BANNER 300X250

Aggiornamento coronavirus del 10 agosto. Due nuovi casi nel sassarese

Sono 1.441 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 2 nuovi casi nella provincia di Sassari. Resta invariato il numero delle vittime, 134 in tutto. In totale sono stati eseguiti 113.405 tamponi. I pazienti ricoverati in ospedale sono 6, nessuno in terapia intensiva, mentre 56 sono le persone in isolamento domiciliare. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.240 pazienti guariti, più altri 5 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 1.441 casi positivi complessivamente accertati, 271 sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 135 nel Sud Sardegna, 61 a Oristano, 84 a Nuoro, 890 (+2 rispetto al dato di ieri) a Sassari.

Coronavirus. Aggiornamento del 9 agosto: sale a 1.439 il numero dei casi totali

Sono 1.439 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 6 nuovi casi nel Sud Sardegna: cinque contatti di casi precedentemente confermati e un turista arrivato nell’Isola dalla Francia, tutti si trovano in isolamento domiciliare. Resta invariato il numero delle vittime, 134 in tutto. In totale sono stati eseguiti 113.066 tamponi. I pazienti ricoverati in ospedale sono 6, nessuno in terapia intensiva, mentre 54 sono le persone in isolamento domiciliare. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.240 pazienti guariti, più altri 5 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 1.439 casi positivi complessivamente accertati, 271 sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 135 (+6 rispetto al dato di ieri) nel Sud Sardegna, 61 a Oristano, 84 a Nuoro, 888 a Sassari.

Coronavirus. Aggiornamento dell' 8 agosto: nessun nuovo caso

Sono 1.433 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale non si registrano nuovi casi. Resta invariato il numero delle vittime, 134 in tutto. In totale sono stati eseguiti 112.611 tamponi. I pazienti ricoverati in ospedale sono 6, nessuno in terapia intensiva, mentre 48 sono le persone in isolamento domiciliare. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.240 pazienti guariti, più altri 5 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 1.433 casi positivi complessivamente accertati, 271 sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 129 nel Sud Sardegna, 61 a Oristano, 84 a Nuoro, 888 a Sassari.

Sanità. "Dare modo ai pazienti in ossigenoterapia domiciliare di ricaricare lo stroller nelle farmacie del territorio"

E' quanto sostiene la consigliera regionale e segretaria della commissione Sanità e politiche sociali del Movimento Cinque Stelle, Carla Cuccu che, in questo senso, ha presentato una nuova interrogazione al governatore, Christian Solinas e all’assessore regionale alla Sanità, Mario Nieddu. L'obiettivo è quello di garantire ai pazienti in ossigenoterapia domiciliare di poter ricaricare lo stroller direttamente presso le farmacie territoriali.

"Se venisse accolta la mia proposta – ha spiegato l’esponente pentastellata – sarebbe un grosso vantaggio per i tanti pazienti, purtroppo affetti da malattie polmonari, che li vede costretti a dover utilizzare la bombola d’ossigeno liquida e lo stroller dato che, allo stato attuale, possono essere ricaricati solo tramite il collegamento all’unità di base".

Un grosso deficit per il paziente che vede limitata la propria autonomia, con l’impossibilità di poter uscire dalla propria casa per la paura di rimanere senza ossigeno dopo poche ore.

"E' necessario che la Regione garantisca anche a loro la stessa libertà di movimento degli altri cittadini – ha concluso Carla Cuccu. Non bisogna fare due pesi e due misure: il governatore Solinas e l’assessore Nieddu eliminino questa sorta di barriera e attivino questo servizio in favore di questi pazienti".

Aggiornamento coronavirus del 6 agosto: ancora 3 nuovi casi

Sono 1.430 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 3 nuovi casi, tutti residenti nell’Isola: nella Città Metropolitana di Cagliari, una coppia rientrata in Sardegna da un viaggio in Slovacchia, e nel Sud Sardegna, un uomo, contatto di un caso positivo diagnosticato fuori regione. Resta invariato il numero delle vittime, 134 in tutto. In totale sono stati eseguiti 110.821 tamponi. I pazienti ricoverati in ospedale sono 7, nessuno in terapia intensiva, mentre 48 sono le persone in isolamento domiciliare. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.236 pazienti guariti, più altri 5 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 1.430 casi positivi complessivamente accertati, 269 (+2 rispetto al dato di ieri) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 128 (+1) nel Sud Sardegna, 61 a Oristano, 84 a Nuoro, 888 a Sassari.

Aggiornamento coronavirus del 5 agosto: 9 nuovi casi

Sono 1.427 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 9 nuovi casi, di cui due migranti arrivati in Sardegna con gli ultimi sbarchi. In totale sono stati eseguiti 109.882 tamponi. I pazienti ricoverati in ospedale sono 5, nessuno in terapia intensiva, mentre 53 sono le persone in isolamento domiciliare. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.236 pazienti guariti, più altri 4 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 1.427 casi positivi complessivamente accertati, 267 (+5 rispetto al dato di ieri) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 127 (+2) nel Sud Sardegna, 61 a Oristano, 84 (+1) a Nuoro, 888 (+1) a Sassari.

Coronavirus. Aggiornamento del 4 agosto: due nuovi casi

L'Unità di Crisi Regionale, nel suo ultimo aggiornamento, ha registrato due nuovi casi tra loro collegati. Si tratta di due donne, tra cui una turista italiana arrivata nell’Isola dopo un viaggio all’estero. Entrambe si trovano in isolamento domiciliare. Con la rilevazione di questi due nuovi contagi si attesta a 1.418 il numero totale dei casi di positività al Covid-19, complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Resta invariato il numero delle vittime 134 in tutto.reS In totale sono stati eseguiti 108.850 tamponi. I pazienti ricoverati in ospedale sono 3, nessuno in terapia intensiva, mentre 42 sono le persone in isolamento domiciliare. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.235 pazienti guariti, più altri 4 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 1.418 casi positivi complessivamente accertati, 262 sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 125 (+2 rispetto al dato di ieri) nel Sud Sardegna, 61 a Oristano, 83 a Nuoro, 887 a Sassari.

Emergenza coronavirus. Progetto per lo screening di massa in tutto il territorio regionale

Uno screening di massa con test sierologici, che coinvolgerà i soggetti più fragili, come i pazienti affetti da patologie croniche, oncologici, cardiopatici o emotrasfusi, i lavoratori delle categorie più esposte, come gli appartenenti alle forze dell’ordine e, più in generale, chi svolge attività professionale a contatto col pubblico e ha continuato a dare un servizio anche durante le fasi più critiche dell’emergenza sanitaria. Un monitoraggio che punti a essere esteso quanto più possibile ad ampie fasce della popolazione. È quanto previsto dal progetto nato dalla sinergia tra Regione Sardegna, Ministero della Difesa, la Rete di Solidarietà Ad Adiuvandum, insieme alle associazioni e altri soggetti promotori, presentato oggi a Cagliari, nel corso di un incontro nella sede del Comando Militare Esercito della Sardegna, a cui hanno partecipato l’assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu, il sottosegretario alla Difesa, Giulio Calvisi, i rappresentanti delle autorità pubbliche e delle associazioni coinvolte.

"Grande sinergia fra le istituzioni. Un progetto a cui lavoriamo da tempo. Prosegue la collaborazione fra sanità civile e militare, rivelatasi già preziosa in Sardegna durante le fasi più delicate della pandemia sul nostro territorio”, dichiara l’assessore Nieddu, che aggiunge: “grazie a una raccolta fondi, con il coinvolgimento della società civile, puntiamo a realizzare uno screening di massa con decine di migliaia di test che ci consentiranno di tracciare in modo sempre più preciso la circolazione virale sul nostro territorio. Un’indagine fondamentale per capire come si è diffuso il Covid-19 in Sardegna, verificare in che modo e quali misure anti-contagio hanno funzionato meglio e prepararci a un’eventuale recrudescenza della pandemia con strumenti di contrasto sempre più efficaci”.

E proprio sul fronte della prevenzione l’esponente della Giunta Solinas precisa: “anche se sottotraccia il virus circola ancora. I semplici comportamenti individuali, il distanziamento sociale, l’uso della mascherina, all’occorrenza, e l’igiene delle mani, restano strumenti anti-contagio irrinunciabili. Oggi un grande rischio è rappresentato dalla possibile sovrapposizione tra influenza stagionale e Covid. Per questo ci stiamo preparando e la Sardegna è stata la terza Regione in Italia a chiudere la gara per la fornitura dei vaccini antinfluenzali, raddoppiando le scorte rispetto all’anno precedente. Sarà una campagna di prevenzione impegnativa per il nostro sistema sanitario, ma puntiamo a una copertura importante, consapevoli dei vantaggi che la vaccinazione antinfluenzale comporterà nella battaglia contro il virus”.

Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module