New Sardiniasail, Simone Camba e lo skipper oceanico Francesco Cappelletti con Lima Fotodinamico alla Garmin Marine Roma per 1/2/Tutti

New Sardiniasail, l'associazione sportiva che attraverso la vela promuove progetti di integrazione sociale con i minori del Dipartimento di Giustizia, parteciperà, con il presidente Simone Camba, alla Garmin Marine Roma per 1/2/Tutti, la regata di apertura del campionato italiano off shore che prende il via il 6 aprile. Farà coppia con Francesco Cappelletti, unico italiano ad aver partecipato alla Golden Globe Race 2018, la regata oceanica in solitario senza tecnologia moderna a bordo, che ha sposato la filosofia dell'associazione. La partecipazione alla regata transtirrenica da 535 miglia giunta alla sua XXVI edizione sarà preceduta dalla preparazione in Sardegna. Un' esperienza importante perché saranno coinvolti i ragazzi di New Sardiniasail – in affido dal tribunale dei minori – che seguiranno le diverse fasi della preparazione di Lima Fotodinamico. Esperienza importante per il loro futuro nel mondo della vela, hanno già partecipato ad alcune regate in Sardegna, ed è uno dei motivi della scelta del velista oceanico che ha sposato entusiasta la missione sociale dell'associazione. I giovani saranno, quindi, parte attiva del progetto: affiancheranno i due skipper nella preparazione della barca, lavoreranno agli impianti elettrici, idraulico e rigging più l'opportunità di navigare e testare la barca insieme ai due velisti. Giro 34 Lima Fotodinamico, acquistato dal mitico Cino Ricci, subirà un refiting totale per renderla affidabile e pronta per la grande altura. Merito del main sponsor Fotodinamico che ha creduto nel lavoro sportivo e sociale di New Sardiniasail. Un contributo importante è arrivato dagli sponsor tecnici storici ovvero Raymarine, Osculati, Lombardini Marine, nel 2019 si sono associate due aziende italiane che credono nel progetto: Bamar che ha fornito soluzioni tecnologiche per l'avvolgimento delle vele e Slam che si occuperà dell'abbigliamento tecnico dell'equipaggio. La preparazione della barca sarà realizzata nella base della Lega Navale di Cagliari che da tempo sostiene New Sardiniasail e dove è ormeggiato il Mini650 335 di Domenico Caparrotti, il giovane skipper algherese di 19 anni che sta effettuando la sua preparazione per le qualificazioni alla MiniTransat e da tempo collabora con l'associazione.

Tempio Pausania. L'acqua Smeraldina migliore acqua in bottiglia del pianeta

A sancire questo prestigioso traguardo l'ottenimento del 29° "Berkeley Springs International Water Tasting", premio che si tiene annualmente nella città termale di Berkeley Springs, nel West Virginia. La migliore acqua in bottiglia del pianeta, prodotta a Tempio Pausania dalla famiglia Solinas, ha dovuto vedersela con centinaia di acque concorrenti, provenienti dagli Usa e da tutto il pianeta. Un risultato d'eccellenza ottenuto nella categoria Best Bottled Water (miglior acqua imbottigliata), che conferma l'inserimento di Smeraldina nella classifica delle dieci migliori acque minerali del mondo, stilata dall'autorevole rivista Gayot.

Alghero. Yacht utilizzato come albergo galleggiante. Denunciati i proprietari

Esercizio abusivo dell'attività di locazione. E' questa l'accusa formulata dalla Guardia di Finanza per due 30 enni di Alghero e Porto Torres che hanno fatto della loro imbarcazione un "albergo" galleggiante, con tanto di pubblicità su diversi siti internet. A seguito di una serie di verifiche sulle imbarcazioni ormeggiate nei porti della Sardegna nord occidentale e nello specifico nella riviera del Corallo, le Fiamme Gialle hanno notato lo yacht di lusso dei due denunciati che, dopo ulteriori accertamenti, è risultato essere adibito a "boat&breakfast" da almeno due anni. Per fruire del servizio i turisti effettuavano regolari prenotazioni e pagamenti on line. Una volta a bordo, l'imbarcazione, sempre ormeggiata in porto, veniva di fatto utilizzata anche come struttura ricettiva. Un utilizzo difforme rispetto a quanto accertato dai finanzieri, visto che lo yacht poteva essere utilizzato solo come mezzo da diporto e non come un 'albergo' galleggiante. A seguito della denuncia i due proprietari dovranno pagare una multa compresa tra i 65 e i 264 mila euro.

Cagliari. Le scienze, le donne, il futuro: quattrocento studentesse in Cittadella universitaria a Monserrato

Una giornata di crescita, ambizioni, timori e coraggio. La scienza per le donne, le donne per la scienza in una cerimonia che ha tenuto fede alle promesse: l’aula magna Alberto Boscolo al gran completo, i docenti attentissimi, la folta platea di teen agers provenienti da scuole e licei sardi curiosi di capire e bruciare le tappe. La Giornata internazionale per le donne e le ragazze nella scienza - ieri, dalle 9 alle 17, in Cittadella universitaria a Monserrato, con i saluti di benvenuto di Antonella Rossi e Viviana Fanti - ha fatto ancora una volta canestro. L’adesione sugli eventi che coinvolgono, spiegano e includono, con semplicità e chiarezza anche su temi complessi. “Ragazze, la società civile ha bisogno di voi. Ha bisogno delle donne, non lasciamo da soli i nostro colleghi maschietti. Studiamo, approfondiamo e poi scegliamo assieme. Ma un aspetto è fondamentale: dovete crederci”. Maria Del Zompo ha messo in fila valori e sentimenti. “Ero brava in filosofia ma scelsi medicina e per poco mia madre non svenne. Per fortuna, la convinse mio nonno. Io volevo fare psichiatria, studiare il cervello. Ecco, vi dico questo perché alla fine sulle decisioni hanno un ruolo chiave la passione e le motivazioni: Cercatele trovatele, andateci dietro. Poi può anche capitare che dopo 400 anni e 60 rettori maschi io sia la prima donna rettore dell'Università di Cagliari. Ma questo non è normale. Dobbiamo - ha detto la professoressa Del Zompo - metterci sempre in gioco, accettare le sfide, puntare a raggiungere i vertici. Dunque, amate la scienza e proponetevi di più affinché sia normale che una donna arrivi in alto. Fate vivere i vostri sogni, tirateli fuori”. Il passaggio coglie anche altri aspetti. “La società ha molto bisogno dei vostri contributi, di voglia di crescere ed equilibrio. Servono donne in gamba per fare bene le cose, mica per gestire il potere. E sappiate che è tutto nelle vostre mani. Non sprecate energie pensando a fortuna e sfortuna. Lavorate sodo per abbattere la mediocrità, che non ha mai pagato e non pagherà mai”. Il rettore ha chiuso ampliando lo scenario: “La vita associa e combina diversi interessi. Serviranno maniche rimboccate e quel che conta è un fattore: dovete esserci sempre, senza mai mollare. Solo così si cresce. In bocca al lupo”. Con una brillante relazione sulle prime donne scienziate (“Vedete questa foto? Risale al 1927 ed è scattata a Bruxelles. Si tratta degli scienziati partecipanti alla conferenza internazionale Solvay. Quel che colpisce è la presenza di una sola donna: Marie Curie”) Micaela Morelli ha elencato alle future universitarie una serie di step da non fallire. “Ricordate sempre che la scienza necessita di gioco di squadra. Per noi docenti si tratta di trasmettere ai più giovani quel che sappiamo, di dare e prendere dalle nuove generazioni che ci aiutano a capire come il mondo cambi. Voi offrite flessibilità e visioni diverse, per noi è importante capire e intuire”. Il pro rettore per la Ricerca scientifica dell’Università di Cagliari, accelera: “Le opportunità capitano, sono belle e interessanti. Ma tutto richiede sacrifici e le difficoltà rendono le cose di cui vi occuperete sempre più motivanti. Su questi sentieri si cresce e si riflette”. La professoressa Morelli ha concluso citando lo scalatore Simone Moro: “Dice bene quanto rimarca che non c’è tempo per gli alibi, ma c'è sempre spazio ed energie per realizzare sogni e obiettivi. La motivazione personale è basilare e sarà il segreto del vostro successo”. A seguire, è intervenuto Alberto Masoni. Il direttore della sezione di Cagliari dell’Istituto nazionale di fisica nucleare, ha rilanciato un aspetto: “Il nostro istituto coordina a livello nazionale il progetto europeo Genera, teso proprio alla promozione delle uguaglianze di genere nella ricerca scientifica. Abbiate passione e costruitevi competenze forti. Poi, qualcosa accade. Come, ad esempio, che il direttore generale del Cern di Ginevra, finito poi sulla copertina del Time, sia una donna: Fabiola Gianotti. Ragazze, metteteci passione”. “Lo spazio che i media in Italia dedicano alle donne è del 18 per cento”. Un numero che equivale a una sassata. Capace di infrangere storie di professionalità sociale, scientifica e civile messe in campo quotidianamente dal mondo in rosa. Susi Ronchi, responsabile isolano dell’associazione Giulia giornaliste (“In Sardegna siamo in oltre cinquanta, siamo il gruppo più folto in Italia e ci battiamo per le questioni di genere”), taglia corto: “Il dato pessimo sulla visibilità mediatica femminile ci permette di capire tante cose. Ci dipingono come non in grado di poter fare certe scelte o magari insistono su stereotipi quali quello sulle che ragazze non si mettono in gioco di fronte a percorsi difficili”. Una pausa, la sala che tiene il fiato. “Invece, sono i media a non essersi evoluti, a stare ancora un passo indietro”. Susi Ronchi, già cronista Rai, cita un sondaggio Microsoft su scala europea. “Dopo aver interpellato le studentesse tra gli 11 e i 17 anni, si scopre che il 68 per cento dice di voler fare scienze. Ma un anno dopo, quando si deve scegliere il corso universitario, c'è la fuga dalle facoltà scientifiche. E sapete perché? Perché temono che la scelta non dia le stesse opportunità a uomini e donne. Invece - ha concluso la numero uno di Giulia - vi dico che ce la potete fare e dovete sentirvi sempre all'altezza”. Promosso nell’ambito del Piano lauree scientifiche (Pls), i corsi che hanno promosso la “Giornata” fanno capo agli specialisti Paolo Follesa (Biologia e biotecnologie), Antonella Rossi e Marzia Fantauzzi (Chimica), Carlo Maria Carbonaro, Alessia Zurru e Viviana Fanti (Fisica), Stefania Da Pelo e Maria Teresa Melis (Geologia), Daniele Riboni (Informatica), Paola Piu (Matematica) e Susanna Salvadori (Scienze ambientali e naturali). L’11 febbraio è la data scelta dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per promuovere l’uguaglianza di genere e far sì che le donne e ragazze ottengano parità di accesso e partecipazione nella scienza. Un fronte su cui l’ateneo si batte con energia. In Cittadella la Giornata si dispiegata anche nei laboratori e nelle aule.

Alà dei Sardi. Seminario per migliorare l’autostima delle giovani generazioni

Venerdì 8 Febbraio 2019 dalle 17:30 presso l’edificio Palazzo Corda ad Alà dei Sardi si svolgerà un incontro di formazione organizzato dalla Cooperativa Sociale Les Delices di Buddusò, in sinergia con il Comune di Alà e l’associazione “Pragmaticamente” dell’esperto psicologo e psicoterapeuta Franco Ferreri. L’incontro è rivolto a tutti: genitori, adulti,insegnanti,catechisti, allenatori e coloro che operano in ambito sociale nell’area Monte Acuto e Logudoro. Tra le tematiche che saranno discusse un'attenzione particolare verrà rivolta al modo di rapportarsi con i più giovani, per migliorare la propria autostima ed imparare a gestire le loro emozioni. Tra gli obbiettivi che il seminario si pone vi è quello di spingere i più adulti a sostenere i più giovani nei vari ambiti della propria vita ed in particolare di fronte alle delicate scelte che essa pone, in una fascia di età cruciale per lo sviluppo sociale delle nuove generazioni. L’evento, di grande attualità, è gratuito e aperto a tutti. Alessandro Taras

Cagliari. Concorso Cimitero monumentale: premiati gli studenti delle scuole medie cagliaritane

Si è concluso oggi con la premiazione dei ragazzi delle scuole medie di Cagliari che hanno partecipato, il concorso “Il Cimitero monumentale e i suoi personaggi illustri”, indetto dal Comune, con la regia del Servizio Affari generali e Decentramento. A ufficiare la cerimonia che si è tenuta questa mattina a Bonaria, tra i silenziosi viali alberati, Danilo Fadda e Roberto Tramaloni, rispettivamente assessore e presidente della Commissione Affari generali, tra i tantissimi studenti e gli insegnati dell’Istituto comprensivo Randaccio – Tuveri – Don Milani, dell'Istituto comprensivo Statale Regina Elena, dell'Istituto Vittorio Alfieri – Conservatorio, dell'Istituto Ugo Foscolo e dell'Istituto comprensivo Colombo, che nel corso del progetto “hanno avuto occasione di approfondire la conoscenza della storia della città”. Più di un concorso quindi, “Il Cimitero monumentale e i suoi personaggi illustri” è “un omaggio a Cagliari, a un tesoro d’arte e memorie utile anche per maturare la consapevolezza del presente e panificare il futuro”, hanno rimarcato i due rappresentati dell’Amministrazione comunale ringraziando per la grande collaborazione le docenti e i docenti che hanno accompagnato gli alunni in questo importante percorso didattico. Ai primi 3 classificati, Ugo Foscolo (classe 3^-E) , Vittorio Alfieri (classe 2^ E) e Regina Elena (classe 2^ D), un premio in denaro che le scuole destineranno ad attività didattiche, pari a 1.500 euro al primo, 1000 al secondo e 500 al terzo.

Cagliari. Arriva Salvini

Il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, sarà oggi in Sardegna per un fitto programma di incontri che inizierà alle 9.45 presso la Prefettura. Qui parteciperà al comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, cui seguirà una conferenza stampa. Conclusi gli appuntamenti istituzionali il vice premier inizierà un tour finalizzato a sensibilizzare gli elettori per le prossime scadenze elettorali, ovvero le elezioni suppletive per il collegio uninominale di Cagliari per la Camera (domenica 20 gennaio) e quelle regionali (24 febbraio). Nello specifico, alle 11 Salvini è atteso ad un Forum nella redazione dell'Unione Sarda. A seguire (12.00) sarà al mercato di Quartu Sant'Elena, in via della Musica. Trasferta ad Oristano alle 14.15, dove parteciperà ad un incontro pubblico in piazza Eleonora d'Arborea. Fine del tour ad Alghero (17.00) per un secondo incontro pubblico in piazza Pino Piras.

Cagliari. Al via il Porta a Porta a Sant’Elia, Sant’Avendrace, Villanova, Stampace bassa, Giorgino, Bonaria e Tuvixeddu

Con il ritiro di 1.400 cassonetti stradali da Sant’Elia, Sant’Avendrace, Villanova, una piccola parte di Stampace bassa, Giorgino, e nelle zone di Bonaria e Tuvixeddu non ancora interessate dal servizio, comincia lunedì 10 dicembre 2018 la sesta e penultima fase di introduzione del nuovo sistema di raccolta differenziata in città. Questo il nuovo programma del PaP (Porta a Porta) illustrato questa mattina al Municipio dall’assessora Claudia Medda e Giorgia Melis, neo presidente della Commissione consiliare Politiche per il decoro urbano. Importanti novità in arrivo anche in Centro storico. Dopo il passaggio obbligato alla Soprintendenza, il Comune ha infatti messo a punto un progetto per installare “nuove mini isole ecologiche ad accesso riservato, nelle quali da gennaio 2019 i residenti dei quartieri Marina, Castello, Stampace alta e parte di Villanova potranno depositare vetro, latta e lattine, umido-organico”. Carta-cartone, secco indifferenziato e plastica “dovranno invece essere conferiti in appositi sacchi a perdere, dotati di microchip e distribuiti alle utenze domestiche insieme al kit di raccolta - ha inoltre spiegato l’assessora Medda – secondo il calendario settimanale distribuito alle famiglie”. A gennaio anche l’introduzione del PaP a San Michele con la zona industriale. E a San Benedetto, Sant’Alenixedda e nella parte residua di Fonsarda, quartieri ad alta concentrazione demografica, di attività commerciali e uffici, dove la raccolta sarà effettuata durante la notte in modo da consentire il ritiro dei contenitori prima dell’apertura delle attività. Per la consigliera Giorgia Melis, il PaP riassume in se l’attenzione dell’Amministrazione comunale verso le tematiche legate alla preservazione dell’ambiente e dell’equità sociale. Ma anche un’opportunità per “ridurre progressivamente la tassa sui rifiuti”. Oltre 56mila le utenze domestiche (pari al 73,46% per cento del totale) e 5670 quelle non domestiche (pari al 44,39% per cento del totale) ora coinvolte in tutta la città, ha confermato il dirigente del Servizio Roberto Montixi. “Ci dà entusiasmo nel proseguire in questo progetto”. Dati alla mano, “la percentuale di raccolta differenziata si attesta sopra il 50 per cento – ha confermato l’assessora Medda - e, secondo proiezioni effettuate su base annua a partire dai dati di metà novembre, aumenta nettamente la quantità di umido organico prodotto (+58,62 per cento) a discapito della frazione residua che viene destinata a smaltimento (-26,61 per cento) e che incide notevolmente sui costi”. A supporto del nuovo servizio di raccolta nei quartieri storici e nelle zone commerciali è previsto anche il posizionamento di 10 isole ecologiche più grandi, automatizzate (anche queste ad accesso riservato tramite tessera magnetica), per il conferimento di tutte le tipologie di rifiuto. È in corso di definizione l’allestimento grafico che terrà conto del contesto urbano e della storia dei luoghi. È inoltre in corso il posizionamento di nuovi cestini stradali in ghisa.
Sottoscrivi questo feed RSS

3°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 77%

Wind: 14.48 km/h

  • 03 Jan 2019 13°C 1°C
  • 04 Jan 2019 12°C 1°C