Vertenza prezzo del latte. Riprende la produzione delle aziende casearie

Mentre è ancora da definire la questione del prezzo del latte pagato agli allevatori, i caseifici regionali riprendono la produzione. A Thiesi, lo stabilimento dei fratelli Pinna è stato il primo a riavviare le lavorazioni, dopo i momenti di tensione degli ultimi giorni. Sulla sua scia anche altri caseifici, fiduciosi che a breve la situazione si possa risolvere definitivamente. Intanto nell'azienda Foi di Macomer (gruppo Auricchio) è stato avviato il dialogo tra industriali e allevatori, consentendo l'ingresso delle prime autobotti di latte all'interno dello stabilimento. Tuttavia, nonostante i progressi fatti per raggiungere gradualmente l'obiettivo di un euro al litro, i pastori stanno a guardare, senza abbassare la guardia, sperando che il prossimo tavolo porti qualcosa di buono.

Sant'Anna Arresi. Nuovo sbarco di migranti

Il bel tempo, quasi primaverile, ha spinto dodici migranti ad imbarcarsi su un barchino per raggiungere le coste del Sud Sardegna. L'ennesimo sbarco nelle coste del Sulcis si è verificato questa mattina sulla spiaggia di Porto Pino. I migranti, tutti uomini, sono stati intercettati in località Is Pillonis dai Carabinieri di Giba e Calasetta.

Cagliari. Berlusconi al T Hotel

A distanza di qualche settimana dalla sua ultima apparizione in terra sarda, il leader di Forza Italia ritorna nel capoluogo per un tour elettorale a sostegno del candidato del centrodestra alla presidenza della Regione. In questo senso Berlusconi si è recato al T Hotel per incontrare le forze datoriali insieme al proprio candidato. L'ex cavaliere ha dichiarato di conoscere bene i problemi della Sardegna, evidenziando il deficit infrastrutturale che affligge l'isola e la questione irrisolta dei trasporti, che penalizza la circolazione dei residenti e delle merci. Tra le ricette in grado di garantire lo sviluppo del territorio, il presidente di Forza Italia insiste sulla fiscalità di vantaggio, fondamentale per attrarre nuovi investimenti. E per quanto riguarda il problema della disoccupazione, l'ex premier ha auspicato una rivisitazione del piano paesaggistico regionale della legge urbanistica per dare un'impulso al comparto dell'edilizia.

Cagliari. Lavoro agile per i dipendenti del Comune

Dopo le ferie solidali e il telelavoro, un altro sistema innovativo al Comune per migliorare la produttività e conciliare le esigenze vita-lavoro dei dipendenti. Soprattutto donne e uomini con problemi di salute o disabilità, oppure che assistono un familiare malato, mamme e papà con bambini piccoli e che magari abitano a decine di chilometri da Cagliari. Si tratta del lavoro agile, all’inglese smart working. “Dalla prossima settimana, i primi 10 dipendenti comunali inizieranno a sperimentare questa nuova forma di lavoro a distanza, per 5 giornate al mese”, ha spiegato Danilo Fadda, assessore al Personale e Affari generali. Il numero è però destinato a crescere. “Saranno almeno 120 coloro che entro il prossimo mese di settembre potranno beneficiare di questa modalità di esecuzione della prestazione lavorativa che presenta un alto grado di flessibilità e autonomia, in quanto consentendo di lavorare in qualunque luogo scelto discrezionalmente dal dipendente non necessita di una postazione fissa, ma è sufficiente il possesso di un dispositivo mobile e una connessione internet”. Insomma, questo sistema può essere certamente inteso come un modo di lavorare indipendente dalla localizzazione geografica dell'ufficio, facilitato dall'uso di strumenti informatici e telematici. Ancor di più come prova di responsabilità e capacità, dell’Amministrazione comunale e del dipendente che “smetterà di essere legato alla timbratura del cartellino, ma – ha chiarito Luisella Mereu, dirigente del Servizio Personale - sarà valutato in base a obiettivi e a risultati chiari e condivisi”. Tra le prime amministrazioni pubbliche d’Italia ad adottare questa opportunità di rinnovamento che rivoluziona la cultura del lavoro, Cagliari è una delle 15 selezionate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per sperimentare gli effetti del lavoro agile. “Ogni fase è stata però preventivamente condivisa con le organizzazioni sindacali. Puntare su un nuovo modello organizzativo e culturale che guarda al raggiungimento degli obiettivi, dei risultati, superando quello che è stato fino ad oggi il dogma della presenza fisica in ufficio diventa imprescindibile per una amministrazione moderna e al passo coi tempi”, ha concluso l’assessore Fadda spiegando ai giornalisti chiamati a raccolta al Municipio, che con il telelavoro, a un anno esatto dalla sua attivazione, si è potuto registrare un incremento della produttività di oltre il 30%. Anche per la consigliera Benedetta Iannelli (Commissione Personale e Affari generali) “il lavoro agile rappresenta un altro tassello fondamentale nella conciliazione tra vita professionale e privata delle lavoratrici e dei lavoratori, di cui beneficeranno anche le le famiglie”.

Cagliari. Formazione dei formatori, Università e Accademia dei Lincei in campo

Venerdì 15 febbraio 2019, dalle 15 l’aula magna della facoltà di Ingegneria - piazza d’Armi, Cagliari - ospita l’evento curato dal Polo Sardegna dell’Accademia nazionale dei Lincei. Ai lavori, intervengono Francesco Clementi (Accademico Lincei, presidente consiglio scientifico Fondazione “I Lincei per la scuola”) con “La sinapsi, un organello per la comunicazione tra cellule nervosa”, Alfio Quarteroni (Politecnico Milano/Epfl Losanna) con “Modelli matematici per la simulazione del battito cardiaco” e Rosa Roberto (responsabile Centro pilota Bari Progetto Sid-Anisn) con la relazione “L’Inquiry Based Science Education”. Le tematiche sono di particolare attualità per la ricerca e la formazione in ambito scientifico. Ma anche di interesse sia per la formazione degli insegnanti di qualunque disciplina, sia per la divulgazione al grande pubblico. Le relazioni vengono precedute dalla cerimonia di commemorazione del professor Sebastiano Seatzu, già responsabile del progetto “I Lincei per la didattica - sezione di Cagliari”, scomparso nel febbraio 2018. In sinergia con le attività del Progetto “I lincei per un nuova didattica”, curate dai professori Pietro Cappuccinelli e Sebastiano Seatzu, la sede di Cagliari è nata nel 2015. Dal 2018 la coordinatrice locale è la professoressa Maria Polo (referente matematica). Per le Scienze è responsabile il pro rettore Micaela Morelli, mentre per l’italiano e per il Progetto Sid, sono responsabili le professoresse Cristina Lavinio e Maria Cristina Mereu. “In linea con il progetto nazionale e con le finalità del programma, sono stati affrontate in attività seminariali e conferenze, rivolte ad insegnati di tutti i livelli scolastici, tematiche e argomenti su diversi aspetti della matematica, dell’italiano e delle scienze. Un aspetto chiave? La trasversalità realizzata nei circa quindici incontri comuni ai tre ambiti disciplinari con una serie di attività che hanno affrontato temi intra e multidisciplinari e nelle sperimentazioni” spiega Maria Polo. La professoressa rimarca un aspetto: “L’obiettivo di sviluppo del progetto, in sinergia con l’Università di Cagliari, è l’incremento della partecipazione continuativa degli insegnanti, specie di quelli della scuola primaria. Un percorso che necessita della collaborazione tra Ufficio scolastico regionale, l’ateneo e i dipartimenti coinvolti, l'assessorato regionale alla Pubblica istruzione”. La formazione dei giovani nella matematica, nelle materie scientifiche e nella lingua è un punto cruciale per lo sviluppo della nostra società. “Purtroppo i dati recenti più accreditati non sono molto incoraggianti e pongono il nostro paese in una situazione di retroguardia. Inoltre, osservando l’evolvere in un lungo periodo di tempo delle conoscenze della popolazione lavorativa italiana non sembra esserci – rimarca la professoressa Polo - una prospettiva di miglioramento portata dalle generazioni più giovani. Ed è per questo che l’Accademia dei Lincei, ha dato vita alla “Fondazione I lincei per la Scuola” che ha per compito quello di intervenire in questo settore specifico. Il progetto “ I Lincei per una nuova didattica nella scuola: una rete nazionale” prevede lo sviluppo in Italia di una rete di Poli che portino avanti un progetto di rinnovamento dell’insegnamento che abbia come base il Metodo laboratoriale. In sostanza, va a costituire una comunità docente con gli insegnanti coinvolti in un lavoro comunitario assieme alla comunità scientifica e culturale più alta del paese per un “insegnamento di alta qualità”. A matematica, scienze e italiano si è aggiunta anche l’economia, per una cittadinanza attiva e consapevole. Il progetto è attivo da più di sei anni. I laboratori per italiano, matematica e scienze di sono avvalsi di insegnanti formatori del Giscel, del Crsem e del Centro pilota Sid-Sardegna. Gli incontri realizzati a Cagliari, Oristano, Nuoro e a Sassari hanno visto la partecipazione in media di sessanta insegnanti per ambito in ciascuna delle due sedi provenienti dalla scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado. Le scuole rappresentate hanno riguardato buona parte del territorio regionale. Al vaglio, anche in prospettiva futura, la realizzazione di esempi prototipo di buone pratiche innovative e riproducibili da disseminare anche come ricadute sul territorio e in linea con la terza missione dell’Università .

Evasione. Scoperti 2 proprietari che hanno nascosto al fisco redditi di locazione per oltre 86 mila euro

La Guardia di Finanza di Sarroch ha concluso due controlli fiscali nei confronti di altrettanti soggetti economici privati operanti nel territorio cagliaritano. L’attività di controllo, scaturita da una preliminare attività di ricerca ed analisi delle diverse realtà economiche del territorio che risultano aver concesso in locazione tre immobili di proprietà, hanno fatto emergere delle difformità nelle corrispondenti dichiarazioni dei redditi ed I.V.A. Nel primo caso il controllo ha permesso di appurare che per le annualità 2015 e 2016, un soggetto privato, proprietario di una villa ubicata in località Chia, nel Comune di Domus De Maria, aveva omesso di indicare nella dichiarazione dei redditi, regolarmente presentata, ricavi percepiti per l’affitto dell’immobile a turisti nel periodo estivo, per complessivi 43.000 €, sottraendoli così al fisco. Da un accertamento fiscale effettuato, invece, nei confronti di un altro cittadino, proprietario di due immobili commerciali ubicati a Cagliari ed a Quartu Sant’Elena locati a due imprese operanti rispettivamente nel campo della ristorazione e del commercio al dettaglio di articoli di biancheria e maglieria, è emerso che lo stesso, per l’annualità 2015 sottoposta a controllo, aveva omesso di indicare nella dichiarazione dei redditi, ricavi per complessivi 43.600 € percepiti dalla locazione dei citati immobili.

Cagliari. In arrivo il grande Triathlon

Ritorna nel capoluogo, per il quarto anno consecutivo, la World Cup di Triathlon - ITU Triathlon World Cup. L'edizione 2019, anticipata a sabato 18 maggio per non sovrapporsi alle giornate dedicate alle elezioni europee, previste per il 25 maggio, sarà caratterizzata dalla distanza sprint (750m nuoto, 19km bici, 5km corsa). Soddisfatto Sandro Salerno, general manager del Comitato Organizzatore Locale che ha sottolineato l'importanza dell'evento per tutto il territorio quale stimolo ulteriore per lo sviluppo del turismo sportivo e la crescita di prodotti e servizi ad esso legati.

Olanda. Raccolta fondi per gli attori di Pippi Calzelunghe

Chi non si ricorda la famosa serie che ha fatto compagnia ad intere generazioni di bambini? Inger Nilsson, la ribelle protagonista della fortunata serie ha pubblicato recentemente un libro sul periodo in cui vestiva i panni del celebre personaggio Pippi Calzelunghe. L'attrice svedese racconta di aver guadagnato pochissimo e che, dopo aver recitato nella famosa serie, non le è più stato offerto alcun ruolo di rilievo. I registi continuavano infatti a vederla come la lentigginosa protagonista del telefilm per bambini. Il racconto della Nilsson ha spinto alcuni appassionati del genere ad organizzare una raccolta fondi. Attraverso lo strumento del crowdfunding i promotori dell'iniziativa intendono "ringraziare", oltre alla stessa Nilsson, i suoi due compagni storici, Pär Sundberg e Maria Persson. "Tutti hanno passato delle serate divertenti ed una infanzia felice grazie a Pippi, eccetto Pippi"- ha dichiarato uno dei promotori. E così, in una società ormai dominata dai social, dove i più piccoli sono molto più interessati a seguire su Youtube disgustosi video, pubblicati da ambigui personaggi, rinunciando di fatto al fascino delle belle favole e dei bei racconti di una volta, in Olanda c'è ancora qualcuno che si ricorda di ringraziare chi, come Pippi Calzelunghe, ha regalato ai più piccoli fantastiche avventure ed una infanzia spensierata. Federico Cheri
Sottoscrivi questo feed RSS

3°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 77%

Wind: 14.48 km/h

  • 03 Jan 2019 13°C 1°C
  • 04 Jan 2019 12°C 1°C