Cagliari. Sono 22 le postazioni dedicate a uso gratuito per gli artisti di strada

Nuove e più semplici le regole per gli artisti di strada che vogliono esibirsi a Cagliari. Approvate dalla Giunta nella seduta di venerdì 7 dicembre 2018, sono il risultato della sinergia fra l'Amministrazione comunale e da un gruppo di artisti di strada. “I loro spettacoli alimentano il circuito culturale – ha sottolineato il sindaco Massimo Zedda – e contribuiscono a migliorare la qualità della vita di cittadini e turisti rendendo più attrattiva la città”. Il regolamento è stato illustrato martedì 11 dicembre 2018, dall'assessore Paolo Frau. “Musicisti, clown, giocolieri, ma anche attori, mimi o statue viventi potranno esibirsi in 22 spazi a loro dedicati, delle dimensioni di due metri per due ognuno, dalla piazza Garibaldi sino al Parco della Vetreria di Pirri”, ha detto il titolare della Cultura. Ma seppure caratterizzati per essere inseriti in contesti particolarmente frequentati, “tutti questi spazi si trovano a una distanza congrua dagli ospedali, dalle scuole, dalle biblioteche e dai cimiteri”. Per le attività rumorose è perciò consentito l'utilizzo di piccoli impianti di amplificazione entro il limite dei 5 watt e nelle fasce orarie 10-13 e 17-21, fatta eccezione per quelle aree nelle quali ne è specificamente interdetto l'uso. Non vi sarà perciò alcuna interferenza con le attività commerciali intorno. “Per garantire una opportuna rotazione, ogni esibizione non potrà protrarsi per più di due ore”, ha concluso l'assessore Frau ricordando che in questa fase di sperimentazione, “gli artisti si autogestiranno nell'uso degli spazi, nei limiti di tempo e nelle fasce orarie stabilite, senza la necessità di accedere ad alcuna piattaforma di prenotazione”. “Se la richiesta aumenterà - ha dichiarato il sindaco Zedda - in futuro le postazioni per gli artisti di strada potrebbero ulteriormente aumentare, interessando, tra gli altri, anche luoghi come il lungomare, dal Poetto alla via Roma passando per Sant'Elia, grazie agli interventi di riqualificazione che il Comune sta portando avanti”.

Università Cagliari. Ingegneri chimici, occupazione immediata per tutti i laureati

L'aula magna della facoltà di Ingegneria e architettura ha ospitato, venerdì 7 dicembre, il convegno "Innovazione tecnologica e Cambiamento. I nuovi temi per l’ingegnere chimico e l’evoluzione di questa figura professionale". I lavori sono stati curati dall’Aidic (Associazione italiana ingegneri chimici, sezione Sardegna) e promossi dal dipartimento di Ingegneria meccanica, chimica e dei materiali (Dimcm) dell’università di Cagliari. Oltre centoquaranta studenti frequentano la laurea triennale in Ingegneria chimica con 53 matricole, fresche di iscrizione al primo anno. Sono ventotto e una cinquantina quelli della magistrale. Sono questi i macro dati del corso curato dagli specialisti dell’ateneo di Cagliari che garantisce un lavoro pertinente agli studi compiuti a stretto giro dalla discussione della tesi. Il placement è del cento per cento. “I nostri laureati hanno un domani certo costruito sulla professione per cui, con le proprie famiglie, hanno investito tempo e risorse. Nel portarvi i saluti del rettore Maria Del Zompo, sono certo - ha aggiunto il presidente della facoltà di Ingegneria e architettura, Corrado Zoppi - che saprete compiere le scelte più opportune per il vostro futuro”. La sala, con un centinaio tra allievi e docenti di licei e istituti tecnici di Cagliari e dell’hinterland, ha mostrato particolare attenzione. “La figura dell’ingegnere chimico ha valenze multidisciplinari. Dalla chimica, tra raffinazione e altro, al depuramento delle acque, inscatolamento e gestioni dei prodotti alimentari, gestione impianti, impatto ambientale e non solo. Tanto che a spasso non c’è neppure un nostro laureato. Una considerazione che dovrebbe far riflettere anche le autorità politiche e amministrative regionali” ha precisato il direttore del Dimcm, Giacomo Cao. “Un antico proverbio cinese dice che resistere al cambiamento e come trattenere il respiro. Se lo si fa troppo a lungo si rischia di morire” ha sottolineato Massimiliano Grosso, coordinatore del corso di laurea. “Un percorso formativo appagante e proficuo” ha rimarcato Francesco Feliziani, direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per la Sardegna. “Li aspettiamo a braccia aperte” l’auspicio di Francesco Marini, presidente di Sarlux, azienda all’avanguardia del gruppo Saras. L'evento "Innovazione tecnologica e Cambiamento. I nuovi temi per l’Ingegnere chimico e l’evoluzione di questa figura professionale" ha offerto un quadro esaustivo su vari aspetti del percorso accademico. Dall’evoluzione nel tempo alla preparazione necessaria per affrontare nuove sfide, prodotte dagli sviluppi delle tecnologie e dalla contaminazione con altre professionalità, da parte del moderno ingegnere chimico. Tra i relatori, Giovanni Vaia (Università Ca’ Foscari, Venezia), Roberto Garau (Sartec srl), Alessandra Taris (ingegnere chimico, Ph.d), Bruno Demuru (ingegnere chimico - Innovation senior consultant).

Calcio. Anticipo Serie A: grande prova del Cagliari contro la Roma

Finisce 2-2 l'anticipo della 15a giornata di Serie A, tra Cagliari e Roma. Un pareggio preziosissimo per i rossoblù, per come si era messa la partita. Di fatto i giallorossi conducevano per due reti a zero (Cristante al 14° e Kolarov al 41°) a pochi minuti dal fischio finale. In aggiunta gli uomini di Maran erano rimasti in 9 dal 93° per la doppia espulsione di Ceppitelli e Srna per proteste. Tutti rassegnati quindi, fino al goal di Ionita (84°) che ha accorciato le distanze, ma soprattutto fino al 95° quando Sau insaccava alle spalle del portiere giallorosso, portando al settimo cielo tutto il pubblico presente al Sardegna Arena. Il Cagliari guadagna così un punto molto importante, in vista dei prossimi impegni.

Sassari. Il presidente del Consiglio Regionale premia il pugile Federico Serra

Il presidente del Consiglio Regionale, Gianfranco Ganau, ha ricevuto questa mattina a Sassari negli uffici della Regione, il giovane pugile sassarese, Federico Serra vincitore della medaglia d'oro nella categoria 49 chili ai Campionati Europei Èlite. Durante l'incontro è stata consegnata al boxeur sardo, primo italiano a vincere i Campionati europei nella categoria minimosca, una targa della presidenza del Consiglio Regionale della Sardegna, come riconoscimento da parte delle istituzioni sarde per lo straordinario traguardo raggiunto in soli quattro anni di carriera sportiva. "Oggi premiamo un vero e proprio talento della boxe sarda e internazionale – ha sottolineato Ganau – una vera eccellenza del pugilato, sport di fatica e grandi sacrifici che impone criteri di lealtà e insegna a vivere rispettando gli altri. Lo facciamo per uno sport come il pugilato, così come abbiamo fatto per le eccellenze del basket e del calcio isolano". Federico Serra, accompagnato dal suo allenatore Domenico Mura e dal direttore sportivo del “Boxing Club Domenico Mura” Pierpaolo Saba, è una campione naturale della boxe. È salito sul ring per la prima volta appena quattro anni fa, riuscendo a vincere nel 2014 la medaglia di bronzo ai Campionati Maschili Èlite, indetti dalla Federazione Pugilistica Italiana per la categoria 52 chili. "Ho creduto in Federico da subito, aveva voglia di arrivare e di crescere – ha spiegato Domenico Mura - e lo ha dimostrato bruciando tutte le tappe. Arrivava in palestra per primo insieme a Gianmario, il fratello gemello anche lui pugile di talento, e la sera erano gli ultimi ad andare via. Sembrava che facesse i compiti a casa e non aveva mai paura di salire sul ring". Nel 2015 è il primo sardo a vincere il Guanto d'oro nella categoria 49 chili e nel 2016 debutta in Nazionale portando a casa con la squadra degli Azzurri la vittoria. L'anno successivo gioca come titolare nell'Italia Thunder, la squadra di pugilato che partecipa al campionato mondiale delle World Series of Boxing e partecipa ai Mondiali di pugilato dilettanti di Amburgo. "Gli allenamenti sono molto duri – ha spiegato Federico – e la bilancia è il nostro primo avversario, ma ho una passione immensa per questo sport". Intanto domani, in attesa delle qualificazioni del prossimo anno per i Mondiali di Tokyo 2020, volerà a Pescara come ospite d'onore della Federazione nazionale per i Campionati Italiani Maschili Èlite.

Una foto per l'ambiente. Contest fotografico per sensibilizzare i giovani sulle tematiche ambientali

È l'iniziativa promossa da AFNI e MEDSEA, in occasione della Giornata Mondiale sulle Zone Umide che si celebra il 2 Febbraio 2019. Oltre al Contest, il World Wetland Day avrà in programma dibattiti, visite guidate, passeggiate ecologiche nei siti dell'oristanese, che rientrano nel progetto di cooperazione internazionale Maristanis: 7.700 ettari di zone umide e quasi 25mila ettari di mare protetto dell’Area Marina Protetta Penisola dei Sinis - Isola di Mal di Ventre. Il concorso fotografico è riservato a tutti gli studenti iscritti alle scuole superiori di secondo grado della Sardegna in possesso di un account Instagram. La foto, scattata con lo smartphone o con una macchina fotografica, dovrà rappresentare le zone umide della Sardegna, così come descritte nella Convenzione di Ramsar sulle Zone Umide di Importanza Internazionale. Ai sensi della Convenzione, le zone umide ricomprendono «le paludi e gli acquitrini, le torbe oppure i bacini, naturali o artificiali, permanenti o temporanei, con acqua stagnante o corrente, dolce, salmastra, o salata, ivi comprese le distese di acqua marina la cui profondità, durante la bassa marea, non supera i sei metri». Attraverso la tutela delle wetlands viene garantita la conservazione dei più importanti ecosistemi "umidi", le cui funzioni ecologiche sono fondamentali, sia come regolatori del regime delle acque, sia come habitat di una particolare flora e fauna. La foto, in bianco e nero o a colori, potrà immortalare la flora, la fauna o il paesaggio delle zone umide, siano esse di carattere antropico o naturale (torri, dune costiere, peschiere ecc.). Ogni candidato può partecipare con un'unica fotografia che dovrà essere accompagnata dai seguenti hashtag: #SardiniaWetlands #MARISTANIS #WorldWetlandsDay #MEDSEA #AFNI e riportare il nome della località e la data in cui la foto è stata scattata. Le fotografie verranno valutate da una giuria composta dal Coordinatore Regionale dell’AFNI, il Responsabile del Progetto Maristanis, un delegato della sezione Provinciale della LIPU, un delegato dell’Associazione Culturale 3DNA. Al primo classificato andrà un attestato ricordo, una fotocamera Marca Sony, Modello DSC-HX350, un libro fotografico sui fiumi d’Italia edito dall’AFNI e un abbonamento annuale alla rivista di fotografia naturalistica ASFERICO. Al secondo classificato andrà un attestato ricordo, un binocolo Marca Nikon, Modello Optics Prostaff 3S 8x42, un libro fotografico sui fiumi d’Italia edito dall’AFNI e un abbonamento annuale alla rivista di fotografia naturalistica ASFERICO. Al terzo classificato, che sarà l’autore che avrà raggiunto il più alto consenso da parte del pubblico di Instagram, andrà un attestato ricordo, un binocolo, Marca K&F Modello Optics 10x42 un libro fotografico sui fiumi d’Italia edito dall’AFNI e un abbonamento annuale alla rivista di fotografia naturalistica ASFERICO. La cerimonia di premiazione si terrà il 2 o il 3 febbraio 2019 in occasione della Giornata Internazionale delle Zone Umide. Per la partecipazione al Contest è necessario compilare il modulo di iscrizione ed inviarlo, assieme ad una copia dell’immagine caricata su Instagram, all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro la data di scadenza fissata per il giorno 6 gennaio 2019. È possibile scaricare modulo di iscrizione e regolamento all'indirizzo: http://www.maristanis.org/

Cagliari. Appuntamenti con Mercati in festa

In occasione della prima apertura straordinaria dei Mercati Civici per le festività natalizie, il Comune di Cagliari organizza l'appuntamento “I mercati in festa”, in collaborazione con il Teatro Lirico e il Conservatorio Giovanni P. da Palestrina: una serie di interventi musicali, in programma sabato 8 dicembre, che accompagneranno clienti e visitatori tra i box delle strutture cittadine. Al mercato di San Benedetto sarà protagonista Ensemble Trame Sonore, con i musicisti del Teatro Lirico Francesca Viero (oboe), Lucio Casti (violino), Maria Cristina Masi (viola) e Karen Hernandez (violoncello), che si esibiranno intorno alle 11 con musiche di Tchaikovsky e Verdi e con brani della tradizione natalizia europea e sudamericana. Ai mercati di Sant'Elia (intorno alle 9), via Quirra (ore 10.30) e Is Bingias (ore 12) andrà in scena “Su Cuntzertu Antigu”, primo e unico ensemble tutto al femminile di musica tradizionale sarda composto da Myriam Costeri (organetto), Federica Lecca (launeddas e voce), Angelica Fadda (tamburo di Gavoi) e Daniela Addis (triangolo e voce). "Continua la collaborazione tra il Comune, il Teatro Lirico e il Conservatorio per la valorizzazione dei Mercati Civici", spiega il sindaco Massimo Zedda: "una bella occasione, per i clienti e per i visitatori, per ascoltare musica tradizionale natalizia eseguita da musicisti di alto livello mentre si scelgono i prodotti di qualità che le nostre strutture offrono. Un ringraziamento agli artisti che si esibiranno in veri e propri concerti tra i banchi dei mercati". "Anche quest’anno il Conservatorio di Musica “Giovanni P. da Palestrina” accoglie con entusiasmo l’invito del Comune di Cagliari a partecipare a questa bella ed importante manifestazione», sottolinea il direttore del Conservatorio Giorgio Sanna: "la nostra Istituzione, come ormai da diversi anni usa, è sempre molto lieta di presentarsi al pubblico cagliaritano, e non solo, al di fuori degli appuntamenti ufficiali, come le nostre esibizioni in concerto. Questo modo di sentire l’Arte è certamente uno dei canali dove poter trovare condivisione nella gioia del suonare". "A nome del Teatro Lirico di Cagliari e di tutti i suoi lavoratori, sottolinea Claudio Orazi, sovrintendente del Teatro Lirico di Cagliari, desidero ringraziare il Comune di Cagliari, e in particolare l' assessora al Turismo e Attività produttive Marzia Cilloccu, per l'invito che ci ha rivolto a partecipare ad una manifestazione tanto importante che lega la nostra città e i suoi luoghi di eccellenza popolare all'arte e alla cultura".

Sassari. Anziana di 80 anni investita sulle strisce pedonali

E' accaduto oggi in via Napoli. L'anziana donna, mentre attraversava sulle strisce pedonali è stata investita da un motociclista che prima si è fermato per controllare le condizioni della donna, ma poi è fuggito. La Polizia, grazie alle immagini registrate da una telecamera puntata sulla strada e alle testimonianze raccolte, ora cerca di identificare il motociclista. Intanto la donna è stata ricoverata in ospedale per la frattura di una costola e della clavicola.

Milano. Artiginato sardo protagonista alla Fieramilano di Rho

Sono 106 le aziende che partecipano quest'anno a "L'Artigiano in Fiera", uno dei principali appuntamenti fieristici di settore che si svolge alla Fieramilano di Rho. Nell'apposito spazio espositivo occupato dall'assessorato regionale del Turismo, sono presenti 39 artigiani, 21 dei quali appartenenti alla vetrina online Sardegnaartigianato. Diverse le categorie rappresentate: abbigliamento tradizionale, ceramica, coltelleria, corallo e metalli preziosi. Nel padiglione 2 sono presenti anche la collettiva dell'Aspen (Azienda speciale Camera di Commercio di Nuoro) con 21 imprese, poi, al di fuori degli spazi collettivi, partecipano, altre 42 imprese dell'agroalimentare e un ristorante. A caratterizzare la rappresentanza regionale l'esposizione della mostra 'Il Rosso e il Blu', ovvero gli oggetti artigianali dedicati al Cagliari Calcio.
Sottoscrivi questo feed RSS

13°C

Cagliari

Mostly Cloudy

Humidity: 87%

Wind: 3.22 km/h

  • 12 Dec 2018 13°C 6°C
  • 13 Dec 2018 15°C 7°C