Cagliari. "Stop al cemento sulla spiaggia del Poetto, nessun ampliamento del complesso La Marinella”

E' quanto auspicato dell'associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus che, in questo senso, ha inoltrato (22 ottobre 2019) una specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti per fermare la procedura di intesa, finalizzata alla riqualificazione e ampliamento del complesso immobiliare La Marinella sulla spiaggia del Poetto, in Comune di Quartu S. Elena (CA). Il Comune di Quartu S. Elena, con la deliberazione Giunta municipale n. 206 del 10 ottobre 2019, ha dato il suo assenso all’avvio della procedura che dovrebbe portare alla realizzazione del progetto proposto dalla società cagliaritana GE.CO. s.r.l., nonostante criticità evidenziate dalla relazione istruttoria Settore Urbanistica – Attività Produttive – SUAPE – Edilizia Privata del Comune di Quartu S. Elena prot. n. 115991 del 26 settembre 2019. Il progetto prevede, fra l’altro, “l’occupazione di un’ulteriore porzione di arenile con pavimentazioni in tavolato e sovrastante pergolato in alluminio” e sarebbe in palese contrasto con norme di legge (art. 10 bis della legge regionale n. 45/1989 e s.m.i.) e disciplina di piano paesaggistico regionale (P.P.R.), che qualifica l’area come fascia costiera classificata “campi dunari e sistemi di spiaggia”. Un intervento che sarebbe in contrasto anche con lo stesso piano urbanistico comunale (P.U.C.), che non prevede incrementi volumetrici sulla spiaggia e, in assenza di P.U.L.. Al contrario, prevede solo piccole strutture stagionali amovibili. La zona di spiaggia interessata, appartenente al demanio marittimo (artt. 822 cod. civ., 28 cod. nav.), è tutelata con vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.), nonché con vincolo di conservazione integrale (art. 10 bis della legge regionale n. 45/1989 e s.m.i.). Nel piano paesaggistico regionale (P.P.R.) l’area rientra nella fascia costiera (art. 20 delle N.T.A. del P.P.R.) ed è classificata “campi dunari e sistemi di spiaggia” (bene paesaggistico ai sensi dell’art. 143 del decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i.). "La spiaggia va lasciata in pace - sottolineano i rappresentanti dell'associazione ecologista - nessuna ulteriore occupazione ai danni dell’ambiente e della fruizione pubblica".

Mercato immobiliare. A Cagliari prezzi in calo. Tengono le locazioni

In base allo studio realizzato dal Gruppo Tecnocasa, il mercato immobiliare del capoluogo nel 2019 evidenzia segnali di regressione. In particolare, durante i primi sei mesi del 2019 i prezzi degli immobili residenziali hanno fatto registrare un calo dello 0,8%. Una situazione che mostrerebbe chiare analogie con quanto registrato anche negli altri capoluoghi di provincia. A soffrire, seppur non in maniera marcata, sarebbero i prezzi di vendita per le abitazioni localizzate nel Centro storico. Qui i prezzi partono dai 1500 ai euro al mq, fino ad arrivare ai 3000 euro a mq per le unità abitative con vista sul mare. Chi investe, è più orientato all'acquisto di immobili da destinare ad attività ricettive (B&B, case vacanza e affittacamere). Tiene invece il mercato delle locazioni, dove a fare la parte del leone sono le zone di Monte Urpinu, Piazza Repubblica e Bonaria. E per quanto riguarda il mercato immobiliare turistico, a fare registrare un'attività più sostenuta è la zona di Costa Rei dove emerge la domanda di acquisti da parte di residenti a Cagliari e provincia, cui si aggiungono le richieste dei residenti in Lombardia e Piemonte e gli stranieri residenti in Germania e Svizzera. Qui i prezzi medi partono da 3000 euro al mq con picchi fino a 5000-6000 euro al mq per le abitazioni fronte mare. I prezzi medi per gli affitti si aggirano intorno ai 2000 euro al mese durante il mese di giugno, 2800-3000 euro al mese per luglio, 4000 euro ad agosto. A Villasimius si spendono mediamente intorno a 2000 euro al mq vicino a Simius e 3800-3900 euro al mq a Campolongu. Per quanto riguarda le erogazioni bancarie, nel secondo trimestre 2019 la provincia di Cagliari ha erogato volumi per 95 mln di euro, la variazione sull'anno è pari a -14,5%. Da gennaio a giugno si sono evidenziati volumi per 187,5 mln di euro, corrispondenti a -22,1% rispetto allo stesso periodo del 2018. Spostando l'attenzione sull'intera Isola, nello stesso periodo, i finanziamenti per i mutui sono pari 210,6 milioni di euro (-13,5% rispetto allo stesso periodo del 2018).

Cagliari. L'Agenzia Nazionale Giovani incontra Unica Radio per raccontare i giovani di Cagliari

Mercoledì 23 ottobre alle ore 16 si terrà alla Mediateca del Mediterraneo in Via Mameli 164 a Cagliari l'incontro con Domenico De Maio, direttore dell'Agenzia Nazionale Giovani, per conoscere da vicino uno dei due progetti vincitori per la Sardegna del bando Ang inRadio, il network italiano dedicato ai giovani. Sono 44 le radio digitali appartenenti a 13 regioni italiane che coinvolgono oltre 500 giovani nel territorio italiano a far parte il primo network radiofonico digitrale istituzionale realizzato da under 30. La radio e l'uso di un linguaggio vicino alle nuove generazioni in cui i ragazzi si sentiranno a loro agio perché avranno la possibilità di esprimere le loro idee, i loro sogni attraverso un microfono senza avere paura di pregiudizi. Sarà uno strumento utile per promuovere le opportunità del Governo per i giovani, l'università e confrontarci costantemente con il mondo giovanile. Un importante strumento di inclusione sociale in grado di raggiungere anche il più piccolo comune italiano. La Sardegna aderisce al network grazie a Ang inRadio - Sardegna. Si tratta di uno strumento che favorisce il dialogo con le nuove generazioni e, soprattutto, l'ascolto di quelle che sono le loro esigenze e i loro desideri. Alle ore 15 del 23 ottobre, sempre alla MEM, è previsto un evento pubblico per raccontare l'Europa dal titolo "la porta sull'Europa". In questa sede verranno fornite indicazioni e suggerimenti necessari atti alla realizzazione di attività nei suddetti programmi da parte di istituzioni regionali, provinciali e comunali. Verranno inoltre approfonditi, grazie alla collaborazione con TDM2000, numerosi argomenti riguardanti le nuove tecnologie e strumenti multimediali. Per l'occasione verrà inaugurato il truck di Unica Radio, mezzo mobile che racconterà il territorio e la città. Saranno inoltre invitati a presenziare ed intervenire il sindaco Paolo Truzzu e gli assessori delle politiche giovanili e della cultura.

Guasila. Operazione antidroga dei Carabinieri

I Carabinieri di Guasila hanno arrestato un allevatore di 63 anni che custodiva nel suo ovile oltre due chili di marijuana, 50 grammi di cocaina e una pistola giocattolo modificata. In particolare l'uomo, già noto alle forze dell'ordine, è stato bloccato nel centro abitato di Villamar alla guida del suo Fiat Doblò. All'interno del mezzo erano nascosti 50 grammi di cocaina all'interno di un apposito involucro. Insospettiti, i Carabinieri decidono di proseguire la perquisizione presso l'abitazione e l'ovile dell'allevatore, a Guasila. Qui sono state trovate cinque buste contenenti due chili di marijuana e una pistola scacciacani priva di tappo rosso.

Cagliari. Gemellaggio con il Comune di Abbasanta: incontro in Comune con il sindaco, Paolo Truzzu

La firma sui documenti ufficiali che avevano sancito, lo scorso 24 agosto ad Abbasanta, la nascita del gemellaggio tra il comune dell'oristanese e Cagliari, nato nel nome di Sant'Agostino, è stato il primo passo per l'ideale unione tra le due comunità, alla quale oggi, venerdì 18 ottobre, è stato aggiunto un nuovo capitolo. Una delegazione del comune di Abbasanta, guidata dal Sindaco Stefano Sanna, è stata accolta oggi dal primo cittadino di Cagliari, Paolo Truzzu, che ha ricevuto in dono dagli ospiti una cornice contenente il documento del gemellaggio in originale. Presenti all'incontro anche il Rettore della Chiesa di Sant'Agostino, Don Vincenzo Fois e l'attuale rettrice Donatella Cherchi. “Cercheremo di fare la nostra parte – il commento dei Sindaco Truzzu – perché la Chiesa di Sant'Agostino possa avere tutte le attenzioni che merita e diventi un punto importante non solo per i cagliaritani ma anche per tutti i turisti che ogni giorno visitano la nostra

Sassari. “Il Pronto Soccorso veterinario non deve chiudere"

A denunciare una situazione al limite del collasso che di recente ha portato alla sospensione del servizio di cura degli animali (ad eccezione dei casi urgenti) è la capogruppo del M5S Desirè Manca, prima firmataria di una mozione (sottoscritta dai consiglieri Alessandro Solinas, Roberto Li Gioi, Michele Ciusa) che punta ad assicurare continuità di servizio al pronto soccorso veterinario sollecitando l’intervento della Regione. “Il Pronto soccorso veterinario – spiega Desirè Manca - è un'unità operativa dedicata alle emergenze, in cui vengono prestate le prime cure necessarie alla sopravvivenza degli animali, attivo 24 ore su 24 compresi i festivi, che assicura assistenza continua e immediata e un approccio tempestivo delle problematiche urgenti. La clinica è diventata punto di riferimento indispensabile nel territorio. Il numero delle prestazioni eseguite è cresciuto negli anni ma alla crescente mole di lavoro non è però corrisposto un proporzionale potenziamento organizzativo. I vertici della struttura – continua Desirè Manca- hanno da tempo denunciato la mancanza di supporto da parte dell'Università di Sassari lamentando l'impossibilità di occuparsi sia delle attività burocratico - amministrative che dell’attività professionale vera e propria di cura e assistenza agli animali. È necessario che la Regione intervenga per far sì che il servizio venga ripristinato al più presto e che gli utenti non siano costretti a raggiungere le cliniche veterinarie del centro e sud Sardegna”. È proprio a causa di questo sovraccarico di lavoro e alla mancanza del necessario supporto che oggi l’ospedale didattico veterinario universitario ha dovuto sospendere le attività, fatte salve quelle riguardano alcune emergenze per gli animali randagi. Attraverso una mozione in Consiglio la capogruppo del M5S Desirè Manca impegna il Presidente della Regione e la Giunta a porre in essere tutte le iniziative utili per l'immediato riavvio e la completa operatività dell'Ospedale Didattico Veterinario Universitario di Sassari, struttura di eccellenza della nostra Regione, punto di riferimento indispensabile nel territorio, nato per rispondere ai parametri indicati dall’EAEVE (European Association of Establishment of Veterinary) come indispensabile strumento per l’attuazione di una didattica riconosciuta a livello europeo.

Cagliari. Al Conservatorio esibizione di Silvia Mezzanotte, ex dei Matia Bazar

Non è la prima volta che il Conservatorio ospita artisti di fama internazionale. E' già successo in passato con le esibizioni di Don Backy, Nicola di Bari, I Cugini di Campagna, I Camaleonti, Wilma Ghoic , Bobby Solo, Rosanna Fratello, Tony Dallara, Fred Bongusto, Gino Santercole, Sandro Giacobbe, Orietta Berti, Manuela Villa, I New Trolls, I Dik Dik, Al Bano e I Collage. Artisti che, con la loro musica, hanno portato un pò di gioa e sollievo alle persone che soffrono ed a quelle che talvolta vivono in una condizione di emarginazione e profonda solitudine, aiutandoli a ripercorrere la colonna sonora della poro vita. Questa volta è il turno della celebre artista Silvia Mezzanotte, ex cantante de I Matia Bazar, che riproporrà le canzoni del celebre gruppo e brani inediti. L'evento, che si svolgerà sabato 19 ottobre, alle ore 18:00, presso il Conservatorio Statale di Musica in p.zza E.Porrino (via Bacaredda), ha come titolo "Serata D'Autunno". Manifestazione a carattere sociale, l'iniziativa è stata ideata e organizzata, anche questa volta, dal maestro Lucio Tunis, che ricopre anche il ruolo di direttore artistico. Considerando la forte valenza sociale e di aggregazione dell'evento, l'obiettivo è quello di riunire giovani e meno giovani attorno a glorie di un recente passato, ma sempre attuali, e di valorizzare la figura dell'anziano e della sua esperienza, di cui l'attuale società ha un disperato bisogno. L'ingresso al pubblico è alle ore 17:20. I biglietti si possono acquistare presso le edicole di via Roma, angolo viale Regina Margherita, via Abruzzi, via Amat (ang. via Pessina), Largo Carlo Felice (fronte Rinascente). In aggiunta, presso Controfagotto, via Sant'Alenixedda n° 17, Tipografia Cella, viale Sant' Avendrace 211 e Box Office viale Regina Margherita. Il costo del biglietto di ingresso - come precisato dallo stesso direttore artistico - è puramente simbolico ed è funzionale al tentativo di rientrare almeno delle spese sostenute spese per l'intera organizzazione. Di fatto, gli artisti percepiscono un cachet molto inferiore rispetto a quello richiesto normalmente per i loro concerti. Tutto questo grazie alla consolidata amicizia con il maestro Tunis e, soprattutto, alla loro sensibilità. Ingredienti indispensabili che consentono da circa un ventennio l'organizzazione di questi eventi.

Tissi. Scuole plastic free, con le borracce donate dal Comune

Gli alunni della Scuola Primaria, Elementare e Media di Tissi hanno ricevuto oggi le borracce termiche donate dall'Amministrazione Comunale. L'iniziativa, che si inserisce nell'ambito di una più ampia strategia di sensibilizzazione delle scolaresche verso l'utilizzo di materiali riciclabili e plastic free, ha visto la partecipazione dei rappresentanti istituzionali locali, con in prima fila il sindaco, Giovanni Maria Budroni. Presente anche una autorevole rappresentanza degli istituti scolastici coinvolti. Il tema dell'uso sconsiderato della plastica e dei suoi effetti devastanti sull'ambiente è diventato ormai un punto fisso nell'agenda ambientale di ogni istituzione. Partire dai più giovani per educarli a capire che occorre un deciso cambiamento di rotta, contribuisce a formare futuri cittadini con una coscienza ambientale più forte. Ed è proprio in questa direzione che l'Amministrazione Comunale di Tissi intende insistere. In questo senso va interpretato anche l'avvio del nuovo servizio mensa rivolto agli alunni delle Scuola Primaria ed Elementare. Infatti, grazie ai requisiti ambientali fissati nel capitolato definito dall'Amministrazione Comunale, la ditta che si è aggiudicata il servizio - il Consorzio Territoriale Network Etico, tramite la sua consorziata Social Eco di Buddusò - dovrà impegnarsi a ridurre il più possibile l'utilizzo della plastica o dei materiali non riciclabili, puntando a soluzioni meno inquinanti e rispettose dell'ambiente. Intanto, già dalla prima settimana di servizio, sono stati eliminati piatti e posate di plastica, sostituiti da stoviglie lavabili e riutilizzabili, grazie anche all'installazione di una lavastoviglie. E per riempire le borracce termiche, i piccoli alunni possono fruire dei nuovi dispenser dell'acqua, posizionati in apposite aree all'interno dei locali adibiti alla refezione.

Federico Cheri

Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module