Laconi. Marcia della pace

Organizzata dalla Tavola Sarda della Pace, si è svolta oggi tra Laconi e Gesturi la quattordicesima edizione della Marcia della pace. Oltre 500 partecipanti arrivati da tutta la Sardegna hanno così testimoniato la loro contrarietà ad ogni tipo di conflitto. Prima della marcia ha avuto luogo il convegno sul tema "Per una Sardegna di pace, accoglienza e lavoro" e, a seguire tutti in cammino da Nuragus a Gesturi. Diverse le associazioni, i movimenti e i comitati che hanno preso parte all'evento, tutti uniti per dire no alla guerra. Tra le prossime iniziative, una grande manifestazione regionale contro l'esercitazione Trident Juncture.

Iglesias. Sparatoria, ferito un un quarantenne

Si chiama Graziano Pintore il quarantenne ferito ieri sera con due colpi di pistola all'addome. Trasportato all'ospedale S. Barbara é stato sottoposto ad un intervento chirurgico. Secondo la ricostruzione degli inquirenti il tentato omicidio sarebbe stato agito da due persone, forse per un regolamento di conti. Dopo l'agguato i due malviventi si sarebbero allontanati a bordo di un'auto. Le indagini sono in corso.

Uta. Detenuto in attesa di giudizio si impicca e muore in ospedale

La vittima, di 31 anni, aveva tentato ieri il suicidio, impiccandosi nella sua cella. Nonostante l'intervento degli agenti di polizia penitenziaria, che erano riusciti a slegarlo in tempo, il giovane é deceduto in ospedale. L'episodio richiama il problema della carenza di organico nelle carceri sarde e la lentezza della giustizia italiana, molto spesso all'origine di gesti disperati come quello accaduto nel carcere di Uta.

Monserrato. In Municipio arriva il commissario

Le diatribe interne al PD mietono un'altra vittima. Questa volta è il turno del primo cittadino di Monserrato, Gianni Argiolas. La maggioranza si é divisa sul bilancio e ha votato contro il documento contabile. Si conclude così il cammino della Giunta guidata dal sindaco Pd e la città si avvia ad accogliere il commissario ad acta. Era da tempo che la maggioranza evidenziava una certa insofferenza sul bilancio e le numerose trattative e mediazioni non sono servite a risolvere la situazione. L'arrivo del commissario apre di fatto l'inizio della campagna elettorale in vista delle prossime amministrative. Non si esclude una nuova candidatura del sindaco uscente che però potrebbe schierarsi con un altro partito.

Cagliari. Controllore Ctm aggredito da passeggero

Beccato a bordo del pullman senza biglietto, colpisce con un pugno il controllore. Lo studente che si é reso responsabile dell'aggressione, avrebbe tentato di giustificarsi per l'assenza del biglietto e, vista l'intransigenza del controllore, ha pensato bene di colpirlo. Lo studente é stato individuato quasi subito dalle forze dell'ordine mentre il controllore, medicato in ospedale, ne avrà per una settimana.

Cagliari. Manifestazione contro le basi militari

Si è svolta ieri pomeriggio a Cagliari una manifestazione antimilitarista contro le basi militari nell'Isola e le esercitazioni nei poligoni. Organizzata da diversi movimenti giovanili, la manifestazione si è articolata attraverso un corteo che ha, da Piazza d'Armi, ha raggiunto le principali vie del centro. Immediato l'intervento delle forze dell'ordine che hanno presidiato la zona, anche con l'ausilio di un elicottero.

Confesercenti. Chiuse 144 aziende in otto mesi

E' quanto emerge da uno studio effettuato dall'Osservatorio Confesercenti sulla nati-mortalità delle imprese di commercio e turismo nel periodo gennaio - agosto 2015. Otto mesi che hanno visto diminuire di 144 unità i negozi tradizionali e le attività del settore turistico. A soffrire maggiormente sono i capoluogo di provincia che perdono complessivamente 77 attività quale risultato netto di 143 iscrizioni e 220 cancellazioni. Nonostante i timidi segnali di ripresa annunciati dal Governo, le rilevazioni di Confesercenti giungono come una doccia fredda, quasi a ricordare che la crisi non ha ancora abbandonato la Sardegna. In base ai dati diffusi dall'associazione di categoria i negozi fanno registrare una diminuzione in tutte le province. A distinguersi la provincia di Olbia-Tempio che registra un saldo positivo di 8 attività. Nuoro risulta invece la provincia più in crisi con un calo pari a 1,07%, corrispondente ad un saldo negativo di 22 negozi rispetto a dicembre 2014. Leggermente migliore il dato per la Provincia di Carbonia Iglesias che ha fatto registrare 14 negozi in meno (-0,97%) rispetto al 2014. A parziale compensazione della crisi vissuta dalle imprese del commercio con sede fissa, i dati relativi al commercio ambulante evidenziano un andamento positivo con una crescita netta di 137 imprese rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (186 iscrizioni e 49 cancellazioni). Secondo Marco Sulis, presidente di Confesercenti Sardegna, a pesare sui negozi tradizionali sarebbe il regime attuale di deregulation delle attività commerciali che prevede la possibilità di rimanere aperti h24 per 365 giorni l'anno. "Una situazione insostenibile per i piccoli negozi - sottolinea Sulis - che continuano a perdere quote di mercato a favore della grande distribuzione". Tra le ricette proposte da Confesercenti per tentare di invertire la rotta, quella dell'inserimento, nella prossima Legge di stabilità, di una norma che permetta di introdurre canoni concordati e cedolare secca anche per gli affitti di locali commerciali.

Meteo. Allerta declassata da rosso a giallo

Dopo la notte di ieri, passata fortunatamente senza problemi di rilievo, le condizioni meteo migliorano e la Protezione Civile provvede a declassare il livello di criticità da rosso (elevata) a ordinario (giallo) per rischio idrogeologico su Flumendosa-Flumineddu e Gallura, dalle 12 a mezzanotte. In base al bollettino della Protezione Civile sono previste ancora precipitazioni di moderata intensità sulla Sardegna orientale, compresa la costa settentrionale, fino alle ore 18 di oggi. I fenomeni temporaleschi sono in attenuazione.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari