BANNER 300X250

Cagliari. L'arte degli anni Ottanta protagonista alla Galleria Comunale d'Arte

Il turismo, anche in Sardegna, è stato uno dei settori maggiormente colpiti dalla pandemia SARS CoV-2. L’assessorato regionale ha pertanto varato una misura straordinaria, derivante da fondi De Minimis, che prevede l’erogazione di contributi fino a 1,5 milioni di euro in favore dei tour operator, per l’organizzazione di viaggi in Sardegna effettuati nel periodo compreso tra il 1° luglio e il 31 ottobre 2020. La decisione è stata così spiegata dall’Assessore del Turismo Gianni Chessa: "abbiamo ritenuto fondamentale promuovere una misura straordinaria finalizzata a supportare le imprese del settore nel post-Covid, con un incentivo destinato al proseguo delle attività”. Per i pacchetti fruiti dai viaggiatori italiani è stato destinato un importo pari a 300 mila euro, 600 mila per quelli provenienti dall’area UE. Altri 600 mila saranno invece resi disponibili per il totale delle prenotazioni dall’area extra Europa. Nello specifico, ogni agenzia di viaggio o tour operator potrà beneficiare di un massimale di 100 mila euro, che si estende a 150 mila per i mercati di provenienza extra europea. Lo sportello per la richiesta dei contributi entrerà in funzione il 17 agosto e resterà attivo fino alla mezzanotte del 30 settembre. I documenti sono consultabili nella sezione Bandi e Gare del sito della Regione Autonoma della Sardegna.

Poste Italiane. Anche a Cagliari vacanza senza bagagli con Poste Delivery Web

Da oggi anche i cittadini e i turisti in vacanza a Cagliari possono partire liberi dal peso dei bagagli con Poste Delivery Web. Il servizio di Poste Italiane permette di spedire le proprie valige comodamente dal PC o dallo smartphone, in Italia senza più la paura di eccedere il peso consentito per l’imbarco di un bagaglio oppure di perdere gli acquisti fatti in vacanza perché non entrano in valigia. Attivare Poste Delivery Web è molto facile e bastano pochi click. È sufficiente collegarsi al sito https://postedeliveryweb.poste.it e acquistare on line una o più spedizioni: Poste Italiane eseguirà il ritiro gratuito direttamente all’indirizzo indicato ed effettuerà la consegna all’indirizzo specificato dal cliente. È possibile scegliere il ritiro a domicilio senza costi aggiuntivi oppure effettuare la spedizione da uno degli uffici postali abilitati della città metropolitana. Il bagaglio può essere fatto recapitare anche in Fermoposta presso gli uffici postali abilitati. Sul sito è possibile individuare le sedi in cui il servizio di spedizione con Poste Delivery Web è attivo e quelle abilitate al ritiro in Fermoposta. È possibile anche monitorare lo stato della spedizione, dalla partenza fino all'arrivo a destinazione, chiedendo gratuitamente di essere aggiornato o di aggiornare il destinatario sullo stato dell’invio con e-mail o sms. Poste Delivery Web permette di spedire pacchi e bagagli fino a 30 kg di peso e 220 cm come somma delle tre dimensioni, con una consegna prevista in Italia da 1 a 3 giorni lavorativi successivi a quello di spedizione con il servizio veloce ed entro 4 giorni lavorativi con la spedizione standard. Inoltre, viene messo a disposizione dei clienti un Archivio dove consultare lo stato delle spedizioni, una rubrica dove salvare e gestire i contatti preferiti e una sezione bozze dove salvare le spedizioni non concluse. È possibile attivare Poste Delivery Web anche attraverso la APP Ufficio Postale.

Cagliari. Nuovamente fruibile al pubblico la Torre campanaria della Cattedrale di Cagliari

Da sabato 1 agosto, riaperta al pubblico la Torre campanaria della Cattedrale di Cagliari. Situata nel cuore della città e più precisamente nella piazza Palazzo 4/a, cittadini e turisti potranno riappropriarsi di uno dei punti panoramici più alti della città, con una vista che spazia dalla cupola della chiesa, ai tetti del quartiere storico di Castello, alla Sella del Diavolo, allo stagno di Molentargius e al Golfo degli Angeli. Per garantire una visita in sicurezza, nel rispetto dei protocolli finalizzati al contenimento e la prevenzione della pandemia da Coronavirus, verrà favorito il tiket d'accesso tramite prenotazione. l'ingresso avverrà a turni predeterminati per ridurre al massimo i tempi di attesa rispetto alle visite senza prenotazione e secondo un numero contingentato di persone in modo da garantire il necessario distanziamento interpersonale. L’accesso alla biglietteria sarà riservato a una sola persona per volta. Gli altri visitatori dovranno attendere in coda mantenendo la distanza di sicurezza, secondo le indicazioni fornite dal personale preposto all’accoglienza. La Torre campanaria osserverà i seguenti orari:

da lunedì a sabato: mattino dalle 9,30 alle 13,30 e pomeriggio dalle 16,30 alle 18,30.

Informazioni e prenotazioni al n° 3662562826 o all'indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Spettacolo. Al via i festeggiamenti per i 40 anni di Jazz in Sardegna

Entrano nel vivo i festeggiamenti per i 40 anni di Jazz in Sardegna. Dopo un primo brindisi, lo scorso 19 maggio, in diretta web a causa dell’emergenza Covid19, gli spettacoli e i concerti arrivano finalmente nelle piazze complice un cartellone di eventi spalmato in alcune delle località più suggestive dell’Isola. Si parte il 4 agosto nella straordinaria ambientazione dell’area archeologica di Nora, Pula, dove in collaborazione con l’International Nora Jazz Festival l’appuntamento è con due grandi esponenti della travolgente e nuova generazione jazz: Michael League & Bill Laurence. Il fondatore e leader degli oramai celeberrimi Snarky Puppy e una delle colonne della stessa formazione suoneranno insieme sul palco per una serata che si preannuncia da brividi. Partner musicali e grandi amici da oltre 15 anni, Michael League (Snarky Puppy, Bokanté, GroundUp Music) e Bill Laurance (Solo artist, Snarky Puppy, Flint Music) sono uniti da un legame fortissimo. Dopo l’esibizione pulese, il giorno dopo, 5 agosto, ad Alghero, in collaborazione con Circuito Cedac Jazz Club Network, la coppia di straordinari musicisti salirà sul palco de “Lo Quarter”, dove presenteranno brani dai loro reciproci repertori attraverso un’intima formazione in duo. La coppia, forte della lunga esperienza di collaborazione, preannuncia atmosfere soft, cameristiche, e promette di rendere partecipe il pubblico ad un dialogo intimo, ricco di sfumature, ma tutt'altro che autoreferenziale. Con al centro il pianoforte e il contrabbasso ma arricchita di inaspettate incursioni di altri strumenti, questa performance offre la rara opportunità di vedere due menti musicali profondamente intrecciate esplorare come non hanno mai fatto prima. E sarà proprio Alghero ad ospitare alcuni degli appuntamenti più preziosi organizzati per 40°: dal 25 al 28 agosto l’arena spettacolo allestita a “Lo Quarter” dalla Fondazione Meta ospiterà infatti “Què viva big band”, un progetto speciale, vincitore di un bando del MIBAC, che per quattro giorni di fila ospiterà ben cinque orchestre e grandi big band internazionali. Per Jazz in Sardegna, un gradito ritorno nella città catalana gioiello del turismo internazionale e nella quale, nel 2006-2007, organizzò indimenticabili live con i più grandi esponenti del jazz mondiale e della musica afroamericana, da James Brown a Randy Weston, da Pat Metheny a Eddie Palmieri, New York Voices e tanti altri. Martedì 25 agosto è la volta del sestetto capeggiato dal grande percussionista Famoudou Don Moye, Odissey & Legacy, ai quali si aggiungeranno solisti formidabili come Gavino Murgia sax, Giovanni Falzone tromba, Mauro Ottolini trombone e tuba, Aldo Vigorito contrabasso, per dare vita nel finale ad un tentetto che presenterà una versione originale rielaborata di “Odwalla”, il mitico brano col quale l’Art Ensemble of Chicago apriva e chiudeva i propri concerti. Lo stesso brano che 40 anni fa, il 19 maggio del 1980, aprì il primo concerto di Jazz in Sardegna a Cagliari scatenando l’entusiasmo dei tre mila spettatori presenti. “Odwalla”, l’omaggio a Jazz in Sardegna 40° e all’Art Ensemble of Chicago che la tenne a battesimo, sarà il filo conduttore anche delle esibizioni in programma il 26 agosto con la Lydian Sound Orchestra e il Tentetto Echi di Paolo Carrus, e il 27 agosto con l’atteso show dello straordinario trombonista italiano Gianluca Petrella Trio ‘70, premiato dalla rivista americana tra i migliori artisti emergenti a livello mondiale, cui seguiranno i ritmi scatenati della Funk Off, la prima funky marchin’ band nostrana che ha dato letteralmente un senso nuovo alla parola Marchin’ Band in Italia. Ad altissima tensione infine la giornata di chiusura del 28 agosto, con la grande festa di fine estate che vedrà protagonisti insieme sul palco la musica effervescente della storica band romana Frankie & Canthina Band e i ritmi caraibici senza tempo di Kid Creole & The Coconuts: la quintessenza del funky. I festeggiamenti per il quarantennale non potevano certo tralasciare la città di Cagliari che da quest’estate potrà vantare un nuovo raffinato locale, “Jazzino a Su Siccu”, versione estiva del Jazzino di via Carloforte, dove complice un bel giardino all’aperto e un ottimo servizio di ristorazione si potrà godere di originali serate in musica. Ad inaugurare le serate di “Jazzino a Su Siccu”, il 29 agosto, sarà lo straordinario trombonista italiano Gianluca Petrella in trio con Stefano Tamborrino alla batteria e Michele Papalia vocals. E sempre Petrella, il 5 settembre, salirà nuovamente sul palco con “Cosmic Renaisssance” il progetto ispirato alla musica dell’indimenticato pianista, compositore, poeta e filosofo statunitense Sun Ra. Il 10 settembre, spazio alla musica e alla passione gitana con il gruppo dei Gipsy Reyes “The Legend of Gipsy King”, mentre il 17 e il 18 settembre, si torna al grande jazz con l’atteso concerto del pianista Giovanni Guidi, tra i più apprezzati jazzisti europei under 40, accompagnato dal trombettista beneventano Luca Aquino.

Cagliari. La Capitaneria di Porto blocca motonave battente bandiera panamense

Il provvedimento segue una ispezione che la stessa Capitaneria ha effettuato con il coinvolgimento del team specializzato Port State Control. In base al rapporto della verifica sarebbero emerse "gravissime carenze correlate alla sicurezza della navigazione". E così la motonave Prince Basel, con a bordo un equipaggio di 12 persone di nazionalità egiziana, indiana e siriana, è stata oggetto di fermo amministrativo, in attesa che venga effettuata un ulteriore controllo al sistema di sicurezza implementato. In particolare, state riscontrate 11 non conformità. Di queste, 5 hanno determinato lo stop imposto alla nave. Il natante, che proveniva dal Marocco, potrà riprendere il largo solo quando saranno ripristinate tutte le condizioni di sicurezza a bordo.

Cagliari. Lo Chef stellato Alessandro Breda alle "Notti Stellate" di Palazzo Doglio

Questa volta è il turno di Alessandro Breda, 1 stella Michelin e tra le personalità più acclamate nel panorama culinario italiano. Lunedì 27 luglio sarà lui il protagonista del secondo appuntamento delle “Notti Stellate”, lanciato da Palazzo Doglio e l’Osteria del Forte. Il format è quello delle Cene a 4 mani, in cui l’Executive Chef dell’Osteria del Forte, Alessandro Cocco, giovane promessa della cucina italiana cresciuto al Forte Village nella scuola di Gordon Ramsay e del tristellato Heinz Beck, dialogherà con celebri colleghi di fama internazionale per offrire al pubblico esperienze innovative di arte culinaria, nella suggestiva cornice della meravigliosa Corte di Palazzo Doglio, palazzo aristocratico degli anni venti riportato all’originale splendore grazie al recente intervento di restauro e recupero dell’area. Classe 1968, alla guida della brigata Gellius, con cui mescola sapientemente storia, innovazione e tradizione regionale, Alessandro Breda, a soli 19 anni, entra nella brigata del Maestro della cucina italiana Gualtiero Marchesi che tra i suoi allievi ha avuto anche un altro importante chef stellato, star della tv, Carlo Cracco. All’esperienza triennale con Marchesi si sommano anche quella presso il ristorante Tantris di Monaco di Baviera con lo chef Hein Winter e quella all’Enoteca Pinchiorri di Firenze. Dopo un anno al Four Season di Londra, Alessandro Breda apre il ristorante Al Capitello, a Corbanese di Tarzo, che gestisce per sei anni, prima di approdare al suggestivo Gellius di Oderzo, in provincia di Treviso, dove conquista una stella Michelin. Quella di Breda è una cucina contemporanea fatta di studio e ricerca che si traduce in piatti capaci di omaggiare il territorio della provincia trevigiana e la tradizione gastronomica italiana senza rinunciare al valore dell’innovazione che si esprime in abbinamenti ricercati, capaci di esaltare le materie prime. Il rispetto della stagionalità, la ricerca di equilibrio tra i diversi ingredienti e lo studio delle tecniche di cottura sono gli elementi che guidano la cucina di Breda accanto allo studio del gusto, “..cerco di concentrarmi molto sull’essenza del gusto, sulla ricerca delle materie prime e sulla stagionalità dei prodotti. Credo sia un patrimonio da salvaguardare, al pari delle ricette tipiche di un territorio.”

Cagliari. Al via “Impàrisi”, progetto per la prevenzione e il contrasto delle truffe a danni di anziani

Sabato 25 luglio, alle 10,30, al Mercato di San Benedetto, verrà presentato “Impàrisi”, un progetto di informazione, sensibilizzazione e prevenzione delle truffe nei confronti degli anziani. Predisposto dal Servizio Politiche sociali, del Benessere e della Famiglia del Comune di Cagliari, finanziato dal Ministero dell'Interno con il Fondo per la prevenzione e il contrasto delle truffe agli anziani, “Impàrisi” si colloca nell'ambito del Patto per il Potenziamento delle iniziative in materia di sicurezza urbana, sottoscritto dal Prefetto Bruno Corda e dal sindaco di Cagliari Paolo Truzzu nel luglio 2019. La finalità del progetto è quella contribuire a incrementare condizioni di sicurezza e protezione per le persone anziane. In modo particolare per quelle che vivono condizioni di solitudine, isolamento, prive di reti parentali e sociali, e quindi maggiormente esposte al rischio di truffe.

“I reati contro gli anziani sono particolarmente odiosi - sottolinea l’assessore Viviana Lantini - per questo ci stiamo impegnando a fondo con gli uffici, la Prefettura e le Forze dell’Ordine per far fronte a un fenomeno che può avere conseguenze drammatiche”.

In particolare, a partire da luglio e sino a dicembre 2020, sono previste le seguenti attività:

realizzazione di uno Sportello informativo-Info point itinerante, con 10 momenti di aggregazione presso i mercati cittadini, i centri commerciali, alcuni uffici postali e poliambulatori;

incontri informativi diffusi nel territorio cittadino, accompagnati da uno Spettacolo teatrale di sensibilizzazione nei confronti delle truffe agli anziani, costruito in forma interattiva e partecipata;

realizzazione e diffusione di materiale informativo che verrà distribuito durante le attività itineranti e informative, e reso disponibile anche online.

“Imparisi”, acronimo di Interventi mirati per la protezione degli anziani da raggiri e inganni, con Sensibilizzazione e Informazione, è un termine in lingua sarda per definire lo stare assieme, il gruppo. In tal senso richiama il senso di protezione e tutela che la comunità e la rete, sociale e familiare, può dare ai destinatari del progetto. “Impari” è anche voce del verbo imparare, acquisire una conoscenza, un'abilità, un comportamento. È azione che rappresenta il progetto nella sua chiave di informazione e racconto dei principali raggiri e, allo stesso tempo, delle modalità di protezione, reazione, e richiesta di aiuto.

Cagliari. Area portuale: possono ripartire gli interventi infrastrutturali

“Vince la capacità di fare squadra. Finalmente. Il Governo ha dato una nuova autorizzazione paesaggistica per portare avanti gli interventi infrastrutturali necessari alla riqualificazione dell’area portuale e una serie di lavori bloccati da tempo, respingendo l’opposizione del Mibact”. A parlare, anche attraverso il profilo Facebook, è il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu all’indomani della deliberazione da parte del consiglio dei Ministri ha sul rigetto della opposizione formulata contro il decreto dell’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sardegna recante la determinazione conclusiva della conferenza di servizi per la riedizione dell’autorizzazione paesaggistica del compendio del Porto canale di Cagliari e l’approvazione delle relative opere di mitigazione e compensazione. La soddisfazione del primo cittadino è evidente:

“ringrazio il Governo l’Autorità portuale, i sindacati, il Cacip e Confindustria - ha sottolineato Truzzu - il lavoro serio, coordinato e continuato ha dato i suoi frutti. Durante la sua ultima visita, dissi al Presidente Conte che Cagliari aveva tutto per giocare un ruolo strategico nel campo delle reti intermodali, negli scambi commerciali, nel transhipment, nella logistica, nella agguerrita competizione turistica, nella cantieristica navale industriale e da diporto. Oggi possiamo finalmente avviare il lavoro per fare di Cagliari una città leader nel bacino del Mediterraneo e in Europa, attrattiva per nuovi investimenti e pronta a offrire nuove opportunità di crescita. Insomma - ha concluso il sindaco - una "giornata storica per Cagliari e tutta la Sardegna”.

Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module