dai Cacciatori di Sardegna e dal Reparto squadriglie di Nuoro e da un elicottero. L'auto utilizzata dai malviventi è stata ritrovata a pochi chilometri dal luogo della rapina, in fondo ad una scarpata.

Arzana. Lite tra vicini di casa: due morti

Durante un'accesa discussione tra vicini di casa un pensionato ha sparato alcuni colpi di arma da fuoco, uccidendo due persone. L'uomo, armato, si è successivamente dato alla fuga. E' successo questo pomeriggio intorno alle 16, in una via del centro ogliastrino. Sul posto, oltre al personale medico del 118, sono giunti i Carabinieri che, dopo aver transennato la zona del delitto, hanno iniziato la caccia al killer.

Lanusei. Cittadini e amministrazioni contro la desertificazione dell'Ogliastra

Tutti insieme per dimostrare contro la desertificazione del territorio ogliastrino. Cittadini e amministrazioni si sono riuniti ieri sera in una fiaccolata per dire basta al taglio di servizi fondamentali come ad esempio il declassamento dell'ospedale e la chiusura del tribunale, solo per citarne alcuni. "L'Ogliastra sta reagendo, ora ci diano risposte" - così ilsindaco di Lanusei, Davide Ferreli. L'iniziativa, che ha coinvolto 23 paesi dell'ormai ex-provincia, segue la protesta dello stesso Ferreli e del suo collega vicesindaco, interrotta dopo sette giorni di digiuno.

Maxi operazione antidroga tra Cagliari e l'Ogliastra

"Affari sporchi", é questo il nome dell'operazione condotta dai Carabinieri che ha portato all'arresto di una persona, ventiquattro indagati e quattro segnalazioni al Prefetto. Il blitz antidroga è iniziato ieri mattina con diverse perquisizioni nei quartieri di Sant'Elia e Is Mirrionis a Cagliari e nei centri di Tortolì, Girasole, Lotzorai e Jerzu, in Ogliastra. L'indagine parte da lontano e precisamente dal mese di novembre 2012 ad opera dei Carabinieri della stazione di Santa Maria Navarrese, responsabili per la scoperta di una organizzazione dedita al traffico di marijuana, hascisc e cocaina. I canali di approvvigionamento erano tutti nell'hinterland cagliaritano, in particolare nei quartieri di Sant'Elia e Is Mirrionis. La droga veniva poi rivenduta sulle piazze ogliastrine, soprattutto a Tortolì e Jerzu.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari