Trenino verde. Riprendono le corse

Dopo le vicissitudini burocratiche che hanno pesato sull'operatività del caratteristico trenino, amato da numerosi turisti, ora è certo, le sue corse riprenderanno in occasione del ponte del Primo maggio. La conferma arriva da Chicco Porcu, amministratore unico di Arst, durante il tavolo convocato in assessorato ai Trasporti sulla metropolitana leggera di Cagliari. In particolare, una legge del 9 agosto 2017, che punta a salvaguardare le ferrovie come patrimonio storico, nello stesso tempo fissa requisiti di sicurezza molto elevati che riguardano tutta la rete del trasporto pubblico, soprattutto per le ferrovie turistiche. A sbloccare la situazione il fatto che questa legge - come sottolineato da Porcu - non è applicabile perché mancano i decreti attuativi. In questo senso l'Arst si baserà sulle norme precedenti e il Primo maggio - come confermato dall'Amministratore di Arst - il Tenino Verde ripartirà.

Trasporti. Estensione della tariffazione integrata e agevolazioni tariffarie

La tariffazione integrata, applicata dall'Arst per il trasporto urbano, si estende anche alle città di Alghero, Macomer, Carbonia e Iglesias. Come già successo per Cagliari, Sassari, Nuoro e Oristano, a partire dal 1° gennaio 2018 gli utenti potranno acquistare un unico biglietto o abbonamento che integra i servizi di mobilità automobilistici urbani, extraurbani e ferroviari. In questo senso, chi dovrà recarsi ad Alghero da Sassari con il treno Arst e poi proseguire con un mezzo di trasporto in città, potrà avvalersi di un unico titolo di viaggio con un risparmio anche del 35% per gli abbonamenti mensili impersonali. In aggiunta, oltre alla previsione di agevolazioni tariffarie per i collegamenti con le isole minori, sono stati stanziati dalla Giunta Regionale 600 mila euro per rimborsare gli studenti minorenni che hanno acquistato abbonamenti annuali o mensili. Grazie al provvedimento della tariffazione integrata il biglietto unico costerà complessivamente 1,70 euro, rappresentando di fatto un risparmio del 26% sul totale di 2,30 euro per due biglietti. Agevolazioni tariffarie anche a favore delle categorie svantaggiate che fruiscono dei servizi marittimi in continuità territoriale con le isole di San Pietro e La Maddalena. Per poter usufruire delle agevolazioni dovrà essere dimostrata una invalidità tra il 50e il 79% e un reddito Isee inferiore a 18 mila euro. I reduci di guerra avranno diritto a un ticket pari al 10% del costo totale. Chi ha invece una invalidità tra l'80 e il 100% e un reddito Isee inferiore a 25.500 euro, pagherà un biglietto scontato del 5%.
Sottoscrivi questo feed RSS

Cagliari