Alghero. A firmare il referendum per la quattro corsie Sassari – Alghero, anche il presidente Ganau

Era presente anche il presidente del Consiglio Regionale, Gianfranco Ganau, questa mattina ad Alghero per firmare il referendum consultivo promosso dal sindaco Mario Bruno per mantenere a quattro corsie il tracciato della nuova statale Sassari – Alghero. "Questa è una battaglia che deve vedere uniti tutti senza distinzione per colore politico - ha sottolineato Ganau - deve vedere unita l'intera popolazione e non solo algherese perché siamo difronte ad una battaglia sui diritti, il diritto alla mobilità, ai trasporti, il diritto ai collegamenti rapidi che sono una delle carenze strutturali più importanti della nostra isola". Il presidente del Consiglio Regionale il presidio attivato già da qualche giorno presso l'innesto della quattro corsie, accolto dal consigliere regionale del PD, Raimondo Cacciotto, dalla vicesindaca Gabriella Esposito e dal consigliere comunale di Alghero, Enrico Daga. L'iniziativa, promossa dal primo cittadino e la sua giunta, ha già visto il sostegno delle forze politiche e sociali del territorio, ma anche di semplici cittadine e cittadini che ogni giorno raggiungono il presidio per sostenere il completamento della statale 291, così come previsto dal precedente tracciato. "Vedere bloccati i lavori per la prosecuzione della strada quattro corsie Sassari – Alghero sarebbe un dramma – ha aggiunto Ganau - uno scippo per l'intero territorio, assolutamente inaccettabile, per questo siamo tutti mobilitati con l'unico obiettivo di vedere completata questa importantissima arteria stradale, vitale per tutto il Nord-ovest della Sardegna".

Collegamento Sassari - Alghero. Sindaci in presidio permanente

Mario Bruno e Nicola Sanna, rispettivamente sindaci di Alghero e Sassari, hanno inscenato un sit-in lungo il tratto di strada della quattro corsie che collega Sassari e Alghero. Insieme a loro una delegazione di assessori e consiglieri comunali della città catalana. A rendere più eclatante la protesta, la sistemazione di un container sistemato in un punto preciso della bretella, che diventerà la sede del sindaco algherese. L'obiettivo è quello di richiamare l'attenzione dell'opinione pubblica a seguito delle resistenze espresse dagli uffici ministeriali per il completamento del primo lotto progettuale, ovvero l'ultimo da realizzare. Pare infatti che per i tecnici del Governo, la quattro corsie da Rudas ad Alghero e la bretella per l'aeroporto sono incompatibili con le previsioni del Piano paesaggistico regionale. IN questo senso l'orientamento della commissione sulla Valutazione dell'Impatto Ambientale sarebbe quello di autorizzare solo una strada a due corsie. Un'ipotesi evidentemente non gradita ai sindaci del territorio che potrebbero indire un referendum consultivo per fine gennaio.

Tempi della giustizia. Assoluzione con formula piena dopo oltre 26 anni e risarcimento

E' quanto accaduto a quattro residenti nel Comune di Alghero, finiti nelle maglie delle giustizia nel 1991 a seguito di un'inchiesta su un presunto traffico di stupefacenti che li ha visti destinatari di accuse pesanti come l'associazione a delinquere. La sentenza di assoluzione con formula piena arriva, da parte del tribunale di Sassari, nel novembre del 2017. Per questo motivo la sezione staccata di Sassari della Corte d'appello di Cagliari ha ora stabilito che lo Stato dovrà risarcire a ciascuno dei coinvolti 600 euro per ogni anno intercorso, fino alla sentenza di assoluzione. L'importo totale dovuto ai quattro protagonisti della vicenda ammonta a circa 63 mila euro.

Alghero. Al via centro anti-violenza

Sarà a disposizione del pubblico per due volte alla settimana, anche se un call center assicurerà una reperibilità costante, 24 ore su 24. Uno staff composto da nove volontarie, appena formate da specialisti e professionisti del settore, garantirà il delicato servizio che verrà inaugurato ufficialmente il 25 novembre, in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne. Promotori dell'iniziativa, che trova sede a Fertilia, nell'ex ufficio anagrafe, il settore Servizi Sociali del Comune di Alghero, unitamente alla commissione Pari opportunità. Ad essere coinvolto anche un team di avvocati - già in tre, donne, algheresi, hanno dato la propria disponibilità al patrocinio gratuito - ma anche psicologi attualmente in fase di formazione, operatori del 118 e del pronto soccorso. Il centro agirà in stretta collaborazione col Centro di ascolto per uomini maltrattanti di Sassari.

Alghero. Uomo accusato di aver pestato a sangue la fidanzata

Sarebbe stata pestata a sangue dal suo fidanzato, la studentessa algherese di 21 anni. L'episodio risalirebbe a metà ottobre, in coincidenza con il compleanno della ragazza. Alla base dell'aggressione ci sarebbe la gelosia del fidanzato, di 8 anni più grande. Secondo la ricostruzione dell'accusa, a margine della festa di compleanno, trascorsa insieme ad altre persone in un locale, la coppia si sarebbe spostata in un'altro posto, dove si sarebbe scatenata la violenza del fidanzato.

Alghero. Benemerenza civica per l'"eroe di Francavilla"

Luca Ortu, il 45 enne algherese che da 18 anni risiede in Abruzzo e che si si è reso responsabile del salvataggio di una donna finita con la propria auto in un sottopasso totalmente allagato, non riesce a contenere la sua emozione. Infatti il prossimo 23 dicembre gli verrà assegnata una benemerenza civica per il valore dimostrato. Ad annunciarlo è il primo cittadino di Alghero, Mario Bruno. Ortu, che conduce una vita normalissima a Francavilla, è stupito e frastornato dal clamore che ha suscitato il suo gesto, tanto da essere definito un eroe. L'"eroe di Francavilla" - come è stato soprannominato - gestisce una tabaccheria insieme alla moglie e ha un figlio. La benemerenza civica gli verrà assegnata in occasione del concerto che due sere prima di Natale il jazzista Paolo Fresu terrà nella cattedrale di Santa Maria.

Alghero. Superfinal di beach soccer

Al via giovedì 6 settembre le Superfinal di beach soccer. Dopo Catania e Terracina, la massima competizione continentale, arriva per la prima volta in Sardegna, ad Alghero. L'evento rappresenta una vetrina straordinaria per la città catalana e l'intera isola in quanto verrà trasmesso in tutta Europa e in Sudamerica, dove questo sport è molto seguito. Otto le partite che si disputeranno su base quotidiana, fino a domenica 9 settembre, compresa la finalissima fissata per le 17.45. L'organizzazione della competizione è curata dalla Lega Nazionale Dilettanti, con il sostegno della Regione, Fondazione Alghero e Comune di Alghero.

Guardia Costiera. Sequestrate nasse irregolari pesca irregolare di aragoste

La Guardia costiera di Olbia, nell'ambito di due distinti operazioni ha individuato tre situazioni di pesca irregolare. In particolare, nel primo intervento, di martedì 4 settembre, sono state sequestrate 41 nasse irregolarmente segnalate e sprovviste di qualsiasi etichetta identificativa. Una situazione che non consente di individuare il proprietario e costituisce un pericolo per la sicurezza della navigazione in una zona altamente frequentata dai diportisti. In un secondo intervento, nel tratto di mare davanti alla foce del fiume Cedrino, sono state sequestrate 125 nasse. Il pescato ancora vivo é stato rilasciato in mare mentre gli attrezzi da pesca sono stati sottoposti a sequestro, procedendo alle segnalazioni del caso all'autorità giudiziaria. Ad Alghero, invece, la Guardia Costiera locale ha individuato due pescatori con a bordo diversi esemplari di aragosta, specie in regime di fermo biologico a partire dal 31 agosto. Il pescato (20 Kg) e le attrezzature sono stati sequestrati, mentre sono state comminate sanzioni amministrative per un totale di 9.000 euro. Uno dei pescatori, in possesso di esemplari sotto misura, è stato inoltre sanzionato con l'assegnazione di cinque punti sulla licenza di pesca.
Sottoscrivi questo feed RSS

13°C

Cagliari

Breezy

Humidity: 64%

Wind: 43.45 km/h

  • 10 Dec 2018 15°C 12°C
  • 11 Dec 2018 15°C 10°C