Cagliari. Piano di risanamento acustico: il no di Confesercenti

"Se venisse approvato i posti di lavoro a rischio sarebbero circa duemila". Sono le parole del presidente provinciale vicario di Confesercenti, Lele Frongia che, insieme a Stefano Mameli di Confcommercio, Stefano Lai di Cascom e l'amministrativista Nicola Ibba dello studio Giua Marassi, ha evidenziato le sue perplessità relativamente al piano di risanamento acustico del centro storico, al vaglio del Consiglio Comunale entro la fine dell'anno. In particolare, la nota dolente sarebbe la prevista riduzione dell'orario di occupazione del suolo pubblico, unitamente alla limitazione del numero di persone. Una situazione che comporterebbe la chiusura di diverse attività, con conseguente perdita di posti di lavoro. Intanto le associazioni dei commercianti auspicano di poter prendere visione della copia completa del piano per poter presentare le osservazioni del caso, sperando che l'Amministrazione Comunale ne tenga conto.

Commercio. In Sardegna spariscono i negozi e cresce il comparto delle vacanze

La crisi del commercio si fa sentire anche in Sardegna dove la riduzione del comparto ha fatto registrare un - 17,7% negli ultimi dieci anni. Peggio hanno fatto la Valle d'Aosta (-21%), la Sicilia (-20,8) e il Piemonte (-18,6). Alla scomparsa dei negozi si contrappone la crescita sul fronte della ristorazione e della ricettività turistica. In base alla Confesercenti, che ha confezionato i dati, l'eccesso dell'offerta e la contrazione della domanda a causa della crisi, avrebbe accelerato il processo di selezione naturale delle attività commerciali, in particolare i negozi. Di fatto - come sottolineato da Confesercenti - la gente va più facilmente al ristorante che ad acquistare abbigliamento, alla ricerca di maggiore "socialità". Una ulteriore causa di crisi delle attività commerciali sarebbe inoltre ascrivibile all'imperante fenomeno della contraffazione e la crescita della grande distribuzione. Chi invece sorride sono gli operatori attivi nel comparto delle vacanze. Qui la crescita è costante, in particolare per le strutture extralberghiere.

Commercio. In Sardegna spariscono i negozi e cresce il comparto delle vacanze

L'avvocato di Sarule Salvatore Sini (noto Badore), autore del famoso brano "Non potho reposare", riceve l'omaggio dalla città in cui è cresciuto (Nuoro) e dal paese che gli ha dato i natali (Sarule). A lui viene infatti dedicato il Belvedere del capoluogo barbaricino. La targa, che sarà scoperta l'8 settembre alle 12, rappresenta solo una delle numerose iniziative delle due giornate celebrative e itineranti (8 e 9 settembre), saranno caratterizzate da dibattiti, musica e arte. Il 16 settembre è inoltre previsto un convegno a Sarule, al quale parteciperà anche Stefano Rachel, musicista e nipote di Giuseppe, colui che compose la musica per i celebri versi di Badore Sini. Poco noto ai più, Badore Sini era un avvocato, poeta, drammaturgo, regista, attore, fotografo e appassionato di speleologia. Grazie a sua nipote, Maria Chiara Sini, gli amministratori dei due centri della Barbagia hanno deciso di celebrarne la figura. In particolare, l'Amministrazione Comunale di Nuoro ha deciso di inserire la figura di Sini nel materiale da presentare per la candidatura di Nuoro a Capitale della Cultura.
Sottoscrivi questo feed RSS

23°C

Cagliari

Clear

Humidity: 76%

Wind: 28.97 km/h

  • 18 Jul 2018 30°C 21°C
  • 19 Jul 2018 30°C 21°C