Nuoro. Al via la 119a Sagra del Redentore

Nuoro si prepara aI suo tradizionale appuntamento con la Sagra del Redentore che inizierà venerdì 23 agosto alle 18. Ad aprire l'evento la sfilata delle maschere popolari etutta una serie di evnti collaterali che avranno la loro conclusione giovedì 29 con il pellegrinaggio al monte Ortobene, la messa solenne e l'ascesa dei fedeli alla statua del Redentore. La parte più caratteristica della Sagra, e di grande richiamo turistico, è sicuramente quella che si svolgerà domenica 25 alle 10. Protagonista la sfilata dei costumi tradizionali che percorrà le vie del centro cittadino: da viale del Lavoro passando per via Lamarmora, corso Garibaldi, fino a piazza San Giovanni. A seguire i cavalieri e la benedizione del vescovo di Nuoro monsignor Mosé Marcia, poi il festival regionale del Folklore allo stadio Frogheri. Tra le novità di quest'anno l'esibizione della Brigata Sassari che anticiperà l'ingresso degli uomini dell'Arma a cavallo.

Operazione antidroga della Polizia: 32 persone coinvolte

Con un'operazione scattata alle prime luci dell'alba, La Polizia di Stato ha sventato un'articolata organizzazione dedita allo spaccio e commercializzazione di droga. La droga, destinata alle piazze di Cagliari, Oristano e Nuoro, veniva trasportata attraverso l'utilizzo dei pullman di linea. In tutto le persone indagate sono 32. Di queste, 23 sono state sottoposte a misure cautelari firmate dal gip di Nuoro. Il blitz, denominato operazione "Proserpina", che ha visto il coinvolgimento della questura di Nuoro, delle Squadre mobili di Cagliari, Oristano e Sassari, del Reparto prevenzione crimine e unità cinofile, ha portato all'arresto di due grossi spacciatori di Cagliari e otto persone di Nuoro, due dei quali titolari di pensione di invalidità. Per loro l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. Tra le sostanze spacciate, cocaina, eroina, marijuana e metadone. Al centro dell'organizzazione due grossisti - spacciatori di fama operativi nei quartieri cagliaritani di Sant'Elia e Is Mirrionis. Da qui la merce veniva smistata verso le destinazioni finali viaggiando soprattutto su pullman di linea, ma anche in treno e in auto, poi entravano in gioco i piccoli spacciatori locali.

Nuoro. La Procura apre un fascicolo per presunti maltrattamenti in una scuola dell'infanzia

Si parla di presunti abusi su bimbi di 5 anni. L'inchiesta, aperta dalla Procura di Nuoro, coinvolgerebbe alcune maestre impiegate presso una scuola dell'infanzia in provincia di Nuoro. Al momento sono state avviate le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Siniscola basate sulla visione delle immagini riprese dalle telecamere e sulle testimonianze dei genitori degli alunni che frequentano la classe, insospettiti dallo strano comportamento dei bambini al ritorno da scuola. Intanto nel paese dove opera la scuola dell'infanzia sono diversi gli stati d'animo della popolazione, divisa tra chi spera che le accuse non vengano confermate e chi invece è già pronto a schierarsi dalla parte dei bambini e dei loro genitori, qualora i fatti su cui si indaga corrispondessero al vero.

Corruzione, falso e turbativa d'asta. Misure cautelari per sei persone

"Il sistema", si chiama così l'operazione condotta dai Carabinieri di Ottana, in collaborazione con i militari del Comando Provinciale di Nuoro, delle Compagnie di Lamezia Terme e Pescara, che vede sei persone coinvolte per corruzione, falso e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente. Un'operazione che interessa la provincia di Nuoro, quella di Pescara, di Catanzaro e Cagliari e che, in base alle indagini tuttora in corso, riguarderebbe una rete di rapporti corruttivi tra pubblici ufficiali ed esponenti di alcune realtà imprenditoriali "finalizzati ad assoggettare la gestione del danaro pubblico all'interesse privato". In questo conteso sono scattati gli arresti domiciliari per il presidente e il direttore generale del Consorzio industriale Provinciale di Nuoro (Cip), connessi alla realizzazione di un impianto di rifiuti e uno fotovoltaico per la quale si sarebbe costituita una rete di rapporti tra la Sardegna e la Penisola, finita poi nel mirino dei Carabinieri. Obbligo di dimora, invece, per un imprenditore calabrese e per un consulente e mediatore di società operanti nel settore dei rifiuti, entrambi indagati nell'ambito di un appalto per la realizzazione di una piattaforma finalizzata al trattamento dei rifiuti nell'area industriale di Ottana. Analoga misura cautelare per il direttore della Società Antica Fornace Villa di Chiesa che opera a Ottana, e dell'intermediario e consulente della società Antica Fornace, entrambi coinvolti per una vicenda di acquisizione di lotti di terreno per la realizzazione di impianti di fotovoltaico.

Nuoro. Foto hard sui social, 50 enne si toglie la vita

"Chiedo scusa pubblicamente a tutti i miei amici, arriveranno non so a quanti di voi delle mie foto prese da una videochiamata (lo so da stupido), ma non intendo cedere a nessun ricatto. Qualcuno ha approfittato del presunto mio momento di debolezza, mi vogliono ammazzare. Però questo lo dico a chi mi vuole bene che intendo lasciarmi tutto alle spalle, sto provando con tutte le mie forze a risollevarmi e non sarà certo una put...a cambiare i miei programmi. Sempre a chi mi vuole bene prometto di tornare al più presto quello che conoscevate". E' quanto aveva pubblicato un nuorese di 50 anni sui social il 26 maggio scorso. La denuncia dell'uomo nasceva a seguito degli episodi di revenge porn, perpetrati ai suoi danni, dopo che una foto hard ha iniziato a circolare sui social, tramutandosi in un tentativo di estorsione. Purtroppo non ha resistito, la vergogna lo ha devastato internamente e lo ha portato al suicidio. E' accaduto nel reparto di Psichiatria del San Francesco di Nuoro, dove il 50 enne era ricoverato dopo un primo tentativo di suicidio in casa.

Parlamento europeo. Sfumate definitivamente le possibilità per il sindaco di Nuoro

Il sindaco di Nuoro, Andrea Soddu, nonostante sia stato il più votato in Sardegna e nonostante il supporto del suo partito (PD), vede sfumare definitivamente le ventilate possibilità di un suo possibile ingresso al Parlamento Europeo. A decretare la bocciatura di Soddu è il medico di Lampedusa Pietro Bartolo, dello stesso partito. Di fatto Bartolo, pur potendo scegliere di rappresentare in Europa il collegio dell'Italia Centrale (dove è risultato comunque eletto), ha scelto quello dell'Italia insulare- Sicilia-Sardegna e Italia Centrale. La scelta di Bartolo anticipa e spiazza il segretario regionale del PD che avrebbe dovuto incontrare Zingaretti per spingere sul candidato sardo, Andrea Soddu. E così, grazie all'attuale legge elettorale, la Sardegna rimane senza rappresentanti in Europa. Una situazione che richiama l'attenzione sulla necessità di riformare le regole attuali, troppo penalizzanti per la nostra isola.

Nuoro. All'Isre musica sarda protagonista

L'Isre (Istituto Superiore Regionale Etnografico) inserisce anche la musica sarda tra la sua offerta culturale, attraverso una apposita divisione dedicata alle sette note e ai versi dei più importanti cantori dell'isola. In questo senso verrà presentato a Nuoro il progetto Isre Musica, basato sullo studio, valorizzazione, tutela e promozione del patrimonio musicale sardo. In particolare la nuova divisione dell'Istituto avrà inoltre il compito di creare e gestire un archivio sonoro Isre, anche con la collaborazione dell'Archivio Mario Cervo di Olbia. A ciò si aggiunge l'attività editoriale, relativa alla pubblicazione di dischi e di libri dedicati alla musica in Sardegna nel mondo contemporaneo, e l'istituzione di partnership durature con le associazioni di musicisti tradizionali della Sardegna. L'iniziativa verrà presentata in occasione della conferenza Domos de Sono, in programma tra Cagliari, Nuoro e Olbia il 2 e 3 maggio. L'evento consentirà un confronto con esperienze simili nazionali ed internazionali come quelle della Humboldt-Universität zu Berlin, o della Fondazione Archivio Luigi Nono. Durante la due giorni ci sarà la presentazione ufficiale di due importanti progetti di archiviazione musicale in Sardegna, legati all'Università di Cagliari e all'Isre.

Nuoro. Sedici paesi coinvolti nella 13a edizione di "Primavera nel cuore della Sardegna"

Promossa dalla Camera di Commercio di Nuoro, con il patrocinio dell'assessorato regionale al Turismo e del Banco di Sardegna, al via la 13a edizione della manifestazione "Primavera nel cuore della Sardegna". Basato sullo stesso concept adottato per "Autunno in Barbagia", l'evento coinvolgerà 16 paesi dell'Ogliastra, del Marghine-Planargia e della Baronia, con inizio sabato 27 e domenica 28 aprile e chiusura il 23 giugno. Primo paese coinvolto, quello di Girasole, mentre l'ultimo sarà il centro ogliastrino di Lanusei. Nella passata edizione la manifestazione ha fatto registrare 200 mila presenze. Un dato importante che fa ben sperare per la prossima 13a edizione e che ha già attirato l'attenzione della Regione, impegnata nella valorizzazione dell'evento.
Sottoscrivi questo feed RSS
giweather joomla module