Sanità regionale. Arruolamento di 50 nuovi medici preso le Assl sarde

L'Azienda Unica per la Tutela della Salute (ATS) ha annunciato che entro l'anno formalizzerà l'assunzione, a tempo indeterminato, di 50 nuovi medici specialisti nelle discipline di anestesia e rianimazione, pronto soccorso, radiologia e cardiologia. Nelle intenzioni dell'ATS i 50 nuovi medici dovrebbero potenziare le strutture dei vari ospedali dell'Isola, in particolare l'attività di emergenza delle aree disagiate. Il provvedimento, che si rende necessario per la copertura di posti che erano vacanti, si concretizzerà attraverso procedure di mobilità dall'esterno bandite già dal mese di luglio, cui si aggiungono quelle espletate nel mese di settembre. Altre procedure riguarderanno l'assunzione dei professionisti già presenti nelle graduatorie dei concorsi banditi dalle Assl sarde. L'ATS a breve procederà inoltre ad acquisire le dichiarazioni di interesse dei medici già in ruolo che intendano avvicinarsi alle sedi vacanti più vicine alla propria residenza.

Cagliari. Riprendono lite tra ragazze e il video diventa virale

Ancora un episodio di bullismo che diventa virale. E' accaduto all'uscita della scuola media Alfieri. Due ragazzine vengono alle mani: volano schiaffi, tirate di capelli e pugni. Alcuni dei compagni, che si limitano ad osservare senza intervenire, filmano la scena con il telefonino. Il video, poco più di dieci secondi, è diventato virale sui social. Dura la reazione della dirigente scolastica dell'istituto: "abbiamo già convocato i genitori delle ragazze coinvolte. Vogliamo parlare con loro per capire cosa è accaduto, sarà poi il consiglio di classe a decidere eventuali provvedimenti di tipo educativo da adottare". Va detto che l'istituto ha da tempo avviato una serie di incontri mirati a prevenire episodi di questo genere, sia legati al bullismo sia ai pericoli della rete. "Il nostro - sottolinea la dirigente - è sempre un lavoro di tipo educativo. Abbiamo organizzato incontri con la polizia postale, il presidente del tribunale per i minorenni cercando di far capire ai ragazzi, ma anche ai genitori, la gravità delle loro azioni".

Quartu S. Elena. Odori sgradevoli: il comune ricorre alla Prefettura

Da giorni arrivano in comune numerose segnalazioni dai cittadini per la presenza di odori molto sgradevoli e, a tratti, soffocanti. Secondo le stesse segnalazioni la causa potrebbe essere riconducibile alla combustione di materiali nel Parco del Molentargius, presumibilmente in località Su Idanu, nell'area retrostante un market di viale Marconi. Il comune asserisce di essersi attivato per cercare di individuare con precisione l'origine e la causa del fenomeno, purtroppo senza risultati. Per questo motivo l'Amministrazione Comunale ha deciso di richiedere un urgente intervento della Prefettura affinchè si possa intervenire per tutelare la salute dei quartesi. In questo senso è stata chiesta la convocazione urgente di un tavolo tecnico tra gli enti interessati, alla presenza degli operatori del settore, per valutare quali azioni intraprendere a tutela della salute pubblica.

Nuoro. Parla di sesso durante l'ora di religione e gli levano la cattedra

A un professore di religione nuorese non viene confermato l'incarico dalla Curia in quanto avrebbe parlato di sesso con gli alunni della scuola media, durante l'ora di lezione. Il docente va al contrattacco e sporge denuncia ai Carabinieri contro l'Ufficio di Isegnamento Religione Cattolica della Curia (IRC) e contro le scuole in cui ha insegnato. Tra le motivazioni sottostanti la sua denuncia, mobbing, nomine fittizie e fuori legge all'Ufficio Irc della Curia, abuso d'ufficio e appropriazione indebita (da parte di una scuola media nuorese) del programma personale dello stesso docente (furto), prima che venisse caricato nel registro elettronico. Tutto questo nonostante l'insegnate - come sottolinea - avesse invitato la vice dirigente di non fare avere a nessuno il suo programma, destinato solamente al collegio docenti e genitori. Di fatto il programma personale del docente, basato sui dettami imposti dal ministero, sarebbe stato spedito dalla scuola media all'ufficio Irc senza neanche avvisare l'nsegnante. Tra le persone coinvolte nella denuncia alcuni esponenti dell'Ufficio scolastico regionale e Don Francesco Mariani, speaker e curatore della rassegna stampa di Radio Barbagia, nonché parroco di San Giuseppe. Quest'ultimo, sentito dall'ANSA ha dichiarato: "sì ho saputo, ora vediamo se ci sarà un giudice che manderà avanti una denuncia del genere. In trasmissione mi sono limitato a riferire ciò che tanti genitori mi hanno detto e cioè che non avrebbero mandato i figli a scuola durante la lezione di Siotto. Ho poi aggiunto una mia opinione personale, dicendo che al posto dei genitori avrei fatto la stessa cosa". Intanto, mentre presso i telefoni della Curia di Nuoro squillano a vuoto, arriva il sostegno al docente da parte di genitori e alunni che hanno creato un gruppo ad hoc sulla chat.

Cagliari. Pedonalizzazione via Roma: il parere di Confcommercio

Il parere Confcommercio sulla pedonalizzazione di via Roma è positivo per quanto riguarda l'obiettivo di fondo ma critico "nel modo in cui è stata realizzata la sperimentazione". A sottolinearlo è Alberto Bertolotti, presidente di Confcommercio Sud Sardegna, che rilancia con un'altra proposta. In base a quanto asserito da Bertolotti sarebbe infatti più opportuno impedire gli accessi e il parcheggio nella via, negli orari serali e nel weekend. Un'opzione che consentirebbe una valutazione più attenta degli effetti sul comparto commerciale e sui residenti che potrebbero essere coinvolti per verificare la possibilità di chiudere al traffico anche altre strade limitrofe a via Roma, come il Largo Carlo Felice. Animazione e un più agevole utilizzo dei mezzi pubblici completerebbero la ricetta ideale del presidente di Confcommercio per giungere a risultati più vantaggiosi. Di fatto, così come è stata realizzata, la pedonalizzazione di via Roma ha rappresentato evidenti costi sociali che superano i benefici effetti procurati ad un esiguo numero di esercizi cittadini.

Processo Aias. Le accuse dell'operatrice

Anna Paola Tuveri, l'operatrice socio-sanitaria dell'Aias dalla cui denuncia è scattata l'indagine della Procura, è un fiume in piena. Davanti al giudice del Tribunale ,Giorgio Altieri, spiega come avvenivano i presunti maltrattamenti al centro di Decimomannu: "i pazienti venivano presi a parolacce, strattonati e a schiaffi. Ero arrivata da 15 giorni e ho deciso di fare l'esposto. Le violenze erano un'abitudine". Tre ore di dettagli scomodi nel processo che vede imputato Vittorio Randazzo, direttore amministrativo dell'associazione, e Sandra Murgia, responsabile del centro. Entrambi accusati di omissioni d'atti d'ufficio in relazione ai maltrattamenti contestati a vari operatori sanitari della struttura. Il racconto della Tuveri si fa ancora più dettagliato: "non c'era dignità per i pazienti, era una cosa assurda. Per loro tutti quei comportamenti erano normali. Quando li sollevavano dai letti per alzarli venivano presi a urla e parolacce, molti operatori usavano un linguaggio scurrile e aggressivo. E quando i pazienti, molti psichiatrici, andavano in agitazione davano loro schiaffi". L'operatrice sottolinea inoltre che l'Aias l'avrebbe presa di mira con un provvedimento disciplinare. "Mi hanno sospeso per sei giorni - spiega la donna - sarei stata inadempiente rispetto al contratto Aias per non aver avvisato i responsabili di quanto accadeva: io li ho avvisati, ma all'Aias non si mette nulla per iscritto. Questo è il metodo. Io ho avvisato e pure fatto la denuncia dopo 15 giorni. Quelli che c'erano vent'anni e vedevano tutto che hanno fatto?"

Alghero. Family Festival dal 1° all'8 ottobre

La famiglia al centro. Con il Family Festival Alghero si prepara a vivere una settimana ricca di eventi e manifestazioni che avranno come protagonista questa importante istituzione. Si tratta di una prima edizione, nata dalla collaborazione delle numerose associazioni presenti sul territorio e l'Ufficio Politiche Familiari del Comune. L'obiettivo è quello di fare dell'evento un appuntamento fisso, destinato a consolidarsi nel territorio. Il pre-festival è previsto venerdì 22 settembre con l'ingresso gratuito per tutte le famiglie al parco divertimenti Matherland (dalle ore 18,30), con prenotazioni e ritiro biglietti presso l'InfoAlghero in Piazza Lo Quarter da martedì 19 a giovedì 21 settembre dalle ore 17,30 alle 19,30. L'iniziativa, presentata in conferenza stampa alla presenza del primo cittadino, assume un valore Nazionale. In questo senso la città di Alghero riceverà il titolo di "Comune Amico della Famiglia", unico in Italia fuori dal Trentino.

Cagliari. Sequestrati oltre 4 chilogrammi di marijuana

Due giovani sono stati sorpresi mentre si apprestavano a portare all'interno di un appartamento in via Brianza degli scatoloni pieni di droga. Durante la perquisizione dell'abitazione la Polizia ha trovato e sequestrato oltre 4 kg di marijuana, 854 grammi di hascisc, 20 grammi di cocaina e 70 grammi di sostanza da taglio. Il tutto corredato dall'occorrente per confezionare e impacchettare le dosi. Trovati anche due libri sulla coltivazione della canapa indiana. I due giovani, sono stati arrestati e portati nel carcere di Uta a disposizione dell'autorità giudiziaria.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari