Massimo Zedda e le prossime Regionali. Di Maurizio Ciotola

Un’amministrazione civile e democratica di fronte all’ipotesi per cui una piazza, quella del Carmine a Cagliari, si riempie oltre misura di persone per la presenza del WiFi free, non spegne il servizio, ma decide di moltiplicarlo per le vie e le piazze dell’intera città, riducendo gli affollamenti. Spegnere questo servizio, in uso in tante altre metropoli europee, con lo scopo di allontanare ed emarginare chi non possiede una casa e ovviamente l’abbonamento domestico, non trova alcuna coerenza con le originarie idee di una sinistra, che ha portato questo sindaco a governare la città. Queste sono misure adottate dalle dittature, in sé reazionarie e discriminatorie, che non colmano il digital divide, ma lo acuiscono agendo su una divisione di censo, che è figlia di quest’Occidente oramai proiettato verso la sua fine. Il Sindaco di Cagliari, Massimo Zedda, ha voluto testare il consenso popolare e locale rispetto a delle misure, che potrebbero costituire il profilo della sua prossima campagna elettorale per le Regionali, con lo scopo di sottrarre consenso ai leghisti/Sardisti e accattivarsi quelle del centrodestra. Del resto Zedda sa che la sua riconferma a Palazzo Bacaredda è stata possibile grazie a quegli stessi sardisti, quanto alla borghesia reazionaria, che della Città di Cagliari custodisce e gestisce gli affari. E se Zedda sarà il candidato unico del “centrodestrasinistra” alle prossime regionali, deve necessariamente dare dimostrazione esplicita ed evidente di questa sua intolleranza, volta alla chiusura piuttosto che all’apertura e all’accoglienza civile. Del resto anche l’utilizzo dei figli degli agenti della polizia locale per denunciare i vandalismi notturni dei maleducati di tutte le età, ci fa comprendere che, per questo sindaco, come per tanti altri, la repressione piuttosto dell’investimento nell’educazione, costituisce il metro e la cifra della sua amministrazione. Il tendere verso questa inclinazione retrograda e repressiva, cui l’attuale sinistra sembra aver deciso, condurrà le forze politiche, che in essa si riconoscono, a scomparire, estinguersi, per transitare d’un colpo in una destra conservatrice pronta a sospendere la democrazia in una forzata emergenza. Adottando il metro suddetto, che se volete ha contraddistinto in parte i mandati del Sindaco di Cagliari in modo sempre più crescente, Zedda potrebbe riuscire sicuramente a far scomparire la coalizione di centrosinistra, assestando definitivamente il colpo fatale, dopo il pianificato avvio al suicidio già vagliato dalla giunta Pigliaru. Maurizio Ciotola

Nuoro. Scoperta maxi evasione fiscale per oltre 48 milioni di euro

Sarebbero sette i responsabili dei reati fiscali, scoperti dalla Guardia di Finanza di Siniscola, che hanno portato ad una evasione fiscale per oltre 48 milioni di euro. Nello specifico, l'operazione delle Fiamme Gialle, denominata "Effetto domino", ha consentito l'individuazione della frode, basato sostanzialmente sulla creazione di numerose società e cooperative, sparse in diverse regioni d'Italia, con lo scopo di generare un risparmio di imposta alle società capogruppo che invece operano in Sardegna. Attraverso questo sistema si rendevano possibili violazioni all'obbligo Iva per oltre 10 mln, oltre all'emissione di fatture per operazioni inesistenti per circa 15 mln. In particolare le società satellite, utilizzate per creare un significativo risparmio di imposta alle società capogruppo operanti sul territorio sardo, rimanevano operative per un massimo di tre anni per poi sparire.

Meteo. Condizioni meteorologiche avverse sino a mezzanotte di martedì 2 ottobre

Dalle 18 di lunedì 1°ottobre e sino a mezzanotte di martedì 2 ottobre si prevede una intensificazione dei venti provenienti da Nord-Ovest a partire dalle coste Settentrionali dell'Isola. Previsto un rafforzamento dei fenomeni in serata, con raffiche di burrasca da Ovest e intensificazione del moto ondoso sulle Bocche Di Bonifacio. Possibili mareggiate lungo le coste Settentrionali e Nord-Occidentali. In particolare, secondo l'avviso di condizioni meteorologiche avverse, diramato dalla Protezione Civile Regionale, nella giornata di martedì 2 ottobre è attesa la progressiva rotazione dei flussi, con vento forte su tutta la Sardegna, sino a burrasca sulle coste Settentrionali. Possibili mareggiate su quelle occidentali, del Nord-Ovest e su quelle Orientali.

Quartu Sant'Elena. Sequestrati oltre 16.000 articoli di bigiotteria

Nel corso di un intervento a contrasto della commercializzazione di prodotti non sicuri, la Guardia di Finanza di Cagliari hanno eseguito un intervento presso un’attivita’ commerciale operante nel settore del commercio al dettaglio di casalinghi. Nel corso del controllo le Fiamme Gialle hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro 16.154 articoli utilizzati per la fabbricazione di collane e bracciali, venduti come prodotti di bigiotteria, in violazione del codice del consumo in quanto privi di qualsiasi indicazione relativa al produttore, all’ importatore ed al paese di origine. Al responsabile dell’esercizio commerciale e’ stata irrogata una sanzione pecuniaria fino ad un massimo di 25.823 euro. Con quest’ultimo intervento, salgono a 445.772 i prodotti non sicuri sequestrati dall’inizio dell’anno dalla Guardia di Finanza di Cagliari.

Camera dei Deputati. Accolte le dimissioni di Andrea Mura, elezioni suppletive per il sostituto

Le dimissioni del velista Andrea Mura, quale deputato eletto con il Movimento 5 Stelle, sono state accolte dalla Camera. I voti favorevoli sono stati 295, i contrari 181. A seguito delle dimissioni di Mura, eletto nel collegio uninominale del capoluogo, si dovrà tornare alle urne per individuare il nuovo deputato che lo sostituirà. Di fatto il cosiddetto Rosatellum prevede che circa due terzi dei deputati vengano eletti in listini proporzionali e un terzo in collegi uninominali. Se a dimettersi è un deputato eletto nel listino proporzionale, gli subentra il candidato primo dei non eletti. Nel caso specifico, che riguarda Mura, sono necessarie elezioni suppletive.

Buggerru. Sorpresa per l'arrivo del leader degli U2

Dopo il suo atterraggio all'aeroporto di Elmas nel cuore della notte, il leader degli U2, Bono Vox, ha sorpreso gli abitanti del piccolo centro sulcitano. Dopo aver pranzato con la moglie e alcuni amici in un ristorante del posto l'artista ha girato in paese suscitando lo stupore dei presenti. La tappa, inaspettata, a Buggerru si inserisce nel periodo di vacanza che Bono ha scelto di trascorrere in Sardegna per risposarsi dalle fatiche del tour europeo che vedrà gli U2 protagonisti anche in Italia durante il mese di ottobre. La sua visita nel Silcis é stata caratterizzat anche da una gita in barca a Masua. Oltre a Buggerru Bono è stato ospite al Forte Village di Santa Margherita di Pula.

Seneghe. Atto intimidatorio contro l'assessore comunale allo Sport e ai Lavori pubblici

Ci risiamo. un nuovo atto intimidatorio ad un amministratore pubblico scuote la sensibilità dell'opinione pubblica. Questa volta a farne le spese é Antonio Vincenzo Feurra, assessore comunale allo Sport e ai Lavori pubblici del piccolo centro dell'oristanese. Il fatto sarebbe accaduto durante la notte tra venerdì e sabato. L'oliveto dell'assessore é stato letteralmente deturpato attraverso l'abbattimento di una trentina di ulivi e altre piante da frutto. Sull'origine del gesto, il diretto interessato é risoluto: sarebbe da ricondurre alla sua attività come amministratore e, in particolare, al piano di revisione degli usi civici al vaglio dell'Amministrazione Comunale. Scontata la solidarietà del primo cittadino di Seneghe, Gianni Oggianu, colpito ugualmente da un atto intimidatorio lo scorso maggio. Intanto i Carabinieri hanno avviato le indagini per cercare di risalire ai responsabili.

Cagliari. Niente più migranti al Jolly Hotel di Pirri (ex Motel Agip)

La struttura, che da diverso tempo ospitava numerosi richiedenti asilo, non ospiterà più migranti. I trasferimenti presso altri centri di accoglienza sono stati avviati già da venerdì scorso. Tale situazione sarebbe ascrivibile alla ridefinizione dei criteri richiesti per questa tipologia di servizio, richiamati anche nelle fonti di gara per la gestione delle strutture in questione. Di fatto nella graduatoria delle strutture deputate all'accoglienza diverse non risultano più in lista per mancanza di requisiti o perché non hanno partecipato alla relativa gara d'appalto. Tra queste anche il Jolly Hotel di Pirri. La novità ha causato qualche disagio, in particolare per i minori ospitati fino ad oggi nella struttura, già frequentanti nelle scuole cittadine e ora destinati a cambiare scuola o dover fare i pendolari per poter seguire le lezioni. Dall'ex Motel Agip, che non ospiterà più alcun migrante, verranno trasferiti oltre 70 migranti.
Sottoscrivi questo feed RSS

22°C

Cagliari

Scattered Thunderstorms

Humidity: 67%

Wind: 22.53 km/h

  • 18 Oct 2018 22°C 17°C
  • 19 Oct 2018 23°C 19°C